Vai al contenuto
ArwenMedium

Lucidatura, controllo e pulizia flauto

Recommended Posts

Ciao a tutti!!

A breve io mio maestro di flauto mi venderà per merito il suo flauto Muramatsu e ha detto che se lo voglio avere controllato, con i cuscinetti nuovi, lucidato totalmente quindi farmelo avere come se fosse nuovo (ha 50 anni lo strumento) dovrà chiedermi una somma aggiuntiva in più rispetto al prezzo originale.

Mi ha riferito che lo porterà a Padova.

Ora, volevo sapere da voi quanto possa costare un procedimento di lucidatura approfondita, pulizia, controllo della meccanica e sostituzione dei cuscinetti su un flauto di per sé anche vecchietto e pregiato? Non so...diceva che dovranno smontarlo del tutto (ma ovvio lo so) e che poi le singole parti andranno immerse in un liquido (non ho ben capito) per lucidarlo, smacchiarlo da eventuali ossidazioni e poi dovranno (se necessario) ridefinire le scritte (Muramatsu ecc...) nel caso si siano un po’ rovinate con i decenni.

Lui mi ha detto che che costicchierebbe un pochino, ma io non me ne intendo perciò vorrei sapere se voi avete esperienza e quanto avete pagato.

Fatemi sapere!! Grazie tantissime!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per un lavoro fatto bene, completo...penso intorno le 800 Euro. Ma se il flauto è in pessime condizioni meccaniche, anche di più (immagino nel tuo caso vadano via circa 1200 Euro con regolare fattura senza evadere le tasse). Poi dipende anche da che tipo di cuscinetti installi (i tradizionali in feltro morbido, o feltro duro...o i più performanti Pisoni S2 oppure Straubinger).

Personalmente il Maestro con la M maiuscola REGALA per merito il flauto all'allievo. Quest'insana usanza dei maestri di vendere flauti ai propri allievi è qualcosa che proprio non mi va giù. Per giunta un Muramatsu di 50 anni fa significa che è per lo meno anni 70, quindi ancora con un'intonazione A=440.  Attento anche che i vecchi Muramatsu erano d'argento 800, quindi ti diventerà nero carbone in pochissime settimane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E chi ha piu di un allievo cosa deve fare? Scippare le vecchiette che escono dalla Chiesa al mattino presto......per comprare flauti da regalare ai propri allievi???

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, nessuno scippo!

Dovrebbe attenersi ad una regola semplicissima (soprattutto nelle scuole pubbliche come Conservatori, Licei e Scuole Medie): per deontologia professionale il maestro non dovrebbe mai vendere flauti ai propri allievi, ma limitarsi al proprio compito....cioè insegnare!

Già immagino la scena.."ti vendo il mio flauto...bellissimo...perfetto...il migliore che c'è"!  Poi nel caso di Arwen...."vendere per MERITO!" . Questa mi mancava alla collezione! Quindi l'alunno si sentirà pure lusingato. Una sorta di pedofilia professionale! Che schifo!

L'allievo è già in una posizione di sudditanza psicologica per una svariata serie di ragioni. Gli viene difficile scegliere liberamente. E ti assicuro che quelli che scelgono veramente liberamente sono pochi.

Per non parlare che la stragrande maggioranza di maestri in Italia prende la percentuale dal negoziante sui flauti venduti...ma questa è un'altra triste storia :(

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti assicuro che vivere di musica è molto bello e appassionante, ma per un musicista è davvero dura sbarcare il lunario, quindi per sopravvivere si fa quel che si puo, e non ci vedo niente di male......ne a vendere il proprio flauto ad un allievo, ne a prendere una piccola, ti assicuro piccolissima percentuale, da un negoziante, in cambio di un po di pubblicità.

L'importante è agire onestamente, nel senso che se un maestro, o chiunque, da un consiglio o suggerisce un determinato strumento, con obiettività, è comunque un servizio che dà, mette a disposizione di un novizio la propria esperienza personale, e se riesce pure a guadagnarci qualcosa in cambio non ci vedo niente di male.

Premetto che io non sono un maestro, ma penso che sia sempre meglio evitare di giudicare gli altri perchè come spesso accade, il male è negli occhi di chi guarda.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che dire... 

tu non ci vedi nulla di male. Io invece si! 

Ricordo però che in questi frangenti esiste una linea sottile che delimita un comportamento onesto e disinteressato da un comportamento invece molto discutibile da deprecare. E si sa...la fame vien mangiando!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chi fa musica di professione non è tenuto a fare beneficienza, anzi, casomai ha tutto il diritto di trarre il massimo profitto dal proprio lavoro, altrimenti avrebbe fatto il volontario in Africa!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...