Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2019

Recommended Posts

Vi prego, ascoltatelo.

Questo genere di musica può non piacere, ma provate ad ascoltarla con le cuffie e ad occhi chiusi, non potete rimanere indifferenti.

Impressionante anche il fatto che sia stata scritta 50 anni fa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con la Cantata BWV 29 di J.S.Bach:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, glenngould dice:

Vi prego, ascoltatelo.

Questo genere di musica può non piacere, ma provate ad ascoltarla con le cuffie e ad occhi chiusi, non potete rimanere indifferenti.

Impressionante anche il fatto che sia stata scritta 50 anni fa...

Qualche anno fa ascoltai un pezzo di Lachenmann ad un concerto del mio maestro di pianoforte (era un pezzo per clarinetto/clarinetto basso, pianoforte e non ricordo cos'altro, forse violoncello o forse erano solo due) e ricordo di aver faticato moltissimo. Se avessi chiuso gli occhi, non li avrei riaperti :lol:.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, glenngould dice:

Vi prego, ascoltatelo.

Questo genere di musica può non piacere, ma provate ad ascoltarla con le cuffie e ad occhi chiusi, non potete rimanere indifferenti.

Impressionante anche il fatto che sia stata scritta 50 anni fa...

Ciao Glengould ,

Ho ascoltato il pezzo e ti confesso subito che si tratta di un genere che non condivido.

La mia non è ottusa malfidenza te lo garantisco, mi sono anche impegnata per tentare di apprezzare queste correnti moderne.

Una sera , mentre aspettavo il ritorno di mio figlio dalla discoteca, ho visto un'intera trasmissione televisiva dedicata a Lachenmann.

Se non sbaglio fu allievo di Stockhausen e ha collaborato con Luigi Nono..almeno mi sembra di ricordare.

Pur riconoscendo che dietro a tutto ciò c'è un'intensa ricerca e una sperimentazione coraggiosa, non mi sento di definire piacevoli questi suoni.

Forse hai ragione nel definirli "impressionanti" , è vero, lo sono.

Ma .....li chiamerei esperimenti sonori piuttosto che "armonia".

Punti di vista ...Non volermene ti prego

Per farmi perdonare ti dedico qualcosa con cui puoi rifarti orecchie e anima.

La Pianista Tullia Melandri suona un Forte Piano d'epoca, contemporaneo a Shumann e ne interpreta magnificamente l'opera.

Questa è la la musica di Shumann come la udiva e concepiva lui stesso.

Buon ascolto

Persy 🌹

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, Persy, anche per il commento al pezzo di Lachenmann.

Rispondendo anche a super, non è il genere di composizione che apprezzo generalmente, però l'ascolto di ieri mi ha provocato inaspettate emozioni. Sarà stato il silenzio della notte, la stanchezza della giornata e in un certo senso anche una volontaria predisposizione all'ascolto, ma sono rimasto affascinato. Purtroppo nell'ultimo periodo il forum è semi desertico e utenti come Saint-Just sarebbero stati di grande aiuto un po' per tutti...

Tra poco credo che ascolterò qualcosa di Strauss (sempre e solo il Riccardone, eh) che ti controdedico.

Edit: Richard Strauss, Symphonia Domestica op.53, Wiener Philharmoniker, Previn

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con il concertino in do minore per clarinetto e orchestra di Heinrich Joseph Baermann:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, glenngould dice:

Grazie, Persy, anche per il commento al pezzo di Lachenmann.

Rispondendo anche a super, non è il genere di composizione che apprezzo generalmente, però l'ascolto di ieri mi ha provocato inaspettate emozioni. Sarà stato il silenzio della notte, la stanchezza della giornata e in un certo senso anche una volontaria predisposizione all'ascolto, ma sono rimasto affascinato. Purtroppo nell'ultimo periodo il forum è semi desertico e utenti come Saint-Just sarebbero stati di grande aiuto un po' per tutti...

Tra poco credo che ascolterò qualcosa di Strauss (sempre e solo il Riccardone, eh) che ti controdedico.

Edit: Richard Strauss, Symphonia Domestica op.53, Wiener Philharmoniker, Previn

Grazie mille per la controdedica !

Comunque non è certo musica che lascia indifferenti, questo assolutamente no.

Ricordo che anch'io fui incuriosita, pero' penso che siano ricerche stilistiche che devono trovare i giusti ascoltatori , il personale gusto determina la scelta finale.

In quella trasmissione c'erano anche lunghi brani di intervista al maestro e si vedeva chiaramente che il suo lavoro non era assolutamente fine a se stesso, anzi !

Come si è accennato varie volte qui in forum occorre fare attenzione a tali "avanguardie" sonore , ci sono compositori che ricercano una frattura con la tradìzione e le regole e lo fanno in modo serio. E tra questi penso si collochi Lachenmann.

Poi ci sono casi di "ciarlataneria" bella e buona, in cui si tenta di far passare come arte ciò che invece è solo un assurdo.

Il passo è breve...ne parlavamo io e Kraus giorni fa.

Quella musica ha 50 anni , come me più o meno 😊 e si sa che il 68 fu periodo in cui la RIBELLIONE alle regole e al pensiero accademico era di prassi.

Questo è da valutare

p.s adesso sapete anche quanti anni ho , anche se una signora non dovrebbe MAI rivelare età e peso corporeo 😉

Bissous ! 😘

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, .Andrea dice:

Grazie Andrea :) Ti becchi in controdedica e in doppia fila un concerto sui generis di Spohr per lo stesso strumento:

 

Ludwig Spohr è noto non solo per essere stato uno dei primi compositori in ordine cronologico ad aver nettamente varcato la rischiosa soglia tra Classicismo e Romanticismo, ma anche per aver dolorosamente assistito al dramma della sordità beethoveniana (https://www.rodoni.ch/A/malattia-beeth.html). 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belle....anzi bellissime , fantasie per flauto e pianoforte di Philippe Gaubert 1912.

Ad @.Andrea e al Viandante del sud in controdedica e  a chi gradisce.

Persy vostra🌹

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 11/11/2019 at 17:53, superburp dice:

Mi hai incuriosito, la ascolterò appena avrò finito con questo:

A Snorlax, giordano, Madiel e gli antifilologi (chi più chi meno...) vari :D.

Azz, confesso: ho paura di sentire quel video :cat_lol: Ricambio con

Prokofiev: Matrimonio in convento, 3° e 4° atto

Orchestra del Boshoi diretta da Alexander Lazarev

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 13/11/2019 at 10:37, il viandante del sud dice:

Grazie Viandante 😊

Ricambio con l'amato Antonino 😊😊😊

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Ives dice:

81JUJOcyRIL._SL1500_.jpg

Una festa per le orecchie, una vera orgia di colori e timbri. Ottimo CD di questa giovane pianista pugliese.

Però, che brutta foto! :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, giobar dice:

Però, che brutta foto! :blink:

in effetti, sembra una massaia con il vestito della festa! :stitchface:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Madiel dice:

in effetti, sembra una massaia con il vestito della festa! :stitchface:

Mi pare proprio sbagliata: trucco pesantissimo e sgraziato, capelli che sembrano bisognosi di una doccia, ombre che falsano la figura: basti notare la mano destra, in basso, che sembra gonfia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Max REGER
Variazioni e fuga su un tema di Hiller op. 100

Gewandhausorchester Leipzig
Franz Konwitschny

Un'opera che azzera l'immagine di Reger pesantone e serioso e che invece sviluppa in modo sfavillante il particolare carattere del tema di Hiller indicato già nel sottotitolo (lustiges, cioè divertente, allegro). Esecuzione magistrale che fa risaltare il livello eccellente dell'orchestra di Dresda nel 1963 (anno dell'incisione).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 12/11/2019 at 22:02, Persephone dice:

Una sera , mentre aspettavo il ritorno di mio figlio dalla discoteca,

Io un figlio così l'avrei già disconosciuto. Peccato che in Italia viga la squallida legge della quota legittima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy