Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2019

Recommended Posts

15 minuti fa, Ives dice:

E c'è anche questa che ascolto al momento:

81sa4FLTXQL._SL1200_.jpg

@superburp in controdedica.

Urge(rebbe) confronto. Intanto musica piacevolmente generica, quella di John "Avanti" Marsh.

Ben calibrato e ammiccantemente haydniano (peresempiamente), il Finale della sua Sinfonia n. 6 (1796). Che il compositore inglese avesse ado(re)cchiato le fortunate composizioni del collega di Rohrau? I commenti di Youtube ("la 105a di Haydn :lol:" e altri che ci sentono forte e chiaro l'influsso di F.J.) riverberano quest'impressione.

Ad ogni buon conto, se d'imitazione si tratta, è perfettamente riuscita:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Alucard dice:

Ricercar_RIC405_5400439004054_MONFERRATO

 

Le composizioni paraliturgiche del rinascimento italiano sono una miniera di gioielli. Ora sto ascoltando il salve regina di questo compositore a me sconosciuto. Lo stile mi ricorda un po' i mottetti di G.P.Colonna.

Interessante....

Grazie mille Alucard, più tardi lo ascolterò anch'io.

Persy🌹

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti voi miei cari amici.

Piaceva a  mia mamma e anche alla nonna, quindi Ho sempre considerato Rachmaninov roba per "sciure" , con i bigodini in testa e le calze color carne.

Insomma....l'equivalente di Iglesias per le casalinghe un pochino più colte.

Stamattina ho voluto accertare il mio punto di vista e ho fatto un giro sul tubo.

Dopo l'ascolto confermo le mie sensazioni....pur essendo un compositore tra i più noti ( nulla da eccepire sul talento e sulla perfezione tecnica) , rimane per me eccessivamente sdolcinato e stucchevole.

Mi sembra molto adatto a certi filmoni romantici da taglio vene anni 60 insomma....anche quelli da sciure con il bigodino sempreterno.

Vabbè....Non me ne vogliano i suoi estimatori.😊😊😊

Fatevi un giro anche voialtri nel mood : "casalinga di Voghera"😉

Persy 🌹

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Sinfonie di Boyce fanno parte del repertorio di qualunque orchestra da camera inglese, antica o no. Buy english!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, Persephone dice:

Dopo l'ascolto confermo le mie sensazioni....pur essendo un compositore tra i più noti ( nulla da eccepire sul talento e sulla perfezione tecnica) , rimane per me eccessivamente sdolcinato e stucchevole

Con le dovute eccezioni... :) Giusto l'altro giorno mi sono imbattuto in una sua doppia serie di studi per pianoforte (Op. 33 e 39, Études-tableaux, Quadri-studi o pittura musicale, per gli amici) che si discostavano molto dal Rachmaninov che siamo avvezzi a trattare. Musica oscura e ardita. Proprio in forum altri si sono avventurati ad ascoltare sue composizioni neglette (mi pare fossero a sfondo sacro, ma la butto lì perché il ricordo è vago) e ne han tratto impressioni sorprendenti; magari quello offre il tubo nelle prime pagine dei risultati è la produzione "da parata", la prima che conosce il pubblico.

Se invece si rovista nella musica da camera, capita di trovare un compositore diverso da quello che s'era conosciuto. Un po' come ascoltare un personaggio pubblico quando rilascia un'intervista (musica orchestrale) e poi leggere i suoi diari (cameristica); saltan fuori delle sorprese. Insomma, non è tutto racchio quel che sberluccica...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, giordanoted dice:

e la mitica prosa d'arte di @zippie

***

Ascolto la Grande Messe des Morts di Berlioz e, per ragioni comprensibili, non la dedico a nessuno!

 

Andrai a sentirlo a Santa Cecilia?

Ormai i cori francesi adottano quasi sempre la pronuncia latina del francese...tibi lodis offerimüüüs...da altre parti lo fanno solo su imposizione di direttori hip.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Madiel dice:

Io non l'ho ancora ascoltata completa, solo degli stralci sul web, attendo l'arrivo del cd a breve: anche a me ha fatto un'ottima impressione, così sul momento. Leggevo che fu il primo e, credo, unico successo di pubblico del povero Langgaard da vivo. Tramite i buoni uffici del padre, pianista e insegnate ben noto, riuscì a farla eseguire a Berlino con la Filarmonica e un famoso direttore dell'epoca (siamo attorno al 1914, mi pare). Piacque molto sia al pubblico che alla critica tedesca, tanto che acclamarono il giovanissimo Rued appena ventenne come un genio della scuola danese (teniamo presente che scrisse la Sinfonia attorno ai diciotto anni !). Purtroppo, in seguito non ci furono altre occasioni favorevoli, anche se dai resoconti che si leggono un po' ovunque sembra che le rare esecuzioni dei pezzi Langgaard ottenessero dal pubblico più indifferenza e incomprensione, che disprezzo. Aveva, invece, indubbio l'odio dei critici e degli accademici, che lo attaccavano e sabotavano in ogni maniera rendendogli la vita artistica alquanto tormentata.

Esatto, quel direttore era Max Fiedler. Ho letto la sua pagina su wikipedia e pare fosse un grande brahmsiano. Motivo per cui sto ascoltando la seconda di Brahms su youtube diretta da lui:

Evito di dedicartela :D, ma la dedico a Snorlax e giordano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Ives dice:

Andrai a sentirlo a Santa Cecilia?

Ormai i cori francesi adottano quasi sempre la pronuncia latina del francese...tibi lodis offerimüüüs...da altre parti lo fanno solo su imposizione di direttori hip.

Vorrei andare sì, in caso riferisco!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Sembra quasi che, dopo il tema coscienziosetto e piccantello, il settenne/ottenne Mozart si faccia già qualche domanda quando è il momento elaborarlo. Abbandona il terreno sicuro da cui era partito e a un bel momento quasi si pianta, insiste, poi torna al soggetto iniziale e sarebbe pure tentato di risvilupparlo per poi mollare definitivamente il curioso frammento. Assente nella pur esaustiva opera omnia della Philips, il bizzarro Andante interrotto faceva parte del Quaderno musicale di Nannerl. Qui di seguito un'altra esecuzione con qualche approfondimento:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, superburp dice:

Esatto, quel direttore era Max Fiedler. Ho letto la sua pagina su wikipedia e pare fosse un grande brahmsiano. Motivo per cui sto ascoltando la seconda di Brahms su youtube diretta da lui:

Evito di dedicartela :D, ma la dedico a Snorlax e giordano.

Meno male... :cat_lol:

----

Albert: In Concordiam, Concerto per violino e orchestra (1983)

I. Talvi, violino; Seattle Symphony, Schwarz

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Ives dice:

 

81sa4FLTXQL._SL1200_.jpg

Questo stavo per comprarlo, per completare la mia collezione "pinnockiana" ma ho avuto la sventura di sentirlo integralmente on line: esecuzioni eccellenti per una musica proprio insignificante. Un mistero la popolarità di questi pezzi in U.K. :who-let-rip:

----

Albert: TreeStone, per tenore, soprano e orchestra da camera (1986)

Shelton/Gordon, New York Chamber Orchestra, Schwarz

in pratica è la versione cantata e per pochi strumenti della bellissima Sinfonia "RiverRun" (scritta un paio di anni prima).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con "l'apprendista stregone" di Paul Dukas nella splendida illustrazione di Walt Disney

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, Madiel dice:

Questo stavo per comprarlo, per completare la mia collezione "pinnockiana" ma ho avuto la sventura di sentirlo integralmente on line: esecuzioni eccellenti per una musica proprio insignificante. Un mistero la popolarità di questi pezzi in U.K.

Sti inglesi s'attaccano a tutto...:cat_lol: Pagine decorative, anche discograficamente fortunatissime.

°°°°°°

De Falla

Atlántida, cantata escénica (realised & completed by Ernesto Halffter)

Enriqueta Tarrés (soprano), Anna Ricci (mezzo), Vicente Sardinero (baritone), Eduardo Giménez (tenor), Paloma Pérez-Iñigo (soprano)

Escolanía de Nuestra Señora del Recuerdo - Coro & Orquesta Nacional de España

Rafael Frühbeck de Burgos

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 8/10/2019 at 11:26, kraus dice:

Con le dovute eccezioni... :) Giusto l'altro giorno mi sono imbattuto in una sua doppia serie di studi per pianoforte (Op. 33 e 39, Études-tableaux, Quadri-studi o pittura musicale, per gli amici) che si discostavano molto dal Rachmaninov che siamo avvezzi a trattare. Musica oscura e ardita. Proprio in forum altri si sono avventurati ad ascoltare sue composizioni neglette (mi pare fossero a sfondo sacro, ma la butto lì perché il ricordo è vago) e ne han tratto impressioni sorprendenti; magari quello offre il tubo nelle prime pagine dei risultati è la produzione "da parata", la prima che conosce il pubblico.

Se invece si rovista nella musica da camera, capita di trovare un compositore diverso da quello che s'era conosciuto. Un po' come ascoltare un personaggio pubblico quando rilascia un'intervista (musica orchestrale) e poi leggere i suoi diari (cameristica); saltan fuori delle sorprese. Insomma, non è tutto racchio quel che sberluccica...

 

Grazie mille @kraus, ho ascoltato i due studi cameristici e devo dire che rappresentano le situazioni in cui una persona, (me) è piacevolmente e felicemente costretto a ricredersi.

Questi Etudes tableaux sono due gioielli di innovazione e perfezione virtuosistica ,al punto tale che si stenta a credere che siano nati dalla mente dello stesso compositore ,dei concerti - panettone di cui parlavo ieri.

Soffriva forse Rachmaninov di personalità multipla?

Apprendo da brevi notizie sul web che per riprendersi da una difficoltà nel comporre musica egli si rivolse ad uno psicanalista che pratico' su di lui l'ipnosi.

Se così fosse ben vengano i metodi del Dott. Dahl !

Curiosa la scelta di concepire gli studi come fossero quadri, ciò mi ricorda inevitabilmente qualcuno....altri quadri..altre esposizioni....😉

Questi musica apre una finestra di fronte ad un mondo nuovo, si percepiscono sonorità cristalline ed eleganti, atmosfere pacate e sobrie , oserei dire chopiniane.

Ascoltandolo mi viene in mente che proprio nel 1911 , anno in cui Rach scrisse questi studi , Vasilij Kandinskij inizia a percorrere la via dell'astrattismo abbandonando la pittura figurativa.

Dello stesso anno degli Etudes è uno dei suoi quadri più famosi , la composizione IV, come anche il Quadro astratto con cerchio.

Musica e Pittura parlano la stessa lingua e si evocano irrimediabilmente.

Si abbandona l'ottocento e i suoi "orpelli" per creare la modernità.

Con QUESTO Rachmaninov, la "sciura con i bigodini in testa" subisce una profonda trasformazione, diventando un'elegante donna moderna, affascinante e all'avanguardia.

Una donna raffinata che passeggia davanti alle vetrine di Rue Cambon a Parigi, dove negli stessi anni, Madamoiselle Coco Chanel incanta le signore ,con il suo stile modernissimo e rivoluzionario.

Ti dedico questo ascolto caro Kraus, anche a @glenngould

 

Persy🌹

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Persephone dice:

Grazie mille @kraus, ho ascoltato i due studi cameristici e devo dire che rappresentano le situazioni in cui una persona, (me) è piacevolmente e felicemente costretto a ricredersi.

Questi Etudes tableaux sono due gioielli di innovazione e perfezione virtuosistica ,al punto tale che si stenta a credere che siano nati dalla mente dello stesso compositore ,dei concerti - panettone di cui parlavo ieri.

Soffriva forse Rachmaninov di personalità multipla?

Apprendo da brevi notizie sul web che per riprendersi da una difficoltà nel comporre musica egli si rivolse ad uno psicanalista che pratico' su di lui l'ipnosi.

Se così fosse ben vengano i metodi del Dott. Dahl !

Curiosa la scelta di concepire gli studi come fossero quadri, ciò mi ricorda inevitabilmente qualcuno....altri quadri..altre esposizioni....😉

Questi musica apre una finestra di fronte ad un mondo nuovo, si percepiscono sonorità cristalline ed eleganti, atmosfere pacate e sobrie , oserei dire chopiniane.

Ascoltandolo mi viene in mente che proprio nel 1911 , anno in cui Rach scrisse questi studi , Vasilij Kandinskij inizia a percorrere la via dell'astrattismo abbandonando la pittura figurativa.

Dello stesso anno degli Etudes è uno dei suoi quadri più famosi , la composizione IV, come anche il Quadro astratto con cerchio.

Musica e Pittura parlano la stessa lingua e si evocano irrimediabilmente.

Si abbandona l'ottocento e i suoi "orpelli" per creare la modernità.

Con QUESTO Rachmaninov, la "sciura con i bigodini in testa" subisce una profonda trasformazione, diventando un'elegante donna moderna, affascinante e all'avanguardia.

Una donna raffinata che passeggia davanti alle vetrine di Rue Cambon a Parigi, dove negli stessi anni, Madamoiselle Coco Chanel incanta le signore ,con il suo stile modernissimo e rivoluzionario.

Ti dedico questo ascolto caro Kraus, anche a @glenngould

 

Persy🌹

Grazie Persy :)    Per la controdedica torno però al mio secolo con un compositore delle scuola di Mannheim. Mi sembra dal 1° tempo che sia abbastanza frizzante: 

(I compositori di questa scuola sono particolarmente apprezzati in quel di Foggia: "Mann'heim! A vulimm spiccià 'nu picchie?"")

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Normalmente il Kegelstatt Trio si esegue col clarinetto, ma non sempre...

Segue quello che, oltre a essere un capolavoro, è un miracolo (nonché eseguito e pure cantato bene):

Di gran lunga più convincente questa (diretta da Page) della versione di Hager che 27 anni fa mi ha fatto conoscere quest'opera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy