Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2019

Recommended Posts

12 minuti fa, Snorlax dice:

Leo Delibes, Sylvia, New Philharmonia Orchestra, Richard Bonynge

Oggi, giornata dura, che va stemperata un po' con un ascolto divertente, ma di gran classe. Bonynge, nel suo repertorio d'elezione, ci sguazza, coadiuvato da un'orchestra in gran spolvero, grazie al quale fa risaltare la brillante orchestrazione di questo celeberrimo balletto. Se si ama il genere, questa registrazione si pone ai vertici, poco più di un'ora e mezza di musica, che non annoia mai e rallegra sempre, piena di slancio e frizzante come poche.

Questa va in dedica a @Persephone, @Ives, @superburp, @Majaniello, @Wittelsbach e a tutti quelli che gradiscono...

Grazie, Bonynge è stato un grande direttore del repertorio ballettistico, soprattutto francese di metà 800. Forse, più bravo qui che nelle opere.

Ammetto di possedere questo:

71pOjarDFoL._SS500_.jpg

Memorabile, ma deve piacere molto il repertorio, perchè alla lunga può stancare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, Ives dice:

@Snorlax in controdedica.

Che bella chiesa! Mi sembra decisamente più bella di quella del Valadier distrutta (o quasi) dal terremoto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bonynge ha fatto un sacco di dischi coi balletti, e spesso nella forma integrale sono disponibili solo grazie alla benemerita Eloquence. In primis, la prima Giselle, quella con l’orchestra di Monte Carlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, superburp dice:

Che bella chiesa! Mi sembra decisamente più bella di quella del Valadier distrutta (o quasi) dal terremoto.

Dopo Collemaggio, sicuramente.

°°°°°°

Halffter

Sonatina, Ballet in one act

Orquesta Filarmonica de Gran Canaria

Adrian Leaper

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Ives dice:

Grazie, Bonynge è stato un grande direttore del repertorio ballettistico, soprattutto francese di metà 800. Forse, più bravo qui che nelle opere.

Ammetto di possedere questo:

71pOjarDFoL._SS500_.jpg

Memorabile, ma deve piacere molto il repertorio, perchè alla lunga può stancare...

Ci avevo fatto un pensierino anch'io a suo tempo, poi ho desistito. Ho certi momenti dell'anno in cui ho quasi necessitaìà di passare del tempo in compagnia con questo tipo di repertorio. Ti tira su di morale, è come ritornare bambino ed entrare in un negozio di dolciumi...🍬🍬🍬

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Wittelsbach dice:

Bonynge ha fatto un sacco di dischi coi balletti, e spesso nella forma integrale sono disponibili solo grazie alla benemerita Eloquence. In primis, la prima Giselle, quella con l’orchestra di Monte Carlo.

Io, molto più modestamente, posseggo il più popolare remake:

cover.jpg

 

Ho pure questa - che non ascolto da tempo immemore - ma me la ricordo ben più modesta rispetto a quella incisa dal direttore australiano:

MI0002882939.jpg?partner=allrovi.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 9/4/2019 at 14:37, kraus dice:

Meticoloso lo è di sicuro, ma a volte è talmente rigido nelle sue interpretazioni che a volte i baccalà fanno un salto da lui per prendere lezioni.

:D:D:D

Risultati immagini per silvia chiesa malipiero

ti dedico il concerto di Mario Castelnuovo, e lo dedico anche a @Persephone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 8/4/2019 at 14:02, Ives dice:

Bach

Piano Concerto in D minor, BWV 1052

Beatrice Rana, piano

Amsterdam Sinfonietta

A chi gradisce il Bach al pianoforte: @superburp @Snorlax @glenngould @giordanoted

Grazie, tra l'altro vedo che il concerto é del 5 aprile, giorno del mio compleanno😁 

Che dire, con Glenn Gould nelle orecchie (questo concerto poi) è difficile apprezzare altro. Mi pare che calchi un po' sul pedale di risonanza e il primo movimento mi è parso abbastanza nervoso, una specie di sonata a Kreutzer, mentre Gould ne dà una lettura più secca e misteriosa. Bravissima però la nostra Beatrice!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Snorlax dice:

Leo Delibes, Sylvia, New Philharmonia Orchestra, Richard Bonynge

61DJhvMZHbL._SL1400_.jpg

Oggi, giornata dura, che va stemperata un po' con un ascolto divertente, ma di gran classe. Bonynge, nel suo repertorio d'elezione, ci sguazza, coadiuvato da un'orchestra in gran spolvero, grazie al quale fa risaltare la brillante orchestrazione di questo celeberrimo balletto. Se si ama il genere, questa registrazione si pone ai vertici, poco più di un'ora e mezza di musica, che non annoia mai e rallegra sempre, piena di slancio e frizzante come poche.

Questa va in dedica a @Persephone, @Ives, @superburp, @Majaniello, @Wittelsbach e a tutti quelli che gradiscono...

Grazie per la dedica !

In una giornata dura occorre anche un po' di "fuoco" ...e bisogna essere ancora più tosti !

Ti dedico l'opera 59 di Haydn "il fuoco" appunto, II movimento - Andante o più tosto Allegretto .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gioachino Rossini, Ouvertures, Chicago Symphony Orchestra, Fritz Reiner

0002141772.jpg

Oggi giornata nostalgica, ho ripreso in mano il mio primo disco rossiniano, questo bel bignamino di ouvertures dirette da Reiner. Non credo che l'ironia fosse il punto forte del direttore ungherese, tuttavia sono letture solide, rocciose, non prive di un certo slancio. Non mi dispiace affatto riscoltarle dopo tanto tempo.

Dedico a @Majaniello, @Ives, @Wittelsbach e a chi gradisce...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, glenngould dice:

Grazie, tra l'altro vedo che il concerto é del 5 aprile, giorno del mio compleanno😁 

Che dire, con Glenn Gould nelle orecchie (questo concerto poi) è difficile apprezzare altro. Mi pare che calchi un po' sul pedale di risonanza e il primo movimento mi è parso abbastanza nervoso, una specie di sonata a Kreutzer, mentre Gould ne dà una lettura più secca e misteriosa. Bravissima però la nostra Beatrice!

Io con la bella Beatrice ho avuto un breve idillio, stroncato dall'ascolto dal vivo di un pedestre primo concerto per pianoforte di Ciaikovskij seguito da bis dimenticabili e infatti dimenticati. Come Romanovsky, come altri pianisti sfornati recentemente, trattasi - a mio giudizio, occorre precisarlo? - di artista diligente e talentuosa ma visibilmente sprovvista di genio e/o di personalità. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Ives dice:

Dopo Collemaggio, sicuramente.

Bella anche questa! Ho sempre trascurato L'Aquila, a quanto pare a torto (d'altronde in Italia dove ti giri giri, cadi sempre in piedi).

D. Scarlatti, sonate K140-155 (Ross).

A chi gradisce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, il viandante del sud dice:

:D:D:D

Risultati immagini per silvia chiesa malipiero

ti dedico il concerto di Mario Castelnuovo, e lo dedico anche a @Persephone

Grazie mille Viandante 😊😊 non lo conosco ma lo metto nella lista dei prossimi ascolti.

Per ricambiare Arcangelo Corelli , Concerto grosso n.5

 

Anche a @superburp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Schnittke: Gogol Suite

Malmo SO diretta da Lev Markiz 

:training1:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Snorlax dice:

Gioachino Rossini, Ouvertures, Chicago Symphony Orchestra, Fritz Reiner

0002141772.jpg

Oggi giornata nostalgica, ho ripreso in mano il mio primo disco rossiniano, questo bel bignamino di ouvertures dirette da Reiner. Non credo che l'ironia fosse il punto forte del direttore ungherese, tuttavia sono letture solide, rocciose, non prive di un certo slancio. Non mi dispiace affatto riscoltarle dopo tanto tempo.

Dedico a @Majaniello, @Ives, @Wittelsbach e a chi gradisce...

Gradisco anch'io Snorlax, perché è stato il mio primo disco rossiniano ( non ti dico quanti anni fa...). Allora ero un adolescente e non capivo praticamente nulla di musica. Più o meno come oggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Segnalo che lo specialista Andrew Mogrelia, che ha peraltro lasciato una Giselle completa e anche una Bella addormentata di Ciaikovsky che piace a molti critici, anni fa ci ha omaggiato con le integrali di due balletti minori di Adam, disponibili in disco per Marco Polo e più facilmente su Spotify:

MI0001058558.jpg?partner=allrovi.com  32831731_500_500.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Madiel dice:

Schnittke: Gogol Suite

Malmo SO diretta da Lev Markiz 

:training1:

 

Madiel, per rimanere in tema, ti chiedo: esiste un'incisione di questa suite tratta dalla colonna sonora di Anime morte?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Snorlax dice:

 

Madiel, per rimanere in tema, ti chiedo: esiste un'incisione di questa suite tratta dalla colonna sonora di Anime morte?

 

No, in cd non mi risulta affatto! Il pezzo che ho ascoltato io sopra è proprio un arranggiamento di Rozhdestvensky (che ha pure inciso).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con il concerto per pianoforte e orchestra di Domenico Puccini (nonno di Giacomo):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Snorlax dice:

Gioachino Rossini, Ouvertures, Chicago Symphony Orchestra, Fritz Reiner

0002141772.jpg

Oggi giornata nostalgica, ho ripreso in mano il mio primo disco rossiniano, questo bel bignamino di ouvertures dirette da Reiner. Non credo che l'ironia fosse il punto forte del direttore ungherese, tuttavia sono letture solide, rocciose, non prive di un certo slancio. Non mi dispiace affatto riscoltarle dopo tanto tempo.

Dedico a @Majaniello, @Ives, @Wittelsbach e a chi gradisce...

Ma esiste una foto di Reiner sorridente?! 😮😁

Schumann

Violin Concerto

Isabelle Faust, violin

Gürzenich-Orchester Köln

François-Xavier Roth

@Snorlax e @superburp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, il viandante del sud dice:

:D:D:D

Risultati immagini per silvia chiesa malipiero

ti dedico il concerto di Mario Castelnuovo, e lo dedico anche a @Persephone

Grazie :) In controdedica, estesa a @Persephone, l'ascolto carlo-bachiano del momento:

CPE Bach

Ossia le sei Sonate del Wq. 50 e alcuni pezzi sparsi per il nobile instrumento. Markovina si conferma consorte di Peter Jan Belder, ma non nel senso di coniuge o di moglie, bensì di persona che condivide la stessa sorte del suddetto, come da definizione data nel dizionario De Mauro. Tutto corretto, ma sempre un po' troppo monotono, specie nei primi pezzi del disco. E fattela ogni tanto 'na risata, a Markovì!

Qui, per dirvela, c'è roba notevole come la Sonata in la minore (dove fortunatamente un po' le acque si agitano anche sotto l'aspetto interpretativo, e vorrei pure vedere come sarebbe stato possibile il contrario):

Sto alternando un po' numeri bassi e numeri alti di questa integrale per ascoltare sia i pezzi pubblicati in pompa magna dall'autore, sia le opere inedite, giusto per farmi un'idea complessiva di tutta questa produzione. In generale il livello è inferiore a quello dei concerti per tastiera (più o meno il rapporto qualitativo è lo stesso riscontrabile tra le sonate e i concerti per pianoforte mozartiani: buone le prime, eccellenti i secondi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, kraus dice:

Grazie :) In controdedica, estesa a @Persephone, l'ascolto carlo-bachiano del momento:

CPE Bach

Ossia le sei Sonate del Wq. 50 e alcuni pezzi sparsi per il nobile instrumento. Markovina si conferma consorte di Peter Jan Belder, ma non nel senso di coniuge o di moglie, bensì di persona che condivide la stessa sorte del suddetto, come da definizione data nel dizionario De Mauro. Tutto corretto, ma sempre un po' troppo monotono, specie nei primi pezzi del disco. E fattela ogni tanto 'na risata, a Markovì!

Qui, per dirvela, c'è roba notevole come la Sonata in la minore (dove fortunatamente un po' le acque si agitano anche sotto l'aspetto interpretativo, e vorrei pure vedere come sarebbe stato possibile il contrario):

Sto alternando un po' numeri bassi e numeri alti di questa integrale per ascoltare sia i pezzi pubblicati in pompa magna dall'autore, sia le opere inedite, giusto per farmi un'idea complessiva di tutta questa produzione. In generale il livello è inferiore a quello dei concerti per tastiera (più o meno il rapporto qualitativo è lo stesso riscontrabile tra le sonate e i concerti per pianoforte mozartiani: buone le prime, eccellenti i secondi).

Grazie mille Kraus 😊 proprio stamattina, mentre lavoravo mi sono rilassata ascoltando alcune di queste bellissime sonate che mi hai mandato in dedica un paio di sere fa, se non sbaglio.

Le ho trovate estremamente gradevoli e proprio come dicevi tu , non vi si trovano moti di gioia o disperazione ma tutto ciò che vi è nel mezzo.

Trasmettono  pacate e ineguagliabili sensazioni di quiete e di preziosa compostezza.

Sapienti e ben dosate composizioni che ben si accostano alla tranquilla via di mezzo delle giornate serene.

Meditavo una controdedica per te è finalmente ho avuto la sensazione che questo potesse piacerti.

Il Concerto per pianoforte e orchestra n.13 in Do maggiore K415 .

Il suo carattere trionfante e un po' pomposo è forse tra i migliori che il tal di Salzburg abbia mai sfoderato.

Pare un manifesto alla musica di Wolfgang , una sorta di modello virtuale che ti dice : la sua musica è esattamente COSI !

Con i suoi tre movimenti : Allegro - Andante - Rondò Allegro , ti racconta che Mozart scriveva musica straordinariamente empatica, facile, immediata, vitaminica e esilarante come nessuno mai !

Qui le tinte neutre e i mezzi toni non esistono, qui abbiamo fiumi di strabordante gioia.

 

@kraus ascolta e...gioisci 😉😘

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anelante anch'io alla leggerezza, sto ascoltando si può dire da stamani solo valzer di Waldteufel, detto lo Johann Strauss parigino.

Ora, da Spotify, un cd Naxos, intitolato "Famous Waltzes" (e si apre infatti con il popolare, trasognato "Valzer dei pattinatori") che vede ben disimpegnarsi la Slovak State Philharmonic Orchestra diretta da Alfred Walter.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×