Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2019

Recommended Posts

Alexandre Tansman, Hommage à Chopin (per chitarra sola).

A quanti debba controdediche.

Un buon anno a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Partendo dal presupposto che TUTTI gli strumenti musicali, dovrebbero avere pari dignità, ho fatto un breve viaggio sul tubo , alla ricerca di qualcosa di un po' diverso da quel che noi tutti in genere prediligiamo.

Parliamo spesso dei compositori Crucchi e Francesi , di Austriaci e connazionali , famosi e virtuosi, ma ...degli Iberici poco si parla, almeno in questa sezione del forum.

Ecco allora un concerto per chitarra classica e orchestra : " Concierto de Aranjuez" ( 1932) del compositore e pianista spagnolo Joaquin Rodrigo (1901 - 1999)

Questo è il concerto che ha dato notorietà a Rodrigo ed il secondo movimento (Adagio) è il più famoso.

Fu scritto a Parigi in un clima piuttosto teso a causa dell'imminente secondo conflitto mondiale.

Vi propongo, da brava patriota,  questa esecuzione con Andrea Dieci , sublime chitarrista Italiano, che ammiro moltissimo.

Lo dedico a chi gradisce ma in particolare a @Snorlax , come augurio di Buon Anno 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Risultati immagini per locatelli trio sonatas violini capricciosi

Un '700 vispo e ruspante in queste sapide pennellate dell'autore che, nomina sunt omina, "fa le cose per bene".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con la Sinfonia in Sol minore Op.6 n.6 di Johann Christian Bach

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su SKY stanno trasmettendo tutta la serie completa, in questo episodio Bernstein presentava gli allora sconosciuti Abbado e Ozawa, per dire eh...😮

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

81r0aIazaoL._SX466_.jpg

Jaromir Weinberger, Schwanda il suonatore di cornamusa, edizione in lingua tedesca.
Non si può certo definire musica moderna, considerato che l'autore è addirittura del 1896 si può considerare una persistenza straussian-decadentista. Però qualche tocco originale ogni tanto si fa sentire, e la serie di danze che la puntellano è molto gradevole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, glenngould dice:

Hai ragione, è un'interpretazione convincente. La partitura, piena di "stop 'n' go", si presta particolarmente al trattamento mengelberghiano, che in ogni caso appare più contenuto. Persino certe esitazioni sono ben contestualizzate - e quindi più efficaci e musicali, ma in linea generale va, insolitamente, piuttosto a tempo usando il rubato (una risorsa importante in epoca romantica!) in maniera più avveduta. Eccede, come suo solito, nell'uso dei portamenti (è vero che all'epoca andavano di moda, ma è anche vero che tra i direttori coevi era l'unico che ne faceva un uso così intensivo), tuttavia il risultato non è così bizzarro come il suo Mahler, per dirne una. E' la prima sua esecuzione non-assurdista che ascolto (di recente ho pure provato la 4 di Mahler, che ho tolto dopo 5 minuti); il fraseggio particolarmente eloquente, suo innegabile punto di forza, secondo me si giova di una direzione più ragionevole. Chissà come dirigeva da giovane, di recente ci pensavo, è possibile che il Mengelberg degli anni '00/'10 (quello lodato da diversi compositori) dirigesse in maniera diversa da quello esasperato degli anni '30/'40 che conosciamo noi, del resto pensiamo a Bernstein, Karajan, Kubelik, Giulini ecc. negli anni '50 e negli anni '80, che differenza! C'è tutta una generazione di interpreti dei quali abbiamo solo testimonianze terminali. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo canale dedicato a GG pubblica un sacco di cose interessanti. Se scorrete si trovano Casella (!), Poulenc, Copland e altri novecenteschi che presentò nel programma Music of our time. È molto interessante perché credo che questi video non fossero mai stati rilasciati prima, almeno non erano presenti su YouTube. 

@glenngould, @Madiel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon anno a tutti! Sono nuovo del forum. Sto ascoltando "Il turco in Italia" EMI Callas-Gavazzeni del 1955. Sempre bella la Fiorilla della Maria. Mi pare che Nicolai Gedda gratti nell'unica arietta che ha. Peccato. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, .Andrea dice:

Questo canale dedicato a GG pubblica un sacco di cose interessanti. Se scorrete si trovano Casella (!), Poulenc, Copland e altri novecenteschi che presentò nel programma Music of our time. È molto interessante perché credo che questi video non fossero mai stati rilasciati prima, almeno non erano presenti su YouTube. 

@glenngould, @Madiel

No, erano già stati caricati on line negli anni passati (sui canali Wellesz), poi con il tempo sono stati tutti censurati dal web :wacko: Evidentemente qualcuno ci doveva guadagnare...

13 minuti fa, colchonero dice:

Buon anno a tutti! Sono nuovo del forum. Sto ascoltando "Il turco in Italia" EMI Callas-Gavazzeni del 1955. Sempre bella la Fiorilla della Maria. Mi pare che Nicolai Gedda gratti nell'unica arietta che ha. Peccato. 

Buon anno a te, e benvenuto tra noi! :thumbsup_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Madiel dice:

No, erano già stati caricati on line negli anni passati (sui canali Wellesz), poi con il tempo sono stati tutti censurati dal web :wacko: Evidentemente qualcuno ci doveva guadagnare...

Ah ecco... Si vede che li hanno tolti quando ancora non conoscevo né Wellesz né Hindemith. :D Ma come mai a questo canale non censurano nulla? Che tu sappia è ufficiale/riconosciuto in qualche modo da evitare la censura?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, .Andrea dice:

Ah ecco... Si vede che li hanno tolti quando ancora non conoscevo né Wellesz né Hindemith. :D Ma come mai a questo canale non censurano nulla? Che tu sappia è ufficiale/riconosciuto in qualche modo da evitare la censura?

Nel corso degli anni hanno cambiato talmente tante volte le regole che gli iscritti restano in balia di pazzi. Per esempio, la legislazione statunitense permette l'uso didattico del materiale, per cui se il proprietario del canale riesce a dimostrare che non ci lucra e lo fa per il bene della Kurtura universale i suoi video rimangono. Tutti gli altri si attaccano al ... :confused02: Altre volte hanno censurato i video in automatico a livello mondiale perché c'erano le etichette (o i detentori dei diritti) che così hanno richiesto. Evidentemente, in quel canale hanno qualche protezione giuridica o detengono i diritti, forse i nipotini di Glenn Gould hanno bisogno di campare "a gratis" sulle imprese dello zio  :D Adesso hanno ristretto pure le regole per le immagini, per cui se c'è un dipinto antico (o una foto artistica) con una tetta, un sedere o un pisello, te la censurano senza indugio. Fra poco si aggiungerà, ma spero di no, l'altra follia della regolamentazione europea sul web (fatta, alla fine, solo per recuperare denari, perché sempre là si finisce). Su youtube non ci si annoia mai  :cat_lol: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, Madiel dice:

Nel corso degli anni hanno cambiato talmente tante volte le regole che gli iscritti restano in balia di pazzi. Per esempio, la legislazione statunitense permette l'uso didattico del materiale, per cui se il proprietario del canale riesce a dimostrare che non ci lucra e lo fa per il bene della Kurtura universale i suoi video rimangono. Tutti gli altri si attaccano al ... :confused02: Altre volte hanno censurato i video in automatico a livello mondiale perché c'erano le etichette (o i detentori dei diritti) che così hanno richiesto. Evidentemente, in quel canale hanno qualche protezione giuridica o detengono i diritti, forse i nipotini di Glenn Gould hanno bisogno di campare "a gratis" sulle imprese dello zio  :D Adesso hanno ristretto pure le regole per le immagini, per cui se c'è un dipinto antico (o una foto artistica) con una tetta, un sedere o un pisello, te la censurano senza indugio. Fra poco si aggiungerà, ma spero di no, l'altra follia della regolamentazione europea sul web (fatta, alla fine, solo per recuperare denari, perché sempre là si finisce). Su youtube non ci si annoia mai  :cat_lol: 

Grazie per le precisazioni! In realtà chi sta fuori non immagina che ci siano tutti questi problemi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli Emerson sono troppo aspri per i miei gusti, avevo i loro quartetti di Mendelssohn ma li ho "dimenticati" in qualche trasloco perché mi sembravano esecuzioni glaciali. 

Ma mi pare che con un brano desolante e in fondo terribile come l'ultimo quartetto di Shostakovich, abbiano trovato il loro habitat.

Il fatto che l'utente del canale da cui traggo il video abbia scelto l'immagine di Mengelberg - ma che è una moda? Pure la nuova edizione del Doctor Faustus di T.Mann (ed. Mondadori) sfoggia il mitico Willem, ma forse perché i grafici hanno pensato "patto col diavolo" = direttore collaborazionista - è del tutto casuale! A me Willem comunque piace molto, ed è tutta colpa di Glenn Gould - di cui si parlava sopra - che me l'ha fatto conoscere tramite i suoi scritti e mi ha influenzato in modo determinante, come del resto Stokowski. Anzi mi avete fatto venire voglia di riascoltarmi il suo Heldenleben, che possiedo in tre versioni... ma intanto finisco di sorbire l'amaro calice di Shostakovich alle prese con un argomento che lo appassionava assai, e non solo negli ultimi malandati anni di vita: la morte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'esposizione del primo movimento da questo:

61LUrWp8chL._SX466_.jpg

Vabè piacionissimo, passi il primo tema stile Shosta (non è il primo a farlo così), ma come si dirige addosso nel secondo... Paavo a confronto sembra Salonen :cat_lol:

Maja-reference: Tilson-Thomas/San Francisco, Gielen/SWR, Sinopoli/Philarmonia, Tennstedt/LPO (quest'ultima per la gioia di @Snorlax ) 

°°°°

 

Devo approfittare di quest'entusiasmo ritrovato per l'opera e devo recuperare tutto Busoni (Faust già lo conosco).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ives: The General Slocum

Malmo SO, Sinclair

Risultati immagini per the general slocum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mai ascoltati prima questi frammenti sinfonici (mi pare che La Vecchia non li abbia incisi):

CHAN10880-700x700.jpg

a quanto pare Casella lo riteneva un lavoro giovanile di poco conto, e probabilmente lo è; detto ciò non è malaccio da ascoltare, stile melodico dall'orchestrazione lussureggiante, decorativo. Segue la ben più modernista Elegia eroica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, giordanoted dice:

Gli Emerson sono troppo aspri per i miei gusti, avevo i loro quartetti di Mendelssohn ma li ho "dimenticati" in qualche trasloco perché mi sembravano esecuzioni glaciali. 

Ma mi pare che con un brano desolante e in fondo terribile come l'ultimo quartetto di Shostakovich, abbiano trovato il loro habitat.

 

Giordano, dai retta a me - e probabilmente anche a @Majaniello - prova a sentirti 'sti belgi:

814YZVQZkSL._SL1400_.jpg

...secondo il mio modestissimo parere, ad oggi hanno detto una parola definitiva riguardo i quartetti di Shosta. Roba quasi da fare impallidire i Borodin. Provare per credere.;)

 

 

1 ora fa, Majaniello dice:

Maja-reference: Tilson-Thomas/San Francisco, Gielen/SWR, Sinopoli/Philarmonia, Tennstedt/LPO (quest'ultima per la gioia di @Snorlax )

Maja, altro che gioia, le ultime tre sono anche le mie references! Stiamo cominciando ad andare troppo d'accordo, qui in Forum potrebbero cominciare a pensar male!:cat_lol:

Di Tennstedt quale intendi? Quella in studio o una delle due live? Io ho una predilezione per questa, ossia l'ultima dal vivo, risalente al '91:

MI0001090988.jpg?partner=allrovi.com

 

Volendo, la trovi anche sul tubo:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, colchonero dice:

Buon anno a tutti! Sono nuovo del forum. Sto ascoltando "Il turco in Italia" EMI Callas-Gavazzeni del 1955. Sempre bella la Fiorilla della Maria. Mi pare che Nicolai Gedda gratti nell'unica arietta che ha. Peccato. 

Ma no, ma non gratta!

2 ore fa, Madiel dice:

Nel corso degli anni hanno cambiato talmente tante volte le regole che gli iscritti restano in balia di pazzi. Per esempio, la legislazione statunitense permette l'uso didattico del materiale, per cui se il proprietario del canale riesce a dimostrare che non ci lucra e lo fa per il bene della Kurtura universale i suoi video rimangono. Tutti gli altri si attaccano al ... :confused02: Altre volte hanno censurato i video in automatico a livello mondiale perché c'erano le etichette (o i detentori dei diritti) che così hanno richiesto. Evidentemente, in quel canale hanno qualche protezione giuridica o detengono i diritti, forse i nipotini di Glenn Gould hanno bisogno di campare "a gratis" sulle imprese dello zio  :D Adesso hanno ristretto pure le regole per le immagini, per cui se c'è un dipinto antico (o una foto artistica) con una tetta, un sedere o un pisello, te la censurano senza indugio. Fra poco si aggiungerà, ma spero di no, l'altra follia della regolamentazione europea sul web (fatta, alla fine, solo per recuperare denari, perché sempre là si finisce). Su youtube non ci si annoia mai  :cat_lol: 

Io sono stato censurato perché ai discendenti di un compositore della Germania Est non andava giù che abbinassi le sue musiche con immagini della DDR...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora Spotify automobilistico

R-1166757-1197629238.jpeg.jpg61v7Zb9j0NL._SY355_.jpg

Solo Dettifoss e Hafis.

Molto belli, ma innegabilmente si assomigliano non poco tra loro. Che Leifs stesse cominciando a crearsi un manierismo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
58 minuti fa, Wittelsbach dice:

Ma no, ma non gratta!

Io sono stato censurato perché ai discendenti di un compositore della Germania Est non andava giù che abbinassi le sue musiche con immagini della DDR...

A noi è capitato un paio di volte al massimo a dire il vero, lo stesso ma a ruoli rovesciati. In un caso, una pittrice americana è venuta a più miti consigli perchè gli utenti avevano apprezzato l'unione tra immagini e suoni anche se a lei non piacevano (vai a capire...), mentre nell'altro caso la tizia ha insistito a far cancellare il video perchè non le avevamo chiesto il permesso (l'immagine era libera sul web e non dovevamo chiedere nulla). Il suo quadro era innegabilmente una crosta, anche se ci stava bene con la musica, così ho rifatto il video con un quadro di altro autore e decisamente più bello. Altre volte, invece, hanno preteso di inserire un link con il loro sito, per autopromuoversi. Un'altra volta ancora, l'artista (un tedesco) si è seccato, ma poi ha riconosciuto che il risultato andava bene, per cui ha lasciato correre. In genere, i più superbi sono pittori (sic) di medio livello con qualche successo commerciale che si montano la testa credendosi tutti Michelangelo, i veri artisti non rompono mai le scatole.

Invece, da parte dei compositori non ci sono mai state noie particolari. Anzi, so che diversi, anche noti, conoscono i nostri video e li apprezzano. Gli unici due casi di seccature ci vennero da parte di due compositori americani viventi più o meno famosi: nel primo caso, un segretario (gayssimo, acidissimo, maleducatissimo e petulante) a momenti ci minacciava fisicamente 😁, ma è probabile che l'autore non ne sapesse nulla; nel secondo caso, sempre un segretario ci contattò intimandoci la cancellazione dei commenti sfavorevoli a un pezzo sinfonico e, implicitamente, ci confermò che il suo capo seguiva e si era pure offeso.  Se l'era presa, nel particolare, con un utente che aveva scritto testuale "ha copiato tutto da Antheil" 😂 Siccome io non mi sogno neppure di censurare per certe sciocchezze, mi sono preso la libertà di mandarli a fanc*** (lui e il suo capo) e di cancellare tutti i video del tizio. Con i rompiballe si fa così.

55 minuti fa, Wittelsbach dice:

Ancora Spotify automobilistico

R-1166757-1197629238.jpeg.jpg61v7Zb9j0NL._SY355_.jpg

Solo Dettifoss e Hafis.

Molto belli, ma innegabilmente si assomigliano non poco tra loro. Che Leifs stesse cominciando a crearsi un manierismo?

No, erano stati concepiti e scritti insieme e cronologicamente (siamo nel 1964-1965) concludono la sua parabola artistica. Uno descrive una cascata, l'altro un ghiacciaio. Forse rappresentano la massima concentrazione che Leifs era riuscito a fare con la grande orchestra tra il suo stile accademico e la musica popolare, lasciando cadere ogni esteriorità che ancora si riscontra in Geysir e Hekla. E' musica tenebrosa e arcana, che proviene da un'altra dimensione, da un altro tempo o da un altro mondo, a parte l'orchestra classica impiegata non ha nulla di veramente occidentale. A loro modo sono opere assai poetiche, specie Dettifoss. Da notare l'impiego originale del coro. Le cellule tematiche e ritmiche sono pochissime, forse è questa povertà che te li fa sembrare manierati perchè non sviluppa nulla, e tutte derivate dalla musica popolare islandese (che, va detto, ha il difetto di essere limitata di suo).

Già che ci sono mi ascolto Dettifoss.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, Snorlax dice:

Giordano, dai retta a me - e probabilmente anche a @Majaniello - prova a sentirti 'sti belgi:

814YZVQZkSL._SL1400_.jpg

...secondo il mio modestissimo parere, ad oggi hanno detto una parola definitiva riguardo i quartetti di Shosta. Roba quasi da fare impallidire i Borodin. Provare per credere.;)

 

 

Maja, altro che gioia, le ultime tre sono anche le mie references! Stiamo cominciando ad andare troppo d'accordo, qui in Forum potrebbero cominciare a pensar male!:cat_lol:

Di Tennstedt quale intendi? Quella in studio o una delle due live? Io ho una predilezione per questa, ossia l'ultima dal vivo, risalente al '91:

MI0001090988.jpg?partner=allrovi.com

 

Volendo, la trovi anche sul tubo:

 

Ahah! Visto? Oggi ho anche parlato bene di Mengelberg :PNo Tennstedt in studio (ho proprio l'integrale su supporto fisico, pensa un po'). Sinopoli pure lo conosco da anni, da quando lo ascoltavo nelle opere italiane, ma non mi piace sempre in Mahler. Gielen e MTT, entrambe stupefacenti, le ho ascoltate solo molto di recente, e forse rispecchiano un po' di più i miei gusti del momento. Ti facevo più tipo da Barbirolli o Horenstein, comunque :D Ascolterò quella che segnali nei prossimi giorni! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×