Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2019

Recommended Posts

16 minuti fa, Wittelsbach dice:

Mea culpa, non lo sapevo! ūü§£

A margine: @kraus sai che sei sempre un grande?

Troppo buono, Wittels (qui ci vorrebbe la faccina col tizio che fa tanto di cappello, che al momento non riesco a rintracciare, ma tento di porre rimedio con quella - doppia - riportata qui di seguito), grazie :drinks:

Intanto mi ascolto

Risultati immagini per Mozart figaro korsten

Alla fine, per un verso o per l'altro, è partito tutto da quest'opera...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Henze: 5 Canti napoletani (1956)

Fischer-Dieskau, strumentisti dei Berliner Philharmoniker diretti da Richard Kraus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, Madiel dice:

Henze: 5 Canti napoletani (1956)

Fischer-Dieskau, strumentisti dei Berliner Philharmoniker diretti da Richard Kraus

Anche Henze era uno di noi! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Majaniello dice:

Anche Henze era uno di noi! :D

Ha vissuto in zona per molti anni e poi a Roma, ha pure convissuto per una vita con un connazionale!¬†Se non era per la sua inguaribile krukkaggine intellettuale, sarebbe stato un gran bel italiano (dentro e fuori)¬†:D¬† Comunque, il pezzo √® ancora pi√Ļ interessante eseguito da Fischer-Dieskau. Finora lo conoscevo in diversa¬†edizione, cantato cos√¨ sembra proprio tutta un'altra cosa. FD non √® neppure l'ideale con la pronuncia, ma¬†il resto compensa !

----

E ora la tormentata, a tratti pure esasperata, 1¬į di Rathaus:

Rathaus: Sinfonia n.1 op.5

Deutsches SO Berlin, Yinon

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con la Sinfonia n.8 di Antonin Dvorak

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Madiel dice:

Ha vissuto in zona per molti anni e poi a Roma, ha pure convissuto per una vita con un connazionale!¬†Se non era per la sua inguaribile krukkaggine intellettuale, sarebbe stato un gran bel italiano (dentro e fuori)¬†:D¬† Comunque, il pezzo √® ancora pi√Ļ interessante eseguito da Fischer-Dieskau. Finora lo conoscevo in diversa¬†edizione, cantato cos√¨ sembra proprio tutta un'altra cosa. FD non √® neppure l'ideale con la pronuncia, ma¬†il resto compensa !

Strano, mi è sempre sembrato uno dei pochi tedeschi con un'ottima pronuncia italiana. Nelle Nozze dirette da Böhm lo prenderei per italiano se non sapessi che non lo è.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, superburp dice:

Strano, mi è sempre sembrato uno dei pochi tedeschi con un'ottima pronuncia italiana. Nelle Nozze dirette da Böhm lo prenderei per italiano se non sapessi che non lo è.

Qui però è napoletano, neanche molti connazionali lo sanno dire bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che siamo in tema-Ogdon, almeno per quanto mi riguarda, 

Dmitri Shostakovich

Concerto per pianoforte e orchestra n.2 in Fa maggiore op. 102

John Ogdon, pianoforte

Royal Philharmonic Orchestra 

Direttore, Lawrence Foster

Forse meno famoso e audace del primo concerto, ma godibilissimo e ironico

A giobar e Wittelsbach 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Gould!

Appena torno in macchina, riprendo la Valchiria di Boulez. Ma possibile che Nietsche avesse così ragione? Wagner era davvero un vecchio mago. Tutte le volte che ci torno, ne rimango stregato un’altra volta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io Boulez:

615KPSurChL._SS500.jpg

dovrebbe essere proprio la registrazione della prima di questo lavoro, peraltro accessibilissimo (come molta musica di Crumb) e vagamente ivesiano.

Segue:

41RfDBl6RZL._SS500.jpg

@Ives

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Wittelsbach dice:

Grazie Gould!

Appena torno in macchina, riprendo la Valchiria di Boulez. Ma possibile che Nietsche avesse così ragione? Wagner era davvero un vecchio mago. Tutte le volte che ci torno, ne rimango stregato un’altra volta.

Ne rimase stregato anche lui... Nietzsche intendo... fino alla fine... uno dei "biglietti della follia" lo inviò a Cosima... è ormai abbastanza acquisito che tutto il suo sbandierato amore per Bizet, per l'operetta, fosse un tentativo estremo di sfuggire all'incantesimo dello stregone di Bayreuth e, soprattutto, un modo per calmare i suoi nervi... come chi oggi decidesse di andare al cinema a vedere una scemenzuola per non pensare a nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Wittelsbach dice:

Qui però è napoletano, neanche molti connazionali lo sanno dire bene.

Esatto! Ed è pure un napoletano del cinque-seicento. Oggi il vero dialetto napoletano è in via di estinzione (come mi hanno riferito dei napoletani autentici che studiano queste materie) sia per alcuni termini che stanno scomparendo che per la pronuncia che si sta mutando.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bach: BWV 1080, Contrappunti a 4 + Canon per Augmentationem in contrario motu versioni originali

Robert Hill, clavicembalo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Majaniello dice:

 

41RfDBl6RZL._SS500.jpg

 

Avevo riposto grandi aspettative in quest'edizione, ma per una qualche ragione ignota la blasonata coppia non mi ha persuaso per niente. O forse la ragione la conosco, i due suonano il concerto come fosse un normale concerto per pianoforte e orchestra, manca il blend tra gli elementi, la struttura generale e quel senso di accumulazione continua dell'energia che dovrebbe tenere insieme questo mostro che viceversa diventa un mattone micidiale. Se la trovo sono curioso di ascoltare Bloch/Eschenbach/Zurich.

Maja-reference: Lively/Gielen/SWR,  Johansen/Schmidt-Isserstedt/NDR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, il viandante del sud dice:

Gradisco io, grazie.

Ricambio con:

anche a @Persephone

Delizioso...

Ricambio con "sei pezzi per arpa" di Jaques Ibert.

Per una meravigliosa serata a te e a @kraus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Majaniello dice:

Avevo riposto grandi aspettative in quest'edizione, ma per una qualche ragione ignota la blasonata coppia non mi ha persuaso per niente. O forse la ragione la conosco, i due suonano il concerto come fosse un normale concerto per pianoforte e orchestra, manca il blend tra gli elementi, la struttura generale e quel senso di accumulazione continua dell'energia che dovrebbe tenere insieme questo mostro che viceversa diventa un mattone micidiale. Se la trovo sono curioso di ascoltare Bloch/Eschenbach/Zurich.

Maja-reference: Lively/Gielen/SWR,  Johansen/Schmidt-Isserstedt/NDR

Concordo. Comprato anche io per le feste, ma ora prende muffa in discoteca. Anche io preferisco Lively.

---

Bach: BWV 1080, n.1-11

Hill, cembalo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con il concerto per pianoforte e orchestra n.2 di Sergeij Rachmaninoff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inspiegabile la scarsa popolarità di questo concerto:

MI0003014760.jpg?partner=allrovi.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Majaniello dice:

Inspiegabile la scarsa popolarità di questo concerto:

MI0003014760.jpg?partner=allrovi.com

Toh, ma guarda te cosa sto ascoltando, e sto pure facendo la tua stessa riflessione:

Ottorino Respighi, Concerto Gregoriano, Vadim Brodskij, Orchestra Sinfonica di Roma, Francesco La Vecchia

81OdgFZg9hL._SS500_.jpg

L'abbondanza di temi accattivanti e riconoscibili fin dal primo impatto lo renderebbe senza problemi pure un pezzo da "grande pubblico". E invece di Respighi ci dobbiamo accontentare delle solite Fontane e dei Pini. Respighi sarebbe una miniera d'oro per le sale da concerto eppure gran parte della produzione è lasciata lì a stagnare. :closedeyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, Persephone dice:

Delizioso...

Ricambio con "sei pezzi per arpa" di Jaques Ibert.

Per una meravigliosa serata a te e a @kraus

Grazie mille Persy :)¬†Ricambio con la Sonata per violino e tastiera di CPE Bach che (per ragioni ignote) non √® stata inserita nel CD Brilliant, nonostante le note del disco ne parlino come di un'opera perfettamente appartenente alla serie Wq. 75-78 del 1763 e le formule utilizzate siano del pi√Ļ autentico Carl Philipp. Poi un completista ci rimane male:

Al gentile ordito del I movimento, nella placida chiave di fa, risponde un elaborato Larghetto nel relativo minore, la cui cantabilità e la cura nell'ornamentazione ricorda quella dei concerti per tastiera che il nostro autore ha composto in considerevole quantità. Pur senza distinguersi particolarmente per idee melodiche, un pezzo così dolcemente raccolto non avrebbe sfigurato nella pretesa integrale di Loreggian e Guglielmo. Il sereno Allegro finale, quasi una gavotta in alcuni punti, si mantiene sui livelli innocui affermati specialmente dal primo tempo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Snorlax dice:

Toh, ma guarda te cosa sto ascoltando, e sto pure facendo la tua stessa riflessione:

Ottorino Respighi, Concerto Gregoriano, Vadim Brodskij, Orchestra Sinfonica di Roma, Francesco La Vecchia

L'abbondanza di temi accattivanti e riconoscibili fin dal primo impatto lo renderebbe senza problemi pure un pezzo da "grande pubblico". E invece di Respighi ci dobbiamo accontentare delle solite Fontane e dei Pini. Respighi sarebbe una miniera d'oro per le sale da concerto eppure gran parte della produzione è lasciata lì a stagnare. :closedeyes:

E' possibile che dipenda dal fatto che Respighi è un autore elusivo: è lirico ma non romantico, non è abbastanza impressionista da potersi definire tale, si rifà al neoclassicismo ma non è un neoclassico. Che poi è lì che sta la sua grandezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rossini torna a trovarmi con

Risultati immagini per tancredi rossini ferro

Considerato il suo proverbiale appetito, temo che non mi basterà fargli solo un caffè...

Tocca vedere come se la caverà questa edizione in confronto a questa: Risultati immagini per podles tancredi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stravince la seconda su tutti i punti a parte la Cuberli, se vuoi un mio parere.

33 minuti fa, kraus dice:

Rossini torna a trovarmi con

Risultati immagini per tancredi rossini ferro

Considerato il suo proverbiale appetito, temo che non mi basterà fargli solo un caffè...

Tocca vedere come se la caverà questa edizione in confronto a questa: Risultati immagini per podles tancredi

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. √ą facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×