Vai al contenuto

Libri e letture sulla musica e sui musicisti


Yeats
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 198
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

4 ore fa, Ives dice:

Interessante. Se lo avessi visto cosi in libreria o su internet lo avrei tacciato come l'ennesimo romanzo italiano di cui fare volentieri a meno. Ottima segnalazione, invece.

Prendilo, merita. Anche al netto dei difetti sul piano strettamente narrativo-strutturale di cui ho detto. Che poi sono parsi difetti a me: per dire, l'uso del presente indicativo è senz'altro una precisa scelta stilistica e presso Guanda ci sono certamente degli editor con le palle e non lo avrebbero di sicuro fatto passare se anche a loro fosse sembrato negativo e sciatto. Può non piacere, ecco, ma non intacca il contenuto del libro, per molti versi illuminante. E, aspetto di non poco conto, stimola la curiosità ad approfondire le interessantissime problematiche del rapporto del regime staliniano e sovietico con la cultura dissidente e delle modalità con cui questa, nonostante tutto, riusciva a sopravvivere e a pullulare sotto traccia: impressionante la narrazione del reading notturno, in piena tormenta di neve, di Pasternak nell'affollatissima casa della Judina.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...

ho appena comprato questo in una bancarella di libri usati:

 

Un%20anno%20con%20Mozart%2001.jpg?r=1234

a me questo formato piace molto perché mi costringe ad ascoltare musica che altrimenti non ascolterei mai. Avevo già comprato il "Lunario della musica" di Boccadoro ma la maggioranza dei brani consigliati non è di matrice classica e la cosa mi ha un po' scoraggiato. Questo invece è interamente dedito alla musica colta.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 month later...

Ho iniziato a leggere un saggio sulla vita e le opere di Skalkottas della studiosa Eva Mantzourani. Si concentra in particolare sull'uso della dodecafonia nella musica di quest'autore, lasciando un po' in secondo piano la produzione tonale e legata alla musica popolare greca.

41ast-5RetL.jpg

Come riferimento per digerire un po' meglio la parte analitica sto usando il classico manuale di Straus, "Introduction to Post-Tonal Theory", peraltro in edizione didattica con tanto di esercizietti premasticati -_-

51ugREMYV6L.jpg

Ho puntato anche il saggio su Fauré di Nectoux e la monografia di Perle sulla Lulu di Berg, ma per ora mi sa che aspetteranno.

814jMb1tVeL.jpg

417UMT7LUcL.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

3 ore fa, Rinaldino dice:

Come riferimento per digerire un po' meglio la parte analitica sto usando il classico manuale di Straus, "Introduction to Post-Tonal Theory", peraltro in edizione didattica con tanto di esercizietti premasticati -_-

51ugREMYV6L.jpg

Interessante questo. Esiste anche in italiano? E' facilmente comprensibile?

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, superburp dice:

Interessante questo. Esiste anche in italiano? E' facilmente comprensibile?

Che io sappia non è mai stato tradotto in italiano (e in effetti nemmeno il più famoso "The Structure of Atonal Music" di Forte). C'è da dire che essendo pensato come manuale didattico è piuttosto facile da leggere, ci sono pure gli schemini già pronti per gli studenti pigri :cat_lol: Più che altro però mi sembra roba abbastanza tecnica per addetti ai lavori, non proprio utilissima in sé come aiuto all'ascolto o per avere qualche riferimento storico/estetico sulla musica del XX/XXI secolo.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...
  • 1 month later...
  • 4 months later...
  • 1 month later...

Due righe sintetiche che ho trovato davvero valide, nella loro semplicità, per far cogliere un passaggio storico, nel cuore francese dell'Europa (e l'Occidente): chiavi musicali nella dialettica rivoluzione / imperialità...

Palazzetto Bru Zane - Centre de musique romantique française
Venezia, novembre 2021 [*]

Introduzione al Ciclo "Il suono dell'Impero"

Nota di presentazione: La musica all’epoca di Napoleone Bonaparte (1795-1815)

 ...che indirettamente, direi, fa comprendere la portata di contro così irresistibile e inaggirabile del successivo rielaborìo d'autocoscienza del Romanticismo... ...Avremo qualcosa di simile nei Duemila?! nuovi vitalismi umanistici? (o tutto è ormai, strutturalisticamente, perduto?) 🙂

-

[*]  a fianco il Convegno (organizzato dal Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini, Lucca):

"Il suono dell'Impero. Paesaggio sonoro, estetiche e rappresentazione dall'Ancien Régime alla Restaurazione" [programma in PDF]

Link al commento
Condividi su altri siti

mi sono imbattuto nel trattato di armonia in 4 volumi di Guido Farina, lo conoscete? Vale la pena acquistarli?

questa mia ricerca è partita dalla volontà di comporre piccoli brani (possibilmente fughe), e di studiare l'utilizzo delle dissonanze

in alternativa avete dei titoli da consigliarmi? E' meglio partire dallo studio della melodia e del contrappunto? Riguardo al contrappunto ho un libro di Deither de la Motte ma che trovo molto ostico a causa della mia ignoranza in materia. Insomma, da dove iniziare?

grazie in anticipo

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 weeks later...

9788857586700_0_424_0_75.jpg

Interessante presentazione, ieri, su Repubblica, di questa raccolta di recensioni di spettacoli musicali scritte da Antonio Gramsci nella sua giovinezza. Molte erano state pubblicate anonime e sono state attribuite a Gramsci dai curatori della raccolta sulla base di una accurata opera filologica. Finora si sapeva ben poco dell'interesse di Gramsci per la musica e invece pare che da questi articoli emerga uno spettatore/ascoltatore tutt'altro che sprovveduto, capace di rilievi critici non banali. Dall'indice (reperibile nell'estratto che si trova su amazon) si evince che gli articoli si occupano sia di lirica che di concerti sinfonici e cameristici (fra gli altri, dell'allora giovanissimo Mieczyslaw Horszowski).

Curiosità al quadrato, l'articolo di Repubblica è a firma di Giancarlo de Cataldo, altro scrittore che mai avrei accostato a temi di musica classica. L'articolo è leggibile per intero solo dagli abbonati, ma questo è il link: https://www.repubblica.it/cultura/2022/06/13/news/antonio_gramsci_melomane_inedito_critico_musicale_raccolta_recensioni_teatrali_musicali-353760263/?ref=RHBT-VS-I273288661-P5-S1-T1

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, giobar dice:

9788857586700_0_424_0_75.jpg

Interessante presentazione, ieri, su Repubblica, di questa raccolta di recensioni di spettacoli musicali scritte da Antonio Gramsci nella sua giovinezza. Molte erano state pubblicate anonime e sono state attribuite a Gramsci dai curatori della raccolta sulla base di una accurata opera filologica. Finora si sapeva ben poco dell'interesse di Gramsci per la musica e invece pare che da questi articoli emerga uno spettatore/ascoltatore tutt'altro che sprovveduto, capace di rilievi critici non banali. Dall'indice (reperibile nell'estratto che si trova su amazon) si evince che gli articoli si occupano sia di lirica che di concerti sinfonici e cameristici (fra gli altri, dell'allora giovanissimo Mieczyslaw Horszowski).

Curiosità al quadrato, l'articolo di Repubblica è a firma di Giancarlo de Cataldo, altro scrittore che mai avrei accostato a temi di musica classica. L'articolo è leggibile per intero solo dagli abbonati, ma questo è il link: https://www.repubblica.it/cultura/2022/06/13/news/antonio_gramsci_melomane_inedito_critico_musicale_raccolta_recensioni_teatrali_musicali-353760263/?ref=RHBT-VS-I273288661-P5-S1-T1

Io sapevo che De Cataldo era un melomane... Ricordo la recensione di un romanzo (non so quale) a sfondo musicale. 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...

avrei intenzione di cimentarmi con l'epistolario mozartiano, ma prima di procedere con l'acquisto, volevo sapere se qualcuno di voi conosce questo lavoro (in tre tomi) curato da Marco Murara.

cofanetto%20lettere%20mozart%20PDF-500x5Lettere-della-famiglia-Mozart_vol2-1-350

in alternativa ci sarebbe anche il lavoro curato da Cliff Eisen (in 4 tomi di cui solo 2 già pubblicati) che sembrerebbe molto simile (entrambi considerano l'intero epistolario) seppur maggiormente improntato sui viaggi. Eviterei di acquistarli entrambi, ma non trovo nessuna recensione che confronti queste due opere e mi so decidere...

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Luca001 dice:

avrei intenzione di cimentarmi con l'epistolario mozartiano, ma prima di procedere con l'acquisto, volevo sapere se qualcuno di voi conosce questo lavoro (in tre tomi) curato da Marco Murara.

cofanetto%20lettere%20mozart%20PDF-500x5Lettere-della-famiglia-Mozart_vol2-1-350

in alternativa ci sarebbe anche il lavoro curato da Cliff Eisen (in 4 tomi di cui solo 2 già pubblicati) che sembrerebbe molto simile (entrambi considerano l'intero epistolario) seppur maggiormente improntato sui viaggi. Eviterei di acquistarli entrambi, ma non trovo nessuna recensione che confronti queste due opere e mi so decidere...

Benvenuto nel forum :D

Non conosco le due pubblicazioni antagoniste ma mi sento di darti un suggerimento "metodologico". Perché non provi a consultarle prima in una biblioteca (il sistema bibliotecario pubblico è tutto in rete e puoi trovare facilmente il posto giusto) o in una libreria ben fornita (ammesso che questo non sia un ossimoro e che dunque esistano ancora librerie ben fornite che possono far vedere i libri ai potenziali acquirenti...)?

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie per la risposta, ma non è semplice recuperarli entrambi. Per il Murara é possibile scaricare un pdf dal sito dell'editore (prime pagine e indice) giusto per farsi un'idea, ma dell'altro nulla è in biblio non l'ho trovato.  In negozio però si ma il commesso non ha saputo aiutarmi... 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...
  • 4 weeks later...

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy