Jump to content

Libri e letture sulla musica e sui musicisti


Yeats

Recommended Posts

6 ore fa, Ives dice:

978880471521HIG.JPG

Storico inglese famoso soprattutto per i suoi libri di storia russa, direi fondamentali. Questo non è propriamente un saggio musicale, ma racconta la Storia della cultura europea, che non può assolutamente prescindere dall'affermarsi dell'arte in generale e dell'Opera in particolare, il cui codice ha unificato culturalmente un continente all'inizio del XIX secolo. Corposo, erudito, ma molto bello.

Segnalazione interessantissima. Non conosco esattamente la biografia di Figes, ma deve aver fatto studi musicali o almeno di storia della musica a livello non banale, perché lo stupendo "La danza di Natasa" (storia della cultura russa fra il XVIII e il XX secolo) tiene conto in modo anche approfondito dell'evoluzione musicale in Russia integrata nel mondo socio-culturale globale di quel paese. Molti dettagli sullo sviluppo di un'anima musicale russa, favorito dall'azione soprattutto di musicisti italiani alla corte dello zar, non si trovano nemmeno in libri di storia della musica. 

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 259
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

21 ore fa, giobar dice:

Segnalazione interessantissima. Non conosco esattamente la biografia di Figes, ma deve aver fatto studi musicali o almeno di storia della musica a livello non banale, perché lo stupendo "La danza di Natasa" (storia della cultura russa fra il XVIII e il XX secolo) tiene conto in modo anche approfondito dell'evoluzione musicale in Russia integrata nel mondo socio-culturale globale di quel paese. Molti dettagli sullo sviluppo di un'anima musicale russa, favorito dall'azione soprattutto di musicisti italiani alla corte dello zar, non si trovano nemmeno in libri di storia della musica. 

Non ne ho la più pallida idea, ma può essere che abbia approfondito la Storia della Musica nel suo percorso di studi, nulla di insolito, comunque anche quello è un gran libro sulla cultura russa. Come pure la sua più generale Storia della Russia. Gli Europei verte molto sulla vita di Turgeniev, che passò molti anni in Europa per seguire la cantante Pauline Garcia-Viardot.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Ives dice:

può essere che abbia approfondito la Storia della Musica nel suo percorso di studi, nulla di insolito

...nei paesi anglosassoni o in Russia, dove la musica fa parte a pieno titolo della Cultura e di conseguenza della formazione culturale globale. In Italia si continuano a trovare storie della letteratura che magari, per l'epoca più recente, fanno riferimenti al fumetto o al rap, ma ignorano del tutto il ruolo dell'opera lirica nel XVIII e XIX secolo o l'importanza di Monteverdi nello sviluppo di un certo canone drammaturgico.

Link to comment
Share on other sites

39 minuti fa, giobar dice:

...nei paesi anglosassoni o in Russia, dove la musica fa parte a pieno titolo della Cultura e di conseguenza della formazione culturale globale.

Ovviamente, nulla di insolito per un inglese...😁

Segnalo:

cop%20zignani%20stravinskij%20RGB%20medicop%20boghetich%20reno%20RGB%20media-500

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 1 month later...

E buttiamolo giù quest'intervento...!

Il libro:
61wDocJEHRL.jpg

Mario Brunello : Silenzio
2014 il Mulino 9788815248008 Parole controtempo  
[Dewey:780.14(23.) Musica. Linguaggio e comunicazione]

cfr. l'intervista per le ACLI
di Daniele Rocchetti

Il fatto è che da quella volta non ho ancora finito di leggerlo ehm...

Allora: mi era venuto in mente di ripigliarlo, e citarlo in questa rubrica del forum, avendo sentito della serata alle
->Settimane Musicali al Teatro Olimpico XXXIII Edizione "Prima il silenzio, poi il suono, o la parola."
(12 aprile - 9 giugno 2024)
venerdi 31 maggio 2024
17:30 Concerto per le scuole
20:45 Concerto
"Adagiosissimo Bach: Bach-Weinberg, la giusta distanza. Suites e Sonate"
Mario Brunello, violoncello

volendo, tra qualche giorno l'accostamento ...silenzioso sarà con J. Cage:
Poster Festival sez. Corale
5 luglio 2024 19:30
Parco Villa Brandolini d'Adda
Solighetto di Pieve di Soligo TV
"Bach, Cage, Natura e Silenzio"
Mario Brunello, violoncello

Poi qualche giorno fa sento alla radio un Weinberg per violoncello solo e mi dico: senti un po' suona come Mario Brunello, sarà un suo allievo... beh era lui 🙂

Rai Radio3 - La stanza della musica 12 giugno 2024 (O. Bossini)
cfr.
71G0LmgzitL.jpg

Mieczyslaw Weinberg : The Four Sonatas for Solo Cello
Mario Brunello, violoncello
Rec. 2022 Mar 21-27, Antiruggine, Vallà Treviso
CD 2024 Outhere 3760195735596

ma niente, ancora lavori in corso per me...
Finché ieri...! un po' di notizia l'ha fatta la traccia per la
Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione
Prova di Italiano
Tipologia B: Analisi e produzione di un testo argomentativo
Proposta B3:
Testo tratto da Nicoletta Polla-Mattiot, "Riscoprire il silenzio. Arte, musica, poesia, natura fra ascolto e comunicazione" BCDe 2013, pagg 16-17
"Concentrarsi sul silenzio significa, in primo luogo, mettere l’attenzione sulla discrezionalità del parlare. Chi sceglie di usare delle parole fa un atto volontario e si assume dunque tutta la responsabilità del rompere il silenzio.
Qualsiasi professionista della comunicazione studia quando è il momento opportuno per spingersi nell’agone verbale: la scelta di “smettere di tacere” è un atto rituale di riconoscimento dell’altro. […] Si parla perché esiste un pubblico, un ascoltatore. Si parla per impostare uno scambio. Per questo lavorare sull’autenticità del silenzio e, in particolare, sul silenzio voluto e deliberatamente scelto, porta una parallela rivalutazione del linguaggio, la sua rifondazione sul terreno della reciprocità. Dal dire come getto verbale univoco, logorrea autoreferenziale, al dialogo come scambio contrappuntistico di parole e silenzi.
Ma il silenzio è anche pausa che dà vita alla parola. La cesura del flusso ininterrotto, spazio mentale prima che acustico. […] Nell’intercapedine silenziosa che si pone tra una parola e l’altra, germina la possibilità di comprensione. Il pensiero ha bisogno non solo di tempo, ma di spazi e, come il linguaggio, prende forma secondo un ritmo scandito da pieni e vuoti. È questo respiro a renderlo intelligibile e condivisibile con altri.
Il silenzio è poi condizione dell’ascolto. Non soltanto l’ascolto professionale dell’analista (o dell’esaminatore, o del prete-pastore), ma della quotidianità dialogica. Perché esista una conversazione occorre una scansione del dire e tacere, un’alternanza spontanea oppure regolata (come nei talk show o nei dibattiti pubblici), comunque riconosciuta da entrambe le parti. L’arte salottiera e colta dell’intrattenimento verbale riguarda non solo l’acuta scelta dei contenuti, ma la disinvoltura strutturale, l’abile dosaggio di pause accoglienti e pause significanti, intensità di parola e rarefazione, esplicito e sottinteso, attesa e riconoscimento. Si parla “a turno”, si tace “a turno”."
Comprensione e analisi
Puoi rispondere punto per punto oppure costruire un unico discorso che comprenda le risposte a tutte le domande proposte.
1. Riassumi il contenuto del brano e individua la tesi con le argomentazioni a supporto. Perché la scelta di «smettere di tacere» è un atto rituale di riconoscimento dell’altro? Illustra il significato di questa frase nel contesto del ragionamento dell’autrice.
2. Quali sono le funzioni peculiari del silenzio e i benefici che esso fornisce alla comunicazione?
3. La relazione tra parola, silenzio e pensiero è riconosciuta nell’espressione ’spazio mentale prima che acustico: illustra questa osservazione.

...a questo punto acquisto anche del libro
61h7ayD3LuL.jpg

Nicoletta Polla-Mattiot : Riscoprire il silenzio. Arte, musica, poesia, natura fra ascolto e comunicazione
2013 BCDe 9788867620098

e finalmente l'inserimento di questo intervento 🙂

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Interessante, ma tutta teoria. Nella pratica non mi sembra che Verdi sia stato oggetto di un movimento di "revisione" filologica, escludendo alcuni esperimenti estemporanei e ben poco riusciti (vedi Gardiner).

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy