Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2018

Recommended Posts

Mentre risuona il secondo CD dell'Orfeo diretto da Gardiner...

E dall e dall, s chieg pur u metall!

Complimenti, anche da parte mia, agli arrangiatori  :D 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..l'Iphigénie en Tauride gluckiana diretta dal buon Minkowski mi piace talmente che provvedo ad un secondo ascolto😀
ribadisco le dediche😊

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 20/10/2018 at 13:20, Majaniello dice:

E' che non ce l'ho quello :P ma ti credo... Bartoletti me lo ricordo un buon direttore, Pons è un grande interprete, e ti credo pure sulla Freni, a me - che sono perverso - piace di più la Freni "sfatta" degli anni '80, pare che la Mirellona, non potendo più contare sulla bellezza e la solidità dei suoi mezzi naturali, si sia sforzata in quegli anni di diventare un'interprete intelligente e attenta, il suo Puccini con Sinopoli ad esempio mi piace molto, molto più delle sue prove con Karajan.

La Freni degli anni ' 80, Maja, non è "sfatta", è  solo vocalmente un po' più grave, meno estesa  nel settore acuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, kraus dice:

Che mi dici della versione di Harnoncourt?

 

Sembra un prodotto dell'ultimo Harnoncourt, loffio e privo di mordente. La Damrau però pare brava. Per me, resta Goodwin il migliore.

°°°°°°

Walton

Magnificat

The Choir of Clare College, Cambridge

Graham Ross

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, Ives dice:

Sembra un prodotto dell'ultimo Harnoncourt, loffio e privo di mordente. La Damrau però pare brava. Per me, resta Goodwin il migliore.

°°°°°

 

la Zaide di Ian Page l'hai sentita?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Messiaen: Réveil des oiseaux

Orchestre National de France, Nagano

Direi, così al primo ascolto, un'ottima versione (senz'altro eccellenti le Trois Petites Liturgies che completano il disco).

5 ore fa, Ives dice:

Lalo è il tipico prodotto (neanche troppo raffinato come un Saint-Saens) del conservatorismo e dell'accademisco francese di fine '800, gruppi di autori che controllavano da decenni i conservatori, le scuole e i teatri in Francia, sotto l'egida dello stato, producendo musica quasi sempre banale. Berlioz con Lalo ha in comune solo l'esser francese...😀

In effetti, la raffinatezza non è il suo forte :wacko:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×