Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2018

Recommended Posts

Ancora auguri a tutti! :cat_wacko:

Accidenti, stavolta iniziamo proprio in ritardo... :cigar:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stamane, al risveglio, ho ascoltato l'Oratorio di Natale di Bach (solo la parte dedicata al primo giorno dell'anno)
weihnachtsoratorium_karl_richter1.jpg

seguito da un po' degli Strauss diretti da Boskovsky, tanto per prepararmi al mio amato Concerto viennese. :)
51QT-xiwz2L.jpg

Ancora tanti auguri a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente l'anno non può cominciare che con Händel, Wassermusik e Feuerwerkesmusik.

A tutti :):) !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anton BRUCKNER
Salmo 150

Maria Stader, soprano
Chor der Deutschen Oper Berlin
Berliner Philharmoniker
Eugen Jochum

Buon anno a tutti !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon 2018 a tutti!

MI0001096224.jpg?partner=allrovi.comMI0001096225.jpg?partner=allrovi.com

PS: come si entra nel Claudio Arrau fan club? Spero non costi troppo l'iscrizione, che ho in programma alcuni acquisti per migliorare l'ascolto in cuffia :D.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, superburp dice:

E sentiamo un altro balletto neoclassico:

E' la prima volta che lo ascolto. A Madiel e Kovskij che immagino gradiscano.

mmh, no, questo non è un buon lavoro di Milhaud. E' parecchio fiacco, la musica molto generica. Fu scritto di fretta su commissione di Diaghilev e alla prima fu, giustamente, un mezzo fiasco. Si potrebbe far apprezzare piuttosto per le coreografie che, in effetti, all'epoca fecero abbastanza sensazione: per la prima volta apparivano sulle scene parigine oggetti e manufatti industriali, quali telefoni, automobili, vagoni di treni ecc. Musicalmente c'è una vera e propria regressione rispetto a Le Boeuf, La Création e L'Homme et son désir. Riflette gli ideali neoclassicisti di quel momento di Diaghilev, più che il talento dell'autore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Schoenberg

5 Pieces for Orchestra

Variations for Orchestra

CBSO/Rattle

5099945756252_300.jpg

 

Haydn

Symphony No. 82 "The Bear"

RCO/Davis

57d0a293-c49c-4c5d-af19-cd2830d75a7a.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cercavo qualche brano che conoscessi per farmi un'idea di Susanna Mälkki (vado a Disney a sentire la sua sinfonia delle Alpi, sbav), un'impresa ardua perché trovo solo brani di musica contemporanea. Qui in Mahler noto una grande attenzione ai colori, delicatezza e precisione. Non saprei come definirlo, un clima che rimane sempre un po' sospeso, anche nei momenti in cui Mahler è di solito presentato in maniera più "cafona". La voce della Karneus mi garba assai. 

 BIS-SACD-1600.gif

 

MAHLER, G.: Kindertotenlieder / Lieder eines fahrenden Gesellen / Ruckert-Lieder (Karneus, Gothenburg Symphony, Malkki)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...