Vai al contenuto

Necrologi


giobar
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 610
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

9 minuti fa, superburp dice:

Mi spiace molto per Zedda (anche se come direttore ho il suo Tancredi che non mi sembra granchè, ma forse dipende anche dalla ripresa).

Infatti penso che verrà ricordato più per i suoi studi musicologici che per la sua attività da direttore (che in fondo era legata strettamente a quella del musicologo).

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...
  • 1 month later...

Si è diffusa solo oggi la notizia della morte, alla vigilia di Pasqua, del grande soprano inglese Dorothy Dorow, interprete d'elezione della musica d'avanguardia degli anni 60-70. Sebbene la stampa, anche inglese, ne abbia parlato solo in questi ultimi giorni, scopro da google che invece già il 23 aprile scorso aveva dedicato alla Dorow un ampio ritratto Radiotre Suite, i cui autori e conduttori, da addetti ai lavori, evidentemente avevano appreso la notizia da canali privilegiati. Interessante in questo ritratto anche una bella intervista rilasciata ad Andrea Penna qualche anno fa. 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 weeks later...

E' morta ieri, a 78 anni, la grande clavicembalista polacca Elisabeth Chojnacka. Non stupitevi di non trovarla citata nella rassegna di Maja sulle interpretazioni delle opere per clavicembalo di Bach, perché il campo di elezione della Chojnacka era la musica contemporanea, dove ha operato per decenni come musa ispiratrice e promoter: basti pensare che fu dedicataria di opere di Ligeti e Xenakis e collaborò attivamente con la maggior parte dei più grandi compositori del secondo 900.

Link al commento
Condividi su altri siti

23 minuti fa, giobar dice:

E' morta ieri, a 78 anni, la grande clavicembalista polacca Elisabeth Chojnacka. Non stupitevi di non trovarla citata nella rassegna di Maja sulle interpretazioni delle opere per clavicembalo di Bach, perché il campo di elezione della Chojnacka era la musica contemporanea, dove ha operato per decenni come musa ispiratrice e promoter: basti pensare che fu dedicataria di opere di Ligeti e Xenakis e collaborò attivamente con la maggior parte dei più grandi compositori del secondo 900.

una grandissima, i maggiori compositori del secondo novecento le hanno dedicato un intero repertorio ! :o

 

Link al commento
Condividi su altri siti

57 minuti fa, giobar dice:

E' morto a 71 anni il direttore ceco Jiri Belohlavek.

Recentemente, ho seguito la sua integrale sinfonica di Dvorak trasmessa da Praga: molto fiacca, forse era già malato.

In disco tanta musica ceka, come ovvio, soprattutto Martinu. Attivo anche con i complessi della BBC.

34 minuti fa, Peter Schmoll dice:

È morto poche ore fa anche Jeffrey Tate

Direttore spesso sottovalutato, forse perchè veniva dalla gavetta dei maestri accompagnatori del Covent Garden (nel Cosi fan Tutte anni 70 di Solti suona il cembalo nei recitativi). Spesso sentito dal vivo alla RAI. E forse l'unico in Italia a proporre autori del 900 inglese.

E' morto per un malore improvviso all'Accademia Carrara di Bergamo:

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/06/02/malore-al-museo-stronca-jeffrey-tate_7cfa819a-e48d-4da0-b74d-971d58d6cde6.html

Link al commento
Condividi su altri siti

42 minuti fa, Ives dice:

Recentemente, ho seguito la sua integrale sinfonica di Dvorak trasmessa da Praga: molto fiacca, forse era già malato.

In disco tanta musica ceka, come ovvio, soprattutto Martinu. Attivo anche con i complessi della BBC.

Ho letto che da anni Belohlavek combatteva contro il cancro. Da gennaio aveva diradato gli impegni e cancellato diversi concerti.

Cita

Direttore spesso sottovalutato, forse perchè veniva dalla gavetta dei maestri accompagnatori del Covent Garden (nel Cosi fan Tutte anni 70 di Solti suona il cembalo nei recitativi). Spesso sentito dal vivo alla RAI. E forse l'unico in Italia a proporre autori del 900 inglese.

E' morto per un malore improvviso all'Accademia Carrara di Bergamo:

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/06/02/malore-al-museo-stronca-jeffrey-tate_7cfa819a-e48d-4da0-b74d-971d58d6cde6.html

Tate è presente come clavicembalista persino in alcune delle famose registrazioni delle composizioni sacre di Vivaldi sacre fatte da Vittorio Negri per la Philips con la English Chamber Orchestra, il John Alldis Choir e molti grandissimi cantanti. 

Da ora in poi i direttori inglesi un po' anziani ci penseranno due volte prima di venire a dirigere in Italia. Anche Marriner morì pochi giorni dopo il suo ultimo concerto, a Padova

Link al commento
Condividi su altri siti

21 ore fa, giobar dice:

Tate è presente come clavicembalista persino in alcune delle famose registrazioni delle composizioni sacre di Vivaldi sacre fatte da Vittorio Negri per la Philips con la English Chamber Orchestra, il John Alldis Choir e molti grandissimi cantanti.

Vero, è presente come cembalista. Per almeno 25 anni è stato maestro accompagnatore del Covent Garden, lavorando come assistente con i vari Davis, Solti, Haitink anche Kleiber. A Bayreuth lo si vede suonare il piano nelle prove dello storico Ring di Boulez/Chereau. Debuttò tardi come direttore, credo alla fine degli anni 70.

Un ottimo disco operistico, è questo:

51rnSBeBzgL.jpg

Come direzione, anche Arabella e Lulu sono eccellenti, però hanno dei cast mediocri e svogliati o son registrate proprio male (Berg).

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...

E' morto oggi a Chicago,  a 76 anni, il musicologo Philip Gossett. Era uno dei più grandi esperti dell'opera italiana dell'800. A lui si devono numerose edizioni critiche di opere di Rossini e di Verdi e un fondamentale sostegno scientifico alla "Rossini renaissance". Fino a non molto tempo fa, quando si guastarono i suoi rapporti col ROF di Pesaro, era usuale sentire la sua voce e il suo efficace italiano con accento USA in dottissime interviste rilasciate a Radiotre in occasione di rappresentazioni di opere rossiniane.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...

Grande interprete del repertorio americano:

1) le sonate di Ives con Gilbert Kalisch (Nonesuch)

2) il concerto di Bob Schuman con Tilson Thomas (DGG)

3) il concerto di Sessions con Schuller sopra postato (CRI)

51u+BIXmZaL.jpg

Di repertorio "standard" incise le partite bachiane e i Capricci di Paganini.

 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...

è scomparso anche il compositore francese Pierre Henry, a 89 anni, uno dei pionieri della musica "concreta" insieme al sodale Pierre Schaeffer (in realtà è stato Schaeffer ad avere la prima intuizione, ma oggi se lo dimenticano tutti)

http://www.lemonde.fr/disparitions/article/2017/07/06/le-compositeur-francais-pierre-henry-est-mort_5156693_3382.html

Risultati immagini per pierre henry

a destra Schaeffer (scomparso nel 1995), a sinistra Henry.

 

Link al commento
Condividi su altri siti

5 ore fa, superburp dice:

Parente di Ferruccio?

Boh, a naso lo escluderei. Il cantante era di Reggio Emilia e l'organista di Bologna. Credo sia un cognome abbastanza diffuso in Emilia e nel centro-nord, legato in origine, all'evidenza, alla diffusa attività di cantiniere. Se poi Antiphonal o qualcuno ben informato del forum organo ne sapesse di più, ce lo faccia sapere.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 weeks later...
  • 2 weeks later...
  • Madiel locked this topic

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy