Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2017


Madiel
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 3,9k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

On 15/11/2017 at 16:03, Ives dice:

Non ti facevo cosi "trombone"...è la classica risposta del pensionato austriaco :D

:rofl: mannò, ho detto del vecchio continente... sottintendendo che quelle del nuovo continente sono ancora meglio!

Che altre orchestre storiche europee ci sono? Berliner, Concertgebouw, Munchner, Bavarian, Dresda, Baden-Baden... qualcosa in Inghilterra (la London, la Philharmonia...), sulle orchestre francesi non sono preparato!

Link al commento
Condividi su altri siti



Arriverà un tempo in cui un uomo nuovo - un oltreuomo, forse - non saprà più che farsene di Bach (e Mozart, Beethoven e via tutti gli altri), che quindi sarà seppellito nell'oblio della memoria se non cancellato dalla faccia della terra?

 

Link al commento
Condividi su altri siti

16 ore fa, Majakovskij dice:

:rofl: mannò, ho detto del vecchio continente... sottintendendo che quelle del nuovo continente sono ancora meglio!

Che altre orchestre storiche europee ci sono? Berliner, Concertgebouw, Munchner, Bavarian, Dresda, Baden-Baden... qualcosa in Inghilterra (la London, la Philharmonia...), sulle orchestre francesi non sono preparato!

Per me, in generale, dipende sempre dal repertorio (e dalla bravura di chi dirige). Però, trovo alcune orchestre più adatte a certo repertorio di altre: per esempio i Wiener stiano alla larga dalla musica francese (il Pelleas di Abbado è l'unica eccezione alla regola). Altri considerano le orchestre americane incapaci in alcuni classici, tipo Wagner o Bruckner (per il suono troppo "duro" degli ottoni, ma ci si può lavorare). Le grandi orchestre francesi sono sempre state mediocri, tranne il periodo d'oro dell'Orchestre National de France negli anni '70. L'Orchestre de Paris spese milioni di franchi per collaborare con Karajan e Solti ma i risultati furono penosi (il coro un mezzo disastro). L'unico che fece un lavoro dignitoso fu il giovane Barenboim. Ora li c'è Paavo, non so come va...meglio in provincia, dove si può sperimentare con maggior libertà (Lione, Strasburgo, Bordeaux). Personalmente, mi piacciono le orchestre della BBC, dal suono potente ma plastico, soprattutto nel repertorio del 900 storico, fino al contemporaneo (parlo solo per ascolti in disco, bisognerebbe sentirle dal vivo, però). I Berliner, tanto vituperati, mi pare siano quelli più "aperti" alle collaborazioni con direttori hip nei classici.

Link al commento
Condividi su altri siti

25 minuti fa, Ives dice:

Per me, in generale, dipende sempre dal repertorio (e dalla bravura di chi dirige). Però, trovo alcune orchestre più adatte a certo repertorio di altre: per esempio i Wiener stiano alla larga dalla musica francese (il Pelleas di Abbado è l'unica eccezione alla regola). Altri considerano le orchestre americane incapaci in alcuni classici, tipo Wagner o Bruckner (per il suono troppo "duro" degli ottoni, ma ci si può lavorare). Le grandi orchestre francesi sono sempre state mediocri, tranne il periodo d'oro dell'Orchestre National de France negli anni '70. L'Orchestre de Paris spese milioni di franchi per collaborare con Karajan e Solti ma i risultati furono penosi (il coro un mezzo disastro). L'unico che fece un lavoro dignitoso fu il giovane Barenboim. Ora li c'è Paavo, non so come va...meglio in provincia, dove si può sperimentare con maggior libertà (Lione, Strasburgo, Bordeaux). Personalmente, mi piacciono le orchestre della BBC, dal suono potente ma plastico, soprattutto nel repertorio del 900 storico, fino al contemporaneo (bisognerebbe sentirle dal vivo, però).

Quello sempre, lo davo per scontato... comunque discorso interessante! magari qualcun altro ci fornisce il suo punto di vista..

°°°°°°°°

ascolto a tema:

 

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Ives dice:

Per me, in generale, dipende sempre dal repertorio (e dalla bravura di chi dirige). Però, trovo alcune orchestre più adatte a certo repertorio di altre: per esempio i Wiener stiano alla larga dalla musica francese (il Pelleas di Abbado è l'unica eccezione alla regola). Altri considerano le orchestre americane incapaci in alcuni classici, tipo Wagner o Bruckner (per il suono troppo "duro" degli ottoni, ma ci si può lavorare). Le grandi orchestre francesi sono sempre state mediocri, tranne il periodo d'oro dell'Orchestre National de France negli anni '70. L'Orchestre de Paris spese milioni di franchi per collaborare con Karajan e Solti ma i risultati furono penosi (il coro un mezzo disastro). L'unico che fece un lavoro dignitoso fu il giovane Barenboim. Ora li c'è Paavo, non so come va...

Ma è come il prezzemolo quello? :o

Link al commento
Condividi su altri siti

21 ore fa, Majakovskij dice:

 Che altre orchestre storiche europee ci sono? Berliner, Concertgebouw, Munchner, Bavarian, Dresda, Baden-Baden... qualcosa in Inghilterra (la London, la Philharmonia...), sulle orchestre francesi non sono preparato!

Se il discorso si limita alle orchestre "storiche", bisognerebbe aggiungere almeno la Gewandhaus di Lipsia e la Filarmonica Ceca, tuttora importanti e con una enorme tradizione.

Poi, se nell'Europa includiamo anche la Russia, non si può ignorare la Filarmonica di San Pietroburgo (ex Leningrado).

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, giobar dice:

Se il discorso si limita alle orchestre "storiche", bisognerebbe aggiungere almeno la Gewandhaus di Lipsia e la Filarmonica Ceca, tuttora importanti e con una enorme tradizione.

Poi, se nell'Europa includiamo anche la Russia, non si può ignorare la Filarmonica di San Pietroburgo (ex Leningrado).

Se invece non si limitasse solo a quelle “storiche” devo dire che a me piacciono molto anche le pimpanti e mordenti orchestre scandinave, tra le più sorprendenti ed interessanti del panorama attuale. I concerti per pianoforte di Prokofiev del trittico Mustonen/Lintu/Orchestra della Radio Finnica sono tra i più belli disponibili in disco. Persino sul versante barocco la Helsinki Baroque Orchestra è da annoverare tra le migliori per versatilità, qualità esecutiva e del suono. 

Link al commento
Condividi su altri siti

7 ore fa, Wittelsbach dice:

Ahahaha a posto! Dudamel niente? :D

Dudamel è ragazzo pieno di entusiasmo positivo, nonché un ottimo direttore che tiene vivo lo stile “classico” della direzione (anche nella scelta dell’abbigliamento). Per me un grande!

Link al commento
Condividi su altri siti

3 minuti fa, zeitnote dice:

Dudamel è ragazzo pieno di entusiasmo positivo, nonché un ottimo direttore che tiene vivo lo stile “classico” della direzione (anche nella scelta dell’abbigliamento). Per me un grande!

Non l'avevo mai notato! ma a pensarci non è un caso...

Christian-Thielemann.jpgGustavo-Dudamel_300x300.jpg

Poi c'è Nelsons, col piede in due scarpe...

versione Concertgebouw:

andris_nelsons_triumphzug_beethoven_orf2

e versione Boston:

ccf2e3378df9c4c2a545d9aa6782b27d66d939dd

:spiteful:

Link al commento
Condividi su altri siti

3 ore fa, zeitnote dice:

Se invece non si limitasse solo a quelle “storiche” devo dire che a me piacciono molto anche le pimpanti e mordenti orchestre scandinave, tra le più sorprendenti ed interessanti del panorama attuale. I concerti per pianoforte di Prokofiev del trittico Mustonen/Lintu/Orchestra della Radio Finnica sono tra i più belli disponibili in disco. Persino sul versante barocco la Helsinki Baroque Orchestra è da annoverare tra le migliori per versatilità, qualità esecutiva e del suono. 

Se si prescinde dal fattore "tradizione" (= orchestre ultracentenarie o giù di lì), il discorso si fa molto variegato, perché oggi è facile trovare ottime compagini anche di recente formazione o in contesti provinciali, soprattutto se si bada alla specializzazione in determinati repertori. Basti pensare alle grandi orchestre radiofoniche tedesche, a quelle della BBC, alla stessa OSN-Rai o alla gloria di cui si sono ricoperte, per periodi non brevi, le orchestre di Tolosa, di Birmingham, di Bournemouth, di Bamberg...

Quei concerti di Prokofiev mi incuriosiscono assai, anche perché mesi fa ho visto Mustonen in concerto alle prese con la settima sonata di Prokofiev e il giudizio si può riassumere in un solo aggettivo: geniale.

Link al commento
Condividi su altri siti

19 ore fa, zeitnote dice:

Dudamel è ragazzo pieno di entusiasmo positivo, nonché un ottimo direttore che tiene vivo lo stile “classico” della direzione (anche nella scelta dell’abbigliamento). Per me un grande!

Tecnicamente, è bravissimo. Molti dubbi sulla sua statura di interprete. invece.

°°°°°°

Barber

The School for Scandal

Medea's Dance & Vengeance

AtlantaSO/Levi

R-6559773-1422010037-1344.jpeg.jpg

 

Link al commento
Condividi su altri siti

una riflessione, mentre ascolto un mottetto di Machaut: ecco le prossime uscite catalogate su presto in base all'epoca

Era

Medieval (13)

Renaissance (100)

Baroque (376)

Classical (505)

Romantic (742)

Early 20th Century (630)

Late 20th Century (315)

Contemporary (443)

 

sorprendente il contemporary. Spaventoso il dominio incontrastato del romanticismo. 

Link al commento
Condividi su altri siti

13 ore fa, Alucard dice:

una riflessione, mentre ascolto un mottetto di Machaut: ecco le prossime uscite catalogate su presto in base all'epoca

Era

Medieval (13)

Renaissance (100)

Baroque (376)

Classical (505)

Romantic (742)

Early 20th Century (630)

Late 20th Century (315)

Contemporary (443)

 

sorprendente il contemporary. Spaventoso il dominio incontrastato del romanticismo

terribile ! :wacko: :wacko: :wacko:

----

 

Link al commento
Condividi su altri siti

20 ore fa, Alucard dice:

una riflessione, mentre ascolto un mottetto di Machaut: ecco le prossime uscite catalogate su presto in base all'epoca

Era

Medieval (13)

Renaissance (100)

Baroque (376)

Classical (505)

Romantic (742)

Early 20th Century (630)

Late 20th Century (315)

Contemporary (443)

 

sorprendente il contemporary. Spaventoso il dominio incontrastato del romanticismo. 

Cosa intendono per contemporary? I vari Allevi, Garrett e compagnia suonante?

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Madiel locked this topic
Ospite
Questa discussione è chiusa.
 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy