Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2017

Recommended Posts

1 ora fa, Alucard dice:

arriverai ad esecuzioni moderne?

Assolutamente si! Ho tutta la comune Hippie in lista! Appena mi riprendo dall'influenza, che adesso ho la testa che mi scoppia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sempre Dvorak diretto da Kertesz nell'integrale delle sinfonie e dei poemi sinfonici ecc. La musica cresce comprensibilmente di livello da un CD all'altro: adesso sono al quarto, alle soglie del grande sinfonismo di quest'autore (sinfonie nn. 5 e 6). 

Per chi gli piacesse un assaggio (sintassi portami via, anzi rapiscimi direttamente), dovrà accontentarsi della Sesta diretta da Jarvi:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, kraus dice:

 

Giudici se ne dichiara entusiasta. Mi chiedo cosa ne pensi @Wittelsbach, che forse non s'era ancora espresso in merito...

Ancora non sentito. Ma gli elementi ci sono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tramite iscrizione alla biblioteca digitale di Bologna ho accesso a tutto il catalogo in streaming della famiglia naxos (tra cui anche la Tactus!).

La qualità audio è accettabile, sorta di mp3 di media qualità. Ecco il mio primo ascolto

51SjtuaijoL.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oh, stasera vado a sentire Muti dal vivo con la CSO :o

(E con un po' di fortuna anche domani!)

Sono proprio soddisfatto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Rinaldino dice:

Oh, stasera vado a sentire Muti dal vivo con la CSO :o

(E con un po' di fortuna anche domani!)

Sono proprio soddisfatto!

Bello! Cosa suona?

A kraus, Nitriero e chi altro apprezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, superburp dice:

Bello! Cosa suona?

PROGRAMMA

Alfredo Catalani Contemplazione

Richard Strauss Don Juan op. 20

Pëtr Il'ič Čajkovskij Sinfonia n. 4 in fa min. op. 36 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Rinaldino dice:

PROGRAMMA

Alfredo Catalani Contemplazione

Richard Strauss Don Juan op. 20

Pëtr Il'ič Čajkovskij Sinfonia n. 4 in fa min. op. 36 

fico! 

ora mi ascolto questa Contemplazione:

@Wittelsbach @Pinkerton che ne pensate di Catalani?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beethoven, Concerto per pianoforte n.o4.

Questo è forse il più "enigmatico" tra tutti i Concerti di Beethoven, oscilla come nessun'altro tra Sette ed Ottocento, tra (neo-)Classicismo e Romanticismo, ed ovviamente, come qualsiasi altro Lavoro nel "Canone" della Musica d'Arte, ha molto da dire anche al Novecento ed al Duemila. A chi debba controdediche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Pollini dice:

Beethoven, Concerto per pianoforte n.o4.

Questo è forse il più "enigmatico" tra tutti i Concerti di Beethoven, oscilla come nessun'altro tra Sette ed Ottocento, tra (neo-)Classicismo e Romanticismo

.. e post-romanticismo. Il miglior concerto per pianoforte scritto fino ad allora e da lì per un centinaio di anni a seguire, mica poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, noone dice:

No, vabbè erano giorni che volevo postare proprio il Requiem di Verdi diretto da Abbado (anche se del 2002). 

Da guardare con che autorità controlla con un gesto orchestra e coro nel Dies Irae.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, glenngould dice:

No, vabbè erano giorni che volevo postare proprio il Requiem di Verdi diretto da Abbado. 

Da guardare con che autorità controlla con un gesto orchestra e coro nel Dies Irae.

Ho scaricato l' intero Requiem e ho caricato su youtube il Lacrymosa perché quello di prima aveva un audio che lasciava un po' a desiderare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Virgin12
12 ore fa, Pollini dice:

Beethoven, Concerto per pianoforte n.o4.

Questo è forse il più "enigmatico" tra tutti i Concerti di Beethoven, oscilla come nessun'altro tra Sette ed Ottocento, tra (neo-)Classicismo e Romanticismo, ed ovviamente, come qualsiasi altro Lavoro nel "Canone" della Musica d'Arte, ha molto da dire anche al Novecento ed al Duemila. A chi debba controdediche.

L'enigma del secondo movimento, ovvero il dialogo tra le forze chiare e le forze oscure. E la loro sintesi.

Anche al Tremila, al Quattromila, al Cinquemila ... (ma noi non ci saremo)

Mi permetto di dedicarle quest'esecuzione, Pollini.

 

(in dedica anche a Zeit ed a Giordanoted)

 

La superiorità del vecchio Backhaus è al minuto 2.40, l'attimo di esitazione che precede il pieno dominio. 

"Per Guido ciò non avveniva: non gli tremava il braccio neppure affrontando Bach e ciò era una vera inferiorità".

(da La Coscienza di Zeno di Italo Svevo. @glenngould Svevo mi piace, nonostante non abbia mai letto per intero un suo libro. Ho leggiucchiato qualche pagina. Svevo ha senz'altro qualcosa da dire. Basta anche solo una cosa. Un'unica cosa)

 

11 ore fa, Majakovskij dice:

.. e post-romanticismo. Il miglior concerto per pianoforte scritto fino ad allora e da lì per un centinaio di anni a seguire, mica poco.

Pre, post ... ma che importa!

Qualcuno ha il pre,

qualcuno ha il post,

senza essere mai stato niente!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy