Jump to content

Chiarimento registro


lmg

Recommended Posts

Qualcuno sa com'è fatto il registro Tiorba?

Visto in organi progettati da Guillou & allievi.

Se la memoria non mi fa difetto, consta di due file: una Terza e una Settima.

Se il Principale di riferimento è di 8', le due file sono 1'3/5' e 1'1/7'

Sul Principale 16' della Pedaliera (per es. Organo Tamburini Conservatorio Napoli) è 3'3/5 + 2'2/7' ecc.

Link to comment
Share on other sites

Dunque, incomincio col dirti qualcosina io.

Diciamo che si tratta della corona armonica della famiglia del principale.

Specificando meglio si può dire che nell'organaria tedesca si riconoscono tre tipi di ripieno:

- mixtur (mistura)

- zimbel (cembalo)

- scharf (acuta, aspra sono le traduzioni letterarie del termine)

Solitamente le mixtur si trovano soprattutto sui manuali principali (hauptwerk, oberwerk) e anche al pedale, dove peraltro a volte si trova un pieno denominato "hintersatz". I cembali e gli scharf (o "le" scharf??) invece si trovano come completamento alla mistura o come ripieno per gli altri manuali.

Le mutazioni sono in quinta ed in ottava, anche se a volte si possono trovare dei cembali con terze, con settime e con none (terzzimbel, septimenzimbel...).

A differenza del ripieno italiano le misture non sono costituite di file indipendenti ma vengono solitamente comandate con un unico registro. Negli organi più grandi ve ne possono essere di 2 tipi sullo stesso manuale, una più grave ed una più acuta.

Il motivo percui non sono divise le file sta nel fatto che la fila non ritornella su se stessa come nel caso del nostro ripieno. Infatti una fila che iniza ad esempio con altezza di 1 piede poi passerà alla quinta (1 1/3') e poi di nuovo all'ottava (2') ecc.. Anzi si può dire che non esistano i ritornelli nelle misture ma solo delle riprese e nuove entrate.

Se pensiamo infatti ad un ripieno italiano a 7 file con base 2' abbiamo infatti:

________XV_____XIX______XXII______XXVI_____XXIX____XXXIII___XXXVI

Nota___I_fila____II_fila____III_fila____IV_fila____V_fila____VI_fila___VII_fila

C1______2'_____1 1/3'______1'________2/3'______1/2'_____1/3'______1/4'

C13_____2'_____1 1/3'______1'________2/3'______1/2'_____1/3'______1/4'

C25_____2'_____1 1/3'______1'________2/3'______1/2'_____2/3'______1/2'

C37_____2'_____1 1/3'______1'_______1 1/3'______1'_____1 1/3'______1'

C49_____2'_____2 2/3'______2'_______2 2/3'______2'_____2 2/3'______2'

(i ritornelli delle file in quinta in realtà partono dal sol successivo alla nota indicata)

In realtà le cose non stanno proprio così nel senso che non sempre la XV ricopre tutto l'ambito della tastiera senza ritornellare. Lo stesso vale per gli altri ritornelli che spesso partono da note ben più gravi.

La scelta dei vari do come punto di ritornello (e anche il numero dei ritornelli) serve solo per semplificare e non è reale. Inoltre permette di rendere riconoscibili le varie ottave.

Qui sotto invece riporto un tipico schema di mistura a 5 file sempre di 2':

Nota___I_fila____II_fila____III_fila____IV_fila____V_fila

C1______2'_____1 1/3'_______1'_______2/3'_____1/2'

C13___2 2/3'_____2'_______1 1/3'_______1'______2/3'

C25_____4'_____2 2/3'_______2'______1 1/3'______1'

C37___5 1/3'_____4'_______2 2/3'_______2'_____1 1/3'

C49_____8'_____5 1/3'_______4'______2 2/3'______2'

Forse all'occhio quest'ultimo schema risulta un po' più caotico...ma osservandolo bene si notano subito alcune differenze.

Oltre alla mancanza dei ritornelli, si nota come ogni serie di canne con la stessa altezza di base si interrompe in una fila per proseguire nella fila successiva. Per rendere più immediata la comprensione di questo passaggio ho messo in neretto tutto il 2' attraverso le varie file. In questo senso si parla di "riprese". Le nuove entrate sono quelle che si possono leggere sulla colonna della prima fila.

Un'altra differenza sta nel fatto che sulla stessa nota non ci sono mai 2 canne uguali, nemmeno nelle ottave più acute della tastiera. Cosa che invece avviene nel ritornello italiano. Vedi ad esempio

C37_____2'_____1 1/3'______1'_______1 1/3'______1'_____1 1/3'______1'

ovvero, su sette file, tre sono di 1 1/3' e tre di 1'.

Ne consegue che:

1- il ripieno italiano sia più difficile da accordare (tante canne tutte uguali)

2- il ripieno italiano sia più brillante nei bassi che nei soprani

si sa infatti che due canne che producono lo stesso suono (uguale frequenza) non danno come risultato un suono di intensità doppia.

La mistura tedesca risulta quindi più adatta all'esecuzione di musica polifonica (ad esempio le fughe), proprio grazie alla buona omogeneità di suono lungo tutta l'estensione (o quasi) della tastiera.

Questo piccolo schemino vale come situazione di partenza, infatti le misture con base più acuta e numero di maggiore di file si comportano più o meno alla stessa maniera, seppure con qualche piccola diversità. Idem dicasi per gli altri tipi di pieno, come il cembalo e lo scharf. Solitamente queste due mutazioni composte si differenziano dalla mistura per numero di file e per altezza base.

Spero di essere stato abbastanza chiaro...cosa che mi riesce raramente! :P

Se poi vorrete vi dirò anche qualcosina sui ripieni francesi (fourniture, cymbale, plein jeu...).

(il post dovrebbe essere completo)

Link to comment
Share on other sites

Ringrazio Vibo per le interessanti ed esaurienti spiegazioni.

Vediamo se ho capito... Dunque l'organizzazione della Mixtur tedesca implica che essa non possa mai essere usata da sola, ma solo con l'aggiunta del principale (ed eventualmente dell'ottava). Altrimenti premendo, ad esempio, il C13 si produrrebbe un Sol (essendo la base 2 2/3') invece di un Do. Teoricamente, invece, una XV italiana potrebbe anche essere usata da sola, suonando due ottave sotto (mi rendo conto che questo non si farà mai, ma è per capire...).

E' esatto o sto brancolando nel buio?

Link to comment
Share on other sites

Sì, sei sulla strada giusta! :D

In realtà la mixtur tedesca non ha le file separate, ma c'è un unico pomello che comanda tutte le file insieme. Comunque non sentiresti solo un sol: se la mistura è quella che ho ipotizzato io allora sentiresti anche un altro sol e due do. Cioè quattro suoni insieme.

Link to comment
Share on other sites

In realtà la mixtur tedesca non ha le file separate, ma c'è un unico pomello che comanda tutte le file insieme. Comunque non sentiresti solo un sol: se la mistura è quella che ho ipotizzato io allora sentiresti anche un altro sol e due do. Cioè quattro suoni insieme.

Sì in genere è proprio così. Però va detto che in qualche organo tedesco e/o tedescofilo (soprattutto di recente costruzione) si trova sia la fila da 1'1/3' che quella da 1' separata dalla Mixtur. Certo non sono delle vere e proprie XIX e XXII dell'organo italiano, ma comunque si possono usare separatamente...

Link to comment
Share on other sites

In un organo filotedesco ho trovato una Mistura a file separate che arrivava fino ad 1/2 piede. Devo dire che non era di buon effetto usare singolarmente le varie file. Sinceramente, ne vedo l'utilità solo con la Quinta 1.1/3' separata dal resto. Già questa è troppo stridula, figuriamoci le altre file.

Link to comment
Share on other sites

chiaramente la Mistura tedesca, come è stato detto da Vibo, non è affatto concepita per essere utilizzata a file separate dunque potremmo dire che l' organaro non è stato attentissimo..probabilmente aveva l' intenzione di fondere un organo nordico con un organo di scuola veneta...ma anche l' organista non dovrebbe prendere in considerazione l' utilizzo della Mistura a file separate.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Ripesco questa discussione per farvi una domanda: secondo voi un organo di tipo "romantico" o "tendente al romantico" quali registri deve assolutamente possedere?

Se volete potete inserire una lista ordinata per importanza, dal registro "immancabile" fino a quello che se proprio ve lo regalano lo mettereste.

Grazie!

Link to comment
Share on other sites

Ripesco questa discussione per farvi una domanda: secondo voi un organo di tipo "romantico" o "tendente al romantico" quali registri deve assolutamente possedere?

Se volete potete inserire una lista ordinata per importanza, dal registro "immancabile" fino a quello che se proprio ve lo regalano lo mettereste.

Grazie!

Immancabili:

Tre Manuali

Un Fondo 16' e un'ancia 16' su almeno 2 dei 3 manuali

Almeno 2 ancie 8' all'Espressivo (Oboe e Tromba Armonica)

Almeno un violeggiante e un flautato di 8' a ogni manuale.

Almeno 2 16' e un'ancia 16' forte al Pedale e se c'è il 32 ... meglio.

almeno una quinta 2'2/3'

Si può fare a meno:

mah...

flautini e fischietti dal 2' in su, al massimo uno solo.

roba insipida come certi principali 4' (devono essere di 8')

Inoltre ci deve essere una bella cassa e una mostra adeguata

la consolle deve avere i registri a pomelli orizzontali ai lati delle tastiere.

Link to comment
Share on other sites

Immancabili:

Tre Manuali

Un Fondo 16' e un'ancia 16' ...

...a pomelli orizzontali ai lati delle tastiere.

Nein! Non chiedevo lo schema fonico! Mi sono spiegato male! :to_pick_ones_nose2:

Vorrei proprio sapere il nome del registro e se volete potete mettere anche qualche caratteristica aggiuntiva, come il manuale su cui inserirlo e l'intonazione. E tutto ciò se possibile in ordine di importanza.

Esempio:

Viola 8' all'espressivo

Bordone 16' al GO

Voce tremula 4' all'Eco

Controviolone 32' al pedale

che significa: la viola, prima di tutto, poi il bordone 16', poi l'oscillante e se poi ho ancora due lire da spendere metterei anche il 32'. (NB: questo è solo un esempio stupido :P).

Link to comment
Share on other sites

Immancabili:

Tre Manuali se no stiamo parlando di giocattoli e non ne voglio nemmeno sapere.

Principale 16' al G.O. rigorosamente al I manuale; Bordone o ContraGamba 16 al Positivo rigorosamente al II Manuale e -crepi l'avarizia- chiuso in cassa Espressiva autonoma.

Tromba 16' al G.O. e Fagotto 16' sul II o sul III

Almeno 2 ancie 8' al III Manuale (Oboe e Tromba Armonica), altrimenti meglio cambiare tipo di organo.

Viola da Concerto al I, Viola Forte al II, Violetta al III

Flauto Traverso al I, Flauto Camino al II, Bordone al III

Contrabbasso 16, Subbasso 16, Bombarda 16 e Bordone 32' al Pedale

Quinta 2'2/3 al G.O.

Se non ci sono questi registri qui sopra, secondo me niente organo romantico, ma solo un palliativo.

E' vero che gli organari romantici sapevano fare anche organi prettamente romantici a 2 manuali e con pochi registri, ma siamo su un pianeta diverso che -dopo l'organo Mutin di Santa Maria in Trastevere- non è il caso di descrivere in questo Forum, altrimenti vi dò uno scossone troppo forte da farvi tremare tutti nelle vostre più intime convinzioni organarie!!!

:scratch_one-s_head:

Link to comment
Share on other sites

Grazie per la risposta. Mi sembra interessante...anche se mi aspettavo di vedere qualche violeggiante in più e soprattutto qualche registro battente, ma d'altronde avevo chiesto un'opinione, non posso lamentarmi! :D

non è il caso di descrivere in questo Forum, altrimenti vi dò uno scossone troppo forte da farvi tremare tutti nelle vostre più intime convinzioni organarie!!!

:scratch_one-s_head:

Il solito "romano" esagerato! :P

Comunque, se vuoi ti concedo di darmi la "spallata" (visto che va di moda questa parola...) via email...

Link to comment
Share on other sites

Grazie per la risposta. Mi sembra interessante...anche se mi aspettavo di vedere qualche violeggiante in più e soprattutto qualche registro battente, ma d'altronde avevo chiesto un'opinione, non posso lamentarmi! :D

Il solito "romano" esagerato! :P

Comunque, se vuoi ti concedo di darmi la "spallata" (visto che va di moda questa parola...) via email...

Beh sono romano solo in senso abitativo.

Grazie della "concessione", eh!

Comunque, quando e se verrai qui a Roma, ti ci porto di persona! :content_kid:

Link to comment
Share on other sites

  • 4 years later...

Domandina a chi ne sa più di me su un registro non tanto insolito ma nel mio caso un po' enigmatico riguardo all'uso.

L'organo che uso (Pinchi n. 419, Tempio di Don Bosco a Castelnuovo Don Bosco) ha il regstro di Fugara 4' sul Recitativo. Della Fugara so che è una variante della Gamba 8' un po' "a metà strada" tra registro violeggiante e registro flautato. Ma con cosa si può unire per sortire un buon effetto? :mellow:

Link to comment
Share on other sites

Domandina a chi ne sa più di me su un registro non tanto insolito ma nel mio caso un po' enigmatico riguardo all'uso.

L'organo che uso (Pinchi n. 419, Tempio di Don Bosco a Castelnuovo Don Bosco) ha il regstro di Fugara 4' sul Recitativo. Della Fugara so che è una variante della Gamba 8' un po' "a metà strada" tra registro violeggiante e registro flautato. Ma con cosa si può unire per sortire un buon effetto? :mellow:

Negli organi recenti che ho visto, ho trovato la Fugara solo in organi a tre tastiere situata su una tastiera "minore" (positivo o recitativo) dove è l'unico registro di fondo di 4' presente. Per cui supplisce sia al Flauto 4'(che non c'è) sia all'Ottava 4' (che non c'è) sia anche ad altri registri (anche violeggianti) di 4'. Il suo uso è dunque "ibrido", sia negli impasti di Flautati sia negli impasti di Principali (compresa anche la piramide del Ripieno).

Su organi precedenti, ho trovato la Fugara in strumenti piuttosto grossi dove essa rinforzava il gruppo di fondi di 4' ed era decisamente di carattere Violeggiante, spesso anche piuttosto sonora.

Nell'organo Michelotto di S.Michele ad Aprilia (1994) la Fugara è sul I man ed è l'unico fondo di 4' di quella tastiera, per cui è praticamente un registro "jolly" che bisogna usare per forza.

Nell'organo Pinchi di Colle Don Bosco (scheda dell'organaro QUI), la Fugara è sul III Manuale, dove c'è anche un Flauto 4'. Presumo che -data la disposizione- la Fugara "faccia le veci" dell'Ottava 4', con un timbro un po' più "nasale" e credo che assomigli allo storico registro delle Ottave-Eoline 4' degli Organi di Vegezzi-Bossi (cui lo strumento di Colle Don Bosco vagamente si ispira, almeno in alcune caratteristiche particolari).

Morale della favola, lo dovresti usare come un'Ottava 4', insieme al Principale come base per il Ripienino del III Manuale. Lo puoi anche usare con i flautati di 8' al posto del Flauto 4' per rendere l'insieme un po' più brillante!

Link to comment
Share on other sites

Grazie infinite per la delucidazione! :hi:

Niente, figurati! :D

Anzi, con l'occasione sono andato a vedere cosa ne dice l'Encyclopedia of The Organ Stops. Ecco qui la voce FUGARA. In parte conferma ciò che dicevo e in parte no (del resto, spiega i registri secondo il punto di vista, o meglio il punto d'ascolto, INGLESE e l'epoca di riferimento è l'inizio del '900). Comunque è interessante scoprire che il nome deriva da un "Flauto Campestre" in uso in Europa Centrale che in Polonia era chiamanto "Fujara"!

In QUESTA FOTO sembrano degli Europei in Kimono con tanto di scimitarra da samurai pronti a darsele di santa ragione... in realtà si tratta di un gruppo folkloristico polacco di SUONATORI DI FUGARA (infatti stanno maneggiando proprio delle Fugare, non le scimitarre :)) al concerto dell'UNESCO tenutosi nel 2006 a Parigi :D

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy