Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2016


Madiel
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 6,7k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Ma allora la Uchida è diventata brava :o (l'importante è non guardarla :laughingsmiley:) o era Rattalino a non capire niente negli anni passati :mellow:
Forse è solo che in Arte nulla è scritto sulla roccia.

Magnifica questa ripresa sonora, tra gli strumenti. 

 

P.S. Mah forse nonostante la grande perizia non mi piace, è rimasta stucchevole come diceva il Rattalino. C'è un eccesso di "maniera", tutto eccessivamente studiato. Non so, mi sembra manchi di spontaneità. 

Niente, noiosetta. Troppe civetterie, suona esattamente come i gesti che fa.

Civetteria = comportamento o atto femminile volutamente lezioso, per farsi notare dagli uomini.
Insistenza nel far notare aspetti caratteristici del proprio essere o della propria attività.

Ecco, è esatto. Insopportabile.
Ma sotto nei commenti tutti gridano al miracolo :wacko:
Colgono la superficie ma non la essenza.

Link al commento
Condividi su altri siti

9 ore fa, wolowitz dice:

Ricevuto (:. .quindi il suono di uno si può confondere con un altro...avevo sentito bene, per modo di dire :paint_x:. Invece nell'aria di Handel che avevo messo nel post di prima è stato usato per caso un qualche precursore della celesta ? E' questo strumento che ieri non mi veniva in mente, quel nome, ma ho letto adesso che è stata inventato nel 1860, quindi non può essere quello (pensavo fosse più antico :huh:) Però appunto il suo suono somiglia molto ad alcune sonorità dell'altro video.

Già, magari un basta lungo come 10 anni di studio :blink::ph34r::D

 

a volte anche più a lungo, c'è gente che ha provato a scrivere qualcosa di decente tutta la vita e senza mai riuscirci :P

Potrebbe essere il glockenspiel, come ricordato sopra da superburp. La celesta non c'entra niente con la glockenspiel, nonostante il timbro argenteo in apparenza simile, perchè non fa parte delle percussioni vere e proprie avendo una meccanica con martelletti e possibilità espressive maggiori. Credo che gli strumenti a martelletti siano considerati, a livello accademico, un sottogruppo delle percussioni, ma nel nostro caso è un altro discorso.

 

Link al commento
Condividi su altri siti

8 ore fa, Nomdeplume dice:

È da qualche giorno che subisco il fascino di questa composizione:

Sembra che lo stesso Norgard sia rimasto piuttosto entusiasta dell'interpretazione di questo esecutore.

Poi, quest'altro movimento (in realtà precedente).
Qui viene impiegato uno strumento africano: la kalimba. La trovo musica molto suggestiva e diretta, e mi pare interessante anche sotto il profilo acustico.

Vediamo: @Endymion, che mi pare apprezzasse l'autore, e poi @Madiel, patito delle percussioni.

grassie ! Ricambio con questa in primo ascolto....

... che però mi pare bruttina forte :unsure:

-----

ma che strano, ieri il forum era pieno di busoniani insospettabili! Chi sa perchè e chi sa come mai ci sono pure diversi messaggi che risultano "modificati" post invio... :cat_lol::rofl: :rofl::rofl: :rofl:

Link al commento
Condividi su altri siti

7 ore fa, Madiel dice:

grassie ! Ricambio con questa in primo ascolto....

... che però mi pare bruttina forte :unsure:

 

oltre che bruttina anche insignificante, sembra musica per bambini. Una perdita di tempo. Dedica annullata.

Adesso ci do dentro con una tamarrata pazzesca 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

2 Aprile - Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo

img_archivio1142016131954.jpg

Hikari Ōe

Music of Hikari Ōe (1994)

P.S.: ringrazio tutti coloro che mi hanno dedicato qualcosa negli ultimi giorni (ricordo @Pinkerton, @Wittelsbach, @zeitnote, @Fibbo). Negli ultimi tempi sono stato oberato di impegni. Se gradite ricambio con questo, estendo a tutti.

Link al commento
Condividi su altri siti

18 ore fa, Majakovskij dice:

PS: ma che è uno scherzo? se uno prova a scrivere C H O P I N esce "PrincipePolacco" .... Flaux ne sai niente? :cat_lol:

Ebbene sì, era un 2857533920.gif d'Aprile! A essere sincera ne avevo preparati altri, ma vi siete buttati a pesce su autori pressoché semisconosciuti...  -_-
E' già stato un miracolo che sia saltato fuori Chopin!

Beh, oggi posso comunque dedicarvi ErUngareseDeRoma ahaha XD


:wub: 

Link al commento
Condividi su altri siti

6 ore fa, LudwigII dice:

Madiel ormai sembra aver imboccato questa strada :eh: quella cioè dell c...ose pazzesche :cat_censore:

batterista-percussioni-pentole-padelle-c

magari il tizio della foto suona pure benissimo :cat_lol: Il pezzo di cui sopra, invece, era proprio scemo.

Link al commento
Condividi su altri siti

12 ore fa, vul dice:

@Flaux sei l'unica che ascolta ancora bozhanov...io l'ho cancellato dopo aver ascoltato questo put***aio di note messe a caso.

Sei l'unico che crede ancora che io i pianisti li ascolti... in realtà mi limito a guardarli. [cit.] (sto scherzando eh, non sia mai! ^ /// ^)
Comunque, il ciddì di Giggi lo vuoi con l'autografo o senza? XD Non è possibile che tu non sappia ancora riconoscere il Jazzowsky alla Bozhanov, te l'avrò ripetuto tante volte più di cinque anni fa... e ora ascolti solo Lang^2 e la Lisitsa. Non ti riconosco più. :( sigh.. era un pesce d'Aprile?


@dejure @zeitnote @Rinaldino @Desaparecidos
L'altro che compare nel video dovrebbe essere il suo maestro Jasiński.

Link al commento
Condividi su altri siti

14 minuti fa, Flaux dice:

Sei l'unico che crede ancora che io i pianisti li ascolti... in realtà mi limito a guardarli. [cit.] (sto scherzando eh, non sia mai! ^ /// ^)
Comunque, il ciddì di Giggi lo vuoi con l'autografo o senza? XD Non è possibile che tu non sappia ancora riconoscere il Jazzowsky alla Bozhanov, te l'avrò ripetuto tante volte più di cinque anni fa... e ora ascolti solo Lang^2 e la Lisitsa. Non ti riconosco più. :( sigh.. era un pesce d'Aprile?


@dejure @zeitnote @Rinaldino @Desaparecidos
L'altro che compare nel video dovrebbe essere il suo maestro Jasiński.

A @Flaux, alla quale porgo le mie scuse.

(sono un cane che ringhia ma non morde) 

ed a @Vul dalla novantenne con la pressione 75 /50.  ;-) 

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, Nomdeplume dice:

Incidentalmente, ho appena scoperto questo:
[...]
Non sapevo Jolivet avesse scritto un concerto per percussioni, nei cataloghi trovati in rete sembra non figurare mai!

Mi è sembrato interessante. Mi piacerebbe conoscere la data di composizione, ma da una rapida ricerca non ho trovato niente.
Comunque a un primo ascolto non direi sia da annoverare tra le opere migliori dell'autore.

Ora sto ascoltando questa folgorazione:

@LudwigII, estimatore delle sonorità audaci.

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, Nomdeplume dice:

Mi è sembrato interessante. Mi piacerebbe conoscere la data di composizione, ma da una rapida ricerca non ho trovato niente.
Comunque a un primo ascolto non direi sia da annoverare tra le opere migliori dell'autore.

Potrei sbagliare, ma dovrebbe essere del 1958 (o almeno così risulta da una ricerchina al volo). Tra l'altro quel concerto compare anche in Nodame Cantabile, che è un cartone giapponese abbastanza carino a tema musica classica e affini, io l'ho scoperto lì (è vero che è relativamente sconosciuto).
 

Link al commento
Condividi su altri siti

1 minuto fa, Rinaldino dice:

Potrei sbagliare, ma dovrebbe essere del 1958 (o almeno così risulta da una ricerchina al volo). Tra l'altro quel concerto compare anche in Nodame Cantabile, che è un cartone giapponese abbastanza carino a tema musica classica e affini, io l'ho scoperto lì (è vero che è relativamente sconosciuto).
 

Ti ringrazio!
E pensare che quella serie la conosco anch'io, ma non mi ero accorto o comunque non mi ricordavo della presenza di Jolivet (anche perché in effetti non l'ho mai seguita, ne avevo solo scorso sbrigativamente la colonna sonora per curiosità).

Proseguo con questo, che ti consiglio se non l'hai mai ascoltato:

 

Link al commento
Condividi su altri siti

5 ore fa, Nomdeplume dice:

Incidentalmente, ho appena scoperto questo:

Non sapevo Jolivet avesse scritto un concerto per percussioni, nei cataloghi trovati in rete sembra non figurare mai!
Sempre @Madiel e a chiunque apprezzi l'autore.
 

hai ragione, è molto strano. Potrebbe essere un arrangiamento operato da altri ? 

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, noone dice:

Ciao, grande titolo rosa:girl_in_love:io ti ho sempre voluto tanto tanto bene:girl_in_love:

 

 

.."Son qui" (cit.) ..  :)

Per il Principe in contro-dedica uno dei duetti più belli di sempre...

 

 

 

"L'uomo e la donna s'innalzano alla divinità".

Link al commento
Condividi su altri siti

42 minuti fa, Madiel dice:

hai ragione, è molto strano. Potrebbe essere un arrangiamento operato da altri ? 

Sembrerebbe essere suo, a giudicare dalla riduzione per percussioni e piano (ed. Salabert): dall'anteprima risulta proprio la data del 1958 (e la dedica a Félix Passerone).
(Compare anche in un programma d'esame del Conservatorio di Brescia).

Link al commento
Condividi su altri siti

8 ore fa, mdm67 dice:

LVB - Waldstein - Kovacevich

chissà cosa ne pensano @vul e @dejure che la ricevono in dedica, per me è uno dei vertici interpretativi di questa sonata.

@mdm67 appena rientro riascolto e ti dico, ricambierò la dedica adeguatamente, intanto grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

3 ore fa, Nomdeplume dice:

Mi è sembrato interessante. Mi piacerebbe conoscere la data di composizione, ma da una rapida ricerca non ho trovato niente.
Comunque a un primo ascolto non direi sia da annoverare tra le opere migliori dell'autore.

Ora sto ascoltando questa folgorazione:

@LudwigII, estimatore delle sonorità audaci.

Grazie, ora provo ad ascoltarla.
Sì, è vero, le sonorità e le dissonanze audaci mi hanno sempre attratto, purchè non siano solo chiassose e volgari (l'idea che mi dà la musica rock in genere per esempio). Apprezzo chi ha saputo "forzare" un ordine di cose prestabilito, per darmi la possibilità di entrare in un altro mondo sonoro, regolato da leggi diverse. Insomma il cammino incessante dell'Arte :D 

Link al commento
Condividi su altri siti

6 ore fa, Flaux dice:

Sei l'unico che crede ancora che io i pianisti li ascolti... in realtà mi limito a guardarli. [cit.] (sto scherzando eh, non sia mai! ^ /// ^)
Comunque, il ciddì di Giggi lo vuoi con l'autografo o senza? XD Non è possibile che tu non sappia ancora riconoscere il Jazzowsky alla Bozhanov, te l'avrò ripetuto tante volte più di cinque anni fa... e ora ascolti solo Lang^2 e la Lisitsa. Non ti riconosco più. :( sigh.. era un pesce d'Aprile?


@dejure @zeitnote @Rinaldino @Desaparecidos
L'altro che compare nel video dovrebbe essere il suo maestro Jasiński.

@Flaux lang e lisitsa hanno produzione scostante, se si ascoltano. nessuno li ha mai messi in dubbio tecnicamente ovviamente. comunque il loro male è comune a tanti (wang compresa) ma forse è anche il loro bene. in ogni caso il boza va ben oltre a quello che i sopracitati anche solo contemplano nelle loro esecuzioni più 'massimaliste'. credo ci vogliano dei paletti, almeno in musica, e non sono paleti sul gesto (come si vogliono mettere a lang che è liberissimo di contorcersi come vuole così come la wang potrebbe suonare nuda anche se sarebbe meno erotica di così), ma appunto i già citati, con l'esclusione di boza, hanno ben presente almeno il rispetto della partitura. boza invece va perfino oltre jazzowsky. nel pezzo in questione oltre cherkassky c'è solo la caricatura. se si vuole dire ancora qualcosa con quel pezzo credo la si debba cercare nella poesia non nel circo senza regole. se deve fare l'originale a tutti i costi si scriva lui nero su bianco una trascrizione della trascrizione godowsky. che è quello che ha fatto, senza rendersi conto di scimmiottare con ritardi esasperati fino allo sfalsamento di tempo e melodie, un brano meticolosamente curato ricco di polifonie e cesellature, del miglior godowsky. roba da pianisti dilettanti. o da costacrociere naufragio compreso.

Link al commento
Condividi su altri siti

Visto che si parla del principe polacco, da un minuto il mio canale gli dà ospitalità...

Fryderyk Chopin, Concerto per pianoforte e orchestra N. 1 Op. 11
Dang Thai Son, pianoforte
Orchestra del Diciottesimo Secolo, direttore Frans Brüggen

Dal progetto "The Real Chopin" (Chopin tutto suonato con strumenti della sua epoca) ci arriva questa esecuzione dal vivo datata 2005. ll pianista vietnamita Dang Thai Son siede a un pianoforte Erard del 1849, accompagnato da un'orchestra antica condotta dallo specialista Brüggen. Esecuzione molto interessante da intendere, evita i grandi gesti romanticheggianti per privilegiare un patetismo luminoso e scorrevole. Io un po' sono nostalgico di esecuzioni più infuocate, ma direi che merita l'ascolto.

La sottopongo a @vul, @Flaux, @dejure, @Majakovskij, @Virgin

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Madiel locked this topic
Ospite
Questa discussione è chiusa.
 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy