Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2015


Recommended Posts

  • Risposte 10,3k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

19 ore fa, Muzio Scevola dice:

Ma com'è, infine, questa musica di Panufnik? Drammatica, trascinante, cerebrale, sperimentale o cosa?

drammatica e cerebrale insieme, a volte trascinante quando si abbandona. E' di essenza tonale, nei primi anni della sua attività il compositore era pure influenzato dalla musica popolare polacca (in particolare religiosa) e penso che certa "semplicità" tematica abbia qui le radici. Si caratterizza per delle simmetrie costruttive molto precise, pare derivate dalla matematica, che servono a ordinare la materia musicale. Panufnik era come ossessionato dall'ordine (nella maturità si ispirava a formule matematiche architettoniche), nella sua musica non c'è una nota in più o fuori posto, al punto da rasentare l'aridità o da ripetere certi stilemi di continuo. Per esempio, soprattutto quest'ultima caratteristica si nota nelle sue sinfonie a partire dalla Terza (la Sinfonia Sacra, 1963), che sembrano tutte simili per struttura e sonorità, quasi fossero capitoli di un unico libro. C'è una notevole libertà ritmica, mentre le dissonanze, quando presenti, hanno scopi solo espressivi. Più che altro, dissonanze e ritmi vivaci servono per creare dei contrasti perché a partire dalla Terza, un po' tutta la sua musica si caratterizza per una serie di pannelli lenti-veloci che si susseguono. I lenti presentano aspetti metafisici, sono estatici e quasi immobili nella musica tarda, con una orchestrazione particolarmente levigata, dalle tessiture limpide e raffinate. I movimenti veloci si caratterizzano, quasi sempre, da ostinati a carattere percussivo, a volte dal sapore esotico. I temi sono ben disegnati quanto semplici e spesso cantabili, ma la loro elaborazione è minima: per esempio, sentire l'Inno che conclude la Sinfonia Sacra, in sostanza c'è solo un lungo crescendo con relativo accumulo delle sonorità con evidente effetto simbolico (è una vera e propria ascensione), per finire con la citazione della fanfara che apre la sinfonia. Ne consegue una certa brevità dei singoli pannelli, non più di cinque minuti in media. L'economia dei mezzi regna sovrana, al punto che le sinfonie o i concerti  pur concepiti per grande orchestra suonano spesso cameristici. Le congestioni sonore e i gesti enfatici o volgari sono assenti. E' musica austera, fatta di pochi gesti espressivi molto concentrati, essenzialmente lirica e carica di implicazioni religiose.

----

Panufnik: Sinfonia Sacra

dirige l'Autore

e finora mi pare l'edizione più bella che ho sentito. Oltre a non stagnare (dura una media di 4 minuti in meno di altre), Panufnik dirige con molta decisione ed evidente slancio epico nel finale. Memorabile la fanfara conclusiva !

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Muzio Scevola dice:

Grazie per la solidarietà a mdm67Mi aspettavo la critica sulla forma a arco e la critica che sarebbe "facile" ottenere un climax con il tremolo dei violini e i timpani che rintoccano. Ed è una critica giustissima, in effetti. Ma il Shosta va venire la pelle d'oca, tanti altri no. Comunque sì, il concerto per violoncello è davvero un capolavoro.

la verità è che sotto Natale siamo tutti più buoni :cat_lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Berlioz

L'enfance du Christ, Op. 25

Von Otter/Cachemeille/Van Dam

Bastin/Rolfe-Johnson/Schirrer

Monteverdi Choir

Orchestre de l'Opéra de Lyon

Sir John Eliot Gardiner

41765T6Y67L.jpg

Con questo splendido esempio di idillica semplicità e compiaciuto arcaismo natalizio (ai limiti del naïf), rinnovo gli auguri di buon natale a tutti!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Madiel dice:

la verità è che sotto Natale siamo tutti più buoni :cat_lol:

sì sì, in questo forum la bontà si misura a vagoni :cat_lol:

°°°°

51zDBdJTW6L._SL500_AA280_.jpg

op.70 n.2 

mi sa che solo io e Kraus la pensiamo così, ma poco male, questo trio mi pare ben più raffinato e consistente del suo "spettrale" fratello, un Beethoven minore che riesce ad essere comunque maggiore di chi l'ha preceduto e seguito.

a Kraus, burpo, Flaux (questo secondo me ti piace), Euripide e al coccoloso dejure

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mdm67 dice:

i primi 7 CD sono scontati del 55% su JPC :santa:

mediamente è anche un'ottima integrale, registrata benissimo. Forse per qualche singola sinfonia ci sono alternative più interessanti, ma nel complesso sono soldi spesi bene.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Majakovskij dice:

sì sì, in questo forum la bontà si misura a vagoni :cat_lol:

°°°°

51zDBdJTW6L._SL500_AA280_.jpg

op.70 n.2 

mi sa che solo io e Kraus la pensiamo così, ma poco male, questo trio mi pare ben più raffinato e consistente del suo "spettrale" fratello, un Beethoven minore che riesce ad essere comunque maggiore di chi l'ha preceduto e seguito.

a Kraus, burpo, Flaux (questo secondo me ti piace), Euripide e al coccoloso dejure

 

Grazie caro, rinnovo i miei auguri a tutti, e ricambio con un altro trio dalla musica celestiale:

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Majakovskij dice:

op.70 n.2 [...] Flaux (questo secondo me ti piace)

Dici? Ma il CD o quel pezzo in particolare? :huh:

Liszt Don Sanche, ou Le château de l'amour
operista, sì... aveva quattordici anni.. zum pa pa XD


A tutti e auguriii! ^^

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chopin - Étude Op.25 n.11
Richter, piano



A Maja. (:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A Venetian Christmas - Musiche di De Rore, Frescobaldi e G.Gabrieli.

4713332.jpg

Sempre il solito ascolto natalizio, ma è veramente un disco troppo bello e troppo intonato al periodo per non ascoltarlo. A tutti e Buon Natale.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Majakovskij dice:

sì sì, in questo forum la bontà si misura a vagoni :cat_lol:

°°°°

51zDBdJTW6L._SL500_AA280_.jpg

op.70 n.2 

mi sa che solo io e Kraus la pensiamo così, ma poco male, questo trio mi pare ben più raffinato e consistente del suo "spettrale" fratello, un Beethoven minore che riesce ad essere comunque maggiore di chi l'ha preceduto e seguito.

a Kraus, burpo, Flaux (questo secondo me ti piace), Euripide e al coccoloso dejure

 

 

Grazie @Majakovskij, ricambio con una serie di ascolti futuri (regalo di ieri che devo ancora mettere nel lettore), oltre agli auguri di Natale - purtroppo ormai quasi postumi - e per l'anno nuovo :) 

MI0001098560.jpg?partner=allrovi.com

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Auguri a tutti. Dopo 10ore aa tavola prendo Albinoni come digestivo e i suoi concerti per oboe op. 9

Collegium musicum 90, Simon Standage

Anthony Robson dall'oboe

in controdedica a Maja fibbo e chi gradisce

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Madiel locked this topic
Ospite
Questa discussione è chiusa.
  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy