Vai al contenuto

Informazione Clarinetto - La miglior ditta?


Recommended Posts

salve clarinettisti.


in questo mese ho pensato di voler comprare in futuro un nuovo clarinetto, ma non uno da studio ma uno buono, che lo posso tenere per il resto della mia vita, pensavo di comprare o un buffet o un patricola, visto che solo le due migliori ditte conosciute nella costruzione di clarinetti (ovviamente ci saranno molte altre ditte, ma vorrei evitare di comprare da loro, visto che non credo siano alla pari di queste due).



visto però che non mi intendo molto, vorrei un parere da voi, visto che credo che qualcuno in questo forum ha avuto modo di comprare uno di questi due strumenti.



inoltre, per chi ha preso un clarinetto in legno di rosa o lo ha provato, sente qualche differenza rispetto a quello d'ebano?



so che costano leggermente di più di quelli in legno d'ebano e sono esteticamente più belli, però il suono lo è anche?


ovviamente, so che non esiste un clarinetto apposta per musica classica o per musica jazz, anche se io sto iniziando a vedere la musica jazz, a me interessa che abbia un bel suono e che funzioni bene, e sono certo che funzionano bene.



io purtroppo non mi intendo, ho solo un clarinetto in legno d'ebano ma io penso solo a suonarlo, non ho mai provato altri strumenti.


Per Favore, aiutatemi, vi ringrazio.



io non ne cerco comunque uno nuovo nuovo, mi va molto bene usato, che posso provarlo, che non sia crepato.


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio di avermi risposto, comunque era più o meno per avere un idea di quello che vorrei prendere ( dico subito che nel caso vuoi venderlo preferirei fossi in zona )

Per il resto, il tuo clarinetto buffet che tipo è? È il suono?

Poi se riesci mi dici anche come è quello del particola.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

X me a parte la vendita puoi provarlo quando vuoi... comunque il suono è bello, ed è sfogato bene...ma comunque dipende da chi lo suona... ovviamente essendo uno strumento professionale x di più della Buffet x forza deve andare bene!! :-).....ma mi incuriosiscono molto questi Patricola visto che sto leggendo commenti positivi su questa marca... quindi volevo cambiare un po'.... e scriverò l' esito della prova... :)


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho una coppia in legno di rosa, e devo dire che sono davvero dei signori clarinetti! Molto meglio dei nuovi buffet senza dubbio!


Io li alterno ad una coppia di Selmer recital che è totalmente l'opposto ai patricola e a mio parere queste sono le due migliori marche in questo momento sul mercato... I buffet nuovi non mi sono piaciuti per niente, quelli vecchi invece sono molto molto belli!


Il suono dei patricola cambia da persona a persona! Nel complesso comunque è sempre dolce e abbastanza aggraziato! Ho preferito il legno di rosa perchè a parer mio possiede un suono un po' più chiaro dell'ebano ma molto più dolce e più semplice da suonare!


Tipo invece in selmer ha un suono scurissimo ed è più duretto da suonare!


Devi provarli!!


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho una coppia in legno di rosa, e devo dire che sono davvero dei signori clarinetti! Molto meglio dei nuovi buffet senza dubbio!

Io li alterno ad una coppia di Selmer recital che è totalmente l'opposto ai patricola e a mio parere queste sono le due migliori marche in questo momento sul mercato... I buffet nuovi non mi sono piaciuti per niente, quelli vecchi invece sono molto molto belli!

Il suono dei patricola cambia da persona a persona! Nel complesso comunque è sempre dolce e abbastanza aggraziato! Ho preferito il legno di rosa perchè a parer mio possiede un suono un po' più chiaro dell'ebano ma molto più dolce e più semplice da suonare!

Tipo invece in selmer ha un suono scurissimo ed è più duretto da suonare!

Devi provarli!!

Ti Ringrazio per le informazioni, concordo comunque che devo provarli, non ho assolutamente intenzione di prenderli cosi senza provarli, il clarinetto, per quanto sia assomigliante ad un altro clarinetto, tipo patricola e patricola, bisogna provarli perché hanno suoni diversi, come i bocchini, per dire, un mio amico mi ha raccontato di aver preso 3 bocchini per sax tenore e per quanto siano uguali avevano suoni e caratteristiche diverse, ogni strumento ( e forse ogni bocchino ) hanno impostazioni e qualità sonore che si adattano a soggetto a soggetto.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

nessuna differenza?

Premettendo che ognuno ha le sue idee, posso dirti che io ho suonato 10 anni Buffet e da 5 suono Patricola, le differenze sono abissali. Sono strumenti concepiti in maniera completamente diversa. Cambia la meccanica, l'emissione, il suono, l'intonazione, la proiezione, che poi Laura riesca ad ottenere con entrambi lo stesso suono non lo metto in dubbio, e nemmeno metto in dubbio che riesca ad ottenere gli stessi risultati. Il suono, l'intonazione ecc... sono soprattutto dentro la nostra testa, poi gli strumenti possono aiutarci come no. Ognuno deve trovare lo strumento con cui si trova meglio. Non esiste un migliore o un peggiore in termini assoluti. Certe ditte mettono più cura di altre nella costruzione degli strumenti, e questo è un dato oggettivo. Tuttavia poi non tutti si trovano bene con lo stesso strumento anche se è ben costruito e ha tutte le carte in regola. C'è chi cerca lo strumento più duro da suonare perchè magari spinge tanto e con uno strumento troppo leggero gli si spezzerebbe il suono, come c'è chi cerca invece la facilità di emissione. C'è chi cerca la meccanica più dura perchè ha le dita robuste e chi la vuole più morbida, e via così...

Personalmente posso dirti che con il Patricola non ho problemi d'intonazione, lo trovo più omogeneo e sonoro del Buffet, mi piace di più il suono e ne apprezzo la meccanica dal passo corto, però è una mia opinione personale. Provali in prima persona gli strumenti e ragiona con la tua testa non con quella degli altri se non vuoi pentirti delle tue scelte future.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premettendo che ognuno ha le sue idee, posso dirti che io ho suonato 10 anni Buffet e da 5 suono Patricola, le differenze sono abissali. Sono strumenti concepiti in maniera completamente diversa. Cambia la meccanica, l'emissione, il suono, l'intonazione, la proiezione, che poi Laura riesca ad ottenere con entrambi lo stesso suono non lo metto in dubbio, e nemmeno metto in dubbio che riesca ad ottenere gli stessi risultati. Il suono, l'intonazione ecc... sono soprattutto dentro la nostra testa, poi gli strumenti possono aiutarci come no. Ognuno deve trovare lo strumento con cui si trova meglio. Non esiste un migliore o un peggiore in termini assoluti. Certe ditte mettono più cura di altre nella costruzione degli strumenti, e questo è un dato oggettivo. Tuttavia poi non tutti si trovano bene con lo stesso strumento anche se è ben costruito e ha tutte le carte in regola. C'è chi cerca lo strumento più duro da suonare perchè magari spinge tanto e con uno strumento troppo leggero gli si spezzerebbe il suono, come c'è chi cerca invece la facilità di emissione. C'è chi cerca la meccanica più dura perchè ha le dita robuste e chi la vuole più morbida, e via così...

Personalmente posso dirti che con il Patricola non ho problemi d'intonazione, lo trovo più omogeneo e sonoro del Buffet, mi piace di più il suono e ne apprezzo la meccanica dal passo corto, però è una mia opinione personale. Provali in prima persona gli strumenti e ragiona con la tua testa non con quella degli altri se non vuoi pentirti delle tue scelte future.

Concordo con ogni parola! Provare è l'unico metodo per farsi un'opinione concreta su quello che offre il mercato!

Però apro una piccola parentesi sui Buffet per darti un piccolo avvertimento, un mio caro amico ha comprato circa 8 mesi fa un RC prestige NUOVO, uscito di fabbrica nello stesso mese! Provandolo all'inizio sembrava uno strumento che non valesse due soldi! Al confronto con il mio Patricola in legno di rosa ne usciva ampiamente sconfitto! Aveva un suono terribilmente metallico, era duro e poco agevole e la meccanica era molto poco reattiva!

Riprovandolo oggi "proprio oggi" era cambiato totalmente! Si era aperto e non era più duro! Aveva un bel suono, degno di uno strumento da oltre 3000 euro, la meccanica si era ammorbidita e via dicendo.

Non voglio dire che comunque fosse migliore del mio patricola ma che comunque in queste condizioni sarebbe stato possibile comprarlo senza poi lamentarsi!! Questo perché i clarinetti in generale hanno bisogno di un tempo per aprirsi e per mostrare le loro vere qualità!

Scegli uno strumento in base all'intonazione in primis"se becchi uno strumento stonato sarà la fine delle tue belle giornate, e litigherai con ogni pianista, direttore d'orchestra e musicista in generale, per non parlare delle tremende posizioni di correzione esistenti", al suono " che comunque muterà in base al tuo modo di suonare, ma alla base deve esserci comunque la TUA idea di suono" e alla DISPOSIZIONE della meccanica " non alla reattività delle molle e via dicendo ma proprio al posizionamento di ogni leva foro e chiave" , tutto il resto è adattabile e modificabile!

Ultimo consiglio, se dovessi scegliere Patricola " cosa che ti consiglio vivamente" cerca di non innamorarti del rosewood, poiché è uno strumento più delicato dell' ebano ed ha una differente sonorità,e secondo me per gli studi di un clarinettista in erba" quale penso tu sia" servirebbe uno strumento più massiccio che può tranquillamente affrontare ore e ore di tecnica e studi senza risentirne!

Buona fortuna!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con ogni parola! Provare è l'unico metodo per farsi un'opinione concreta su quello che offre il mercato!

Però apro una piccola parentesi sui Buffet per darti un piccolo avvertimento, un mio caro amico ha comprato circa 8 mesi fa un RC prestige NUOVO, uscito di fabbrica nello stesso mese! Provandolo all'inizio sembrava uno strumento che non valesse due soldi! Al confronto con il mio Patricola in legno di rosa ne usciva ampiamente sconfitto! Aveva un suono terribilmente metallico, era duro e poco agevole e la meccanica era molto poco reattiva!

Riprovandolo oggi "proprio oggi" era cambiato totalmente! Si era aperto e non era più duro! Aveva un bel suono, degno di uno strumento da oltre 3000 euro, la meccanica si era ammorbidita e via dicendo.

Non voglio dire che comunque fosse migliore del mio patricola ma che comunque in queste condizioni sarebbe stato possibile comprarlo senza poi lamentarsi!! Questo perché i clarinetti in generale hanno bisogno di un tempo per aprirsi e per mostrare le loro vere qualità!

Scegli uno strumento in base all'intonazione in primis"se becchi uno strumento stonato sarà la fine delle tue belle giornate, e litigherai con ogni pianista, direttore d'orchestra e musicista in generale, per non parlare delle tremende posizioni di correzione esistenti", al suono " che comunque muterà in base al tuo modo di suonare, ma alla base deve esserci comunque la TUA idea di suono" e alla DISPOSIZIONE della meccanica " non alla reattività delle molle e via dicendo ma proprio al posizionamento di ogni leva foro e chiave" , tutto il resto è adattabile e modificabile!

Ultimo consiglio, se dovessi scegliere Patricola " cosa che ti consiglio vivamente" cerca di non innamorarti del rosewood, poiché è uno strumento più delicato dell' ebano ed ha una differente sonorità,e secondo me per gli studi di un clarinettista in erba" quale penso tu sia" servirebbe uno strumento più massiccio che può tranquillamente affrontare ore e ore di tecnica e studi senza risentirne!

Buona fortuna!!

Il Patricola in rosewood non è uno strumento per tutti. Non tutti riescono a farlo suonare come lo fa suonare Pietro Tagliaferri. Tuttavia è costruito benissimo, e certi limiti che si possono trovare suonandolo dipendono più dalle scelte dell'esecutore (in termini di ance, bocchino, emissione) che dallo strumento stesso. Indubbiamente il Patricola in ebano è molto meno sensibile di quello in rosewood, quindi lo si può suonare con svariati tipi di bocchino o di ancia senza percepire delle differenze evidenti come sullo strumento in rosewood, inoltre è più facile farlo suonare forte ed è anche più facile centrare il suono, quindi sicuramente per uno studente di conservatorio è più indicato.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Patricola in rosewood non è uno strumento per tutti. Non tutti riescono a farlo suonare come lo fa suonare Pietro Tagliaferri. Tuttavia è costruito benissimo, e certi limiti che si possono trovare suonandolo dipendono più dalle scelte dell'esecutore (in termini di ance, bocchino, emissione) che dallo strumento stesso. Indubbiamente il Patricola in ebano è molto meno sensibile di quello in rosewood, quindi lo si può suonare con svariati tipi di bocchino o di ancia senza percepire delle differenze evidenti come sullo strumento in rosewood, inoltre è più facile farlo suonare forte ed è anche più facile centrare il suono, quindi sicuramente per uno studente di conservatorio è più indicato.

diciamo che il rosewood, rispetto a quello in ebano ha un suono più delicato, ma dipende da chi lo suona, forse per quanto sia bello non è per me, comunque inizio ora a provare qualcosa, alla fine, riuscirò finalmente a trovare uno strumento fatto per me.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

diciamo che il rosewood, rispetto a quello in ebano ha un suono più delicato, ma dipende da chi lo suona, forse per quanto sia bello non è per me, comunque inizio ora a provare qualcosa, alla fine, riuscirò finalmente a trovare uno strumento fatto per me.

Hai capito!! Stai su Selmer,Buffet "evita gli rc nuovi" e Patricola " evita il legno di rosa per i motivi sopra elencati"!!

Facci sapere

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy