Vai al contenuto
sibelius

I compositori sottovalutati

Recommended Posts

Heinrich Schütz è sottovalutato, e molto su questo forum, non ricordo che qualcuno l'abbia ascoltato ..... qualcuno mi smentisca.

Chissà perchè :shiftyeyes_anim:

moltissimo sottovalutato e quasi mai ascoltato. In effetti non ricordo molti ascolti :scratch_one-s_head: Ma credo che sia un problema del melomane italiano medio, certi autori proprio li snobba.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa ascoltati buona parte della produzione orchestrale e cameristica di Pfitzner e, ad eccezione di un paio di quartetti, un sestetto, una splendida sonata per violino e pianoforte ed un trio di proporzioni smisurate, non mi sembra di poter richiamare alla memoria alcun capolavoro in ambito strumentale. Di recente però ho prestato attenzione ad alcune sue opere, ai lieder ed alle cantate; devo ancora approfondire ma la sensazione è quella di trovarsi di fronte ad un compositore assai diverso, molto meno “arido”, capace anche di certi slanci onirici e di effusioni liriche che riportano alla mente Mahler e Brahms. Probabilmente Pfitzner appartiene a quella schiera di compositori la cui vena creativa riesce a produrre buoni frutti solo in presenza di un testo da interpretare musicalmente; un compositore d’opera o di lieder fondamentalmente, che scrive anche meravigliosi preludi ed intermezzi ma scialbe sonate, in un certo senso è come se Pfitzner avesse voluto, con la trascurabile produzione strumentale, soltanto rendere onore alla sua appartenenza germanica.

Intanto ho ordinato questo:

16742g.jpg

Von deutscher Seele op. 28 (Eine romantische Kantate auf Texte von Joseph von Eichendorff)

Das dunkle Reich op. 38 (Eine Chorphantasie)

...e poi forse questo:

0782124100124.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
moltissimo sottovalutato e quasi mai ascoltato. In effetti non ricordo molti ascolti :scratch_one-s_head: Ma credo che sia un problema del melomane italiano medio, certi autori proprio li snobba.

Per il melomane italiano c'è un problema di approccio culturale in senso lato. Infatti, buona parte della produizione più importante di Schutz è costituita da opere che, per un verso, esulano dalla normalità degli ascolti musicali e, per altro verso, presupongono un'ottima conoscenza della lingua tedesca. Si tratta in particolare degli oratori (le passioni e simili), che hanno una parte musicale "godibile di per sé" abbastanza limitata (spesso brevi versetti su altrettanto brevi linee melodiche che a volte non possono nemmeno essere definite temi) e per la parte preponderante sono costituite da lunghissimi (e assaissimamente noiosi!) recitativi che hanno un senso per un uditorio che sia in grado di cogliere ogni sfumatura del testo e si trovi per giunta in un contesto adatto (liturgico o paraliturgico). L'ascolto delle passioni di Schutz in disco per uno che non conosce il tedesco e non riesca a contestualizzare nemmeno con l'immaginazione l'evento testual-musicale non è molto diverso, come fascino, dai rumori del traffico a un semaforo o da quelli dei muratori nell'appartamento dei vicini...

Altre opere di Schutz sono invece meravigliose: i Salmi di Davide, le Cantiones sacrae, i Kleine geistliche Konzerte sono capolavori assoluti e meriterebbero effettivamentre una maggiore frequentazione. Ma qui non credo sia un problema solo italiano, perché non vedo nel mercato discografico una grande abbondanza di proposte. La stessa Brilliant, pur così solerte nel recuperare giovani interpreti un po' dovunque, si è dovuta affidare a un giovane direttore e organista italiano (Matteo Messori) per curare le incisioni di Schutz. Non si tratta peraltro dell'unico grande compositore più o meno di quel periodo che è poco considerato dai produttori discografici e dagli interpreti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tempo fa ascoltati buona parte della produzione orchestrale e cameristica di Pfitzner e, ad eccezione di un paio di quartetti, un sestetto, una splendida sonata per violino e pianoforte ed un trio di proporzioni smisurate, non mi sembra di poter richiamare alla memoria alcun capolavoro in ambito strumentale. Di recente però ho prestato attenzione ad alcune sue opere, ai lieder ed alle cantate; devo ancora approfondire ma la sensazione è quella di trovarsi di fronte ad un compositore assai diverso, molto meno “arido”, capace anche di certi slanci onirici e di effusioni liriche che riportano alla mente Mahler e Brahms. Probabilmente Pfitzner appartiene a quella schiera di compositori la cui vena creativa riesce a produrre buoni frutti solo in presenza di un testo da interpretare musicalmente; un compositore d’opera o di lieder fondamentalmente, che scrive anche meravigliosi preludi ed intermezzi ma scialbe sonate, in un certo senso è come se Pfitzner avesse voluto, con la trascurabile produzione strumentale, soltanto rendere onore alla sua appartenenza germanica.

Intanto ho ordinato questo:

16742g.jpg

Von deutscher Seele op. 28 (Eine romantische Kantate auf Texte von Joseph von Eichendorff)

Das dunkle Reich op. 38 (Eine Chorphantasie)

...e poi forse questo:

0782124100124.jpg

Di Palestrina c'è una registrazione di Kubelik con cantanti di primo livello (DG). Un'altra opera che ho visto in vendita ed è piuttosto famosa (nell'ambito di Pfitzner però) è Il povero Enrico ("Der harme Heinrich" mi pare). A me la sua sinfonia non dispiace. Niente di che, ma si ascolta senza problemi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Praticamente sconosciuto ai più è oggi il pianista-compositore Adolfo Fumagalli (1828-1856), autore per il suo tempo di pagine geniali e mirabili: Liszt lo definì "Il più grande pianista dell'epoca"!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

solo per il XX secolo:

Rued Langgaard

Alfredo Casella

Josef Matthias Hauer

Ervin Schulhoff

Othmar Schoeck

Giorgio Federico Ghedini

Ildebrando Pizzetti (ma non sempre)

Ferruccio Busoni (solo qui in Italia)

Alois Haba

Ennio Porrino (qualche opera almeno vale ancora)

Egon Wellesz

Victor de Sabata

Wolfgang Fortner

Mario Peragallo

Boris Blacher

Igor Markevitch

Heinz Tiessen

Emil Burian

Wladimir Vogel

Karl-Birger Blomdhal (ignorato al di sotto di Stoccolma)

e tantissimi altri.....

ah pero!

io aggiungerei anche:

Samuil Feinberg

Daniel Blumenthal

Edward MacDowell

Adolf von Henselt

Erich Wolfgang Korngold

Oleg Eiges

Charles Tomlinson Griffes

Sergei Lyapunov

Alexander Mosolov

Leoš Janáček

..... più o meno....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ah pero!

io aggiungerei anche:

Leoš Janáček

..... più o meno....

ma questo è famosissimo e stra-eseguito. Esistono pure le integrali delle sue opere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In quest discussione, vorrei che ognuno segnalasse il compositore che ritiene essere stato finora sottovalutato da critica e pubblico, risultando magari semi-sconosciuto, pur avendo composto opere degne di nota.

io :innocent_x::turned_x:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se inizi a comporre in stile Haydn potrò prenderti in considerazione :lol:

una roba tipo la Sinfonia Classica di Prokofiev va bene uguale? :devlish_kid:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io la ascolterei molto volentieri.

Comunque, nei numerosi ascolti russi di questi giorni sto scoprendo autentiche curiosità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma questo è famosissimo e stra-eseguito. Esistono pure le integrali delle sue opere.

a wellesz non si sfugge....:fear_x: e che io lo ritengo sottovalutato, però te ne intendi molto più di me....

Oh madonna, pure un compositore col nome Lyapunov esiste!

esiste eccome! B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest vivaldi76

solo per il XX secolo:

Rued Langgaard

Alfredo Casella

Josef Matthias Hauer

Ervin Schulhoff

Othmar Schoeck

Giorgio Federico Ghedini

Ildebrando Pizzetti (ma non sempre)

Ferruccio Busoni (solo qui in Italia)

Alois Haba

Ennio Porrino (qualche opera almeno vale ancora)

Egon Wellesz

Victor de Sabata

Wolfgang Fortner

Mario Peragallo

Boris Blacher

Igor Markevitch

Heinz Tiessen

Emil Burian

Wladimir Vogel

Karl-Birger Blomdhal (ignorato al di sotto di Stoccolma)

e tantissimi altri.....

Aggiungerei:

Mario Castelnuovo-Tedesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest vivaldi76

di questo compositore assolutamente da conoscere la Sirenetta (Die Seejungfrau), poema sinfonico. non dico altro :)

Avrei alcuni compositori da sottoporre, ma ne prendo uno solo: Edward MacDowell

ogni volta che ascolto la sua Sonata Tragica, per piano, mi si accappona la pelle! (vabbè non esageriamo, però ha un effetto tutto suo)

Io ho risposto a Sibelius,quindi Giuliani è incluso.

Nella lista di Madiel si parla di compositori ignorati del XX secolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io citerei Emil Bohnke, anche se non lo conosco bene.

E a quattro anni dal post originario...

Fede, su jpc è comparso un cd di Bohnke!!

0099923642022.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cercando sul forum, sembra che Muffat sia stato nominato qui, forse addirittura da me.

Lo ribadisco: Muffat!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A periodi abbastanza regolari, case discografiche diverse (Naxos, Fuga Libera, Harmonia Mundi) tornano ad occuparsi di Johann Friedrich Fasch (1688-1758), compositore tedesco nato nel decennio di Telemann (1681), Bach ed Handel (1685), oltre che nella stessa area geografica; le città natali di Fasch (Buttelstedt, Weimar), Telemann (Magdeburgo), Bach (Eisenach) e Halle (Haendel) si trovano infatti tutte a una manciata di chilometri l’una dall’altra. Le vicissitudini di Fasch si intrecciarono in parte con quelle di Telemann e di Bach, così come i lavori di tutti questi compositori circolarono al loro interno. Si sa, ad esempio, che alcune opere di Fasch facevano parte della biblioteca di Bach.

Dal 1722 al 1758, anno della sua morte, ricoprì l’incarico di Hofkappelmeister alla corte luterana di Zerbst, nei pressi di Lipsia, trasformando la modesta Concert Stube in una delle migliori cappelle musicali di Prussia. Dopo la sua morte, fu completamente dimenticato, destino comune a quasi tutti i compositori suoi contemporanei, e la maggior parte della sua vasta produzione musicale, circa un migliaio di numeri d’opera, andò perduta.

Curiosità: la carriera di Fasch si svolse in gran parte a Zerbst, alla cui corte venne assunto come maestro di cappella. Questa piccola città della Sassonia-Anhalt lo commemora ogni anno in primavera con un festival di musica barocca a lui dedicato, e promuove un bellissimo sito internet molto documentato e corredato, tra l’altro, da una esauriente discografia: http://www.fasch.net/

Per ora, ho sentito questo, molto interessante:

51V9HyUTBLL._SL500_AA300_.jpg

Prossimamente, ascolterò questa Passione, invece:

51NvRzdojUL._SL500_AA300_.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

solo per il XX secolo:

Ervin Schulhoff

Da tutti ma non dai sassofonisti, è stato un importante personaggio per la diffusione dell'Hot-Jazz in Europa, e in oltre è vissuto in un contesto culturale difficile, anche perché è morto nei campi di concentramento :thumbsup_still: , ascoltate la Hot-Sonate

[media]http://www.youtube.com/watch?v=goPRCra2ce4

[media]http://www.youtube.com/watch?v=aNLOzy_KAYQ&feature=related

[media]http://www.youtube.com/watch?v=OYMTzaFh4qE

[media]http://www.youtube.com/watch?v=1tJ3b-z_ay8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...