Vai al contenuto

Recommended Posts

Salve a tutti, sono un ragazzo di 17 anni appassionato di musica classica con uno studio alle spalle di qualche anno,con bruschi intervalli e veloci riprese. Insomma ho deciso da 4-5 mesi di riprendere seriamente a studiare,inoltre ho fatto il test di ammissione al conservatorio e a settembre saprò se sono stato preso o meno. Vorrei avere un piccolo consiglio su cosa studiare dato che ho un'estate libera che vorrei riempire con lo studio della musica. Premetto che in questi giorni mi sono dedicato a Chopin, alla polonaise in sol minore, al preludio op. 28 n.4 e mi piacerebbe continuare molto con lo stesso autore, l'unico problema è che so bene che Chopin non è un autore facile da studiare.. Cosa mi consigliate voi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, i preludi sono da 5o anno, però il n.4 non è tra quelli più difficili e nemmeno la polacca. Se la tua domanda è rivolta a pezzi di repertorio, di Preludi di Chopin ce ne sono per tutti i gusti. Se invece vuoi andare oltre i brani di repertorio sicuramente le scale e gli studi non puoi tralasciarli. Non so bene a che livello sei, i preludi si portavano al vecchio quinto ma, come già accennato, essendocene diversi e di diversa difficoltà non saprei bene in quale anno collocarti.


Come studi potresti iniziare con Heller " 25 studi progressivi" op.46 oppure, nel caso li trovi troppo difficili, sempre di Heller "25 studi" dell'op 47. Come repertorio puoi continuare con i Preludi di Chopin e studiare i numeri 6/8/9/15 ( il famoso preludio soprannominato " la goccia").


Prova a vedere come ti trovi con questi, se li ritieni difficili bisogna cambiare pezzi. In ogni caso, fai attenzione, se studi da solo, alla posizione della mano ( come hai scritto tu, Chopin è difficile e bisogna allargare tanto le dita), preoccupati di rilassare il braccio e di rispettare la diteggiatura e il pedale ( se li suoni senza criterio ti tocca ristudiare tutto...). Per andare sul sicuro ti consiglierei di studiare solo la tecnica ;)


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

di Bach stesso discorso, direi o i 23 pezzi facili o le Invenzioni a 2 voci...dipende dal tuo livello di tecnica! In ogni caso sono due libri importanti ed è sempre bene averli nella biblioteca musicale personale ( soprattutto le invenzioni! :smile_anim: )


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E per migliorare la tecnica? Qualche consiglio? Per il resto con Heller mi trovo benissimo :) ho fatto i primi 3 studi dell'opera 45, sono molto soddisfatto ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok, ne terrò conto. Inoltre sono incuriosito dal libro di esercizi tecnici di Liszt di Julio Esteban, ne sapete qualcosa in merito? Sinceramente ho letto solo alcune recensioni che sottolineano una certa difficoltà degli esercizi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liszt?!? Capisco il tuo entusiasmo ma vacci piano...!


Hai tutta la vita per studiare autori difficili. Comincia ad acquisire una buona tecnica, da lì acquisterai una buona mano, una maggiore forza e di conseguenza una musicalità utile per autori romantici e TOSTI come lui. Vai per gradi e soprattutto cerca di capire in quale anno pre-accademico ti hanno inserito ;)


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ahhaha è vero, forse il troppo entusiasmo sta prendendo la mano :D Liszt è il mio autore preferito, per questo non vedo l'ora di poterlo assaggiare :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e complimenti per l'Esame d'ammissione!

Comunque io non partirei subito con cose difficili, aspetta quel che ti dice il maestro di Conservatorio perché io a tentare di suonare Beethoven e Chopin fin da subito ho rischiato di rovinarmi la mano. Se hai già una buona impostazione ripassa quel che avevi già fatto, basta ed avanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto studiando ogni giorno l'Hanon. Lo trovo molto utile per migliorare l'agilità, la forza e l'indipendenza delle dita. Davvero un buon acquisto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io l'avevo fatto facendo molta attenzione ad articolare ogni singolo dito, parti molto lentamente ed avendo cura di articolare bene che poi ti faciliterà enormemente il lavoro in futuro: chi ha studiato bene l'Hanon con l'articolazione può fare in un'ora quello che altri fanno in otto, ed in otto ore quello che altri fanno in una Settimana.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy