Vai al contenuto

sostituire il "tappo"


Bosone
 Condividi

Recommended Posts

ho un vecchissimo flauto (30 anni forse...) che ho suonato poco. ma ogni tanto lo riprendo in mano e, alla meno peggio, lo suono.


ho scoperto che ogni tanto il tappo che sigilla la parte sinistra dell'imboccatura andrebbe sostituito ogni tanto. ho trovato soluzioni "innovative" in titanio, plastiche etc abbastanza costose e mi chiedevo se avete qualche consiglio sul da farsi.


ha senso sostituire il tappo?? ad esempio faccio molta fatica a suonare il do basso, non so se è perchè io sono una schiappa (probabile!) o se per problemi "tecnici" dello strumento - non ho mai provato altri flauti! :)



grazie dell'aiuto!



Link al commento
Condividi su altri siti

Hai scritto che il flauto in question ha 30 anni, quindi il tappo in sughero sicuramente va sostituito. Ormai sarà fradicio ed il suono ne risente.


Per quanto riguarda invece il fatto che non ti esce il Do basso, ....più scendi giù con le note gravi, più i tamponi necessitano una chiusura impeccabile per produrre quelle note. Se lo strumento non è mai stato revisionato, credo che abbia DECISAMENTE bisogno di una controllata. Sicuramente sostituzione di tutti i tamponi.


Che marca e modello é?



Per quanto invece riguarda i tappi....io conosco quello in titanio Briccialdi e da un suono piu brillante. Ed è ben costruito.


Ovvio che però è solo una questione di gusti. Per determinati stili musicali preferisco quello in sughero, mentre per altri meglio un suono più brillante del tappo in titanio.


Non c'è una legge universale uguale per tutti. Dipende anche molto dai gusti di ognuno.


Link al commento
Condividi su altri siti

grazie dell'aiuto

purtoppo non ti so dire la marca perchè ormai il marchio è sbiadito. si legge solo che un made in italy!
per i tamponi vedrò il da farsi. non è che ha suonato molto come strumento... anzi!

e per il do basso sinceramente non saprei cosa dirti: non è che non suona mai, è che fa fatica a venire fuori. ogni tanto suona e ogni tanto no. e non avendo mai provato altri flauti non saprei dire se è colpa mia o dello strumento... (ma propoendo più per dire che è colpa mia!)

Link al commento
Condividi su altri siti

magari è ANCHE colpa tua.

Ma ti posso assicurare che dopo 30 anni senza revisione, neppure un Muramatsu suonerebbe come dovrebbe :D

Insomma..ho ragione di credere che il flauto che stai suonando, di certo non ti aiuti!

bhe, lo credo anche io! :)

mi piacerebbe tanto provare un flauto "bello"! :D

giusto per sapere... quanto costerebbe una revisione "base"? dovrei anche trovare qualcuno vicino a casa (parma) tanto per capire se vale la pena revisionare il mio strumento: non ho idea di che qualità sia, magari faccio prima a comprare un flauto da studio nuovo se devo suonarlo 2 volte l'anno...

Link al commento
Condividi su altri siti

il costo dipende dalle condizioni dello strumento.


Ti faccio un esempio: se io ho uno Yamaha da studio (l'equivalente di un modello 221...che pure ha il suo bel costo di 500 Euro)....ed è vecchio di 20-30 anni...si troverà con i tamponi talmente usurati e rovinati che anche facendo una revisione base di 100 Euro..non risolvi il problema.


Quindi meglio conservare le 100 Euro.


Per revisione base, solitamente si intende lasciare i tamponi che già si trovano e giusto dare loro un'assestata veloce, lasciando tutta la feltratura originale.


Insomma..risolverai ben poco.


Se ormai i tamponi sono rovinati....bisogna rifare completamente la tamponatura, quindi a quel punto sarà meglio (anche in termini economici) ad acquistare uno strumento nuovo.



Ti snocciolo giusto qualche dato....per darti un termine di paragone:


un professionista che suona il flauto ad altissimi livelli...non può assolutamente permettersi di tenere la stessa tamponatura per piu di 3-4 anni.


Se magari il flautista è bravino..ma senza troppe pretese..magari non usa il flauto spesso....potrebbe anche tirare avanti per 7-8 anni....facciamo nella migliore delle ipotesi anche 10 anni...


Mettiamo invece l'ipotesi di un studente che ha comprato il flauto tanto per usare il flauto ogni tanto....magari si arriva a 15 anni.


Ovviamente sto parlando di flauti già fatti bene di suo (ovvio che se compri il Comet....non ti dura neppure 1 anno!)



Tu stai parlando invece di un flauto in alpacca da studio che ormai è arrivato a 30 anni!



Trai le tue conclusioni.



Se veramente vuoi iniziare a saggiare le tue reali potenzialità come flautista, ti conviene provare un flauto nuovo.


E magari valutarne l'acquisto.


Il suonare uno strumento non adeguato, ti svilisce! Mettiamo che tu abbia buone potenzialità, con uno strumento che non suona...finisci per innervosirti, per odiare lo strumento e mollare lo studio.


Link al commento
Condividi su altri siti

  • 5 months later...

Ora mi tirerò dietro una caterva di bestemmie da far paura ma...


Fermo restando che per un flauto che produca suoni decenti bisogna spendere almeno 450 euro (parlo del nuovo) ho letto e visto video che recensiscono un flauto costruito in.... PLASTICA! E con 100 eurI (o poco più) te lo porti a casa e secondo queste recensioni sembra (e sottolineo sembra) che suoni per davvero! C'è pure gente che lo ha provato suonando delle partiture difficili prima con quello in plastica (suono da paura...) e poi rieseguendo la partitura con uno strumento di alta fascia. La differenza (da me riscontrata) è veramente minima e in genere si tratta di esecuzioni meno precise e pulite nella terza ottava.



Ah, giusto per avvisarvi ora che mi tirerete dietro le bestemmie... sono ateo fondamentalista!


Link al commento
Condividi su altri siti

Non sono d'accordo sul fatto che per avere un flauto che produca un suono decente occorra spendere almeno 450 Euro. Anzi..considero una famosa marca che vende flauti da studio a prezzi esorbitanti..come assolutamente da evitare. Quindi occorre valutare di caso in caso.



mentre di flauti in plastica ce ne sono 3 in commercio:



- Guo New Voice: il migliore in circolazione. Bellssimo..fatto bene e con uno stile unico..suona bene (ovviamente non si può pretendere di avere la stessa sonorità del flauto in metallo)...meccanica comoda...! Ne sono un felice possessore..e lo ricomprerei altre 1000 volte!! Peccato per il prezzo altuccio! Fuori portata per uno studente.



- Guo Tocco: Sull'entusiasmo del New Voice ne avevo comprato uno (siccome costa la metà) ma si è rivelata una vera delusione! Testata migliorabile (tra l'altro l'ottava media aveva un'emissione molto difficile) e costruzione che mi ha lasciato un po perplesso. Subito si sono verificate rotture delle plastiche della meccanica e le regolazioni non erano stabili. Il flauto mi è stato sostituito una prima volta...ma anche con il nuovo flauto..di nuovo una rottura (subito..dopo neppure una settimana). Alla fine mi sono fatto rimborsare (avevo comprato da un negoziante USA).



- NUVO: ho visto anche io i video dove (chi li vende) mostra robe strabilianti eseguite su quel flauto!!! Non riesco a capacitarmi di come ci riescano! Per me resta uno strumento praticamente insuonabile. Meccanica che farebbe paura anche al più economico flauto cinese (addirittura le aste facevano movimenti sia in orizzontale che in verticale..da paura!!). Magari schiacciando forte sui tasti come un dannato..si riesce a suonare! Ma assolutamente niente a che vedere con la qualità dei GUO.


Link al commento
Condividi su altri siti

Mi avete incuriosita e proseguirò l'off topic... :ninja:


Ragazzi, questi colori sono favolosi...il blu elettrico e il verde laser sono scintillanti! :lol:


Ho visto qualche video e in effetti ci suonano allegramente di tutto.. :blink: ma è una mia impressione o è tutto gigante? Corpo, chiavi...


$_1.JPG

Link al commento
Condividi su altri siti

è tutto gigante anche dal vivo! :D

Se vuoi ti vendo il mio (è color carbonio..serie limitata).

Poi dopo che ti arriva..mi saprai dire se anche tu riuscirai a suonarci "allegramente"! :D Io non ci riesco proprio. È una sofferenza anche emettere solo una nota!

Ma con le manine che mi ritrovo non potrei mai suonarlo... :lol: grazie comunque dell'offerta.

Ora però mi sorge una domanda: se uno ha già un bel flauto da studio/professionale, perché dovrebbe acquistarne uno in plastica? :blink:

Certo è giusto che esistano questi surrogati a basso costo per chi si vuole avvicinare allo strumento senza spendere una cifra spropositata. :)

Link al commento
Condividi su altri siti

nel mio caso sono molto appassionato delle novità (a casa ho una collezione di tutto rispetto).


E siccome il NUVO costava poco..e ancora dovevo comprare il mio amatissimo GUO New Voice (preciso quest'ultimo modello..perchè invece il Tocco mi ha deluso)...allora pensavo (sempre guardando quegli "allegri" video) che magari la qualità non dico fosse identica (utopia) ma per lo meno non così evidentemente peggiorativa :(



La plastica ha i suoi vantaggi...


- manutenzione quasi zero


- indistruttibilità nel tempo (compresi i tamponi in resina o altro materiale plastico)


- leggerezza evidente


- se suoni in banda all'aperto con umidità o sole ...è l'ideale!


- soffre molto meno gli sbalzi di temperatura..quindi di conseguenza l'intonazione è più facilmente gestibile



Certo..non puoi usare il flauto per fare il solista ..perchè il volume sonoro non è paragonabile al flauto di metallo. Però comunque come ho scritto sopra..ha i suoi pregi.


Link al commento
Condividi su altri siti

Io vorrei poterlo provare per offrire delle alternative poco costose agli allievi che vogliono avvicinarsi al flauto e che magari una spesa di 300 euro la valutano elevata. Per i bimbi di prima media per esempio! Poi magari, se reputano che ne vale la pena (dopo un annetto col coso di plastica) farei comprare qualcosa di più adatto allo studio.



E a quel punto, tra i vari flauti che ho provato (a partire dai cinesi a 90 euro) quelli che "rispondono" e che soprattutto hanno un certo mercato nel mondo dell'usato (altro fattore da valutare quando si tratta di far comprare un flauto ad un ragazzino di 12/13 anni che ancora non ha la fiTanzatina...) sono 2 o 3 modelli che però partono dai 400 in su.



Nemesis si dichiara non d'accordo con quanto affermo ma magari ha avuto modo di provare strumenti che non ho avuto per le mani (magari se me li indica anche in privato mi fa un favore che cerco di valutarli).


Link al commento
Condividi su altri siti

La plastica ha i suoi vantaggi...

- manutenzione quasi zero

- indistruttibilità nel tempo (compresi i tamponi in resina o altro materiale plastico)

- leggerezza evidente

- se suoni in banda all'aperto con umidità o sole ...è l'ideale!

- soffre molto meno gli sbalzi di temperatura..quindi di conseguenza l'intonazione è più facilmente gestibile

Guarda, io pensavo proprio agli allievi delle bande visti tutti i vantaggi descritti, tuttavia...

rimane pur sempre plastica e in quanto a indistruttibilità/sonorità ho qualche dubbio. :unsure:

Sono sicura che il futuro ci riserverà delle sorprese su materiali nuovi e a basso costo. ^^

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 month later...

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy