Vai al contenuto

Tecnicamente


Mozartinik
 Condividi

Chi secondo voi ha tecnica maggiore?  

49 voti

  1. 1. Chi secondo voi ha tecnica maggiore?

    • Richter
      33
    • Horowitz
      16


Recommended Posts

  • Risposte 69
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Ho votato Richter !

E' stato anche grazie alle sue esecuzioni che ho iniziato ad amare i preludi e le fuge del Clavicembalo ben temperato di Bach !

<{POST_SNAPBACK}>

bella interpretazione del clavicembalo ben temperato (a matita :D )... ma ci va tanto giù con il pedale...

Link al commento
Condividi su altri siti

Hamelin è mostruoso! Ma anche Berezovsky o Lugansky non scherzano. E tanto meno Kocsis!

Ma vi immaginate come doveva suonare Liszt? Se oggi rimaniamo storditi a sentire uno che suona gli Studi trascendentali, immaginiamo come doveva renderli uno che poi li ha scritti (e addirittura semplificati).

Non credo che oggi esista un pianista in grado di suonare in pubblico a prima vista il Carnaval di Schumann, come fece Liszt. :huh:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 months later...
Richter indubbiamente, ma non per la tecnica in sé e per sé (mica Horowitz era imbranato in tal senso... :rolleyes: ) quanto per il saper rendere la tecnica vassallo della Musica, ma con la M maiuscola!!!!! Grande Sviatoslav!!

Parlando di tecnica in sé e per sé... avete mai ascoltato Hamelin?? Beh... fatevi una ricerchina su eMule e aspetto qualche commentino! :)

<{POST_SNAPBACK}>

beh chiariamo, possiede sicuramente una tecnica insuperabile, ma a me non sembra tecnica in sé e per sé... è anche veramente molto musicale e riesce ad ottenere dei suoni bellissimi dal pianoforte :)

Link al commento
Condividi su altri siti

per giudicare Horowitz bisogna ascoltare le incisioni giovanili, da vecchio ha avuto un gran calo tecnico... aveva una tecnica delle ottave eguagliata forse solo da Cziffra, e non solo, ascoltate la sua trascrizione della rapsodia ungherese n 15 di Liszt e la fantasia sui temi della Carmen di Bizet

Link al commento
Condividi su altri siti

ei - ei, andiamo piano..

Horowitz era un genio, eguagliato da pochissimi in tutta la storia della

musica. Perche' lui era un musicista GENIALE, sentiva la musica cosi' com'e'

e lo faceva sentire agli altri. CAPIVA LA MUSICA..tra un milione di

soluzioni trovava sempre quella giusta..indovinava il senso della musica

senza sbagliare.. cosi' posono fare solo le persone dotate di un talento

straordinario.. credo se potessimo sentire chopin , o mozart - loro

suonavano in questo modo..

Non ha studiato molto,si'(4 anni al conservatorio di Kiev), ma non dobbiamo

dimenticare che faceva parte di un altra epoca.. aveva una tecnica

sbalorditiva - quando a 8 anni skriabin lo senti' suonare la 6 rapsodia

rimase senza parole..e rachmaninov, che era un pianista formidabile,

quando gli chiedevano di suonare il suo terzo concerto rispondeva "chiedete

a Horowitz, lui lo fa meglio".. voi - come volete, ma io a questi qui credo

:)..

allora il concetto dell'esecuzione era molto diverso.. non era richiesta la

precisione della tecnica fino all'inverosimile.. non era cosi' importante

suonare senza sbagliare una nota.. era piu' imporante impressionare

nell'insieme dell'esecuzione, nella carica emotiva.. e a questo servivano

anche alcune esagerazioni - a volte tempi velocissimi, passaggi di ottave,

ecc..

Link al commento
Condividi su altri siti

Richter indubbiamente, ma non per la tecnica in sé e per sé (mica Horowitz era imbranato in tal senso... :rolleyes: ) quanto per il saper rendere la tecnica vassallo della Musica, ma con la M maiuscola!!!!! Grande Sviatoslav!!

Parlando di tecnica in sé e per sé... avete mai ascoltato Hamelin?? Beh... fatevi una ricerchina su eMule e aspetto qualche commentino! :)

<{POST_SNAPBACK}>

Conosco bene questo tizio.... stento a credere che sia un essere umano...........

Link al commento
Condividi su altri siti

Per quanto ne so la tecnica di Horowitz è superiore a quella di Rickter; che poi non piaccia è un'altra questione, ma trovo strano che sia in vantaggio nel sondaggio.... (fa anche rima...); la domanda riguarda la tecnica.....

Link al commento
Condividi su altri siti

Per quanto ne so la tecnica di Horowitz è superiore a quella di Rickter; che poi non piaccia è un'altra questione, ma trovo strano che sia in vantaggio nel sondaggio.... (fa anche rima...); la domanda riguarda la tecnica.....

<{POST_SNAPBACK}>

Secondo me non si può dire che uno dei due avesse una tecnica superiore all'altro, guarda il video di Richter che suona il quarto studio di Chopin e ascolta la fantasia di Horowitz sui temi della Carmen di Bizet... avevano entrambi le dita spiritate... poi ascolta la sonata di Liszt incisa da Richter e il primo concerto di Tchaikovsky suonato da Horowitz, entrambi delle ottave micidiali...

Ma il sondaggio in se stesso è un po' inutile, erano due grandi artisti e non mettevano la musica al servizio della tecnica ma il contrario, forse Horowitz si divertiva di più a stupire il pubblico con le sue trascrizioni piene di virtuosismi lisztiani...

Link al commento
Condividi su altri siti

secondo me a questi livelli è inutile parlare di chi è il migliore nella tecnica..però si possono adottare varie prese di posizione,riguardo a diversi tipi di tecnica...ad esempio quella di horowitz era molto particolare.

Poi è ovvio che tutti erano bravissimi,ed in grado di fare cose strabilianti.

Link al commento
Condividi su altri siti

Horowitz era GENIALE..

e richter era un grande artista, aveva una personalita' fortissima e magnetizzante, la gente che lo ha sentito dal vivo dice che letteralmente faceva paura.. non a caso si era cimentato anche come regista..solo che nelle registrazioni e' un po' diverso.. le sue idee musicali sonio forti, ma non geniali.. hai sentito come, gia' vecchio, diceva che alla fine non ho suonato cosi' bene come pensavo..

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 year later...

horowitz a livello tecnico da giovane era migliore di richter (era migliore di tutti!), confronatate le due incisioni del primo di ciaikowsky: quella fatta da horowitz con toscanini nel 43 e quella fatta da richter con karajan (non ricordo quando, anni 90 suppongo).

richter quelle ottave se le sogna, e pure cziffra!

comunque erano 2 GRANDI, 2 GENI dell'interpretazione, sia dal punto di vista tecnico che da quello interpretativo-musicale.

mentre invece dal punto di vista meramente tecnico a parimerito con questi dioscuri del pianoforte vanno anche cziffra e barere.

ma oggi chi suona così?

:ph34r:

Link al commento
Condividi su altri siti

non conosco l'esecuzione di richter, ma a me sembra che horowitz sporchi un bel po' di note delle ottave del concerto di Pietro...e comunque io preferisco richter, anzi...ora lo voto pure ;)

concerto di san pietro!! :sarcastic_hand:

in alcune esecuzioni è vero sporca, ma in quella del 43 (se non ricordo male...) le fa (pulite) con una forza e una velocità mostruose.

e poi a quei livelli di virtuosismo chi se ne frega se ci scappa qualche nota sporca...

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest bradipoalpiano

vabbè se non badiamo molto alla pulizia delle note allora sono mozzafiato le ottave della argherich, sempre in quel concerto (a parte che io le ho sempre sentite pulite, nonostante molte persone dicono che le sporchi...cmq io parlo dell'esecuzione dal vivo, quella con Dutoit): piene di fuoco...e lo dice uno che con la martha non va molto d'accordo

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy