Vai al contenuto

Repertorio francese


Ospite
 Condividi

Recommended Posts

L'imponente mole di composizioni scritte in Francia nel '600/'700 merita, a mio avviso attenzione. Sottopongo all'ascolto questo brano di Pancrace Royer dal titolo 'L'Amaible' eseguito da José Araujo. Il catalogo di questo compositore, nato nel 1705 e morto nel 1755 presenta brani di notevole difficoltà tecnica (Le Vertigo, La Marche des Scythes) ma prevale, nelle sue composizioni un carattere dolce e malinconico. In cd esiste un'edizione dei suoi Pièces de clavecin suonata stupendamente da Christoph Rousset su un clavicembalo Henry Hemsch del 1751. Questo brano rappresenta benissimo lo stile francese.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=Ptfq9xYffgA&nofeather=True

Link al commento
Condividi su altri siti

L'imponente mole di composizioni scritte in Francia nel '600/'700 merita, a mio avviso attenzione. Sottopongo all'ascolto questo brano di Pancrace Royer dal titolo 'L'Amaible' eseguito da José Araujo. Il catalogo di questo compositore, nato nel 1705 e morto nel 1755 presenta brani di notevole difficoltà tecnica (Le Vertigo, La Marche des Scythes) ma prevale, nelle sue composizioni un carattere dolce e malinconico. In cd esiste un'edizione dei suoi Pièces de clavecin suonata stupendamente da Christoph Rousset su un clavicembalo Henry Hemsch del 1751. Questo brano rappresenta benissimo lo stile francese.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=Ptfq9xYffgA&nofeather=True

Bravo, ottima idea quella di riscoprire i compositori di questo periodo! Ci sono molte zone d'ombra nella storia della musica su cui sarebbe bene far luce. :thumbsup_still:

Link al commento
Condividi su altri siti

Bravo, ottima idea quella di riscoprire i compositori di questo periodo! Ci sono molte zone d'ombra nella storia della musica su cui sarebbe bene far luce. :thumbsup_still:

La musica del '700 é caratterizzata anche da 'querelles' sui diversi stili: francese, italiano e tedesco. Che differenza tra Royer, Rameau, l'ultimo Couperin e Scarlatti!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Non solo il '700, ma anche e almeno i due secoli precedenti destano molto interesse (per esempio sto andando in visiblio per la musica spagnola del '500 e del '600, mai avrei pensato che si potessero raggiungere livelli di sublimità anche prima del Barocco, prima consideravo le epoche anteriori come una sorta di fumo preistorico). Couperin dovrei riscoprirlo in una versione differente da quella che ho (trovo che la Brilliant non abbia servito bene la causa quando ha pubblicato la sua musica da camera e quella per tastiera sola), di Rameau ho purtroppo ancora poco.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 weeks later...

Qui c'é La Forqueray di Jacques Duphly (1715-1789). Nei brani per clavicembalo di questo compositore, scritti nell'arco di 25 anni si attraversano diverse fasi di scrittura musicale fino a giungere quasi, negli ultimi ordres, a una scrittura pianistica. Il brano in questione é invece 'tradizionale' un bellissimo rondò in perfetto stile francese barocco. Melodia molto intensa.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=D6tN3pRo6X4

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...
  • 1 month later...
  • 1 month later...
  • 5 months later...
  • 6 years later...
  • 3 months later...
1 ora fa, primavallino dice:

Ciao :) posso chiederti la cortesia di citare qualcosa? sono assolutamente profano per quanto riguarda la musica pre-barocca, a parte qualcosina di medievale, ma proprio poco, e il clavicembalo è uno strumento che mi affascina molto.

Grazie mille!

Si potrebbe cominciare con questi:

Risultati immagini per follia savallRisultati immagini per altre follie savall

E in generale col grande repertorio savalliano e dell'AliaVox, in gran parte incentrato sull'epoca pre-barocca. Cose eccellenti anche per chi, come il sottoscritto, frequenta poco quel periodo. ;) 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 months later...
  • 4 weeks later...
On 28/10/2019 at 00:14, Stefano Conti dice:

Ma che bella...

Royer è stato una piacevole scoperta che ho fatto quest'anno grazie a Marco Mencoboni ed al suo ensemble, i "Cantar Lontano".

 

Le Vertigo, brano notevolmente lungo ed articolato, già quasi in odore di Ballata ottocentesca.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy