Jump to content

Scott Ross


Guest

Recommended Posts

Non hai il diritto di esprimire commenti poco carini sul mio conto , io ho espresso il mio parere come hanno fatto gli altri, se non ti sta bene significa che sei un ipocrita, riguardo alla bella spiegazione sulla prevenzione hiv persone omosessuali è una bella barzelletta e basta . Non avete diritto di giudicare ciò è tutto

guarda che si potrebbe dire lo stesso riguardo la tua affermazione sul "binomio perfetto hiv-omosessualità", perciò occhio a chi accusa chi... :to_become_senile: se fossi omosessuale sarei offeso da questa tua sentenza. Inoltre Stefano Conti ha fornito una discussione dialettica sull'argomento che hai etichettato come "barzelletta"... Pertanto, come "noi non abbiamo il diritto di giudicare" allora non dovresti averlo nemmeno tu per la legge dei pari diritti ;)

Link to comment
Share on other sites

Non hai il diritto di esprimire commenti poco carini sul mio conto , io ho espresso il mio parere come hanno fatto gli altri, se non ti sta bene significa che sei un ipocrita, riguardo alla bella spiegazione sulla prevenzione hiv persone omosessuali è una bella barzelletta e basta . Non avete diritto di giudicare ciò è tutto

come tu non hai diritto di scrivere idiozie grossolane indifendibili, autentiche perle di ignoranza. Se vuoi parlare della musica e di Scott Ross va bene, in caso contrario puoi levarti dai piedi.

Link to comment
Share on other sites

riguardo alla bella spiegazione sulla prevenzione hiv persone omosessuali è una bella barzelletta e basta .

Se pensi che sia una barzelletta quello che ho detto non posso far altro che essere d'accordo con Madiel. Io parlo per conoscenza ed esperienza personale. Non racconto barzellette circa un mondo che conosco abbastanza bene. Non credo nemmeno giusto, da parte tua, l' essere considerato come uno che spara delle stupidaggini.

La tua é un'equazione generalista e pericolosa (ma fin dall'inizio, con il tuo 'mi hanno detto che era omosessuale' -post che forse denuncia una malsana curiosità nei confronti della sessualità degli altri- avevo intuito dove poteva andare a parare il discorso) ciò non ostante, ho voluto discuterla, rifletterci e, in questo, credo di essere stato onesto intellettualmente. Tu, invece, senza alcun argomento mi hai offeso, e questa é un'offesa gratuita, insensata, che non meritavo in alcun caso.

Fatta questa puntualizzazione suggerisco a tutti di ascoltare questo e 'paulo maiora canamus'.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=9Vj1UPzlrTc

Link to comment
Share on other sites

Guest oberhausen

Se pensi che sia una barzelletta quello che ho detto non posso far altro che essere d'accordo con Madiel. Io parlo per conoscenza ed esperienza personale. Non racconto barzellette circa un mondo che conosco abbastanza bene. Non credo nemmeno giusto, da parte tua, l' essere considerato come uno che spara delle stupidaggini.

La tua é un'equazione generalista e pericolosa (ma fin dall'inizio, con il tuo 'mi hanno detto che era omosessuale' -post che forse denuncia una malsana curiosità nei confronti della sessualità degli altri- avevo intuito dove poteva andare a parare il discorso) ciò non ostante, ho voluto discuterla, rifletterci e, in questo, credo di essere stato onesto intellettualmente. Tu, invece, senza alcun argomento mi hai offeso, e questa é un'offesa gratuita, insensata, che non meritavo in alcun caso.

Fatta questa puntualizzazione suggerisco a tutti di ascoltare questo e 'paulo maiora canamus'.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=9Vj1UPzlrTc

La domanda rigurado all omosessualità di Scott Ross non è stata fatta con doppio senso , ma con la stesso atteggiamento mentale di quando si parla della sordità che aveva colpito il compositore Beethoven e io trovo anche bello poter parlare della vita personale di un artista ovviamente per capirlo meglio e magari immaginare cosa gli passava per la testa e le sue emozioni, per questo come discorso non lo trovo o.t. ,( per la questione omosessualità/hiv io la penso così , ma è anche sottointeso che certamente tutti siamo a rischio se teniamo un comportamento sbagliato di fronte a quelle situazioni , forse anche perchè ho la convinzione che questa malattia ha un senso ben specifico ) per questo il mio consiglio personale è quello di parlare pure liberamente su tutte le questioni personali degli artisti perchè dietro a questo interessamento non c è una malsana curiosità , ma una cosa giusta, alla fine questi forum vengono fatti in modo che un individuo si può informare bene sui personaggi che gli interessano e un maestro famoso come Scott Ross non era un vicino di casa qualsiasi per me era un grande artista anche se purtroppo mi sono avvicinato tardi al clavicembalo ( suonando il corno francese).

State sereni non c è una curiosità ambigua sulla sessualità di un artista solo che per me c è grande differenza essere Etero o Gay .

Auguro a tutti un buon Scott Ross

Link to comment
Share on other sites

La domanda rigurado all omosessualità di Scott Ross non è stata fatta con doppio senso , ma con la stesso atteggiamento mentale di quando si parla della sordità che aveva colpito il compositore Beethoven e io trovo anche bello poter parlare della vita personale di un artista ovviamente per capirlo meglio e magari immaginare cosa gli passava per la testa e le sue emozioni, per questo come discorso non lo trovo o.t. ,( per la questione omosessualità/hiv io la penso così , ma è anche sottointeso che certamente tutti siamo a rischio se teniamo un comportamento sbagliato di fronte a quelle situazioni , forse anche perchè ho la convinzione che questa malattia ha un senso ben specifico ) per questo il mio consiglio personale è quello di parlare pure liberamente su tutte le questioni personali degli artisti perchè dietro a questo interessamento non c è una malsana curiosità , ma una cosa giusta, alla fine questi forum vengono fatti in modo che un individuo si può informare bene sui personaggi che gli interessano e un maestro famoso come Scott Ross non era un vicino di casa qualsiasi per me era un grande artista anche se purtroppo mi sono avvicinato tardi al clavicembalo ( suonando il corno francese).

State sereni non c è una curiosità ambigua sulla sessualità di un artista solo che per me c è grande differenza essere Etero o Gay .

Auguro a tutti un buon Scott Ross

Adesso é tutto più chiaro; rimane oscura una tua frase cioé quando dici che questa malattia ha un senso ben specifico. Se io, invece ho scritto quel che ho scritto l'ho scritto da omosessuale e non sono untore di nessuno né qualcuno ha 'unto' me. Per quanto riguarda la prevenzione che si fa in ambito gay: l'ho già descritta e non sono baggianate. Se poi si pensa che l' AIDS sia una maledizione divina...beh, di fronte a questa visione medioevale mi arrendo. Di recente sarò stato punito da qualche dio anche io: ho avuto l'influenza. Deve essere stato un peccato veniale di poco conto. C'é stato anche chi ha pensato che il virus HIV sia stato concepito in laboratorio e sperimentato su popolazioni africane ma di questo non ho alcuna prova e credo sia difficile trovarne. C'é un topic sul rapporto musica (arte) ed omosessualità per poter discutere, non dell'omosessualità in generale, ma se esiste, effettivamente, un rapporto tra una particolare inclinazione sessuale e l'attività artistica. In ogni caso, tornando a Scott Ross io sono venuto a conoscere della sua sessualità, indirettamente, per voci, terze persone, e non l'avevo nemmeno immaginato.

Quello che a me interessa é l'amore nelle sue manifestazioni e, dal mio punto di vista un amore, per un uomo, una donna, un trans, qualsiasi cosa, pianta, animale o pietra ...non é mai colpevole.

Curiosità: questo grande clavicembalista nutriva una forte passione anche per il pianoforte, Chopin in particolare e Debussy erano i suoi autori preferiti.

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

Sapete se sia ancora in commercio il suo Clavicembalo ben temperato? So che lui utilizzava la tecnica dell'asincrono nelle Fughe per far risaltare i passaggi polifonici, e che in questo non fosse secondo a nessuno. Sto ascoltando ora una sua esecuzione di Variazioni di Händel postata su questo thread tempo fa e le trovo rasenti la perfezione. Mi piace in particolare vedere come questi filologi di vecchia scuola mettessero molta passione e musicalità nelle loro esecuzioni, cosa che purtroppo certi "prezzemoli" del giorno d'oggi non fanno.

Link to comment
Share on other sites

Sapete se sia ancora in commercio il suo Clavicembalo ben temperato? So che lui utilizzava la tecnica dell'asincrono nelle Fughe per far risaltare i passaggi polifonici, e che in questo non fosse secondo a nessuno. Sto ascoltando ora una sua esecuzione di Variazioni di Händel postata su questo thread tempo fa e le trovo rasenti la perfezione. Mi piace in particolare vedere come questi filologi di vecchia scuola mettessero molta passione e musicalità nelle loro esecuzioni, cosa che purtroppo certi "prezzemoli" del giorno d'oggi non fanno.

Ho provato a cercare, anche in passato, ma non l'ho trovato, pare non sia più disponibile... :(

C'è però su YT

[media]http://www.youtube.com/watch?v=-J-G54DkpMk [media]http://www.youtube.com/watch?v=b4ZEnliflx4&feature=channel&list=UL

Link to comment
Share on other sites

Adesso é tutto più chiaro; rimane oscura una tua frase cioé quando dici che questa malattia ha un senso ben specifico. Se io, invece ho scritto quel che ho scritto l'ho scritto da omosessuale e non sono untore di nessuno né qualcuno ha 'unto' me. Per quanto riguarda la prevenzione che si fa in ambito gay: l'ho già descritta e non sono baggianate.

So che è passato diverso tempo ma per amor di informazione ci tengo a sottoscrivere tutto quello detto da Stefano Conti sulla prevenzione negli ambienti omosessuali, ci vuole un bello sforzo per restare diplomatici contro questi attacchi de-costruttivi tipici di alcuni fanatismi... che malgrado tutto sono ancora all'ordine del giorno.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...

suggerisco a tutti di ascoltare questo e 'paulo maiora canamus'.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=9Vj1UPzlrTc

Non ho mai ascoltato un'interpretazione del "Fandango" di Padre Soler migliore di questa. Grazie, Stefano, per averla postata!!! :D

Secondo me dalle Celesti Cantorie si sono commossi fino alle lacrime sia l'Autore che il suo maestro Domenico Scarlatti.

Tre volte tanto di cappello!

:hi::hi::hi:

Link to comment
Share on other sites

  • 8 months later...
  • 5 weeks later...
  • 1 month later...

a me fanno schifo i rompi e i cafoni. Adieu :nerd:

.

Non avevo letto il messaggio di oberhausen, grazie mad.Non sempre siamo obbligati ad avere compassione per esseri di civiltà inferiore e allo stadio primitivo dello sviluppo cerebrale.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 years later...

Non ho una particolare affezione per Domenico Scarlatti,  dei Tre nati nel 1685 è di gran lunga quello che mi coinvolge meno

(anche perchè gli altri Due ..... ci siamo già capiti :lol: )     

 E Scarlatti suonato al clavicembalo mi coinvolge ancor meno , sono troppo condizionato da antichi ascolti di pianisti come Horowitz o Pletnev .......però......

 .......però la K.208 suonata da Scott Ross è un universo a parte  !!!!  Quattro minuti e mezzo , una perorazione accorata, angosciata e serena allo stesso tempo,

non posso non commuovermi ogni volta che la sento  :   in questo video poi , nonostante sia di scarsa qualità , si raggiunge l'apice !       :     

 

Link to comment
Share on other sites

Guest nachtigall
On 17/4/2018 at 15:36, vinbrulé dice:

Non ho una particolare affezione per Domenico Scarlatti,  dei Tre nati nel 1685 è di gran lunga quello che mi coinvolge meno

(anche perchè gli altri Due ..... ci siamo già capiti :lol: )     

 E Scarlatti suonato al clavicembalo mi coinvolge ancor meno , sono troppo condizionato da antichi ascolti di pianisti come Horowitz o Pletnev .......però......

 .......però la K.208 suonata da Scott Ross è un universo a parte  !!!!  Quattro minuti e mezzo , una perorazione accorata, angosciata e serena allo stesso tempo,

non posso non commuovermi ogni volta che la sento  :   in questo video poi , nonostante sia di scarsa qualità , si raggiunge l'apice !       :     

 

Io ho quasi terminato di ascoltare la sua celebre integrale delle sonate e mi sento di poter dire che è una delle imprese discografiche ed interpretative più grandi che siano rimaste in generale, considerato tutto il patrimonio di incisioni di cui si dispone. La fortuna che ancora oggi riscuote è più che meritata e direi che è imprescindibile per farsi un'idea adeguata di chi sia stato Domenico Scarlatti, ovvero un compositore stravagante ed inesauribile, traboccante di idee, creatore di un genere (quello delle sue sonate) mai più esistito ed irripetibile,aperto ad ogni possibile soluzione e contaminazione. Se si prende in considerazione anche il resto della produzione, quella sacra, non meno importante di quella al cembalo e di essa polo opposto - tanto ribelle e spregiudicata la prima capace di saltare a piè pari due secoli di storia della musica quanto severa e diretta al passato rinascimentale la seconda - si può ben pensare che rispetto agli altri due coetanei Scarlatti non ha nulla da invidiare e rappresenta una parte del repertorio barocco da conoscere per farsi un'idea critica di questo periodo musicale.

Link to comment
Share on other sites

35 minuti fa, nachtigall dice:

Io ho quasi terminato di ascoltare la sua celebre integrale delle sonate e mi sento di poter dire che è una delle imprese discografiche ed interpretative più grandi che siano rimaste in generale, considerato tutto il patrimonio di incisioni di cui si dispone. La fortuna che ancora oggi riscuote è più che meritata e direi che è imprescindibile per farsi un'idea adeguata di chi sia stato Domenico Scarlatti, ovvero un compositore stravagante ed inesauribile, traboccante di idee, creatore di un genere (quello delle sue sonate) mai più esistito ed irripetibile,aperto ad ogni possibile soluzione e contaminazione. Se si prende in considerazione anche il resto della produzione, quella sacra, non meno importante di quella al cembalo e di essa polo opposto - tanto ribelle e spregiudicata la prima capace di saltare a piè pari due secoli di storia della musica quanto severa e diretta al passato rinascimentale la seconda - si può ben pensare che rispetto agli altri due coetanei Scarlatti non ha nulla da invidiare e rappresenta una parte del repertorio barocco da conoscere per farsi un'idea critica di questo periodo musicale.

Certo. Non era mia intenzione denigrare Scarlatti, ci mancherebbe altro !  La mia premessa aveva il solo scopo di dare ancor più risalto alla valutazione che do dell'interpretazione di Ross della K 208. La stessa sonata interpretata da Pierre Hantai ( artista che io considero grandissimo ) mi lascia indifferente ,  per non dire infastidito (ne ho due versioni, una delle quali è presa a una tale velocità da farla diventare quasi un Allegretto ! )   

Link to comment
Share on other sites

  • 7 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy