Vai al contenuto
Stravel_85

Spagna: nacchere e non solo

Recommended Posts

Apro questo topic con la volontà di racchiudere quanto meno i maggiori compositori ispanici che si sono susseguiti dal barocco (non ne conosco praticamente nessuno) ai tempi moderni. Personalmente mi sono imbattuto in Manuel de Falla (ho quasi tutte le sue composizioni), stesso discorso per Rodrigo, Granados (ascoltato qualche lavoro) e di "fama" Albeniz. In particolar modo vorrei sapere che ne pensate riguardo proprio Albeniz e Granados. E magari qualche altro illustre nome da annoverare nella cerchia dei grandi compositori spagnoli e di derivazione. :cheerful_kid:

Possiamo considerare di nicchia la scena musicale ispanica, magari debitrice delle svariate scuole musicali europee parlando di stile ed influenze...o vale un po' il discorso fatto in altri topic riguardo la musica inglese, ingiustamente relegata all'angoletto della scena artistica europea (o almeno non allo stesso livello della scuola tedesca, italiana, francese e russa) ma non per questo meno interessante o povera di originalità?

Curioso alquanto di sapere le vostre considerazioni :cat_biggrin:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Robert-De-Niro-The-Untouchables_2.jpg

"Sei solo nacchere e distintivo!"

HUAHuAshuashUasUHausa e pensare che volevo scrivere: "Spagna: (g)nacchere e non solo" (per chi non è romano, la gnacchera è...la fragolina di bosco delle donzelle :laughingsmiley: )

E sarebbe stata più che una coincidenza, con quel popò di FIGLIUOLE che l'Iberia tira fuori :thumbsup_still:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non conosco granchè la musica spagnola (e quello che ho sentito alla radio non mi ha preso particolarmente), ma si parla molto bene dei quartetti di Arriaga (inizio '800).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe interessante conoscere qualcosa di Martin y Soler, oggi noto ai più per essere autore dell'opera "Una cosa rara" su libretto di Lorenzo Da Ponte, di cui un tema appare citato nella scena finale del banchetto di Don Giovanni.

Concordo per Arriaga: belline anche le due sinfonie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un lavoro che ammiro molto è "Iberia" di Albeniz, indubbiante il suo capolavoro. Infatti, se è ovvio trovare spunti di origine folklorica nella produzione di questo autore, penso che le cose più interessanti siano quelle che folkloriche non sono (certo che i riferimenti alle danze spagnole sono sempre presenti). Per cui certamente inizierei lo studio di Albeniz da Iberia, una collezione di brani pianistici di difficolta' trascendentale. Albeniz trova una sua particolare sonorita' pianistica, che trovo molto diversa da quella del pianoforte romantico cui pure questi brani per ispirazione appartengono. Certi punti hanno caratteristiche quasi percussive - per esempio l'inizio di "Corpus Domini en Sevilla" dove nell'accompagnamento di accordi staccati sono introdotte delle dissonanze a puro scopo coloristico (non differenti, nello spirito, dalle cosidette "acciaccature", che sono accordi con note dissonanti, che si trovano in certe sonate di Domenico Scarlatti). Altri momenti (per esempio, la sovrapposizione di temi nella ricapitolazione di "Triana") hanno un colore quasi "sinfonico", molto debussyano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sto riascoltando la suite (parlo di Iberia), ma sapete che non riesco a trovarci nulla di così avvincente? Sì, i ritmi spagnoli, le inflessioni melodiche che provengono da canti e danze popolari, ma non è che mi prendano molto. Il gesto è ancora molto romantico, e le uniche cose interessanti che sento son tutte Debussysmi. Che dite voi? Parliamone. Devo ascoltarle meglio? M'è sfuggito qualcosa?


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A parte i soliti già citati e restando in ambito 1700, mi viene in mente Terradellas.



(se qualcuno ne vuol sapere di più : http://it.wikipedia.org/wiki/Domingo_Miguel_Bernab%C3%A9_Terradellas oppure http://en.wikipedia.org/wiki/Dom%C3%A8nec_Terradellas )



in CD si trovano Artaserse e Sesostri : magnifiche. Attendo con impazienza Merope che era la terza uscita prevista dall'etichetta RCOC.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche spunto potrebbe venire anche da questi CD meravigliosi:

La+Folia+9632644.jpgmzi.toirubup.170x170-75.jpg

oppure da questi

0886919530520.jpg

8 cd ( bellissimi) dedicati al barocco Spagnolo (fra parentesi adesso in offerta a prezzo ridicolo su jpc)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io purtroppo no, e devo dire che mi sembra musica popolare, certo non classica. Qui in forum comunque non credo ci siano appassionati di folclore musicale ispanico (o sì?).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Richiesta che, inoltre, non c'entra niente con questo topic -_-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy