Vai al contenuto
sauro.gasparri

Bocchini Vandoren

Recommended Posts

Penso che tutti quanti avete suonato o suonate tutt' ora con un bocchino Vandoren, quale pensate sia il migliore ?

Io ne ho tre e li elenco in ordine di preferenza, riferita principalmente al suono: 5RV (ottimo)-M30 (mi sembra più scuro)-B40 (non mi piace proprio). Non ho mai provato il B45 (sarà il prossimo acquisto).

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest mau70

Penso che tutti quanti avete suonato o suonate tutt' ora con un bocchino Vandoren, quale pensate sia il migliore ?

Io ne ho tre e li elenco in ordine di preferenza, riferita principalmente al suono: 5RV (ottimo)-M30 (mi sembra più scuro)-B40 (non mi piace proprio). Non ho mai provato il B45 (sarà il prossimo acquisto).

Saluti.

Non esistono bocchini migliori di altri,cosi' come non esistono strumenti migliori di altri (anche se alcuni lo sostengono facendo stupide comparazioni).I bocchini ,cosi' come gli strumenti,sono come le persone,hanno i loro pregi ed i loro difetti,stà ad ognuno di noi valutare quali difetti siamo disposti a sopportare soppesandoli con i pregi.I bocchini da te citati sono tutti e tre ottimi,non si può dire quale sia il migliore ,ognuno ha le proprie caratteristiche.La domanda.......quali dei tre è il migliore......è destinata quindi a non avere risposta.Io per esempio prediligo proprio quello che a te non piace......come vedi....la musica non è come la matematica.....a volte 2+ 2 fà 3, a volte 5,come può capitare che faccia anche 4.Tieni presente che il bocchino,cosi' come lo strumento è solo un elemento della catena per quello che concerne la produzione del suono,che come saprai ha origine dal diaframma,passa attraverso la gabbia toracica,successivamente nella laringe(dove le corde vocali hanno un compito fondamentale nel modulare il flusso di aria proveniente dal diaframma),si passa poi alla cavità orale(fondamentali le varie posizioni che possono assumera il palato molle e la lingua al fine di enfatizzare gli armonici parziali),poi si arriva all'imboccatura dove la funzione del labbro inferiore è fondamentale nel gestire il rimbalzo dell'ancia ......poi arriva finalmente il bocchino che entra in gioco con le varie forme e proporzioni della camera interna ed in fine lo strumento.Ogni anello della catena riveste un ruolo fondamentale nella produzione del suono .In virtù di tutto ciò,è evidente che esistono numerose variabili da mettere in conto che possono determinare la scelta di un becco piuttosto che l'altro,cosi' come dello strumento.Se mi posso permettere di dare un consiglio,io eviterei di acquistare un ulteriore bocchino,secondo me li hai già troppi,un altro ancora non farebbe altro che aumentare lo stato confusionale .Devi cercare di capire,magari facendoti aiutare da qualche professionista,dove realmente stà il tuo problema che ,lo avverto tra le righe,è motivo di ansia ed insoddisfazione............saluti....maurizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io suono il b40 da sempre, ne ho provati vari altri, ma poi sono sempre tornato a lui. penso di conoscerlo molto bene, ma spesso più lo suono più lo apprezzo. ho provato tutti i vandoren, però frettolosamente, quindi non posso fare un confronto, ma penso che quando conosci un bocchino lo riesci a sfruttare sempre meglio, e che sia deleterio cambiarne spesso.

ti dico solo che, oltre ad apprezzare enormemente il b40, quando sento suonare degli sconosciuti, quelli che più mi colpiscono per suono, timbro e proiezione usano spesso proprio un b40

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso che tutti quanti avete suonato o suonate tutt' ora con un bocchino Vandoren, quale pensate sia il migliore ?

Io ne ho tre e li elenco in ordine di preferenza, riferita principalmente al suono: 5RV (ottimo)-M30 (mi sembra più scuro)-B40 (non mi piace proprio). Non ho mai provato il B45 (sarà il prossimo acquisto).

Saluti.

Non concordo assolutamente con l'opinione di Mau il quale afferma che tutti i becchi hanno la stessa qualità e gli strumenti pure. Mi sembra abbastanza ovvio che non può essere così, cambiando materiali e metodi di costruzione la qualità aumenta o diminuisce. Lasciando comunque stare le inutili e sterili polemiche, concordo invece con lui sul fatto che non è il caso che tu compri altri becchi. Suona con il bocchino con cui ti trovi meglio tra quelli che hai e impara ad usare quello, non serve a niente cambiare mille imboccature. Oltretutto i bocchini Vandoren sono di buona fattura e sicuramente i più diffusi tra i professionisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non concordo assolutamente con l'opinione di Mau il quale afferma che tutti i becchi hanno la stessa qualità e gli strumenti pure. Mi sembra abbastanza ovvio che non può essere così, cambiando materiali e metodi di costruzione la qualità aumenta o diminuisce. Lasciando comunque stare le inutili e sterili polemiche, concordo invece con lui sul fatto che non è il caso che tu compri altri becchi. Suona con il bocchino con cui ti trovi meglio tra quelli che hai e impara ad usare quello, non serve a niente cambiare mille imboccature. Oltretutto i bocchini Vandoren sono di buona fattura e sicuramente i più diffusi tra i professionisti.

Concordo, il bocchino migliore non esiste (l'ho scritto in passato), ma io ho chiesto solo dei Vandoren, visto che i più suonano con quelli. Allora cambio la domanda: qual'è il miglior Vandoren per le esigenze e le attitudini di ognuno di voi ? Il B45 lo comprerò giusto per averlo (il B40 l'ho venduto ad un allievo del Conservatorio che l'ha trovato ottimo). Comunque io ora suono stabilmente con un Pomarico in cristallo nero Sun Open che per me, ripeto per me, ora è il meglio !

Saluti carissimi a tutti i clarinettisti del Forum e non.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest mau70

Lo strumento del forum è concepito con l'intento di rappresentare le varie esperienze e confrontare le diverse opinioni.é altamente auspicabile perciò che i vari attori si confrontino,naturalmente in maniera civile,rappresentando il proprio punto di vista.Se ogni intervento viene bollato come "sterile polemica",lo strumento Forum,viene mutilato e snaturato nel suo significato.Detto questo torno a ribadire che,se esistesse uno strumento migliore in senso assoluto,si suonerebbe tutti con lo stesso strumento.Per Meloni il migliore sarà il buffet,per carbonare il selmer,per Eddy Daniels il Leblanc e cosi' via.....Io,che sono stato sempre un "buffettista "sfegatato ,mi guarderei bene dall'affermare che tale strumento sia il migliore in assoluto.....è senz'altro un ottimo strumento ,con i suoi pregi ed i suoi difetti.Ritengo altresi' che la ricerca spasmodica dello strumento perfetto sia deleteria quanto lo è quella della ricerca del bocchino ideale.Questa naturalmente non è bibbia è solo la mia opinione che,gli amici del forum possono sposare oppure liberamente buttare nel cestino........saluti.........Maurizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo, il bocchino migliore non esiste (l'ho scritto in passato), ma io ho chiesto solo dei Vandoren, visto che i più suonano con quelli. Allora cambio la domanda: qual'è il miglior Vandoren per le esigenze e le attitudini di ognuno di voi ? Il B45 lo comprerò giusto per averlo (il B40 l'ho venduto ad un allievo del Conservatorio che l'ha trovato ottimo). Comunque io ora suono stabilmente con un Pomarico in cristallo nero Sun Open che per me, ripeto per me, ora è il meglio !

Saluti carissimi a tutti i clarinettisti del Forum e non.

Personalmente ti posso dire che ho suonato per circa 15 anni con un B45 e mi trovavo bene. Ora come ora però se dovessi consigliare un bocchino ad un allievo probabilmente gli farei prendere un M30 perchè mi sembra un becco che coniuga tante buone qualità dei vari modelli prodotti dalla Vandoren e ha un costo ragionaevole. Io ho abbandonato il B45 per un Lomax che trovo molto buono, però data l'eterogeneità della produzione e il costo molto elevato non me la sento di consigliartelo (a meno che tu non abbia la possibilità come me di poterlo acquistare direttamente dal produttore). In generale comunque non consiglio mai di comprare un bocchino artigianale se non si ha un'impostazione globale ottima e sopratutto ben chiaro nella testa ciò che si cerca e ciò che si vuole ottenere dall'imboccatura stessa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente ti posso dire che ho suonato per circa 15 anni con un B45 e mi trovavo bene. Ora come ora però se dovessi consigliare un bocchino ad un allievo probabilmente gli farei prendere un M30 perchè mi sembra un becco che coniuga tante buone qualità dei vari modelli prodotti dalla Vandoren e ha un costo ragionaevole. Io ho abbandonato il B45 per un Lomax che trovo molto buono, però data l'eterogeneità della produzione e il costo molto elevato non me la sento di consigliartelo (a meno che tu non abbia la possibilità come me di poterlo acquistare direttamente dal produttore). In generale comunque non consiglio mai di comprare un bocchino artigianale se non si ha un'impostazione globale ottima e sopratutto ben chiaro nella testa ciò che si cerca e ciò che si vuole ottenere dall'imboccatura stessa.

Risposta molto sensata Maestro, come sempre. Hai ragione l'M30, mio ultimo acquisto, è un buon bocchino sul quale metto ance n. 3 Van V12, ottimo nello staccato. Da modesto clarinettista penso che la ricerca di bocchini artigianali, modificati e comunque maniacalmente adattati, spetti solo ai professionisti nel vero senso del termine. Per gli studenti, i principianti o comunque per chi suona a livelli modesti, ritengo che i Vandoren siano la migliore soluzione ed un ottimo rifugio in ogni caso !

Saluti.

P.S. Ottimo (per me) il Pomarico nero sun open con ance n. 2,5 della stessa marca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Risposta molto sensata Maestro, come sempre. Hai ragione l'M30, mio ultimo acquisto, è un buon bocchino sul quale metto ance n. 3 Van V12, ottimo nello staccato. Da modesto clarinettista penso che la ricerca di bocchini artigianali, modificati e comunque maniacalmente adattati, spetti solo ai professionisti nel vero senso del termine. Per gli studenti, i principianti o comunque per chi suona a livelli modesti, ritengo che i Vandoren siano la migliore soluzione ed un ottimo rifugio in ogni caso !

Saluti.

P.S. Ottimo (per me) il Pomarico nero sun open con ance n. 2,5 della stessa marca.

In realtà i bocchini Vandoren sono ottimi anche per i professionisti e in molti li usano per fare la professione. Sono bocchini dalle caretteristiche standard ma di elevata qualità. I Pomarico li conosco abbastanza bene, compreso il sun open (che è in cristallo nero se non ricordo male). A mio avviso i bocchini in cristallo sono molto adatti per certi tipi di musica, sopratutto per quella operistica e trovo abbiano un ottimo suono, scuro e timbrato tipico di una scuola italiana che purtroppo ma anche inevitabilmente si sta estinguendo. Oggi come oggi al clarinettista è richiesto di tutto e di più, bisogna passare dalla musica classica al jazz attraverso la musica contemporanea con una certa nonchalance (per lo meno se si vuole fare la professione) e con il bocchino in cristallo certe cose non sono impossibili ma riescono difficili o comunque poco naturali (chiunque possiede dei becchi in cristallo sa che vanno "addomesticati") ragion per cui molti strumentisti preferiscono la comune ebanite al nobile cristallo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà i bocchini Vandoren sono ottimi anche per i professionisti e in molti li usano per fare la professione. Sono bocchini dalle caretteristiche standard ma di elevata qualità. I Pomarico li conosco abbastanza bene, compreso il sun open (che è in cristallo nero se non ricordo male). A mio avviso i bocchini in cristallo sono molto adatti per certi tipi di musica, sopratutto per quella operistica e trovo abbiano un ottimo suono, scuro e timbrato tipico di una scuola italiana che purtroppo ma anche inevitabilmente si sta estinguendo. Oggi come oggi al clarinettista è richiesto di tutto e di più, bisogna passare dalla musica classica al jazz attraverso la musica contemporanea con una certa nonchalance (per lo meno se si vuole fare la professione) e con il bocchino in cristallo certe cose non sono impossibili ma riescono difficili o comunque poco naturali (chiunque possiede dei becchi in cristallo sa che vanno "addomesticati") ragion per cui molti strumentisti preferiscono la comune ebanite al nobile cristallo.

Grazie Maestro, penso che chi legge questi post non può fare a meno di apprezzare !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest mau70

Sulla maggiore flessibilità dei bocchini in ebanite rispetto a quelli di cristallo non si discute.Ad ogni buon conto se cristallo deve essere,cristallo sia,nel senso più tradizionale.Colorarli di nero,piuttosto che verde(tra poco appariranno anche rossi),non ha un gran senso ,se non quello di incrementare le vendite con un prodotto ben confezionato............e più appariscente.....(purtroppo la percezione visiva negli esseri umani prevale sempre sulle altre .....)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sulla maggiore flessibilità dei bocchini in ebanite rispetto a quelli di cristallo non si discute.Ad ogni buon conto se cristallo deve essere,cristallo sia,nel senso più tradizionale.Colorarli di nero,piuttosto che verde(tra poco appariranno anche rossi),non ha un gran senso ,se non quello di incrementare le vendite con un prodotto ben confezionato............e più appariscente.....(purtroppo la percezione visiva negli esseri umani prevale sempre sulle altre .....)

Guarda Mau, non so se dipende dal colore o dal tipo di cristallo ma il Pomarico sun open è più spontaneo nelle note alte del mio vecchio Bucchi !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest mau70

Guarda Mau, non so se dipende dal colore o dal tipo di cristallo ma il Pomarico sun open è più spontaneo nelle note alte del mio vecchio Bucchi !

Non dipende nè dall'uno,nè dall'altro.Tieni presente che i materiali contano in minima parte.Quello che fà la differenza è la morfologia del bocchino stesso(apertura,lunghezza del piano inclinato,forme e proporzioni della camera interna,profilo dei binari laterali che possono essere più o meno spessi,baffle interno concavo piuttosto che convesso...ecc....ecc).I bravi artigiani,sanno benissimo su quale parte del bocchino intervenire per ottenere una risposta piuttosto che un 'altra.Come ti diceva correttamente maestro,quando si decide di acquistare un bocchino artigianale rispetto ad uno standard di ottima qualità come ad esempio i vandoren,è sempre un rischio.Si può trovare qualcosa di meglio ma si può pescare dal cilindro anche molto,ma molto peggio.Ad ogni buon conto i bocchini sono un pò come una coperta troppo corta,se ti copri la testa,ti scopri i piedi.Magari riesci a trovare un becco che ti consente di ottenere il registro alto con più facilità,ma poi ti accorgi che non è soddisfacente in termini di volumi di suono.Quello che dobbiamo ricercare in un bocchino è,quindi,la flessibilità.Bisogna del resto stare molto attenti in quanto i produttori,appena riscontrano un calo nelle vendite,tendono a tirare fuori i prodotti più bizzarri,con materiali strani,che devono essere presi con le molle .Anche nel campo della costruzione degli strumenti ,come in qualsiasi altra attività,è nacessaria una continua ricera affiancata alla consulenza di grandi strumentisti,che possono aiutare nello sviluppo sia degli strumenti che degli accessori.Negli ultimi anni ad esempio la Yamaha (grandissima multinazionale che dispone di immense risorse),ha deciso di investire nel settore degli strumenti musicali facendo ricerca e collaborando con grandi artisti di livello internazionale.Sinceramente la vedo molto dura ,anche per marchi storici come la buffet e la selmer....!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non dipende nè dall'uno,nè dall'altro.Tieni presente che i materiali contano in minima parte.Quello che fà la differenza è la morfologia del bocchino stesso(apertura,lunghezza del piano inclinato,forme e proporzioni della camera interna,profilo dei binari laterali che possono essere più o meno spessi,baffle interno concavo piuttosto che convesso...ecc....ecc).I bravi artigiani,sanno benissimo su quale parte del bocchino intervenire per ottenere una risposta piuttosto che un 'altra.Come ti diceva correttamente maestro,quando si decide di acquistare un bocchino artigianale rispetto ad uno standard di ottima qualità come ad esempio i vandoren,è sempre un rischio.Si può trovare qualcosa di meglio ma si può pescare dal cilindro anche molto,ma molto peggio.Ad ogni buon conto i bocchini sono un pò come una coperta troppo corta,se ti copri la testa,ti scopri i piedi.Magari riesci a trovare un becco che ti consente di ottenere il registro alto con più facilità,ma poi ti accorgi che non è soddisfacente in termini di volumi di suono.Quello che dobbiamo ricercare in un bocchino è,quindi,la flessibilità.Bisogna del resto stare molto attenti in quanto i produttori,appena riscontrano un calo nelle vendite,tendono a tirare fuori i prodotti più bizzarri,con materiali strani,che devono essere presi con le molle .Anche nel campo della costruzione degli strumenti ,come in qualsiasi altra attività,è nacessaria una continua ricera affiancata alla consulenza di grandi strumentisti,che possono aiutare nello sviluppo sia degli strumenti che degli accessori.Negli ultimi anni ad esempio la Yamaha (grandissima multinazionale che dispone di immense risorse),ha deciso di investire nel settore degli strumenti musicali facendo ricerca e collaborando con grandi artisti di livello internazionale.Sinceramente la vedo molto dura ,anche per marchi storici come la buffet e la selmer....!!!

La mia (personalissima) graduatoria dei bocchini Vandoren che ho provato, ho detto personalissima:

1° 5RV Prof. 88, suono brillante molto delicato, mi piace molto,

2° B 45, gli assomiglia !

3° M 30, suono più pastoso,

4° B40, non l'ho capito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno a tutti! Volevo chiedere se mi potreste dare qualche delucidazione riguardo le gifferenze tra B45 e B45 LIRA e tra B40 LIRA e B45

Grazie a tutti!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno a tutti! Volevo chiedere se mi potreste dare qualche delucidazione riguardo le gifferenze tra B45 e B45 LIRA e tra B40 LIRA e B45

Grazie a tutti!!!!!

Sono bocchini tutti abbastanza simili, il B45 lira è un pò più aperto del B45 normale, e il B40 lira è più aperto del B40. Il B40 e il B45 penso siano i modelli più venduti dalla Vandoren. Hanno un'apertura media che si adatta bene a molti tipi di ance. Il B45 è un bocchino dal suono discretamente potente e aiuta abbastanza nello staccato. Il B40 ha un suono migliore rispetto al B45 ma non aiuta molto nello staccato.

In generale sono buoni bocchini, possono essere usati sia da professionisti che da dilettanti. Esistono poi imboccature migliori, come ne esistono peggiori. Queste rappresentano uno standard qualitativo e timbrico per tutti i clarinettisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest mau70

Sono bocchini tutti abbastanza simili, il B45 lira è un pò più aperto del B45 normale, e il B40 lira è più aperto del B40. Il B40 e il B45 penso siano i modelli più venduti dalla Vandoren. Hanno un'apertura media che si adatta bene a molti tipi di ance. Il B45 è un bocchino dal suono discretamente potente e aiuta abbastanza nello staccato. Il B40 ha un suono migliore rispetto al B45 ma non aiuta molto nello staccato.

In generale sono buoni bocchini, possono essere usati sia da professionisti che da dilettanti. Esistono poi imboccature migliori, come ne esistono peggiori. Queste rappresentano uno standard qualitativo e timbrico per tutti i clarinettisti.

Condivido questo intervento.........che esistono imboccature peggiori...non vi sono dubbi..........al posto della parola migliori ...io,avrei utilizzato...."diverse"..................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condivido questo intervento.........che esistono imboccature peggiori...non vi sono dubbi..........al posto della parola migliori ...io,avrei utilizzato...."diverse"..................

Non ho usato il termine "diverse" perchè non ritengo che i bocchini Vandoren rappresentino l'eccellenza sul mercato, ma semplicemente un buon standard.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono bocchini tutti abbastanza simili, il B45 lira è un pò più aperto del B45 normale, e il B40 lira è più aperto del B40. Il B40 e il B45 penso siano i modelli più venduti dalla Vandoren. Hanno un'apertura media che si adatta bene a molti tipi di ance. Il B45 è un bocchino dal suono discretamente potente e aiuta abbastanza nello staccato. Il B40 ha un suono migliore rispetto al B45 ma non aiuta molto nello staccato.

In generale sono buoni bocchini, possono essere usati sia da professionisti che da dilettanti. Esistono poi imboccature migliori, come ne esistono peggiori. Queste rappresentano uno standard qualitativo e timbrico per tutti i clarinettisti.

Scusate la contraddizione, però ho visto che come apertura, il b40 lira è più chiuso del b40 tradizionale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate la contraddizione, però ho visto che come apertura, il b40 lira è più chiuso del b40 tradizionale

Per apertura non si intende solamente la distanza tra il ciglio del bocchino e l'ancia, ma anche la lunghezza del piano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà i bocchini Vandoren sono ottimi anche per i professionisti e in molti li usano per fare la professione. Sono bocchini dalle caretteristiche standard ma di elevata qualità. I Pomarico li conosco abbastanza bene, compreso il sun open (che è in cristallo nero se non ricordo male). A mio avviso i bocchini in cristallo sono molto adatti per certi tipi di musica, sopratutto per quella operistica e trovo abbiano un ottimo suono, scuro e timbrato tipico di una scuola italiana che purtroppo ma anche inevitabilmente si sta estinguendo. Oggi come oggi al clarinettista è richiesto di tutto e di più, bisogna passare dalla musica classica al jazz attraverso la musica contemporanea con una certa nonchalance (per lo meno se si vuole fare la professione) e con il bocchino in cristallo certe cose non sono impossibili ma riescono difficili o comunque poco naturali (chiunque possiede dei becchi in cristallo sa che vanno "addomesticati") ragion per cui molti strumentisti preferiscono la comune ebanite al nobile cristallo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà i bocchini Vandoren sono ottimi anche per i professionisti e in molti li usano per fare la professione. Sono bocchini dalle caretteristiche standard ma di elevata qualità. I Pomarico li conosco abbastanza bene, compreso il sun open (che è in cristallo nero se non ricordo male). A mio avviso i bocchini in cristallo sono molto adatti per certi tipi di musica, sopratutto per quella operistica e trovo abbiano un ottimo suono, scuro e timbrato tipico di una scuola italiana che purtroppo ma anche inevitabilmente si sta estinguendo. Oggi come oggi al clarinettista è richiesto di tutto e di più, bisogna passare dalla musica classica al jazz attraverso la musica contemporanea con una certa nonchalance (per lo meno se si vuole fare la professione) e con il bocchino in cristallo certe cose non sono impossibili ma riescono difficili o comunque poco naturali (chiunque possiede dei becchi in cristallo sa che vanno "addomesticati") ragion per cui molti strumentisti preferiscono la comune ebanite al nobile cristallo.

Buongiorno, sono nuovo del forum. Ho molto apprezzato le indicazioni molto precise di Maestro. Vorrei quindi sottoporre un quesito che mi attanaglia in merito. Suono il clarinetto da un anno soltanto, a livello puramente di hobby andando a lezione settimanalmente. Ho un Buffet E11. Attualmente sono passato dal bocchino buffet in dotazione allo strumento al Vandoren B45 con il quale ho delle difficoltà. Premesso che sicuramente la mia imboccatura ha ancora molti difetti da eliminare in termini di pressione, il B45 andrebbe utilizzato con ance di grado alemno 3 (Vandoren V12). Tuttavia con queste ance io faccio una fatica immane e ottengo tanto fruscio. Passando alle stesse di grado 2.5 va molto meglio ma il suono non mi piace tanto. Non è bello corposo e tende ad essere troppo squillante e aperto. SArei molto tentato di provare una alternativa: B45 punto, con camera più grande; B40 o B40 lira che vengono indicati per ance più morbide tipo 2,5. Ci sono opzioni anche di ance diverse che potrebbero aiutarmi? Vi ringrazio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, sono nuovo del forum. Ho molto apprezzato le indicazioni molto precise di Maestro. Vorrei quindi sottoporre un quesito che mi attanaglia in merito. Suono il clarinetto da un anno soltanto, a livello puramente di hobby andando a lezione settimanalmente. Ho un Buffet E11. Attualmente sono passato dal bocchino buffet in dotazione allo strumento al Vandoren B45 con il quale ho delle difficoltà. Premesso che sicuramente la mia imboccatura ha ancora molti difetti da eliminare in termini di pressione, il B45 andrebbe utilizzato con ance di grado alemno 3 (Vandoren V12). Tuttavia con queste ance io faccio una fatica immane e ottengo tanto fruscio. Passando alle stesse di grado 2.5 va molto meglio ma il suono non mi piace tanto. Non è bello corposo e tende ad essere troppo squillante e aperto. SArei molto tentato di provare una alternativa: B45 punto, con camera più grande; B40 o B40 lira che vengono indicati per ance più morbide tipo 2,5. Ci sono opzioni anche di ance diverse che potrebbero aiutarmi? Vi ringrazio

Prova le Danzi 2,5/3, costano solo euro 1,50 anche se non credo sia un problema di ance. Fatti sentire da un buon clarinettista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, sono nuovo del forum. Ho molto apprezzato le indicazioni molto precise di Maestro. Vorrei quindi sottoporre un quesito che mi attanaglia in merito. Suono il clarinetto da un anno soltanto, a livello puramente di hobby andando a lezione settimanalmente. Ho un Buffet E11. Attualmente sono passato dal bocchino buffet in dotazione allo strumento al Vandoren B45 con il quale ho delle difficoltà. Premesso che sicuramente la mia imboccatura ha ancora molti difetti da eliminare in termini di pressione, il B45 andrebbe utilizzato con ance di grado alemno 3 (Vandoren V12). Tuttavia con queste ance io faccio una fatica immane e ottengo tanto fruscio. Passando alle stesse di grado 2.5 va molto meglio ma il suono non mi piace tanto. Non è bello corposo e tende ad essere troppo squillante e aperto. SArei molto tentato di provare una alternativa: B45 punto, con camera più grande; B40 o B40 lira che vengono indicati per ance più morbide tipo 2,5. Ci sono opzioni anche di ance diverse che potrebbero aiutarmi? Vi ringrazio

Devi solo abituarti alla nuova forza dell'ancia. Comunque ance buone ce ne sono in comemrcio, non esistono solo le Vandoren, ognuno poi deve trovare il suo setup ideale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve a TUTTI, non volevo aprire ulteriori discussioni sennò Maestro mi lincia...allora, volevo chiedervi per la musica classica perchè si usano bocchini chiusi??o comunque come il B40...io suono con un bocchino apertissimo 1,39 mm per l'orchestra, che ne dite??dovrei usare un bocchino più chiuso?? se si perchè? grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...