Vai al contenuto

Recommended Posts

Ciao a tutti!

innanzitutto mi presento:)

mi chiamo Valeria, ho 22 anni e sono di Milano.

Studio clarinetto da 5 anni e un mese fa un collega del mio insegnante mi ha venduto il suo clarinetto, un Buffet RC, che lui comprò nel 1994 (lui ora è passato al Tosca, mi pare..).

A me piace un sacco, soprattutto rispetto al clarinetto che suonavo prima, questo è tutta un'altra cosa...molto più leggero da suonare ed il suono mi piace molto...

l'ho pagato 1500 euro.

L'unico dubbio che avevo è questo: il fatto che sia comunque uno strumento non nuovo, potrebbe portarmi a doverlo cambiare a breve? o potrebbe avere problemi di altro tipo?

è stato conservato molto bene, anche perchè chi lo usava l'ha usato fino a qualche giorno prima di vendermelo, e lo usava per lavoro..

ho letto un pò di discussioni in cui si diceva che addirittura gli strumenti nuovi della Buffet non hanno la stessa qualità di quelli passati... però volevo chiedere cosi, un parere:)

preciso che comunque non faccio il Conservatorio, ma suono in banda anche se studio molto a casa e con il mio maestro...

grazie a chi mi risponderà:)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti!

innanzitutto mi presento:)

mi chiamo Valeria, ho 22 anni e sono di Milano.

Studio clarinetto da 5 anni e un mese fa un collega del mio insegnante mi ha venduto il suo clarinetto, un Buffet RC, che lui comprò nel 1994 (lui ora è passato al Tosca, mi pare..).

A me piace un sacco, soprattutto rispetto al clarinetto che suonavo prima, questo è tutta un'altra cosa...molto più leggero da suonare ed il suono mi piace molto...

l'ho pagato 1500 euro.

L'unico dubbio che avevo è questo: il fatto che sia comunque uno strumento non nuovo, potrebbe portarmi a doverlo cambiare a breve? o potrebbe avere problemi di altro tipo?

è stato conservato molto bene, anche perchè chi lo usava l'ha usato fino a qualche giorno prima di vendermelo, e lo usava per lavoro..

ho letto un pò di discussioni in cui si diceva che addirittura gli strumenti nuovi della Buffet non hanno la stessa qualità di quelli passati... però volevo chiedere cosi, un parere:)

preciso che comunque non faccio il Conservatorio, ma suono in banda anche se studio molto a casa e con il mio maestro...

grazie a chi mi risponderà:)

Che dire cara Valeria, chi ti ha venduto un Rc del '94 a 1500 euro non è stato molto onesto visto che nuovo ne costa 1900. Comunque è vero che i Buffet vecchi sono migliori di quelli nuovi, ma questo non vuol dire che bisogna pagarli più del dovuto. Il fatto che abbia molti anni non vuol dire necessariamente che lo dovrai cambiare a breve, però di solito la vita di un clarinetto suonato da un professionista per alcune ore al giorno è mediamente vent'anni. Anche se ci sono mille variabili bisogna tener conto che il legno è un materiale vivo, a forza di vibrare, gonfiarsi e sgonfiarsi per via della condensa e dei cambiamenti di temperatura, perde di elasticità e tono con il tempo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che dire cara Valeria, chi ti ha venduto un Rc del '94 a 1500 euro non è stato molto onesto visto che nuovo ne costa 1900. Comunque è vero che i Buffet vecchi sono migliori di quelli nuovi, ma questo non vuol dire che bisogna pagarli più del dovuto. Il fatto che abbia molti anni non vuol dire necessariamente che lo dovrai cambiare a breve, però di solito la vita di un clarinetto suonato da un professionista per alcune ore al giorno è mediamente vent'anni. Anche se ci sono mille variabili bisogna tener conto che il legno è un materiale vivo, a forza di vibrare, gonfiarsi e sgonfiarsi per via della condensa e dei cambiamenti di temperatura, perde di elasticità e tono con il tempo.

Ti ringrazio, Maestro, per la tua risposta.

Diciamo che il clarinetto l'ho preso anche perchè il mio era abbastanza pietoso e, sebbene non sia una professionista quindi non me ne intenda, questo che ho ora è molto leggero da suonare e mi piace molto come suono...

il solo dubbio era quello che ho scritto sopra, e ti ringrazio per avermi chiarito un pò le cose..

terrò comunque questo clarinetto, magari fra un due/tre anni penserò a comprarne uno nuovo (ho sentito in questo forum dei Patricola..) con i miei soldi, visto che questo l'hanno pagato i miei dato che non lavoro ancora...

Grazie:)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio, Maestro, per la tua risposta.

Diciamo che il clarinetto l'ho preso anche perchè il mio era abbastanza pietoso e, sebbene non sia una professionista quindi non me ne intenda, questo che ho ora è molto leggero da suonare e mi piace molto come suono...

il solo dubbio era quello che ho scritto sopra, e ti ringrazio per avermi chiarito un pò le cose..

terrò comunque questo clarinetto, magari fra un due/tre anni penserò a comprarne uno nuovo (ho sentito in questo forum dei Patricola..) con i miei soldi, visto che questo l'hanno pagato i miei dato che non lavoro ancora...

Grazie:)

Cara Valeria, confermo l'impressione di Maestro... hai davvero pagato troppo! Io quando mi sono comprata il Patricola ho venduto il mio vecchio Rc, che non ricordo se fosse del 1993 o del 1994, a 950,00 euro... Lo strumento era ancora in ottime condizioni e sono daccordo con chi sostiene che i vecchi Rc non hanno niente a che vedere con i nuovi. Ma lo strumento era comunque "vecchio" e si sentiva... il suono non era più compatto, omogeneo. Tendeva a schiarirsi e, correggetemi se dico una fesseria, con l'andare degli anni mi sembrava che anche l'intonazione ne avesse risentito... Certo capisco che per te il salto sia stato talmente bello da coglierne comunque gli aspetti positivi, ma... aggiungendo poche centinaia di euro avresti potuto avere uno strumento nuovo! comunque intanto buon divertimento... e vedrai che l'appetito vien mangiando! ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ti confermo anche io che lo hai pagato un po' tantino....

voglio però lasciare un commento a discolpa degli rc nuovi: io il mio lo ho comprato da 1 anno e ho avuto la possibilità di sceglierlo fra 4 ed è uno strumento fantastico, con una uniformità nei registri pazzesca dal grave al sovracuto ed un suono meraviglioso.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ti confermo anche io che lo hai pagato un po' tantino....

voglio però lasciare un commento a discolpa degli rc nuovi: io il mio lo ho comprato da 1 anno e ho avuto la possibilità di sceglierlo fra 4 ed è uno strumento fantastico, con una uniformità nei registri pazzesca dal grave al sovracuto ed un suono meraviglioso.

In effetti anche a me un paio di anni fa è capitato di provare un Rc nuovo davvero ottimo, ma resta il fatto che sono propio le eccezzioni a confermare le regole, per uno buono che se ne trova ve ne sono altri 100 di qualità non proprio eccelsa. Inoltre c'è da aggiungere che anche quelli buoni sono molto distanti dagli standard qualitativi di un Patricola, mentre il prezzo si avvicina molto...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti anche a me un paio di anni fa è capitato di provare un Rc nuovo davvero ottimo, ma resta il fatto che sono propio le eccezzioni a confermare le regole, per uno buono che se ne trova ve ne sono altri 100 di qualità non proprio eccelsa. Inoltre c'è da aggiungere che anche quelli buoni sono molto distanti dagli standard qualitativi di un Patricola, mentre il prezzo si avvicina molto...

sono d'accordo pienamente sul fatto che i patricola siano fantastici, e infatti a inizio estate ne andrò a prendere uno in la, io volevo solo dire che non è che ogni clarinetto che non sia patricola faccia schifo. sicuramente la ditta italiana ha una cura per i particolari davvero superiore (meccanica comodissima e silenziosissima, tamponi in pelle, poggia pollice comodo) ma esistono anche altri clarinetto buoni. vabè, alla fine abbiamo detto la stessa cosa... :laughingsmiley:

peccato che i patricola abbiano alzato i prezzi di 150 euro, ma in ogni caso il rapporto qualità prezzo è ottimo

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono d'accordo pienamente sul fatto che i patricola siano fantastici, e infatti a inizio estate ne andrò a prendere uno in la, io volevo solo dire che non è che ogni clarinetto che non sia patricola faccia schifo. sicuramente la ditta italiana ha una cura per i particolari davvero superiore (meccanica comodissima e silenziosissima, tamponi in pelle, poggia pollice comodo) ma esistono anche altri clarinetto buoni. vabè, alla fine abbiamo detto la stessa cosa... :laughingsmiley:

peccato che i patricola abbiano alzato i prezzi di 150 euro, ma in ogni caso il rapporto qualità prezzo è ottimo

In effetti il fatto che i Patricola siano aumentati di prezzo non è una bella cosa, speriamo che non salgano più anche perchè non mi sono ancora comprato il piccolo...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti il fatto che i Patricola siano aumentati di prezzo non è una bella cosa, speriamo che non salgano più anche perchè non mi sono ancora comprato il piccolo...

ho deciso che a breve andrò a provare un Patricola e se mi piacerà lo prenderò entro l'anno, magari anche prima dell'estate. Devo prima trovare i soldi:)

in ogni caso volevo dire che, sicuramente è anche perchè non suono di professione, a me questo clarinetto piace molto... non credo sia per nulla "da buttare", come dire:)

avrò magari speso un pochino in più però comunque è uno strumento secondo me che vale..

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti il fatto che i Patricola siano aumentati di prezzo non è una bella cosa, speriamo che non salgano più anche perchè non mi sono ancora comprato il piccolo...

Be, mi sembra che oltre ad aumentare il prezzo hanno anche aumentato la qualità su tutti i loro strumenti e non di poco a mio parere.

Il bello di questa ditta è che curano ogni strumento in un modo ineccepibile, perlomeno la qualità da uno all'altro non si discosta molto, a buon intenditore poco parole dice un proverbio, giusto.

Comunque è un paio di anni che li seguo attraverso gli strumenti dei miei allievi e ho notato che sino al 2009 per due anni non avevano aumentato i prezzi ma nel frattempo avevano cambiato tipo di cuscinetti (fantastici questi in pelle), tipo nuovo di barilotti e aggiunto finezze meccaniche come viti di regolazione che a mio parere giustificano ora anche un leggero aumento di prezzo che oltre tutto è sempre iva compresa mi sembra.

L'importante ritengo sia importante è che all'aumento di prezzo sia abbinato qualche cosa di più a nostro favore e non diversamente come a volte accade.

Ciao

Musicss80

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Be, mi sembra che oltre ad aumentare il prezzo hanno anche aumentato la qualità su tutti i loro strumenti e non di poco a mio parere.

Il bello di questa ditta è che curano ogni strumento in un modo ineccepibile, perlomeno la qualità da uno all'altro non si discosta molto, a buon intenditore poco parole dice un proverbio, giusto.

Comunque è un paio di anni che li seguo attraverso gli strumenti dei miei allievi e ho notato che sino al 2009 per due anni non avevano aumentato i prezzi ma nel frattempo avevano cambiato tipo di cuscinetti (fantastici questi in pelle), tipo nuovo di barilotti e aggiunto finezze meccaniche come viti di regolazione che a mio parere giustificano ora anche un leggero aumento di prezzo che oltre tutto è sempre iva compresa mi sembra.

L'importante ritengo sia importante è che all'aumento di prezzo sia abbinato qualche cosa di più a nostro favore e non diversamente come a volte accade.

Ciao

Musicss80

Hai perfettamente ragione Music, non avevo mai riflettutto su questo fattore, in effetti il primo Virtuoso uscito in commercio aveva il barilotto con le ghiere e non veniva fornito nella versione B3 (esisteva solo il B1 e il B2), non aveva i tamponi in pelle e aveva un portavoce concepito in maniera diversa. In effeti riflettendo su tutto ciò un aumento è più che giustificato, anche perchè queste modifiche apparentemente insignificanti hanno migliorato di moltissimo la qualità dello strumento.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 5 years later...
Cita

 

Ciao a tutti,
io ho un RC antecedente al nuovo, del 2014, ma ho problemi di suono cosiddetto “grosso”.
Ossia, non riesco ad ottenere suoni pieni come vorrei.
Il mio insegnante dice che non è sfogato, ma come posso fare per sfogarlo appieno? Ci sono tecniche specifiche?
Io studio 2 ore al giorno (Cavallini, concerti, tecnica), sono al primo anno del triennio accademico, ma non riesco a trovare il suono pieno e, soprattutto, anche cambiando bocchini, ance, barilotti, faccio fatica quando devo dare profondità.
Il suono rimane fermo.
Consigli?
Premetto, il legno non presenta crepe.
Sono disperato! :crying_anim02:

Grazie mille!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao, io non sono un maestro, ma per quel minimo di esperienza che ho ti posso dire questo: secondo me quando si parla di suono il clarinetto conta relativamente, e il mio clarinetto non è sfogato ma quando sono in forma e studio tutti i giorni le cose escono come devono, quindi il mio consiglio è ripassa le basi, ma ripassale per bene, cioè: note lunghe, magari con crescendo e diminuendo, scale suonate molto forte, ma sempre attento a non sguaiare, prendendo sempre taaaaaanta aria, indirizza la colonna daria bene verso il basso, arpeggi, insomma, ogni giorno per iniziare fai una bella oretta di cura del suono. purtroppo so bene che sono la parte pallosa, ma paradossalmente è quella più utie, perchè una volta che ottieni facilità di emissione grazie a questi esercizi, poi senza renderene conto, il tuo cervello riesce a concentrare tutta la tua attenzione sul movimento delle dita, e il gioco è fatto, sembra quasi di migliorare tecnicamente senza fare esercizi, ma penso che questo tu lo sappia già, come è vero che anche la tecnica va studiata ovviamente, ma la base resta la base, deve essere più larga della punta

spero di essere stati chiaro, ciao

Farzo

p.s.: ahiaiai, cambiare bocchini ance e barilotti serve solo a peggiorare la situazione, e non ostinarti su gli accessori e sullo strumento, che il 99% lo fa il clarinettista (da noi si dice: l'è no la pena, l'è l'asu cla mèna!!!), anche io facevo così, poi un maestro mi ha imposto un'ancia e un bocchino, e io ho pensato di usare la stringa della scarpa come legatura, proprio per resettare, e li ho finalmente definito il mio suono, poi ci si lascia andare nella ricerca del suono certo, ma ho preso un solo bocchio, e una sola fascetta( poichè io non sono il mio maestro e cercabo sfumature diverse), e da li basta mi sono fermato perchè ho trovato le sfumature che mi piacevano, ma ti riassicuro che il grosso l'hanno fatto le scale e quelle maledette note lunghe, che danno corposità, nitidezza e proiezione, che sono quello che cerchi tu no?

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy