Vai al contenuto

Claude Debussy


cack
 Condividi

Quale tra le seguenti partiture di Debussy preferite?  

32 voti

  1. 1. Quale tra le seguenti partiture di Debussy preferite?

    • Children's corner
      3
    • Suite bergamasque
      10
    • Estampes
      4
    • Images (pianistiche)
      3
    • Preludes
      9
    • Etudes
      1


Recommended Posts

  • Risposte 147
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

dice Principe....

La prima (sinfonia) è il Vorklang mahleriano, con quel che ne deriva: i prcedimenti di falsa imitazione, il contrappunto che si fa orizzontale, la via alla dissoluzione del contrappunto, il ricorso all'eco e all'accumulo.

La seconda è il continuo mutamento del ritmo, non cercato dall'udito come naturale, ma dichiarato da Mahler battuta per battuta, con "sorprese" di tanta frequenza da indurre l'ascoltatore a ricostruire in sè omoritmia negata dal compositore (nota mia: si evince specie nel primo movimento della seconda). Questo procedimento apre la via verso una musica di frammenti, la cui natura è messa anudo proprio dal potente controllo del'insieme (nota mia: la sinfonia terza ha questa caratteristica nel primo tempo, formato da frammenti che mancano di svolgimento sinfonico e che si succedono uno dietro l'altro, oppure alternandosi)

La terza è la distruzione della dialettica tra i temi della forma sonata. Qusta via costringe ad allungare il discorso musicale. Abbandonata la scorciatoria dei temi simbolo o temi figura, si arriva al contrasto soltanto dopo aver percorso una serie di eventi: dopo MOLTA strada. La narrazione prende trionfalmnete il posto della rappresentazione. Di qui derivano anche i temi "banali" di Mahler, gli squarci da musica da silm. L'accusa non dovrebbe riguardare l'eccessiva lunghezza, ma la qualità del percorso. Eppure, anche dopo questo riepilogo non ci troviamo di fronte a uno sfasciume sinfonico. Le sinfonie mahleriane sono ammirevoli nelle giunture della composizione, nelle linee architettoniche, in tutto quel che "tiene insieme" (...) Si è detto anche che Wagner portò la sinfonia nel teatro e Mahler portò il teatro nella sinfonia. La sinfonia di Mahler non è più poema, come quella beethoveniana, non è più quadro e meditazione, come in Brahms: è romanzo. E' l'opera di un musicista che vuole l'ampia struttura formale del lavoro compiuto ma vuole anche parlare di sè come protagonista, La storia che Mahler fa di sé non è autobriografia aggiornata, è immagine e costruita storia di sé.......

Link al commento
Condividi su altri siti

questa è ottima per voi:

giovedì 3 Marzo 2005

ore 20.30 (turno A), ven 4 ore 20.30 (turno B), dom 6 ore 16.00 (turno C) SERIE BLU

Claude Debussy Iberia biglietti serie 1

Maurice Ravel Valses nobles et sentimentales

Olivier Messiaen Les offrandes oubliées

Claude Debussy La mer

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Direttore Paul Daniel

si trova nell' Auditorium di Milano...

aspè eh...si trova il largo GUSTAV MAHLER!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

mmm...mi sa che ti sei presa la romanticite acuta...prima Brahms poi Debussy...

qui ci vuole il Docktor Mahler... ;)

Non capisco perché fai discendere Debussy dal romanticismo (o forse capisco male?).

Per me Debussy è uno degli autori del primo novecento che ha meno rapporti col romanticismo, anzi...

Trovo una filiazione più diretta fra romanticismo e seconda scuola di Vienna, piuttosto.

Debussy rompe i rapporti tonali in maniera più efficace e drastica rispetto a Schoenberg.

Link al commento
Condividi su altri siti

che usasse la tonalità per i suoi fini non esclude che Debussy fosse un romantico nella accezione peggiore del termine. La sua arte è fatta da sentimento, nasce da meditazioni su eventi della natura, è spesso tendenzialmente descrittiva ecc., nè più e nè meno di un qualsiasi romantico fine ottocentesco.

Link al commento
Condividi su altri siti

che usasse la tonalità per i suoi fini non esclude che Debussy fosse un romantico nella accezione peggiore del termine. La sua arte è fatta da sentimento, nasce da meditazioni su eventi della natura, è spesso tendenzialmente descrittiva ecc., nè più e nè meno di un qualsiasi romantico fine ottocentesco.

A me sembra che sia un rivoluzionario antiaccademico, mentra Schoenberg un rivoluzionario accademico.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy