Vai al contenuto

concerto diploma...cosa sciegliere?


Recommended Posts

E di Undine che ne pensi? :)

E' un pezzo bellissimo anche se il romanticismo non è molto nelle mie corde. Ho sentito una volta un'esecuzione di Undine da parte di un'allieva di Rien de Reede. Rimasi a bocca aperta: mai sentita, anche da parte dei grandi un'esecuzione più ricca di colori, sfumature etc.etc.. Sembrava di vedere veramente Undine e gli spiriti acquatici e il racconto di Friedrich de La Motte Fouqué, ispiratore del brano,ha avuto una sua bella realizzazione sonora. La difficoltà di Undine é entrare nello spirito del romanticismo in cui spesso la musica é in rapporto con la letteratura (vedi i Poemi Sinfonici). Anche qui, lo spontaneismo può appiattire il discorso musicale. Non basta avere un buon vibrato (tanto oramai il suono vibrato lo usano tutti), una buona tecnica etc. etc. Se ascoltando Debussy vedo delle immagini, ascoltando Undine voglio sentire un racconto. La difficoltà è tutta qui e....non è poca. :D

Insisto sempre su esecuzioni 'colte' e sono sempre più contrario allo spontaneismo. Maturare un brano come Undine richiede tempo e, secondo me, é un pezzo da diploma assolutamente sconsigliato per un V anno.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 59
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

@aramk: certo che si potrebbe prendere 10 portando altro ipoteticamente, ma se quelli che poi mi daranno il voto mi dicono che o porto quei pezzi o niente c'è poco da fare!!

e poi non è che so gia che prenderò 10, quello che testualmente mi hanno detto è che devo portare uno di quelli SE voglio prenderlo, in ogni caso non è detto che io ci riesca (poi penso proprio che se gli portassi qualcosa di ancora piu difficile tipo jolivet o rodrigo andrebbe bene anche se non ho posto a nessuno questa domanda)

@ Fla: il motivo non lo ho chiesto visto che a me piace prok ma boh credo sia (oltre al fatto che quei prof sono dei perfetti idioti) perche ci sia una specie di "tradizione" di portare questi pezzi al diploma, una specie di luogo comune del tipo "quello che vuol far bene porta prokofiev"

E' una questione di come é organizzato l'esame. In Francia, ogni anno, il Conservatorio di Parigi commissiona o decide il brano di diploma. Non solo a Parigi ma per tutto il territorio nazionale. Lì é strutturato verticalmente con all'apice il Conservatorio di Parigi. Se questa struttura é troppo rigida da noi c'é troppa aleatorietà.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Joachim
cosa deve "ceritificare" il diploma?????

cosa certifica? da quella che è la mia esperienza, certifica che hai studiato, che hai fatto il massimo del tuo possibile, che le dita sono a posto e che il suono è decente (magari non è proprio intonato né grande né 'colorato', ma se è 'bello' la decenza ce l'ha d'ufficio)

cosa dovrebbe certificare? quello di cui sopra con 6, indipendentemente dal pezzo che porti (anche con prokof'ev); dal 7 in su (e sempre indipendentemente dal pezzo), se oltre a quello dimostri di essere: bene intonato e/o alla ricerca del 'colore' e del 'timbro' e/o mai 'sotto' al pianoforte e/o musicale e/o 'comunicativo' nel dire le frasi e nel 'dialogo' col piano e/o saldamente in rapporto di consapevolezza con il periodo e lo stile e/o 'virtuoso' (perchè no, anche) e/o che tutto questo è frutto tuo più che dell' 'infusione' del tuo maestro (pezzo delle tre ore) ...

e i 10 sarebbero davvero pochi :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ai ai... sono troppo sognatore :rolleyes_anim:Non voglio dire che un pezzo di carta faccia l'artista... però dovrebbe essere una specie di "marchio" di qualità... o no? forse non sono chiaro... o forse non la pensate come la penso io. In ogni caso viene esaminata l'arte che un musicista (presumibilmente tale) crea suonando. Quindi anche in questo caso... come si potrebbe essere oggettivi nel dare un giudizio anche in sede di diploma?? c'è chi la vuole cotta c'è chi la vuole cruda... c'è chi ama mozart il più rigoroso possibile e c'è a chi piace decisamente fiorito...

MA FLAUX BANDISCE LA POLEMICA (non che io la stia facendo) E QUINDI TACERò!!

No aramk, non bandisco la polemica (ahimé non è in mio potere... :dirol::P ).. solo che le ritengo questioni spinose.

Io vorrei che specificassi meglio quel "marchio di qualità", perché la storia della musica ci insegna che il diploma non fa il musicista... insomma, oggi come oggi si attribuisce così tanta importanza al titolo, ma in passato (correggetemi se sbaglio) non c'era questa corsa al "certificato".

O sei musicista o non sei musicista, indipendentemente dal pezzo di carta (ciò non toglie che dallo studio ci passano tutti!). Magari sono io a sognare.. :)

Tuttavia, guardando i dati del Vo, l'anno scorso si sono diplomati in flauto in tutta Italia 116 [dimenticavo una 50ina degli Istituti musicali pareggiati] pifferottoli (salgono a 180 con il NO)... di anno in anno pare che la media sia stabile e, dopo tutto, non sembrano tanti (rispetto appunto ai maturandi o ai laureandi).

Al massimo, se è l'oggettività che cerchi ;) , vengono riuniti tutti gli aspiranti diplomati in una stessa città (Roma? Milano? Firenze?) con una stessa commissione (ovviamente non devono rientrare i propri docenti di conservatorio, ma magari flautisti italiani già affermati) e in una settimana vengono diplomati nazionalmente tutti... o bocciati.. dipende.

Ma sai che stress????? :blink:

Non credo che in questo modo si diplomerebbero in molti, l'esame finale diventerebbe uno scoglio non indifferente... e inoltre non dovrebbe esserci da dichiarare da nessuna parte se si è esterni/interni.. il tutto dovrebbe avvenire in una sorta di impronta "anonima"... quindi niente discriminazioni. Si otterrebbe una parvenza di oggettività...

Ma avrebbe senso, penso, solo se ci fosse davvero del lavoro sicuro dopo questo fantomatico diploma...

Okay, scusate, è il caldo che mi fa fare certe visioni. (chiedo di essere assunta come ministro... :lol: )

E' una questione di come é organizzato l'esame. In Francia, ogni anno, il Conservatorio di Parigi commissiona o decide il brano di diploma. Non solo a Parigi ma per tutto il territorio nazionale. Lì é strutturato verticalmente con all'apice il Conservatorio di Parigi. Se questa struttura é troppo rigida da noi c'é troppa aleatorietà.

Io non penso sia troppo rigida.. come, dopo tutto, vengono decise di anno in anno le "tracce d'esame di maturità" . :scratch_one-s_head: Anche se sì, in realtà, gli studi sono più o meno già imposti a livello nazionale.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 4 months later...

ciao!

Io devo dare ancora il 5°, però mi incuriosisce una cosa: al diploma non si contempla il barocco??

La mia insegnante mi ha provato a far studiare il Concertino di Chaminade, ma abbiamo capito anche dopo l'introduzione di altri pezzi che il romanticismo non fa per me, dice che è pietoso (e non lo dice solo lei!!)

Una mia amica si è diplomata portando il Concerto in Sol di Quantz (10 e lode).

Chiara

Ps scusa l'osservazione, ma faccio la maestra e scegliere non vuole la i

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avrà portato come esercizi 5 15 26 del gariboldi e 4 18 22 del piazza rofl.gif

Ma perché Cloddino? :unsure:

Finalmente qualcuna che non va a parare sul solito Proky... :lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma perché Cloddino? :unsure:

Finalmente qualcuna che non va a parare sul solito Proky... :lol:

sarà che quel concerto non è tanto complicato!! e al diploma qualcosa si deve dimostrare (anche tecnica credo) :)

Flaux non dirmi che sei una di quelle che pensano che il flautista (musicista in genere) si vede negl adagi!! :laughingsmiley:

E poi Prokofiev è un gran bel pezzo! chi se ne frega se lo portano tutti!! L importante è riuscire a renderlo ascoltabile! :happystrange: e non farlo diventare un fritto misto!

Certo hai ragione anche tu... magari portare Le merle noir sarebbe decisamente più originale...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Flaux non dirmi che sei una di quelle che pensano che il flautista (musicista in genere) si vede negl adagi!! :laughingsmiley:

Io ?! :blink: Un'amante delle giocolerie flautistiche come me? :lol: Detesto gli adagio, mi mettono tristezza.

Però, dopo tutto, devo riconoscere che i veri problemi escono proprio negli adagio... ;) fare tante belle notine infatti

nasconde una parte non indifferente del suonare il flauto: la cantabilità e tutto ciò che è connesso!

sarà che quel concerto non è tanto complicato!!
...dai non siamo ridicoli,è veramente poco!
si vabbè neanche accostabili...

Comunque, mi piacerebbe molto sentirvi... :) non potete postare una registrazione di Quantz nel topic mp3???

Dai, su... non fatevi pregare ogni volta.. :unsure:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'unica cosa che posso fare è ricopiarti i brani da settimo anno dal noto elenco del Cons di Lecce..

Ecco..

- W.A.Mozart: Concerto in sol magg. e in re magg. (:wub:)

- F.Devienne: Concerto n°7.

- S.Mercadante: Concerto in mi min.

- F.Schubert: Tema e variazioni.

- C.Reincke: Concerto.

- O.Messiaen: La merle noir.

- B.Martinu: Sonata.

- S.Prokofieff: Sonata.

- E.Varese: Density.

- J.Ibert: Concerto. (:wub:)

- A.Jolivet: Concerto, 5 Incantations.

- C.Frank: Sonata. (:wub:)

Ecco.. le mie preferenze le ho espresse... :D

Ma Undine non mi sembra da diploma... :scratch_one-s_head:

Tuttavia nella scelta conta molto anche il/la maestro/a.. solo lui/lei sa davvero come suoni e quali sono le tue potenzialità su cui puntare. ;)

invece trovo che Undine sia perfetta per un diploma, basta non cadere nella solita interpretazione frettolosa, triplicando i tempi e URLANDO tutte le parti "cantabili"..

Franck è un pezzo da evitare...è una trascrizione. Pur essendo una sonata stupenda, trovo che sul violino renda molto di più....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ?! :blink: Un'amante delle giocolerie flautistiche come me? :lol: Detesto gli adagio, mi mettono tristezza.

Però, dopo tutto, devo riconoscere che i veri problemi escono proprio negli adagio... ;) fare tante belle notine infatti

nasconde una parte non indifferente del suonare il flauto: la cantabilità e tutto ciò che è connesso!

Comunque, mi piacerebbe molto sentirvi... :) non potete postare una registrazione di Quantz nel topic mp3???

Dai, su... non fatevi pregare ogni volta.. :unsure:

Ma sei pazza?? :) :) io me ne lavo le mani! dopotutto lasciamole fare queste cose a chi porta Prokofiev :)

Io sono ancora alle sonate di Benedetto Marcell(in)o!!! :laughingsmiley: (scherzo, ma non troppo (una nuova indicazione di tempo))

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao genio flautistico!

e soprattutto campione di di simpatia (ho letto molti tuoi post). L'ho scritto in 2 posti perchè c'erano 2 discussioni attinenti.

cmq si tratta di una collega della mia insegnante, al conservatorio di Milano, l'anno lo chiedo e te lo so dire, se non erro era privatista, ma non ne sono sicura.

cmq il pezzo non è assolutamente da sminuire, anche perchè non tutti hanno passione per il repertorio romantico (e ben li capisco, io sarei una di quelle che al diploma non ci penserebbe 2 volte a NON portare musica romantica).

ti posso dire di più, io quest'anno dò il 5°, volevo portarlo e proprio un insegnante di conservatorio, mi ha detto che per il 5° non è il caso, può benissimo essere portato al diploma.

non è che per caso è un po' di invidia? Io anche se facessi un pezzo che ritengo più difficile di una mia compagna di studi, mica starei lì a far questioni, basta che mi piaccia!! che mi importa della fatica se è ciò che mi dà soddisfazione? e sinceramente anche il voto lascia il tempo che trova, certo il 10 fa scena e a volte rispecchia anche le capacità del musicista in questione:tuttavia non è sempre così, la mia pianista non ha preso 10 al diploma, ma è molto più apprezzata del suo compagno di diploma(uscito con10). un numero non vale la sensibilità musicale purtroppo.

Ps: mi incuriosce una cosa perchè se suoni il flauto hai un batterista nel logo??

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao genio flautistico!

e soprattutto campione di di simpatia (ho letto molti tuoi post). L'ho scritto in 2 posti perchè c'erano 2 discussioni attinenti.

cmq si tratta di una collega della mia insegnante, al conservatorio di Milano, l'anno lo chiedo e te lo so dire, se non erro era privatista, ma non ne sono sicura.

cmq il pezzo non è assolutamente da sminuire, anche perchè non tutti hanno passione per il repertorio romantico (e ben li capisco, io sarei una di quelle che al diploma non ci penserebbe 2 volte a NON portare musica romantica).

ti posso dire di più, io quest'anno dò il 5°, volevo portarlo e proprio un insegnante di conservatorio, mi ha detto che per il 5° non è il caso, può benissimo essere portato al diploma.

non è che per caso è un po' di invidia?

Dai,scherzavo e che tecnicamente lo sai anche te non è difficile,ovviamente bisogna sentire come l'ha eseguito se come una passeggiata o con fatica.

Io anche se facessi un pezzo che ritengo più difficile di una mia compagna di studi, mica starei lì a far questioni, basta che mi piaccia!! che mi importa della fatica se è ciò che mi dà soddisfazione? e sinceramente anche il voto lascia il tempo che trova, certo il 10 fa scena e a volte rispecchia anche le capacità del musicista in questione:tuttavia non è sempre così, la mia pianista non ha preso 10 al diploma, ma è molto più apprezzata del suo compagno di diploma(uscito con10). un numero non vale la sensibilità musicale purtroppo.

Ps: mi incuriosce una cosa perchè se suoni il flauto hai un batterista nel logo??

è animals dei Muppet show!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao genio flautistico!

e soprattutto campione di di simpatia (ho letto molti tuoi post). L'ho scritto in 2 posti perchè c'erano 2 discussioni attinenti.

cmq si tratta di una collega della mia insegnante, al conservatorio di Milano, l'anno lo chiedo e te lo so dire, se non erro era privatista, ma non ne sono sicura.

cmq il pezzo non è assolutamente da sminuire, anche perchè non tutti hanno passione per il repertorio romantico (e ben li capisco, io sarei una di quelle che al diploma non ci penserebbe 2 volte a NON portare musica romantica).

ti posso dire di più, io quest'anno dò il 5°, volevo portarlo e proprio un insegnante di conservatorio, mi ha detto che per il 5° non è il caso, può benissimo essere portato al diploma.

non è che per caso è un po' di invidia? Io anche se facessi un pezzo che ritengo più difficile di una mia compagna di studi, mica starei lì a far questioni, basta che mi piaccia!! che mi importa della fatica se è ciò che mi dà soddisfazione? e sinceramente anche il voto lascia il tempo che trova, certo il 10 fa scena e a volte rispecchia anche le capacità del musicista in questione:tuttavia non è sempre così, la mia pianista non ha preso 10 al diploma, ma è molto più apprezzata del suo compagno di diploma(uscito con10). un numero non vale la sensibilità musicale purtroppo.

Ps: mi incuriosce una cosa perchè se suoni il flauto hai un batterista nel logo??

mica si devono portare i Romantici,ma pensando a Quantz non mi viene proprio in mente il diploma...mi può venire in mente il diplomino... poi ognuno è libero di portare quello che vuole...Clod se lo conoscessi un pò non lo riterresti antipatico,anzi...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao!!

...Clod se lo conoscessi un pò non lo riterresti antipatico,anzi...

ma sicuramente...forse è l'impatto delle prime volte :confused: poi è chiaro che una persona non scrive su un forum con l'intenzione di "far fuori" tutti! per fortuna!! :thumbsup_still:

mica si devono portare i Romantici,ma pensando a Quantz non mi viene proprio in mente il diploma...mi può venire in mente il diplomino... poi ognuno è libero di portare quello che vuole...

sai tutti parlano di quello (romanticismo) e snobbano molto il resto.

Posso dirti che io l'anno scorso ho già tentato di dare il 5° e purtroppo è andata male (e non mi dilungo per ovviare a tutta la rabbia che ho mangiato, ma a detta di molti anche presenti mi hanno fatto un esame - farsa), ho portato Quantz e i 2 flautisti in commissione (commissione mista flauto clarinetto) mi hanno proprio detto che non è il caso di farlo al 5° che va bene anche al diploma, sebbene si preferisca far portare altro (ti parlo di 2 flautisti che non voglio nominare, ma che sono a livelli internazionali, hanno lavorato anche alla scala e sono considerati fra i migliori didatti italiani del momento).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy