Vai al contenuto

Spazzatura flautistica


sinfonia
 Condividi

Recommended Posts

Guest Joachim
Io semplicemente credo che lo spessore musicale di Rampal, che pure ci ha lasciato interpretazioni meravigliose con vette inarrivabili (Concerto di Jolivet), non sia paragonabile a quello rigoroso di Pollini o estetizzante di Gould ... ovviamente alla faccia della filologia.

Pahud ha stile e suono da vendere (ma non lo vende ... gliel'ho già chiesto) ... e le sue sonate di Bach sono forse le migliori che io abbia sentito col flauto moderno ...

cioè fammi capire, pahud (e non rampal) sarebbe il gould (fermo restando che NESSUNO inho è paragonabile a gould... si usa qui il suo nome per definire in generale una lettura personalissima e astratta dalla questione 'filologica'... in realtà imho gould resterà insuperato, paradossalmente, proprio per la sua fedeltà a bach nell'aspetto contrappuntistico) della situazione? :unsure:

tesi interessante, tutta da dimostrare però... o forse non è che, più semplicemente, hai scritto una frase (quella che ti ho citato qui su in corsivo) non felicissima, e col flauto moderno si può dare una lettura splendida del cosiddetto barocco anche senza stravolgerlo, ma anzi nutrendosi dei e restando coerente ai ('imitando' i) suoi stilemi?

(certo che poi tra 'imitare' e scimmiottare c'è una bella differenza :D)

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 67
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

cioè fammi capire, pahud (e non rampal) sarebbe il gould (fermo restando che NESSUNO inho è paragonabile a gould... si usa qui il suo nome per definire in generale una lettura personalissima e astratta dalla questione 'filologica'... in realtà imho gould resterà insuperato, paradossalmente, proprio per la sua fedeltà a bach nell'aspetto contrappuntistico) della situazione? :unsure:

tesi interessante, tutta da dimostrare però... o forse non è che, più semplicemente, hai scritto una frase (quella che ti ho citato qui su in corsivo) non felicissima, e col flauto moderno si può dare una lettura splendida del cosiddetto barocco anche senza stravolgerlo, ma anzi nutrendosi dei e restando coerente ai ('imitando' i) suoi stilemi?

(certo che poi tra 'imitare' e scimmiottare c'è una bella differenza :D)

Veramente la mia frase:

In chiusura, credo che se un flautista vuole suonare un barocco filologico deve studiare il traversiere e se lo vuole suonare col flauto moderno è meglio scegliere vie interpretative simili a quelle di Gould o di Pollini quando suona il Clavicembalo Ben Temperato. Tentativi diversi fanno solo sorridere ...

vuol dire solo quello che ho scritto senza alcuna considerazione riguardo a Rampal o Pahud. Faccio riferimento allo stile interpretativo di Pollini, rigoroso, e Gould, estetizzante, che si accostano al barocco senza velleità strettamente filologiche e, soprattutto, non faccio alcun parallelismo con i flautisti.

Sono mie considerazioni personalissime e non sono minimamente dimostrabili (non vedo come si potrebbe e, forse, io non sarei in grado e poi ... avrebbe senso?)

Continuo a pensare che una lettura filologica debba prevedere obbligatoriamente l'uso dello strumento originale e, anzi, lo strumento originale più appropriato. Bach a 392 hz ... il primo Bach, Partita compresa (1718), con un flauto francese in 3 pezzi (Hotteterre) e la Sonata BWV 1035 (1747) con un bel Denner sempre a 392.

Oppure un bel Brannen ... senza pensare troppo alla filologia e godersi una musica che, al di là della scelta dello strumento, è un piacere assoluto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest Joachim
Veramente

incredibile, riesco a sentire il rumore delle tue unghie sul vetro :D

con quella frase, che te ne sia reso conto o no, hai posto un aut-aut, aut 'filologia' diciamo 'pura' (e allora per esemplificare penso a kujiken & co., mi sembra ovvio - ma il nome puoi sceglierlo tu, se quello di kujiken non ti piace...) aut anti- (o a-) 'filologia' in letture 'senza velleità strettamente filologiche' ma certamente 'coraggiose' (e le 'vie interpretative simili a quelle di gould' le hai citate tu... dunque per esemplificare ho pensato a rampal, se non altro come punto di riferimento storico per la lettura del barocco sullo strumento moderno al di fuori della 'filologia' - ma anche in questo caso, puoi scegliere un altro nome se rampal non ti va bene, o anche non sceglierne affatto e non facciamo esempi... la sostanza del discorso non cambia), tutto il resto farebbe solo sorridere...

il fatto è che pahud (per esempio...), non essendo nè 'filologico' 'puro' nè anti- (o a-) 'filologico' (alla gould o pollini, 'coraggioso'... 'un po' più personalità, coraggio, voglia di uscire da un solco già tracciato'), dovrebbe far sorridere...

beh, non credo proprio, e la tua frase è (oggettivamente) una...

tra la 'filologia' 'pura' e l'anti- (o a-) 'filologia' ci sono molte gradazioni intermedie - interessanti, pregevoli, essenziali tasselli nella storia del nostro strumento

adieu ;):hi:

Link al commento
Condividi su altri siti

incredibile, riesco a sentire il rumore delle tue unghie sul vetro :D

con quella frase, che te ne sia reso conto o no, hai posto un aut-aut

Ho le unghie corte!

Ma ... forse non sono riuscito a spiegare bene la mia idea.

Per me possono essere belle sia le esecuzioni filologiche sugli strumenti originali sia quelle non filologiche con gli strumenti moderni.

Certo è che non penso affatto che tutte le esecuzioni sugli strumenti originali siano belle ... e quelle sugli strumenti moderni devono essere molto ben calibrate. Con questo voglio dire che alcune incisioni storiche (anni 60 e 70) di flautisti molto celebri a me non piacciono per niente e preferisco ascoltarli in altri ambiti più congeniali alla loro indole.

D'altra parte è innegabile che l'interpretazione (molto in generale) negli ultimi anni si è evoluta tenendo in debita considerazione l'esperienza dei barocchisti ... e mi riferisco alle esecuzioni di musicisti quali Kremer, Yoyo Ma e altri che, pur non essendo filologi, suonano il barocco con gusto e rispetto.

In ogni caso ... la filologia non può prescindere dall'uso di strumenti originali. Tanto di cappello per le Sonate di Bach di Pahud ... un'esecuzione molto bella, ma non filologica.

Link al commento
Condividi su altri siti

il significato dell'intervento di flaux, stefano, l'ho volutamente bypassato :D e il 'che due' era proprio solo riferito alle pulci sull'uso di 'filologia'/'filologico' (come dal quote citato, del resto) ... atteggiamento da 'musicologaia' in erba che va stroncato sul nascere :D

Non credo che avrò mai l'onore di lavorare in qualità di musicologa(ia)... 02.gif quindi certi interventi e certe "sparate accademiche" le posso fare solo qui.. basta ignorarle, non c'è bisogno di stroncarle.. mad.gif

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora, allora, allora... presa da nostalgia per lo studio del flauto, in una pausa mentre cercavo di imparare qualche brano alla pianola (il preludio Bachiano e qualche melodia semplice semplice)...

:mellow: ho constatato che la mia indipendenza delle mani/dita è piuttosto scarsa, oserei dire pietosa,

però sul flauto ovviamente non si nota troppo! (ma uffi, perchè?!? :blink:)

Chiusa parentesi sullo studio... dicevo, nella nostalgia flautistica ho dato un occhio alle sonate di Marcellus.

Sì, quelle da me tanto odiate, quelle da me tanto snobbate, quelle che... stonano nella mia biblioteca musicale! :beee:

Mi sono armata di Cd e ho iniziato l'ascolto... :dirol:

ascoltavo e suonavo a ruota come ai vecchi tempi.. ma ecco, l'impressione che mi ha dato è "non è esattamente quello che mi è stato insegnato". (non ho ascoltato tutto però!)

Ma è tutto piuttosto monointenzionale l'interpretazione.. non noto questo gran effetto eco f->p tanto raccomandato (a me!).

Ma in genere non noto grandi cambiamenti dinamici... :mellow: non noto grandi effetti di sorpresa... non so, guardando anche l'ed. di Tassinari.

Insomma, tutto piuttosto lineare e per questo... forse un po' monotono.

Mi sono ripromessa di studiarne un paio (ma questa volta seriamente! :punish: )... però non so se prendere in considerazione il Cd mentre studio oppure è meglio se faccio di testa mia. :D [ecco, di buono ha questo Cd l'avermi fatto riavvicinare alle sonate Marcelliane... ancora una volta!]

Uh Uh .....sento parlare delle Sonate di Marcello...... ed eccomi di ritorno!!

E passato tanto tempo dall'ultima volta che ho scritto ma da un anno sono in pieno caos "vita,lavoro,casa,flauto ,solfeggio" (e chi piu ne ha piu ne metta) e per il prossimo si prevede anche peggio, ma nulla mi ha fatto desistere dal flauto a cui non contenta ho aggiunto solfeggio, e soprattutto al richiamo di queste Sonate non ho saputo resistere!!

Pensa Flaux che invece io le adoro e me ne sono innamorata immediatamente fin dal primo giorno che ho messo mano allo spartito come studio nonostante non le avessi mai ascoltate.

Le ho studiate per almeno un anno senza averle mai ascoltate e con una grandissima frustrazione perche non venivano mai come le immaginavo e le sentivo "dentro "... un abisso tra il "sentire" interno e la capacità esecutiva.

Poi mi è stato dato il CD di A. Persichilli ed ho scoperto come "avrei dovuto" suonarle (almeno tecnicamente) ma era in ogni caso completamente diverso dal mio "immaginario" (ed era anche logico visto che non avevo una gran cognizione di prassi esecutive barocche filologia etc etc ....non che oggi ne abbia molte di piu! :P ).

In ogni caso continuo ad adorarle e continuo a studiarle cercando di raggiungere il mio iniziale "ideale", giusto o sbagliato che sia... tanto ormai non avendole piu tra le cose da "studiare" me le vivo come momento musicale di massima libertà e gioia del suonare, diciamo che "faccio un po' come me pare"...in ogni caso per me rimangono sempre bellissime e piene di fascino....e non so dire nemmeno perche' sinceramente!!

un bacio grande a tutti

:girl_wink:

Link al commento
Condividi su altri siti

Pensa Flaux che invece io le adoro e me ne sono innamorata immediatamente fin dal primo giorno che ho messo mano allo spartito come studio nonostante non le avessi mai ascoltate.

Le ho studiate per almeno un anno senza averle mai ascoltate e con una grandissima frustrazione perche non venivano mai come le immaginavo e le sentivo "dentro "... un abisso tra il "sentire" interno e la capacità esecutiva.

Poi mi è stato dato il CD di A. Persichilli ed ho scoperto come "avrei dovuto" suonarle (almeno tecnicamente) [..]...in ogni caso per me rimangono sempre bellissime e piene di fascino....e non so dire nemmeno perche' sinceramente!!

un bacio grande a tutti

:girl_wink:

Lo scrivo anche qui... BENTORNATA HYPER! :)

Felice di sapere che ampli le conoscenze musicali: sì, il solfeggio è importante e se riesci a fartelo piacere è certamente un vantaggio! (io ovviamente non l'ho mai ripreso.. e infatti si sente.. :mellow: )

Boh.. marcello resterà un mistero che mi perseguiterà a vita... :ph34r:

Link al commento
Condividi su altri siti

Lo scrivo anche qui... BENTORNATA HYPER! :)

Felice di sapere che ampli le conoscenze musicali: sì, il solfeggio è importante e se riesci a fartelo piacere è certamente un vantaggio! (io ovviamente non l'ho mai ripreso.. e infatti si sente.. :mellow: )

Boh.. marcello resterà un mistero che mi perseguiterà a vita... :ph34r:

Grazie mille Flaux...

in ogni caso è un mistero anche per me....non so ancora perche mi piaccia tanto!!

Si il solfeggio è fondamentale....ho sempre avuto grossissimi problemi ritmici e la mia insegante di flauto mi diceva sempre che come suono ero al livello di un secondo tendente al terzo e ritmicamente al primo mese, e cosi mi sono decisa e ho fatto bene perche ho veramente risolto tantissime problematiche e oggi mi sento molto piu sicura...tra l'altro lo sto studiando seriamente per prepararmi all'esame....mi ci vorranno credo almeno 2 anni visto il poco tempo a disposizione nonche' un anno pieno di "impicci" ma ce la faro', me lo sono messo come punto di arrivo ...anche se invece di 2 ce ne dovessi mettere 5 di anni!!

e a te invece come è andato il doppio e il triplo staccato? :girl_wink:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 months later...

Ora pace all'anima di Rampal... ma io non credo di aver ben capito bene nemmeno questa di interpretazione di Syrinx... come al solito tutti mi direte che è una bellissima interpretazione che Rampal è intoccabile etc... ma a me non piace proprio per niente questa sua interpretazione di Syrinx

a voi http://www.youtube.c...feature=related

Link al commento
Condividi su altri siti

Ora pace all'anima di Rampal... ma io non credo di aver ben capito bene nemmeno questa di interpretazione di Syrinx... come al solito tutti mi direte che è una bellissima interpretazione che Rampal è intoccabile etc... ma a me non piace proprio per niente questa sua interpretazione di Syrinx

a voi http://www.youtube.c...feature=related

...aveva fretta di andare al ristorante!! :D

Quest'esecuzione non piace molto nemmeno a me. Ne conosco altre due di Rampal molto più convincenti: qui non mi dice niente. Quella di Galway però é un autentico delirio. :D

Link al commento
Condividi su altri siti

...aveva fretta di andare al ristorante!! :D

Quest'esecuzione non piace molto nemmeno a me. Ne conosco altre due di Rampal molto più convincenti: qui non mi dice niente. Quella di Galway però é un autentico delirio. :D

E diciamo che se la giocano bene... Galway si forse stava tirando pallonate a destra e a manca!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

la vera domanda qui mi sembra che sia:

ma stefanoconti, ma galway che male ti ha fatto?

ò, sta diventando una specie di ossessione :o

....mi ha fatto sprecare un saccodi soldi in cd che mi hanno deluso :D

Però dai 'sto Syrinx 'un se po' sentì...e che é!

Ossessione? E che godo troppo a stuzzicarti! :D

A parte gli scherzi, per quanto mi sforzi, non trovo nessuna motivazione plausibile per cui Syrinx debba essere suonato così, alla 'faccio come mi pare'sia esso Galway, Guiot,Rampal et alii...

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy