Vai al contenuto
Guest Fede_Rinhos

Berliner o Wiener?

Berliner o Wiener?  

35 voti

  1. 1. Quale di queste due orchestre magnifiche preferite?

    • Berliner Philharmoniker
      23
    • Wiener Philharmoniker
      12


Recommended Posts

Guest Fede_Rinhos

Due paesi diversi, due direttori "storici" (Karajan e Bernstein) agli antipodi, eppure vi è spesso un collegamento almeno di paragone che collega queste due orchestre straordinarie. Ma voi, personalmente, quale delle due preferite in generale?

io opto per i Wiener tutta la vita :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Due paesi diversi, due direttori "storici" (Karajan e Bernstein) agli antipodi, eppure vi è spesso un collegamento almeno di paragone che collega queste due orchestre straordinarie. Ma voi, personalmente, quale delle due preferite in generale?

io opto per i Wiener tutta la vita :)

Per me dipende sempre dal direttore, quindi non posso votare.

P.S.: Anche Böhm era un direttore storico in contemporanea a Bernstein dei Wiener -_- .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wiener per sempre. Mi spiace, ma i Berliner del dopo von Karajan spesso sono inascoltabili -_-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Assolutamente Berliner.

I Wiener purtroppo sono tremendamente incostanti. Ho sentito dal vivo qui a Roma concerti in cui i problemi d'insieme da loro denotati erano indegni del loro nome.

Inoltre, dai tempi di Abbado apprezzo sempre di più la partecipatività dei Berliner! Parlo sempre per ascolto dal vivo, le incisioni non mi interessano. Vedere quell'onda di musicisti che segue la musica col corpo rafforza ulteriormente la quel suono d'archi che non sento a nessun altro, ivi comprese le straordinarie orchestre americane. Giusto a San Pietroburgo ho sentito qualità paragonabili.

Per rifare nel mio piccolo e modesto la considerazione di Toscanini, la mia orchestra ideale sarebbe composta dagli archi dei Berliner, i legni di Cleveland, gli ottoni di Chicago e le percussioni di Monaco. Per l'arpa ne possiamo parlare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Assolutamente Berliner.

I Wiener purtroppo sono tremendamente incostanti. Ho sentito dal vivo qui a Roma concerti in cui i problemi d'insieme da loro denotati erano indegni del loro nome.

Inoltre, dai tempi di Abbado apprezzo sempre di più la partecipatività dei Berliner! Parlo sempre per ascolto dal vivo, le incisioni non mi interessano. Vedere quell'onda di musicisti che segue la musica col corpo rafforza ulteriormente la quel suono d'archi che non sento a nessun altro, ivi comprese le straordinarie orchestre americane. Giusto a San Pietroburgo ho sentito qualità paragonabili.

Per rifare nel mio piccolo e modesto la considerazione di Toscanini, la mia orchestra ideale sarebbe composta dagli archi dei Berliner, i legni di Cleveland, gli ottoni di Chicago e le percussioni di Monaco. Per l'arpa ne possiamo parlare...

Purtroppo sono d'accordo. Dico purtroppo perché i Wiener Philharmoniker sono un'eredità vitale, proveniente da una tradizione orchestrale unica: in un'intervista di parecchi anni fa Jörg Demus, ad una domanda riguardante il cuore della tradizione esecutiva viennese, rispondeva che esso era rappresentato dai Wiener Philharmoniker. Ho anch'io avuto modo di riscontrare la grande incostanza di questa orchestra, capace di cose bellissime come pure di esecuzioni improponibili anche per compagini molto meno titolate (la Traviata dal vivo a Salisburgo, con Villazon e la Netrebko, diretti da Rizzi è un esempio, e neppure tra i peggiori). C'è da dire che sono due orchestre molto diverse, anche come statuto e tipo di attività, cosa che forse può giustificare la difficoltà attuale dei Wiener a mantenersi ai livelli di assoluta eccellenza per loro tradizionali.

ciao

besugo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

citando Frastor, i Berliner. Anche se come al solito questi tipi di sondaggi sono sempre infami :D Come chiedere "Vuoi più bene alla mamma o al papà?" :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Berliner, anche se concordo con chi dice che oggi non sono più al livello di un tempo. Ma francamente i Wiener non mi hanno quasi mai convinto, e non ho mai capito tutto questo entusiasmo verso di loro. Il fatto, inoltre, che questa orchestra tradizionalmente rinunci al direttore fisso denota una certa carenza di personalità: finchè sul podio c'erano i Bohm, Karajan, Bernstein OK, ma se appena sul loro podio saliva un interprete meno valido la differenza la sentivi subito.

Quando invece Karajan a Berlino lasciò il posto ad Abbado, quest'ultimo dovette faticare non poco per "disfarsi" di quel famoso "suono" ricco e opulento del suo predecessore, tanto che nel 1990 con questa orchestra Barenboim incise gli ultimi otto concerti per pianoforte mozartiani con un suono ancora molto "karajaniano". :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il direttore influenza sino ad un certo punto. Stesso pezzo con stesso direttore sarà eseguito in maniera diverse con diverse orchestre, anche per ils emplice fatto del timbro orchestrale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Berliner, anche se devo ammettere che i Wiener li ho sentiti solo 3 volte dal vivo...

Comunque credo che i berliner habiano molta più capacità espressiva quando suonano; i Wiener mi sono sembrati invece un po' smorti.. ma ripeto che posso anche aver ascoltato gli unici 3 concerti brutti che hanno fatto..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Berliner, anche se concordo con chi dice che oggi non sono più al livello di un tempo. Ma francamente i Wiener non mi hanno quasi mai convinto, e non ho mai capito tutto questo entusiasmo verso di loro. Il fatto, inoltre, che questa orchestra tradizionalmente rinunci al direttore fisso denota una certa carenza di personalità: finchè sul podio c'erano i Bohm, Karajan, Bernstein OK, ma se appena sul loro podio saliva un interprete meno valido la differenza la sentivi subito.

Quando invece Karajan a Berlino lasciò il posto ad Abbado, quest'ultimo dovette faticare non poco per "disfarsi" di quel famoso "suono" ricco e opulento del suo predecessore, tanto che nel 1990 con questa orchestra Barenboim incise gli ultimi otto concerti per pianoforte mozartiani con un suono ancora molto "karajaniano". :scratch_one-s_head:

Beh, da un certo punto di vista direi che questo sia un punto a favore dei Wiener. Se ti danno una Ferrari e non sai guidarla è colpa tua, mica della macchina... Almeno così si vede chi è bravo e chi no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, da un certo punto di vista direi che questo sia un punto a favore dei Wiener. Se ti danno una Ferrari e non sai guidarla è colpa tua, mica della macchina... Almeno così si vede chi è bravo e chi no.

Forse... Ma è anche vero che la Ferrari di Berlino del 1988-89 era in grado di correre e vincere ogni Gran Prix anche da sola. Il mini-ciclo di Barenboim che ho citato ne è l'esempio perfetto. Tra parentesi proprio allora ricordo un cd realizzato per beneficenza dai Berliner per la RCA (tre sinfonie di Mozart: mi sembra la 32, 36 e 40) senza direttore d'orchestra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allo stato attuale sicuramente i Wiener, ma come giustamente qualcuno affermava molto dipende

dalla personalità del direttore (dopo Karajan per i Berliner, un inesorabile livellamento, eccelso, ma livellamento) in altri tempi un simile confronto non sarebbe stato possibile !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allo stato attuale sicuramente i Wiener, ma come giustamente qualcuno affermava molto dipende

dalla personalità del direttore (dopo Karajan per i Berliner, un inesorabile livellamento, eccelso, ma livellamento) in altri tempi un simile confronto non sarebbe stato possibile !

Ho votato per i Berliner...data la mia assoluta ammirazione per Emmanuel Pahud, Andreas Blau ed Albrecht Mayer.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy