Vai al contenuto
Maestro

Patricola

Recommended Posts

Salve a tutti, ho aperto un nuovo topic sui clarinetti Patricola perchè penso che ormai paragonarli ai Buffet sia diventato inutile. Oggi sono stato a Castelnuovo Scrivia, non starò a raccontarvi che sono stati gentilissimi e che i loro strumenti sono la quinta essenza della bellezza e della qualità perchè questo già lo sapete. Io ne ho provati molti, ma di altre persone che li avevano, oggi finalmente sono andato a scegliere il mio e vorrei sfatare una falsa credenza. Non è assolutamente vero che i clarinetti in rosewood suonano più piano di quelli in ebano. E' vero che alcuni strumenti in rosewood (ma solo alcuni, non tutti) hanno meno proiezione, tuttavia compensano questa mancanza con un suono decisamente superiore agli strumenti in ebano e una facilità di emissione non indifferente. Ma veniamo al dunque. Per fare i miei "test" mi sono recato in fabbrica con un mio amico oboista in modo da avere un parere del tutto neutrale anche da una persona che ascolta. Dopo aver suonato tutti gli strumenti che mi sono stati messi a disposizione ho mandato il mio amico nella stanza adiacente a quella di prova in un punto dove non potesse vedermi e ho cominciato a fargli sentire quattro strumenti alla volta, sia in rosewood che in ebano. Alcuni strumenti in rosewood effettivamente li percepiva meno sonori, ma attenzione parliamo di lievissime sfumature, altri invece non è riuscito a capire se erano in rosewood o in ebano per via della stessa potenza di suono altri ancora li ha percepiti più sonori di quelli in ebano. Naturalmente ho usato sempre la stessa ancia lo stesso bocchino e la stessa legatura. Andando avanti con questo procedimento ho selezionato 4 strumenti, 2 in rosewood e 2 in ebano. Appurato il fatto che differenze di sonorità e di proizione tra questi strumenti non ce n'era ho cominciato a valutarli per il suono insieme al mio amico, e sia io che lui abbiamo trovato il rosewood un poco superiore per via della dolcezza nel timbro in qualsiasi registro (che però non a tutti è detto che piaccia, dipende dal genere di musica che vuole suonare), inoltre ho trovato lo strumento in rosewood decisamente più leggero sia di peso che di emissione. Alla fine quindi la mia scelta si è orientata su uno strumento in legno di rosa, ma rimaneva il problema che tutti e due gli strumenti da me selezionati erano eccezzionali e non potevo comprarli tutti e due (anche se avrei voluto), così mi sono affidato all'istinto e ancora alle impressioni del mio amico e naturalmente delle gentilissime persone che mi hanno sopportato tutto il giorno e ne ho scelto uno.

Ho provato anche dei clarinetti piccoli, tutti eccezzionali e tra quelli invece mi ha convinto molto un modello in ebano, che pur avendo un suono meno aggrazziato degli strumenti in rosewood risultava con un suono molto omogeneo e ricco di armonici.

Infine vorrei aggiungere che anche il mio amico ha fatto qualche test sugli oboi e adirittura uno strumento in legno di rosa è risultato nettamente più sonoro di tutti gli altri provati in ebano, ma a differenza dei clarinetti, con un suono più chiaro e squillante.

Spero con le mie osservazioni di non essere stato eccessivamente prolisso e di non avervi annoiato ma di avervi fornito delle informazioni utili nel caso qualcuno di voi debba o voglia comprarsi un nuovo calrinetto di questa meritevole ditta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Clarsax

Maestro, suppongo tu abbia preso un 17/6 ?

Mi sembra che nessuno abbia parlato finora dei modelli con 7 anella o del discendente, qualcuno li ha provati?

Il boehm completo tradizionalmente risulterebbe essere in generale più "duro" del 17/6, ma il Virtuoso com'è?

Quando ho avuto l'occasione di parlare con Francesco mi diceva che specialmente del discendente ne vendono pochi

"come le mosche bianche" cito testualmente a parte il fatto che il 7 anella costa già 500 euro in più ed il 20/7 quasi mille (se ricordo bene) per via delle macchine espressamente dedicate

Forse Clarinetto1 potrebbe dirci qualcosa in proprosito perchè mi sembra che abbia il completo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Maestro, suppongo tu abbia preso un 17/6 ?

Mi sembra che nessuno abbia parlato finora dei modelli con 7 anella o del discendente, qualcuno li ha provati?

Il boehm completo tradizionalmente risulterebbe essere in generale più "duro" del 17/6, ma il Virtuoso com'è?

Quando ho avuto l'occasione di parlare con Francesco mi diceva che specialmente del discendente ne vendono pochi

"come le mosche bianche" cito testualmente a parte il fatto che il 7 anella costa già 500 euro in più ed il 20/7 quasi mille (se ricordo bene) per via delle macchine espressamente dedicate

Forse Clarinetto1 potrebbe dirci qualcosa in proprosito perchè mi sembra che abbia il completo...

Si esatto ho preso un 17/6. Il 7° anello serve solo per fare il sib/mib (lab/reb per chi legge in chiave di tenore) a forchetta, ma è una comodità della quale si può fare tranquillamente a meno. Il 20 chiavi invece lo trovo assolutamente obsoleto, non solo è più duro da suonare, ma pesa di più e non è proprio intonatissimo. Serviva agli orchestrali di una volta per suonare qualsiasi parte scritta per clarinetto in la con lo strumento in sib. Esiste un solo passo d'orchestra scritto per clarinetto in Sib che richiede il Mib (reb) basso e si trova nel secondo atto della Turandot, ma ormai viene eseguito da tutti con il clarinetto in la. Inoltre aggiungerei che sia sul 19 chiavi che sul 20 alcune posizioni per le note acute non sono praticabili, e questo è uno svantaggio non da poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si esatto ho preso un 17/6. Il 7° anello serve solo per fare il sib/mib (lab/reb per chi legge in chiave di tenore) a forchetta, ma è una comodità della quale si può fare tranquillamente a meno. Il 20 chiavi invece lo trovo assolutamente obsoleto, non solo è più duro da suonare, ma pesa di più e non è proprio intonatissimo. Serviva agli orchestrali di una volta per suonare qualsiasi parte scritta per clarinetto in la con lo strumento in sib. Esiste un solo passo d'orchestra scritto per clarinetto in Sib che richiede il Mib (reb) basso e si trova nel secondo atto della Turandot, ma ormai viene eseguito da tutti con il clarinetto in la. Inoltre aggiungerei che sia sul 19 chiavi che sul 20 alcune posizioni per le note acute non sono praticabili, e questo è uno svantaggio non da poco.

io ho il 17/6 sia in sib che in la

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Clarsax
io ho il 17/6 sia in sib che in la

ooooops! scusami :blush:

Maestro:

Il 20 chiavi invece lo trovo assolutamente obsoleto, non solo è più duro da suonare, ma pesa di più e non è proprio intonatissimo

Capisco benissimo chi si è recato in Ditta per comprare e scegliersi il proprio strumento e non per fare le recensioni

Ma , appunto per questi "storici" difetti nessuno ha avuto almeno la curiosità di provarne uno anche per vedere se il Virtuoso se la cava meglio?

Prezzo a parte (che dovrebbe almeno giustificare una certa consistenza) ed il livello raggiunto, chissà che non sia una bella sorpresa :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi sono stato nuovamente dai Patricola perchè il clarinetto in sib si sentiva solo e aveva bisogno del fratello in la. Con mia grande sorpresa mi è stata mostrata una "macchina" che serve in fase di collaudo dei clarinetti e attraverso un sistema particolare di display è in grado di misurare non solo la precisione dell'intonazione degli strumenti, ma anche la quantità di armonici prodotti, i decibel e la capacità del suono di proiettarsi. Ora posso confermare con assoluta certezza quanto avevo dedotto con le prove citate nel primo messaggio. Non esiste alcuna differenza tranne che nel timbro tra i clarinetti in rosewood e quelli in ebano. Tutti e due i materiali sono in grado di produrre la stessa sonorità sia in termini di decibel che in termini di proiezione sonora e questo non è più solo un mio parere personale ma una prova scientifica certa e certificabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vi segnalo, ad uso soprattutto di chi non è mai stato dai Patricola come me, che sul numero di Aprile di "Strumenti News" vi è una intervista con i Patricola (non ho sotto mano il giornale e non ricordo chi sia stato intervistato...)

La cosa interessante sono le risposte all'intervistatore che incalza sul tema di un possibile aumento della produzione... visto che la richiesta dei loro clarinetti, e non meno degli oboi, sembra crescere

Le risposte sono state rassicuranti... ma...

Il dato oggettivo è che se aumenta la produzione la qualità scende...

se non aumenta la produzione allora aumentano i prezzi....

o rimane tutto come oggi o quasi (???)

sempre nell'ipotesi, cosa di cui molti sonon certi, che la domanda aumenti!

Altra cosa interessante è che il mercato italiano assorbe il 30% della loro produzione di clarinetti (sotto i 200 all'anno!!!) il resto va per la maggior parte negli USA...

e se, come certamente farete, leggete in qualche forum di oltre oceano... beh è evidente che i clarinetti Patricola hanno la loro bella considerazione!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vi segnalo, ad uso soprattutto di chi non è mai stato dai Patricola come me, che sul numero di Aprile di "Strumenti News" vi è una intervista con i Patricola (non ho sotto mano il giornale e non ricordo chi sia stato intervistato...)

La cosa interessante sono le risposte all'intervistatore che incalza sul tema di un possibile aumento della produzione... visto che la richiesta dei loro clarinetti, e non meno degli oboi, sembra crescere

Le risposte sono state rassicuranti... ma...

Il dato oggettivo è che se aumenta la produzione la qualità scende...

se non aumenta la produzione allora aumentano i prezzi....

o rimane tutto come oggi o quasi (???)

sempre nell'ipotesi, cosa di cui molti sonon certi, che la domanda aumenti!

Altra cosa interessante è che il mercato italiano assorbe il 30% della loro produzione di clarinetti (sotto i 200 all'anno!!!) il resto va per la maggior parte negli USA...

e se, come certamente farete, leggete in qualche forum di oltre oceano... beh è evidente che i clarinetti Patricola hanno la loro bella considerazione!!!!

Anche se decidessero oggi di aumentare la produzione se ne riparlerebbe fra 11/13 anni, cioè il tempo necessario a far stagionare delle grosse quantità di legno, è possibile invece che aumentino i prezzi, ma speriamo di no!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Clarinetto 1! Oltre che essere belli suonano divinamente, ma tu lo sai benissimo visto che hai i Patricola da molto più tempo di me

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ecco a voi la foto dei miei nuovi Patricola

14052009042.jpg

maestro..... sono la casa più bella che io abbia mai visto, te lo dico col cuore in mano non sai cosa darei per averli ora sottomano e suonarli tutta notte...

indipendentemente da come suonano sono una cosa semplicemente meravigliosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho provato anche dei clarinetti piccoli, tutti eccezzionali e tra quelli invece mi ha convinto molto un modello in ebano, che pur avendo un suono meno aggrazziato degli strumenti in rosewood risultava con un suono molto omogeneo e ricco di armonici.

Ciao MAestro.

Riprendo questo tuo intervento per chiederti una qualificata opinione.

Sappiamo che tu sei cultore ed appassionato del piccolo.

Mi interesserebbe la tua opinione sul piccolo PAtricola.

In particolare, su di un elemento.

Mi dicono (non certo i PAtricola che sono piuttosto schivi) che i piccolo dei PAtricola, oltre alle qualità da te descritte, hanno anche una straordinaria facilità di emissione rispetto agli altri brand.

Che ne pensi?

pee wee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao MAestro.

Riprendo questo tuo intervento per chiederti una qualificata opinione.

Sappiamo che tu sei cultore ed appassionato del piccolo.

Mi interesserebbe la tua opinione sul piccolo PAtricola.

In particolare, su di un elemento.

Mi dicono (non certo i PAtricola che sono piuttosto schivi) che i piccolo dei PAtricola, oltre alle qualità da te descritte, hanno anche una straordinaria facilità di emissione rispetto agli altri brand.

Che ne pensi?

pee wee

Infatti è così, hanno una facilità di emissione incredibile, superiore a qualsiasi altro strumento in commercio, sia che si parli del piccolo in rosewood che di quello in ebano. Oltre alla facilità di emissione comuqnue hanno anche tante altre buone qualità, tra cui l'intonazione ottima. Ti consiglio di provarne qualcuno visto che non abiti distante dalla fabbrica, rimarrai piacevolmente sorpreso da questi strumenti. Io avrei comprato pure il piccolo quando sono andato, ma se fossi tornato a casa con tre strumenti non so come sarebbe andata a finire, visto che ero partito con l'idea di cambiare solo il sib

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao MAestro.

Riprendo questo tuo intervento per chiederti una qualificata opinione.

Sappiamo che tu sei cultore ed appassionato del piccolo.

Mi interesserebbe la tua opinione sul piccolo PAtricola.

In particolare, su di un elemento.

Mi dicono (non certo i PAtricola che sono piuttosto schivi) che i piccolo dei PAtricola, oltre alle qualità da te descritte, hanno anche una straordinaria facilità di emissione rispetto agli altri brand.

Che ne pensi?

pee wee

Salve Pee wee,

Mi unisco a Meastro se permeti:

Ho provato qalche giorno addietro dei MIb Patricola assieme ai SIb del quale ne ho preso uno e posso dirti che sono qualcosa di bello da suonare, molto facile specialmente il Rosewood, non si fa per nulla fatica e sono intonatissimi.

Ti consiglio di farti un giro di prova per testerli di persona.

Ciao Sandro_78

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vi segnalo, ad uso soprattutto di chi non è mai stato dai Patricola come me, che sul numero di Aprile di "Strumenti News" vi è una intervista con i Patricola (non ho sotto mano il giornale e non ricordo chi sia stato intervistato...)

La cosa interessante sono le risposte all'intervistatore che incalza sul tema di un possibile aumento della produzione... visto che la richiesta dei loro clarinetti, e non meno degli oboi, sembra crescere

Le risposte sono state rassicuranti... ma...

Il dato oggettivo è che se aumenta la produzione la qualità scende...

se non aumenta la produzione allora aumentano i prezzi....

o rimane tutto come oggi o quasi (???)

sempre nell'ipotesi, cosa di cui molti sonon certi, che la domanda aumenti!

Altra cosa interessante è che il mercato italiano assorbe il 30% della loro produzione di clarinetti (sotto i 200 all'anno!!!) il resto va per la maggior parte negli USA...

e se, come certamente farete, leggete in qualche forum di oltre oceano... beh è evidente che i clarinetti Patricola hanno la loro bella considerazione!!!!

Ciao Clany,

Ho letto l'articolo, molto interessante.

Nel frattempo mi domandavo se li hai provati, se si come sono?, ho un amico che l'ha già preso ed è una bellezza, si suona d'un facile.

Non sono molto distanti da me e tra non molto se i miei sono d'accordo li andremo a trovare.

Ciao Chiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Clany,

Ho letto l'articolo, molto interessante.

Nel frattempo mi domandavo se li hai provati, se si come sono?, ho un amico che l'ha già preso ed è una bellezza, si suona d'un facile.

Non sono molto distanti da me e tra non molto se i miei sono d'accordo li andremo a trovare.

Ciao Chiara

Se non abiti distante ti consiglio di andarci anche solo per fare qualche prova. Non c'è nessun obbligo di acquisto, potrai provare tutti gli strumenti che vuoi senza per forza doverne comprare uno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se non abiti distante ti consiglio di andarci anche solo per fare qualche prova. Non c'è nessun obbligo di acquisto, potrai provare tutti gli strumenti che vuoi senza per forza doverne comprare uno

Ciao grazie per la dritta, stò aspettando solo che i miei possano comprarmi un nuovo clarinetto.

Dato che me ne ha parlato bene un amico e provato il suo lo trovato molto facile.

Io ho un Selmer preso già usato ed è ora di cambiarlo.

Ciao e grazie ancora.

Chiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se non abiti distante ti consiglio di andarci anche solo per fare qualche prova. Non c'è nessun obbligo di acquisto, potrai provare tutti gli strumenti che vuoi senza per forza doverne comprare uno

Ciao Maestro,

Grazie ancora del tuo consiglio, finalmente la settimana scorsa sono andata con i miei dai Patricola e mi sono presa un bellissimo Patricola Virtuoso Grenadilla.

Mi piaceva tanto il Rosewood ma dovendo limitare la spesa ho preso un Grenadilla, non che sia da meno ma a me piaceva tanto il Rosewood, ci ho lasciato il cuore.

Comunque sono soddisfatta lo stesso del mio acquisto e anche la mia insegnante è rimasta entusiasta del mio strumento, molto facile e equilibrato è stato il suo primo commento.

Quindi per ora tutto ok.

Ciao a tutti

Chiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me interesserebbe, andrei anche in treno se ci fosse la stazione (abito tra romagna e marche) ma non sono capace nemmeno di provarli ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
A me interesserebbe, andrei anche in treno se ci fosse la stazione (abito tra romagna e marche) ma non sono capace nemmeno di provarli ..

Ciao Frank93,

Guarda che è facile andare da loro e la stazione + vicina è Voghera a 10km, quando gli ho telefonato la prima volta si sono offerti di venirmi a prendere in stazione, poi siamo andati in auto.

Scusa ma non ho capito la frase "non sono capace nemmeno di provarli ..", a cosa ti riferisci?, se ti riferisci al fatto di essere alle prime "armi" guarda che allora questo clarinetto ti aiuterà molto di suo.

Ciao Clarchiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Frank93,

Guarda che è facile andare da loro e la stazione + vicina è Voghera a 10km, quando gli ho telefonato la prima volta si sono offerti di venirmi a prendere in stazione, poi siamo andati in auto.

Scusa ma non ho capito la frase "non sono capace nemmeno di provarli ..", a cosa ti riferisci?, se ti riferisci al fatto di essere alle prime "armi" guarda che allora questo clarinetto ti aiuterà molto di suo.

Ciao Clarchiara

nel senso che se vado in officina non so come scegliere xD

comunque se ci sono autobus o mi passano a prendere ci vado senza problemi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×