Vai al contenuto

DON CARLO alla Scala di Milano


MassimoParsifal
 Condividi

Recommended Posts

Però i cantanti non possono temere di usurare la voce con troppi esercizi? Sapendo che rispetto agli strumentisti hanno una carriera più breve magari fanno un ragionamento del genere (prediligono la quantità alla qualità).

Infatti non bisogna fare troppi esercizi, ma solo il minimo per tenere il fiato sotto controllo. Il cantante può avere una carriera lunga quanto quella di tutti gli strumentisti, se sa fare scelte oculate e non abusa del proprio strumento.

Link al commento
Condividi su altri siti

Però i cantanti non possono temere di usurare la voce con troppi esercizi? Sapendo che rispetto agli strumentisti hanno una carriera più breve magari fanno un ragionamento del genere (prediligono la quantità alla qualità).

No, Super. I vocalizzi rovinano solo le voci impostate male. Una voce ben impostata più canta e più si scalda e quindi canta meglio.Più la tecnica di fonazione è errata più il cantante si stanca presto e deteriora la voce in breve tempo imboccando la strada di una carriera breve e mediocre. Quanti cattivi cantanti cantano peggio all'ultimo atto perchè sono sfiatati?

Quasi tutti i cantanti impostati bene non hanno avuto mai problemi di "tenuta" e hanno avuto carriere lunghe o lunghissime sempre mantenendo un buon livello qualitativo : Gigli, la Olivero, Protti, Bergonzi, la Freni, Pavartotti, Kraus, Bruson, per citarne solo alcuni, hanno avuto carriere lunghe intorno ai quarant'anni. Perchè erano stati impostati bene e mantenevano, con gli esercizi e il giusto stile di vita, il livello raggiunto.

Oggi si crede che bastino doti naturali di partenza e un buon lancio pubblicitario per creare un nome nuovo :

ma così facendo si fa il male del teatro, che perde in qualità, e anche dei giovani cantanti , che sono gettati allo sbaraglio e a cui si fa credere di essere quello che ancora non sono.

Io ho saputo che , anni fa, una giovane soprano, scelta da Muti come protagonista in un'opera verdiana, non sentendosi ancora pronta, aveva declinato l'offerta del maestro napoletano, il quale , invece di apprezzare la sua professionalità e il suo scrupolo, se ne ebbe a male.

Anche queste cose non fanno bene al teatro e alla musica.

La voce umana è lo strumento più bello e più vulnerabile: per questo va coltivato e sviluppato con costanza e rispetto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Infatti non bisogna fare troppi esercizi, ma solo il minimo per tenere il fiato sotto controllo. Il cantante può avere una carriera lunga quanto quella di tutti gli strumentisti, se sa fare scelte oculate e non abusa del proprio strumento.

No, Super. I vocalizzi rovinano solo le voci impostate male. Una voce ben impostata più canta e più si scalda e quindi canta meglio.Più la tecnica di fonazione è errata più il cantante si stanca presto e deteriora la voce in breve tempo imboccando la strada di una carriera breve e mediocre. Quanti cattivi cantanti cantano peggio all'ultimo atto perchè sono sfiatati?

Quasi tutti i cantanti impostati bene non hanno avuto mai problemi di "tenuta" e hanno avuto carriere lunghe o lunghissime sempre mantenendo un buon livello qualitativo : Gigli, la Olivero, Protti, Bergonzi, la Freni, Pavartotti, Kraus, Bruson, per citarne solo alcuni, hanno avuto carriere lunghe intorno ai quarant'anni. Perchè erano stati impostati bene e mantenevano, con gli esercizi e il giusto stile di vita, il livello raggiunto.

Oggi si crede che bastino doti naturali di partenza e un buon lancio pubblicitario per creare un nome nuovo :

ma così facendo si fa il male del teatro, che perde in qualità, e anche dei giovani cantanti , che sono gettati allo sbaraglio e a cui si fa credere di essere quello che ancora non sono.

Io ho saputo che , anni fa, una giovane soprano, scelta da Muti come protagonista in un'opera verdiana, non sentendosi ancora pronta, aveva declinato l'offerta del maestro napoletano, il quale , invece di apprezzare la sua professionalità e il suo scrupolo, se ne ebbe a male.

Anche queste cose non fanno bene al teatro e alla musica.

La voce umana è lo strumento più bello e più vulnerabile: per questo va coltivato e sviluppato con costanza e rispetto.

Capito, grazie dei chiarimenti.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non ho ancora avuto modo di vederlo. Ecco le repliche su classica tv (Sky):

In programmazione su Classica:

Sabato 13 Dicembre ore 21.00

Lunedi 15 Dicembre ore 10.00

Mercoledi 17 Dicembre ore 15.50

Domenica 21 Dicembre ore 12.00

Martedi 23 Dicembre ore 11.30

Giovedi 1 Gennaio ore N.A.

Venerdi 9 Gennaio ore N.A.

p.s. leggendo il cast, mi chiedevo: ma possibile che non esistono bassi o baritoni giovani (magari italiani) che possano sostenere le parti di Filippo II o del Grande Inquisitore? Perchè ci si affida sempre a "vecchie glorie", con tutti i pro e i contro che ne comporta, come Furlanetto o Salminen (che poi non ha cantato) o Kotscherga?

Link al commento
Condividi su altri siti

p.s. leggendo il cast, mi chiedevo: ma possibile che non esistono bassi o baritoni giovani (magari italiani) che possano sostenere le parti di Filippo II o del Grande Inquisitore? Perchè ci si affida sempre a "vecchie glorie", con tutti i pro e i contro che ne comporta, come Furlanetto o Salminen (che poi non ha cantato) o Kotscherga?

E' una vecchia storia. I cantanti che hanno fatto una buona carriera, offrono affidabilità, come Furlanetto, anche a costo di qualche cedimento; i giovani possono essere imprevedibili. Anche Muti in genere preferiva affidarsi a qualche vecchia colonna (vedi il Rigoletto con Bruson), ma quando anche questi non offrivano sicurezza (come nella Traviata), si affidava a giovani sconosciuti o quasi. Secondo me Gatti, proprio per dare un segnale migliore, avrebbe dovuto puntare maggiormente su cantanti magari meno conosciuti ma interessanti, come ha fatto Muti a Roma con Otello (ora!!!).

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me Gatti, proprio per dare un segnale migliore, avrebbe dovuto puntare maggiormente su cantanti magari meno conosciuti ma interessanti, come ha fatto Muti a Roma con Otello (ora!!!).

Concordo. Da questo punto di vista Muti ha fatto una scelta coraggiosa e che condivido (e in parte vincente, almeno per quanto riguarda Desdemona). Qualche mese fa ho assistito ad una Traviata alla Scala proprio con Bruson: con tutto il rispetto dovuto ad un grande cantante e interprete come lui, dire che è "alla frutta" è un eufemismo. Lo stesso dicasi per Raimondi. Giunti ad una certa età e soprattutto in condizioni vocali precarie non farebbero meglio a ritirarsi degnamente?

p.s. per chi avesse Classica tv (Sky): in questi giorni stanno trasmettendo un documentario in anteprima assoluta dedicato al rapporto tra Karajan e la Scala, con interviste e filmati d'archivio. Molto interessante!

Link al commento
Condividi su altri siti

A Tom, Lenny, Miasko, Pee Wee, Leo, Kalev,Falstaff e Giovacco (anche se non è un verdiano) dedico questa esecuzione

dell'aria di Isabella.

Per rendere omaggio a Verdi, che meriterebbe solo cantanti così:

http://it.youtube.com/watch?v=Yxx49XtVhog

Link al commento
Condividi su altri siti

io direi una cosa sul pubblico, anzichè mettere in platea gente esperta e appassionata di opera lirica, hanno messo Beckam, Berlusconi, L. Moratti etc. Che tristezza, mi sembra di stare nel 700, quando al teatro ci andavano i nobili solo per chiacchierare d'affari. Per non parlare poi dello spettacolo visto su Classica: dove sono quelle bellissime scenografie mozzafiato, quelle grandi interpretazioni che ti fanno venire il freddo addosso?

Link al commento
Condividi su altri siti

io direi una cosa sul pubblico, anzichè mettere in platea gente esperta e appassionata di opera lirica, [.........]

Se l'altra sera avessero messo in platea gente esperta e appassionata di opera lirica, chi avrebbe applaudito?

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy