Vai al contenuto

Video OT o quasi


Antiphonal
 Condividi

Recommended Posts

Anche io ho appena trovato una di quelle melodie che tu dici; è molto che la cercavo, ora, grazie alla rete, sono riuscito a riascoltarla dopo circa.........20-25 anni!

Ha turbato per molto tempo le mie notti di bambino! :give_heart2:

Allora, era inserita in un cartone animato, ma in tutta la serie si ascoltava completamente forse solo in una puntata.

E' la "Canzone del vento" che canta il folletto Niki nel cartone giapponese "Memole dolce Memole" (si, guardavo anche quello....... :laughingsmiley: ); come detto, la canta una volta sola, ma il tema musicale era ripreso più spesso, in lontananza, dal flauto dello stesso misterioso folletto viaggiatore e ne segnalava l'arrivo o la scomparsa............

La melodia è un qualche cosa di struggente, ancor di più se suonata da un flauto molto lontano, nel vento.

Comunque, questa è la canzone integrale:

Bella... le parole sono in Italiano, ma scommetterei che la melodia è di un autore giapponese :scratch_one-s_head:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 304
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Bella... le parole sono in Italiano, ma scommetterei che la melodia è di un autore giapponese :scratch_one-s_head:

Si, sicuramente è giapponese; hanno un notevole senso della melodia, sono sempre molto belle.

Poco fa, sull'onda dell'entusiasmo per aver trovato la "Canzone del vento" di Niki, ho cercato un'altra melodia che turbò non più le mie notti di bambino, ma quelle di giovinetto (......ancora peggio :give_heart2::man_in_love: ):

"Healing Winds", contenuta, non in un cartone animato, ma in un videogioco.

L'ho trovata!!!!!!!!!!!!!......in due versioni differenti:

http://www.youtube.com/watch?v=_q_XzgtkfEU...feature=related

Link al commento
Condividi su altri siti

Si, sicuramente è giapponese; hanno un notevole senso della melodia, sono sempre molto belle.

Poco fa, sull'onda dell'entusiasmo per aver trovato la "Canzone del vento" di Niki, ho cercato un'altra melodia che turbò non più le mie notti di bambino, ma quelle di giovinetto (......ancora peggio :give_heart2::man_in_love: ):

"Healing Winds", contenuta, non in un cartone animato, ma in un videogioco.

L'ho trovata!!!!!!!!!!!!!......in due versioni differenti:

http://www.youtube.com/watch?v=_q_XzgtkfEU...feature=related

La musica è molto cantabile. Contrasta con gli spadoni di cui sono armati i personaggi (che, se è un videogioco, servono proprio a sterminare i nemici virtuali...).

Io invece andavo in 5^ elementare quando trasmettevano lo sceneggiato di cui questa qui:

http://it.youtube.com/watch?v=A2ofI1_wvx0

è la magnifica sigla di Enrico Simonetti. Se non la conosci (e forse non conosci nemmeno lo sceneggiato)... però credo che la conosci, altrimenti ti saresti perso un vero piccolo classico! :D

Link al commento
Condividi su altri siti

La musica è molto cantabile. Contrasta con gli spadoni di cui sono armati i personaggi (che, se è un videogioco, servono proprio a sterminare i nemici virtuali...).

Io invece andavo in 5^ elementare quando trasmettevano lo sceneggiato di cui questa qui:

http://it.youtube.com/watch?v=A2ofI1_wvx0

è la magnifica sigla di Enrico Simonetti. Se non la conosci (e forse non conosci nemmeno lo sceneggiato)... però credo che la conosci, altrimenti ti saresti perso un vero piccolo classico! :D

La musica l'ho già sentita alcune volte, lo sceneggiato non lo conoscevo.........dalle immagini sembra alquanto inquietante..........quale è la trama?

Comunque, l'atmosfera che creavano certe musiche abbinate a poche immagini, anni fa, è irripetibile! (ricordi "ai confini della realtà?....)

Io invece vado sul "trash"; ho scovato un'altra serie di cui andavo pazzo da bambino........altri tempi!!!

http://www.youtube.com/watch?v=MX5JkZlkWhw...feature=related

Link al commento
Condividi su altri siti

La musica l'ho già sentita alcune volte, lo sceneggiato non lo conoscevo.........dalle immagini sembra alquanto inquietante..........quale è la trama?

Comunque, l'atmosfera che creavano certe musiche abbinate a poche immagini, anni fa, è irripetibile! (ricordi "ai confini della realtà?....)

La trama, piuttosto complessa, girava intorno a un inspiegabile e raccapricciante DELITTO, ma partiva dal fatto che a un malcapitato era stato trapiantato IL CERVELLO (sic...)!!!

Io invece vado sul "trash"; ho scovato un'altra serie di cui andavo pazzo da bambino........altri tempi!!!
CAVOLO... l'avevo totalmente rimosso e non ricordavo nemmeno più come si intitolava la serie!!!

Guardando il filmato mi sono ricordato dell'improbabile vascello volante e soprattutto dell'improbabilissima giapponesina dalla lunghissima chioma bionda (finta):

23uk2.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Alla giapponesina bionda-finta, contrappongo una mia compaesana bionda-vera:

Tiziana Rivale, che vinse a sorpresa Sanremo 1983

http://it.youtube.com/watch?v=2f2iBllqVHA

e che i discografici, per una serie di ragioni, non fecero mai decollare come forse meritava...

In effetti ha sempre avuto una bella voce, così Paolo Limiti ne ha tentato un (temporaneo) rilancio nel suo ultimo programma sulla Rai, qualche anno fa:

http://it.youtube.com/watch?v=G-6old4Pa-U

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...
Da qualche parte su questo forum ho letto che spesso gli organisti barocchi suonavano un'infinità di abbellimenti, potreste darmi un link a qualche video su YouTube in cui si riesca veramente a cogliere tutto quello sfarzo?

Mi autocito perchè ho trovato qualcosa che potrebbe rispondere alla mia domanda, anche se è un brano clavicembalistico.

Lo trovate qui (il pianista Grygory Sokolov suona Couperin - XVIII° Ordre - 04 - Le Turbulent). ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Segnalo le rare registrazioni di Alessandro Moreschi, l'ultimo castrato:

http://it.youtube.com/results?search_type=...reschi&aq=f

Un'altra rarità: Raffaele Casimiri dirige il coro della Sistina

http://it.youtube.com/watch?v=BzXTY2jykNk

Moreschi fa veramente impressione: da quel che si sente (e magari è dovuto proprio al tipo di supporto) l'hanno castrato inutilmente: ci sono in giro milioni di vecchie zie che hanno la stessa voce. Terribile, terribile, non lo ascolterò più. Meno male che la pratica non è più vigente

Link al commento
Condividi su altri siti

Moreschi fa veramente impressione: da quel che si sente (e magari è dovuto proprio al tipo di supporto) l'hanno castrato inutilmente: ci sono in giro milioni di vecchie zie che hanno la stessa voce. Terribile, terribile, non lo ascolterò più. Meno male che la pratica non è più vigente

Data l'epoca in cui è vissuto, in cui non si castrava più nessuno (a scopo canoro), si dice che egli non fosse un vero castrato ma avesse la voce falsetta naturale. Oppure si dice anche che avesse subito l'amputazione per incidente o per bloccare un'infezione, insomma non per dover conservare la voce (dato che nei secoli antichi venivano castrati solo quelli che davvero avevano una voce eccellente).

E, sempre data l'epoca in cui è vissuto, non è improbabile che lui (o il suo entourage) abbia messo in giro ad arte la diceria che fosse realmente un castrato come uno dei tempi antichi per attirare la curiosità del pubblico e avere qualche occasione in più per farsi ascoltare. E se l'hanno registrato, e tuttora l'ascoltano ha centrato l'obiettivo!

P.S. io preferisco NON ascoltarlo proprio per nulla...

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 weeks later...
traduzione delle parti e del testo francese pls ._.

Non mi va di imparare l'olandese e il tedesco solo per capire koopman immerseel e altri.

prima di andare a letto ti traduco la parte di ton:

"le mie lezioni di clavicembalo me le diede gustav leonhardt. all'inizio lui mi ripeteva: "più dolce, più dolce!" come se il clavicembalo fosse una vecchia signora molto fragile. successivamente, compresi suonando dei cembali, sia antichi che le copie costruite da kroesbergen, che un clavicembalo non è uno strumento fragile.

occorre suonare lo strumento con compattezza, al fine di ottenere una dinamica, ma all'epoca di leonhardt la parola "dinamica" era una sorta di insulto. si è passati da un estremo all'altro, passare con un orchestra da piano a forte. una dinamica in [paliers->boh]. io trovo, dopo che ho letto sulla musica antica, che questo punto di vista non sia più valido. io penso che lo stesso leonhardt se ne sia distaccato."

Link al commento
Condividi su altri siti

prima di andare a letto ti traduco la parte di ton:

"le mie lezioni di clavicembalo me le diede gustav leonhardt. all'inizio lui mi ripeteva: "più dolce, più dolce!" come se il clavicembalo fosse una vecchia signora molto fragile. successivamente, compresi suonando dei cembali, sia antichi che le copie costruite da kroesbergen, che un clavicembalo non è uno strumento fragile.

occorre suonare lo strumento con compattezza, al fine di ottenere una dinamica, ma all'epoca di leonhardt la parola "dinamica" era una sorta di insulto. si è passati da un estremo all'altro, passare con un orchestra da piano a forte. una dinamica in [paliers->boh]. io trovo, dopo che ho letto sulla musica antica, che questo punto di vista non sia più valido. io penso che lo stesso leonhardt se ne sia distaccato."

Bene, rispondiamo con un po' di SANO OTTOCENTO

per Coro e Orchestra,

due estratti della Cantata "La Stella di Betlemme" che Josef Rheinberger :hi: scrisse su testo della Moglie.

Il brano fa intravedere la capacità dell'Autore di vedere a occhi aperti il Paradiso e di trascriverlo sul pentagramma.

Questi brani, splendidamente eseguiti (forse il primo un pizzico più lento era meglio) dal Coro e Orchestra della Cattedrale di Wurzburg (il cui organo si vede dietro i coristi), in Germania gode di una fama seconda solo al coro finale della IX sinfonia di Beethoven. Esagerato? Ascoltare e poi decidere...

Il CD con l'esecuzione integrale della cantata di Rheinberger mi è stato regalato durante un viaggio in Germania e l'avevo sottovalutato. Quando sono tornato a casa, l'ho ascoltato una volta e poi tante e tante altre volte da impararlo a memoria. E' una porta aperta sul Paradiso, anzi in certi passaggi Rheinberger accompagna l'ascoltatore dentro il Paradiso tra infinite schiere di angeli che cantano (il secondo video lo dimostra tangibilmente). E' incredibile, ma è così...

:rolleyes_anim:

Link al commento
Condividi su altri siti

Un video dedicato all'uso dei primi organi elettronici nella musica "swinging London" anni '60:

"Doctor Livingstone, I presume", cantato dal mitico gruppo "THE MOODY BLUES"

la canzone prende il titolo dalle parole che l'esploratore Stanley rivolse al missionario Livingstone quando riuscì a trovarlo nel cuore dell'Africa dopo mesi e mesi di ricerche

Forse chi è più o meno della mia età ricorderà questa canzone come sigla iniziale del Telefilm "IL TIRANNO RE" che narrava le avventure di un gruppo di ragazzini londinesi alle prese con un mistero la cui risoluzione era all'interno del Museo di Storia Naturale. Un telefilm-mito la cui colonna sonora conteneva brani dei Moody Blues, ma anche dei Rolling Stones e -scusate se è poco- dei Pink Floyd. Ecco qui un ricordo del telefilm stesso:

http://www.televisionheaven.co.uk/overview9-2.htm#tyrant

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 month later...
Un video che farà saltare dalla sedia il nostro Elia89.

La trascrizione per pianoforte del preludio e fuga in la minore BWV543 di Bach :D

Trascrizione operata dal pianista Roland Pöntinen, che pare si diverta a trascrivere molti brani di svariati compositori, cosa che lo stesso Bach e suoi contemporanei facevano.

sicuro che la trascrizione non sia quella di franz liszt? (che peraltro ha trascritto, altri 6 o 7 preludi di bach)

Link al commento
Condividi su altri siti

sicuro che la trascrizione non sia quella di franz liszt? (che peraltro ha trascritto, altri 6 o 7 preludi di bach)

Si, non avevo letto a fianco poichè è scritto in inglese, e io e l'inglese siamo come il bianco e il nero :D

Lui però ha registrato un CD proprio con le trascrizioni di Liszt (ma egli stesso è anche compositore).

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 weeks later...
  • 2 weeks later...
l'abbiamo sentita suonata dall'organo barocco e romantico, l'abbiamo sentita suonata dal violino barocco e dall'orchestra sinfonica, dal clavicembalo, da arturo benedetti michelangeli e da vannessa mae, l'abbiamo sentita su qualsiasi strumento dalla fisarmonica al liuto ma proprio
non l'avevamo mai sentita.

E non è nemmeno un'armonica a bicchieri!!!! sono veri e propri bicchieri!!! Eccezionale!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho accennato in questo commento al famoso cartone animato giapponese "Heidi" degli anni '70 perché nella 10^ puntata una parte della colonna sonora era costituita da un corale per organo. In effetti la colonna sonora della versione europea del cartone animato porta la firma di un signor musicista: Christian Bruhn (e di suoi collaboratori). La colonna sonora fu approvata dal regista giapponese Isao Takahata.

La bellissima sigla, ormai considerata un classico, venne cantata dalle sorelle Gitti & Erica Goetz nella versione originale tedesca.

Da notare che Erica diventò la moglie di Christian Bruhn.

Eccole qui in abito da scena:

e, meglio, in costume svizzero:

http://www.youtube.com/watch?v=AOhCU3Ade6M...feature=related

La versione Italiana del cartone animato manteneva inalterato il commento musicale del musicista tedesco; la sigla è rimasta identica ma le parole (che non sono affatto la traduzione del testo tedesco ma esprimono altri concetti) furono scritte da Franco Migliacci. In Italia questa sigla ebbe un successo inaspettato: cantata da Elisabetta Viviani (attenzione: non la cantò Cristina d'Avena, che divenne la regina delle sigle dei cartoni giapponesi solo qualche anno dopo) arrivò in cima alle classifiche dei "45 giri" (tra Anna Oxa e Antonello Venditti...) e vi rimase molto a lungo!!!

ecco il video a riprova:

http://www.youtube.com/watch?v=ve9Ld850UI8

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho accennato in questo commento al famoso cartone animato giapponese "Heidi" degli anni '70 perché nella 10^ puntata una parte della colonna sonora era costituita da un corale per organo. In effetti la colonna sonora della versione europea del cartone animato porta la firma di un signor musicista: Christian Bruhn (e di suoi collaboratori). La colonna sonora fu approvata dal regista giapponese Isao Takahata.

La bellissima sigla, ormai considerata un classico, venne cantata dalle sorelle Gitti & Erica Goetz nella versione originale tedesca.

Da notare che Erica diventò la moglie di Christian Bruhn.

Eccole qui in abito da scena:

e, meglio, in costume svizzero:

http://www.youtube.com/watch?v=AOhCU3Ade6M...feature=related

La versione Italiana del cartone animato manteneva inalterato il commento musicale del musicista tedesco; la sigla è rimasta identica ma le parole (che non sono affatto la traduzione del testo tedesco ma esprimono altri concetti) furono scritte da Franco Migliacci. In Italia questa sigla ebbe un successo inaspettato: cantata da Elisabetta Viviani (attenzione: non la cantò Cristina d'Avena, che divenne la regina delle sigle dei cartoni giapponesi solo qualche anno dopo) arrivò in cima alle classifiche dei "45 giri" (tra Anna Oxa e Antonello Venditti...) e vi rimase molto a lungo!!!

ecco il video a riprova:

http://www.youtube.com/watch?v=ve9Ld850UI8

Grande la Viviani :give_heart2: !!!!!!

La preferivo di gran lunga a Cristina d'Avena; cantava anche la sigla di uno dei miei telefilm preferiti "La banda dei cinque"!!!

http://www.youtube.com/watch?v=lxt_DSwnN0w

Link al commento
Condividi su altri siti

Grande la Viviani :give_heart2: !!!!!!

La preferivo di gran lunga a Cristina d'Avena; cantava anche la sigla di uno dei miei telefilm preferiti "La banda dei cinque"!!!

http://www.youtube.com/watch?v=lxt_DSwnN0w

Sai che non me la ricordavo più fino a che non ho udito le parole "Georgina che si fa chiamare George"? Quel telefilm lo hanno trasmesso una sola volta e per poco tempo. Peccato...

Beh, stavolta replico con un video di una canzone del 1991 che, secondo me, ebbe molto meno successo di quanto si meritava... il video è anche un omaggio a Madiel, Giggiograno e gli altri musicisti di Sardegna di questo Forum! :D

http://www.youtube.com/watch?v=nU4BiUJYgks...4A&index=12

Pierangelo Bertoli e "i Tazenda" in "spunta la luna dal monte".

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy