Vai al contenuto

Manutenzione, problemi di meccanica


Recommended Posts

  • Risposte 423
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

il tuo MI gracchia o fischia?
Se suono vicino alla tastiera (che è la parte da me più usata perché dà un suono più caldo, tant'è che, messo il violino di traverso, si vede un leggerissimo strato bianco di pece sopra) a volte il MI gracchia, se lo suono dalla parte del ponticello, fischia (lì di pece sulle corde non ce n'è, perché ci vado a suonare solo per sbaglio, essendo che i suoni si fanno più metallici e acuti). Poi c'è la questione dell'archetto, sul quale non riesco mai a distribuire la pece in maniera uniforme: su alcune zone dell'archetto, il violino suona benissimo, su altre fruscia... Del resto, la pece che ho io (uscita dalla confezione del violino) è durissima e difficile da distribuire per bene sui crini dell'archetto. Probabilmente, su alcune zone dell'archetto c'è molta (forse anche troppa) pece, mentre su altre ce n'è troppo poca... Poi, facendo degli esercizi in cui si usa solo la parte centrale dell'archetto, il consumo di pece sui crini varia notevolmente lungo l'archetto, rendendo impossibile poi fare delle arcate intere dal suono uniforme. Ma che casino, sto violino! Però, per qualche strano motivo, mi piace troppo e non riesco a mollarlo, anche se ho iniziato tardissimo e quasi per gioco... Anzi, sono invogliato maggiormente a superare gli ostacoli... Sono malato?
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se suono vicino alla tastiera (che è la parte da me più usata perché dà un suono più caldo, tant'è che, messo il violino di traverso, si vede un leggerissimo strato bianco di pece sopra) a volte il MI gracchia, se lo suono dalla parte del ponticello, fischia (lì di pece sulle corde non ce n'è, perché ci vado a suonare solo per sbaglio, essendo che i suoni si fanno più metallici e acuti). Poi c'è la questione dell'archetto, sul quale non riesco mai a distribuire la pece in maniera uniforme: su alcune zone dell'archetto, il violino suona benissimo, su altre fruscia... Del resto, la pece che ho io (uscita dalla confezione del violino) è durissima e difficile da distribuire per bene sui crini dell'archetto. Probabilmente, su alcune zone dell'archetto c'è molta (forse anche troppa) pece, mentre su altre ce n'è troppo poca... Poi, facendo degli esercizi in cui si usa solo la parte centrale dell'archetto, il consumo di pece sui crini varia notevolmente lungo l'archetto, rendendo impossibile poi fare delle arcate intere dal suono uniforme. Ma che casino, sto violino! Però, per qualche strano motivo, mi piace troppo e non riesco a mollarlo, anche se ho iniziato tardissimo e quasi per gioco... Anzi, sono invogliato maggiormente a superare gli ostacoli... Sono malato?

intanto ti consiglio di suonare più vicino al ponticello che alla tastiera, lì il violino non suona bene, si usa quella parte solo per alcuni effetti sonori, prova a cambiare pece, quella che danno in genere compresa nella custodia non è un gran che, tanto costa poco, dai 5 ai 12 euro se la vuoi più buona, che corde usi? può essere che siano le corde ad essere scadenti, comunque forse non usi il giusto appoggio dell'arco sulle corde perchè forse sei un principiante, comunque il suono va cercato graduando bene la pressione con la velocità e soprattutto tirando l'arco dritto

in bocca al lupo!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
Se suono vicino alla tastiera (che è la parte da me più usata perché dà un suono più caldo, tant'è che, messo il violino di traverso, si vede un leggerissimo strato bianco di pece sopra) a volte il MI gracchia, se lo suono dalla parte del ponticello, fischia (lì di pece sulle corde non ce n'è, perché ci vado a suonare solo per sbaglio, essendo che i suoni si fanno più metallici e acuti).

è molto curiosa come cosa, di solito nei giri di corda veloci per evitare che il mi fischi si va proprio a suonare sul ponticello con un po' più di pressione anche. Il consiglio di carletta è utilissimo, meglio suonare vicino al ponticello piuttosto che vicino alla tastiera, ti assicuro che sul tasto il suono a te da sotto sembra più caldo ma da fuori non è bello da sentire, viceversa se suoni vicino al ponte a te da sotto sembra metallico ma da fuori suona benissimo.

un altro consiglio: pulisci assolutamente la tua tastiera se c'è pece subito dopo aver suonato, che se dopo fa la crosta non la togli più neanche a pagare se non col polish (ovviamente vale anche per tutto il resto del violino ;) )

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
intanto ti consiglio di suonare più vicino al ponticello che alla tastiera, lì il violino non suona bene, si usa quella parte solo per alcuni effetti sonori
Mmmh... Strano, se suono vicino al ponticello, il violino emette dei suoni più metallici, che non mi piacciono proprio... Facendo varie prove, ho concluso che il miglior compromesso sonoro, per le mie orecchie, lo ottengo proprio al centro (esattamente fra l'inizio della tastiera e il ponticello).
, prova a cambiare pece, quella che danno in genere compresa nella custodia non è un gran che, tanto costa poco, dai 5 ai 12 euro se la vuoi più buona, che corde usi?
Le più economiche del mondo, immagino, essendo che sono quelle uscite insieme al violino nuovo. :D
può essere che siano le corde ad essere scadenti, comunque forse non usi il giusto appoggio dell'arco sulle corde perchè forse sei un principiante
COME OSI!!! Ma se sono già diversi giorni che suono!!! :D
, comunque il suono va cercato graduando bene la pressione con la velocità e soprattutto tirando l'arco dritto

in bocca al lupo!

Sono finalmente riuscito ad ottenere un suono dal MI decisamente più pulito! Sai come ho fatto? Ho teso abbastanza (ma senza esagerare) i crini dell'archetto che prima invece tenevo molto più morbidi (con un po' di pressione era facile toccare il legno dell'asta) perché avevo letto che molti si trovavano meglio così. Ora tutte le corde hanno un sound più pulito e.... Con mia grande sorpresa (perdonate, ma sono le prime esperienze col violino), devo esercitare una pressione molto inferiore con le dita sulla tastiera! Non capisco proprio a questo punto come facciano alcuni a suonare con dei crini poco tesi... Forse è una questione di corde e di pece. Comunque, al momento, sono soddisfatto così... Ogn piccolo passo è una grande scoperta. :thumbsup_anim:
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
è molto curiosa come cosa, di solito nei giri di corda veloci per evitare che il mi fischi si va proprio a suonare sul ponticello con un po' più di pressione anche. Il consiglio di carletta è utilissimo, meglio suonare vicino al ponticello piuttosto che vicino alla tastiera, ti assicuro che sul tasto il suono a te da sotto sembra più caldo ma da fuori non è bello da sentire, viceversa se suoni vicino al ponte a te da sotto sembra metallico ma da fuori suona benissimo.
Essendo che vicino vicino al ponticello non ci suono mai, lì le corde erano "intonse", sembravano nuove rispetto a dove suono solitamente (più vicino al ponticello) e quando ci passavo sopra l'archetto, si sentivano fischi o frusci. Ora che dietro vs consiglio sto provando a suonarci sopra, si sta 'impeciando' un po' ed inizia ad emettere suoni decenti, ma li sento sempre troppo metallici per i miei gusti.

L'optimum mi sembra proprio il centro:

inizio tastiera - *MI PIACE QUI* - ponticello

un altro consiglio: pulisci assolutamente la tua tastiera se c'è pece subito dopo aver suonato, che se dopo fa la crosta non la togli più neanche a pagare se non col polish (ovviamente vale anche per tutto il resto del violino ;) )
Azz... Sul violino già lo facevo, sulle corde no... Provvedo subito. Grazie.
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mmmh... Strano, se suono vicino al ponticello, il violino emette dei suoni più metallici, che non mi piacciono proprio... Facendo varie prove, ho concluso che il miglior compromesso sonoro, per le mie orecchie, lo ottengo proprio al centro (esattamente fra l'inizio della tastiera e il ponticello).Le più economiche del mondo, immagino, essendo che sono quelle uscite insieme al violino nuovo. :DCOME OSI!!! Ma se sono già diversi giorni che suono!!! :DSono finalmente riuscito ad ottenere un suono dal MI decisamente più pulito! Sai come ho fatto? Ho teso abbastanza (ma senza esagerare) i crini dell'archetto che prima invece tenevo molto più morbidi (con un po' di pressione era facile toccare il legno dell'asta) perché avevo letto che molti si trovavano meglio così. Ora tutte le corde hanno un sound più pulito e.... Con mia grande sorpresa (perdonate, ma sono le prime esperienze col violino), devo esercitare una pressione molto inferiore con le dita sulla tastiera! Non capisco proprio a questo punto come facciano alcuni a suonare con dei crini poco tesi... Forse è una questione di corde e di pece. Comunque, al momento, sono soddisfatto così... Ogn piccolo passo è una grande scoperta. :thumbsup_anim:

in bocca al lupo!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho fatto reincrinare il mio archetto, ma non so cos'avesse per la testa il liutaio quando l'ha fatto, perchè ha lasciato una specie di fessurina nel mezzo e in generale i crini non sono disposti piatti, ma ondulati, a gruppi, non so se mi spiego.. Ora, siccome mi ha preso la bellezza di 50 euro (un latrocinio se si pensa al costo della materia prima), e non è nemmeno il primo liutaio che capita a tiro, ma è piuttosto quotato, secondo voi è il caso di andare lì bella incazz.. o sorvolo?

Giò :angry_x: arrabbiata e sempre più decisa ad imparare l'arte della liuteria (della serie 'chi fa da sè fa per tre')

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho fatto reincrinare il mio archetto, ma non so cos'avesse per la testa il liutaio quando l'ha fatto, perchè ha lasciato una specie di fessurina nel mezzo e in generale i crini non sono disposti piatti, ma ondulati, a gruppi, non so se mi spiego.. Ora, siccome mi ha preso la bellezza di 50 euro (un latrocinio se si pensa al costo della materia prima), e non è nemmeno il primo liutaio che capita a tiro, ma è piuttosto quotato, secondo voi è il caso di andare lì bella incazz.. o sorvolo?

Giò :angry_x: arrabbiata e sempre più decisa ad imparare l'arte della liuteria (della serie 'chi fa da sè fa per tre')

come mai non te ne sei accorta quando ti ha consegnato l'arco?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
come mai non te ne sei accorta quando ti ha consegnato l'arco?

In realtà gliel'ho fatto notare quando me l'ha consegnato, ma lui mi ha detto che doveva assestarsi.. Non potevo mica dirgli che non capisce niente di rifarmi l'incrinatura. Così sono tornata a casa fiduciosa, sperando che davvero si sistemasse usandolo, ma ogni volta che lo prendo in mano mi sale una rabbia che se non valesse così tanto (economicamente e affettivamente) gliel'avrei già rotto in testa!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
In realtà gliel'ho fatto notare quando me l'ha consegnato, ma lui mi ha detto che doveva assestarsi.. Non potevo mica dirgli che non capisce niente di rifarmi l'incrinatura. Così sono tornata a casa fiduciosa, sperando che davvero si sistemasse usandolo, ma ogni volta che lo prendo in mano mi sale una rabbia che se non valesse così tanto (economicamente e affettivamente) gliel'avrei già rotto in testa!
Ma dà problemi di sonorità concreti, oppure è solo un fatto estetico? Hai provato a tendere un po' più l'archetto e suonare così?
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
In realtà gliel'ho fatto notare quando me l'ha consegnato, ma lui mi ha detto che doveva assestarsi.. Non potevo mica dirgli che non capisce niente di rifarmi l'incrinatura. Così sono tornata a casa fiduciosa, sperando che davvero si sistemasse usandolo, ma ogni volta che lo prendo in mano mi sale una rabbia che se non valesse così tanto (economicamente e affettivamente) gliel'avrei già rotto in testa!

tu torna da lui e digli che non si è assestato...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma dà problemi di sonorità concreti, oppure è solo un fatto estetico? Hai provato a tendere un po' più l'archetto e suonare così?

Forse mi faccio condizionare dal fattore estetico, ma mi semba che abbia meno aderenza/presa...

tu torna da lui e digli che non si è assestato...

Sì, farò così! :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 3 weeks later...

Ragazzi, come alcuni di voi sanno, è da qualche settimana che studio il violino e, come credo sia capitato a tutti, è da qualche settimana appunto che litigo con il violino, che proprio non ne vuole sapere di stare su da solo, senza il supporto consistente del pollice della mano sinistra. Tutti che dicono: il violino deve stare su da solo, messo fra clavicola e mento/mandibola, senza il supporto della mano sinistra ma.... E' semplicemente impossibile per la conformazione delle mie spalle (ho anche un po' di scoliosi): l'unico modo di farlo stare fermo sarebbe quello di premere come un dannato con mento e mandibola, causando ( A ) distruzione della mandibola, ( B ) distruzione della clavicola. Come si fa? Semplice: usa una spalliera, direte voi... Ok, compro la spalliera, la provo... Inizialmente pare tutto ok, il violino sta su da solo, finalmente, ma... Dopo appena 5 minuti ho un dolore tremendo alla mandibola... Vado davanti allo specchio e vedo che la testa non è dritta, ma è piegata da un lato. Cerco di mettermi dritto con la testa, ma la parte inferiore della mascella, a sinistra, va a toccare contro quel dannato bordo della mentoniera (ma che ce l'avranno messo a fare, poi, quello scomodissimo bordo rialzato dal lato del collo? Non era meglio se fosse stato tutto concavo?) e, quindi, istintivamente, la testa si piega di lato per diminuire il fastidio (poi diventato dolore) del bordo. Inoltre noto che l'altezza della mentoniera mi costringe a non riuscire ad alzare il violino più di tanto.

Così, osservandomi allo specchio, improvvisamente... l'illuminazione! "TOGLI VIA QUELLA MALEDETTA MENTONIERA!!!", mi sono detto. Ok, ma come si fa? Una rapida occhiata al retro del violino mi fa capire che ho bisogno di una chiavetta a brucola delle giuste dimensioni, da inserire negli appositi fori degli attacchi in metallo avvitati. Per fortuna la chiavetta ce l'avevo e così sono riuscito a svitare la mentoniera... Rimetto il violino in posizione, ma questa volta riesco a poggiarlo molto più in alto e... Magia! Senza mentoniera (ma con il rialzo della spalliera) il violino si ficca fra collo e scapola in maniera quasi perfetta, riuscendo ora a stare con la testa dritta, il violino parallelo al pavimento (un po' più verso l'alto, in realtà) e la mascella che non ha difficoltà a premere sul violino per mantenerlo in su! L'unica cosa che ho fatto è stata quella di inserire una spugna morbida (alta circa 1 cm) sulla parte sinistra del violino dove poggio mento e mascella, in modo che non vada a premere direttamente sul legno (sia per un maggiore comfort che per non rovinare la tavola armonica).

Aaaah... Ora posso ricominciare a studiare...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ragazzi, come alcuni di voi sanno, è da qualche settimana che studio il violino e, come credo sia capitato a tutti, è da qualche settimana appunto che litigo con il violino, che proprio non ne vuole sapere di stare su da solo, senza il supporto consistente del pollice della mano sinistra. Tutti che dicono: il violino deve stare su da solo, messo fra clavicola e mento/mandibola, senza il supporto della mano sinistra ma.... E' semplicemente impossibile per la conformazione delle mie spalle (ho anche un po' di scoliosi): l'unico modo di farlo stare fermo sarebbe quello di premere come un dannato con mento e mandibola, causando ( A ) distruzione della mandibola, ( B ) distruzione della clavicola. Come si fa? Semplice: usa una spalliera, direte voi... Ok, compro la spalliera, la provo... Inizialmente pare tutto ok, il violino sta su da solo, finalmente, ma... Dopo appena 5 minuti ho un dolore tremendo alla mandibola... Vado davanti allo specchio e vedo che la testa non è dritta, ma è piegata da un lato. Cerco di mettermi dritto con la testa, ma la parte inferiore della mascella, a sinistra, va a toccare contro quel dannato bordo della mentoniera (ma che ce l'avranno messo a fare, poi, quello scomodissimo bordo rialzato dal lato del collo? Non era meglio se fosse stato tutto concavo?) e, quindi, istintivamente, la testa si piega di lato per diminuire il fastidio (poi diventato dolore) del bordo. Inoltre noto che l'altezza della mentoniera mi costringe a non riuscire ad alzare il violino più di tanto.

Così, osservandomi allo specchio, improvvisamente... l'illuminazione! "TOGLI VIA QUELLA MALEDETTA MENTONIERA!!!", mi sono detto. Ok, ma come si fa? Una rapida occhiata al retro del violino mi fa capire che ho bisogno di una chiavetta a brucola delle giuste dimensioni, da inserire negli appositi fori degli attacchi in metallo avvitati. Per fortuna la chiavetta ce l'avevo e così sono riuscito a svitare la mentoniera... Rimetto il violino in posizione, ma questa volta riesco a poggiarlo molto più in alto e... Magia! Senza mentoniera (ma con il rialzo della spalliera) il violino si ficca fra collo e scapola in maniera quasi perfetta, riuscendo ora a stare con la testa dritta, il violino parallelo al pavimento (un po' più verso l'alto, in realtà) e la mascella che non ha difficoltà a premere sul violino per mantenerlo in su! L'unica cosa che ho fatto è stata quella di inserire una spugna morbida (alta circa 1 cm) sulla parte sinistra del violino dove poggio mento e mascella, in modo che non vada a premere direttamente sul legno (sia per un maggiore comfort che per non rovinare la tavola armonica).

Aaaah... Ora posso ricominciare a studiare...

1 prima di prendere qualsiasi iniziativa soprattutto se si è principianti parlarne PRIMA col maestro

2 tutti che vi almentate di sto benedetto bordo della mentoniera........e che diamine....non è mica una lametta gilette....abituatevi

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 prima di prendere qualsiasi iniziativa soprattutto se si è principianti parlarne PRIMA col maestro
Hai ragione, ma per carattere io sono il tipo a cui piace sperimentare da me sulle cose, quando non ho la possibilità di consultare immediatamente qualcuno più esperto sull'argomento. :P
2 tutti che vi almentate di sto benedetto bordo della mentoniera........e che diamine....non è mica una lametta gilette....abituatevi
Dalla mia recente esperienza, trovo che la mentoniera sia proprio una di quelle parti del violino che andrebbe scelta con cura, insieme alla spalliera. Le persone hanno forme e dimensioni molto diverse per la mandibola, per l'altezza del collo, la larghezza delle spalle, ecc... Come si fa a pretendere che una certa combinazione violino+spalliera+mentoniera si possa adattare a chiunque? Tanto per dare un'idea: la mia mentoniera ha un'altezza quasi perfetta per il mio collo, quando non uso la spalliera (pur rimanendo il fastidio dei bordi, seppur in misura minore). Tuttavia, dopo aver montato la spalliera, anche regolandola al minimo, il violino si alza di quei 3-4cm che rendono la mentoniera troppo alta per il mio collo, costringendomi a piegare istintivamente la testa di lato per compensare (senza contare quei maledetti bordi che premono sulla mandibola facendomi un male cane).

Poi, fra l'altro, ho visto che esistono in commercio mentoniere che non hanno bordi strani, ma solo una superficie concava che parte giusto al centro della cordiera. Guardando filmati di violinisti famosi, si vede che ognuno ha una mentoniera diversa, non solo come forma e dimensioni, ma anche come posizionamento.

Quindi, se è vero che il violino è uno strumento molto complicato da adagiare sul proprio corpo, è altrettanto vero che è uno strumento molto personalizzabile nei suoi accessori, proprio per venire incontro alle molteplici esigenze. Perché soffrire inutilmente? Secondo me la ricerca del comfort, nello studio del violino, è fondamentale. Ancor prima di imparare a fare le arcate a vuoto, le prime posizioni, ecc.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque, alla fine, la mentoniera l'ho rimontata, perché, senza, ho paura che alla lunga si possa danneggiare la cordiera, il ponticello o la tavola armonica. Nel frattempo cercherò una buona mentoniera che non abbia bordi, che copra anche la parte centrale e che sia meno alta di quella attuale...

Per quanto riguarda la spalliera, ce ne ho una modello Kun, ma non mi soddisfa molto... Su vestiti corposi rimane ben salda, ma se indosso solo una maglietta, tende a spostarsi, facendomi irritare incredibilmente la pelle sopra la scapola.

Ho visto delle foto delle Bonmusica e mi intrigano molto, soprattutto per l'impressione di aggrapparsi alla spalla... Che ne pensate di queste spalliere? Sono buone come sembrano in foto?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
curiosità..ma chi te l'ha detto che la testa deve stare dritta? :mellow:

a me hanno sempre insegnato che la testa va appoggiata sul violino, quindi con la testa un po' piegata verso sinistra.

Si, ma a me la testa tende ad andare dal lato opposto, per contrastare il dolore fisico della mandibola che preme sulla mentoniera e va a finire in parte su quei maledetti bordi esterni (la mentoniera credo sia stile Guarneri)...

Per ora, per esercitarmi sono costretto a mettere qualcosa di morbido sulla mentoniera, eppure dopo un po' provo fastidio.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si, ma a me la testa tende ad andare dal lato opposto, per contrastare il dolore fisico della mandibola che preme sulla mentoniera e va a finire in parte su quei maledetti bordi esterni (la mentoniera credo sia stile Guarneri)...

Per ora, per esercitarmi sono costretto a mettere qualcosa di morbido sulla mentoniera, eppure dopo un po' provo fastidio.

Se avessi studiato Violoncello non avresti avuto di questi problemi U_U

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se avessi studiato Violoncello non avresti avuto di questi problemi U_U
Immagino, ma la cosa non mi aiuta affatto...

Io credo che, per come è fatto il mio corpo, la spalliera non dovrei proprio usarla, essendo che non ho un collo lungo ma, al contrario, l'altezza del violino + mentoniera va a coprire perfettamente la mia distanza fra scapola e collo. Il problema è che senza spalliera il violino devo mantenerlo col braccio sinistro, perché si viene a creare un vuoto fra violino e spalla sinistra. Ma come caspita fanno alcuni a mantenere dritto il violino senza spalliera? Usano qualche formula magica per sconfiggere la forza di gravità?

Comunque stavo vedendo un filmato di Uto Ughi su Youtube ed ho notato che usa la spalliera tenendo il violino molto più in basso e piegato rispetto al solito... Non mi pare molto comoda come posizione, poiché la testa si protrae in avanti come a voler "afferrare" il violino ed impedire che cada ulteriormente in basso... Avrà la mascella d'acciaio?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, cercando nel forum ho trovato solo un accenno per quanto riguarda l'usura delle corde...per cui vi chiedo, come capire che le corde sono da cambiare? io ad esempio non le cambio da come minimo 6-7 anni...anche se durante quel periodo il violino l'ho suonato 2-3 ore a settimana (quando andava bene...) per cui non credo si siano consumate, però forse invecchiano quindi vanno cambiate ugualmente? tra l'altro non sono nemmeno sicuro di che corde monta (avendole cambiate anni fa), ma da quel che mi ricordo dovrebbero essere delle dominant.... Tra l'altro mi pare che a volte il sol cala o cresce in base alla pressione esercitata dall'arco...

A guardarle non sembrano rovinate, suonandole non saprei proprio cosa ascoltare, considerando che ho un modestissimo stentor student..magari non è la corda ma è il violino, oppure (molto + probabile) sono io che sbaglio...

Grazie

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy