Vai al contenuto
superburp

Clavicembalo

Recommended Posts

...mentre l'ultimo clavicembalista ascoltato in ordina temporale, Enza Caiazzo, non mi sembrava all'altezza dei primi. Qualcuno la conosce? Che cosa ne pensate delle sue interpretazioni?

Perché ne esiste una? :angelic_kid:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Boh? Su youtube non ho trovato niente.

Esiste e l'ho sentita nominare più di una volta ma non ho avuto mai modo di ascoltarla...

:scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domanda-provocazione (solo in parte).

Secondo voi il binomio buon organista (prevalentemente barocco)-buon cembalista è spesso valido oppure è una forzatura?

I più grandi nomi del clavicembalo degli ultimi 50 anni sono spesso stati anche degli ottimi organisti.

Trovate che possa essere in linea di massima vero?

Altra domanda (questa non provocatoria, però): tra i nostri users a parte Diplomatoa20anni (che mi sembra possieda una spinetta Neupert o Sperrhake) c'è qualcuno che possiede o pratica attivamente il clavicembalo?

Un saluto a tutti

Aurelio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'organo e il clavicembalo sono due strumenti particolarmente affini quindi ritengo che sia facile essere buon cembalista ergo buon organista barocco, ma ritengo opportuno specificare che non ne fa una tappa obbligata. Alcuni sostengono invece che per essere un ottimo cembalista occorra essere un buon clavicordista (non ricordo dove l'ho letto). Inoltre è vero che nel percorso di studio organo e clavicembalo vengono spesso affiancati (specie ora con i corsi preaccademici in cui spesso si accosta clavicembalo come secondo strumento del corso di organo), ed è anche vero che spesso chi ha studiato organo si è avvicinato anche allo studio del clavicembalo, forse anche più dei pianisti...

Per rispondere alla seconda domanda dico: MAGARI! Avessi spazio e soldi ordinerei subito un cembalo tedesco copia Mietke a William Horn :to_become_senile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il clavicordo è talmente difficile da suonare (bene, s'intende) che credo sia vera l'affermazione che tu fai (detta da CPE Bach nell'introduzione alla sua Versuch) e io personalmente penso che chi sia in grado di suonare bene il clavicordo sia in grado di affrontare senza difficoltà tutti gli altri strumenti a tastiera (non parliamo ora di tecnica di pedaliera o di registrazione, ma solo di pratica digitale).

Io ho un clavicordo (copia Hubert non legato) e ti assicuro che ha un tocco talmente delicato e sensibile che non ti perdona nemmeno le intenzioni, figuriamoci veri e propri errori.

Comunque è uno strumento meraviglioso anche questo, che è un piacere immenso suonare e far cantare.

Per quanto riguarda il clavicembalo, con tutto il rispetto per Horn (che conosco e di cui ho la massima stima come artigiano e cembalaro, e colgo l'occasione per salutare) molti che vorrebbero un cembalo purtroppo alla fine non lo prendono perchè appunto costa molto e ci sono tempi di consegna decisamente lunghi...sul mercato dell'usato si possono trovare delle ottime offerte (riproduzioni storiche chiaramente, non parlo dei SerienInstrumente che pare non piacciano a nessuno su questo forum) che possono accompagnare lo studio egregiamente per qualche anno, e in alcuni casi essere compagni fedeli di tutta una vita.

Poi se manca lo spazio purtroppo è un problema irrisolvibile o quasi...

Grazie di avermi risposto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io invece mi chiedo perchè Wanda Landowska suonasse con le dita rannicchiate come se fossero zampe di gallina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao!

Ti rispondo volentieri, visto che (forse!!!!) sono l'unico in questo forum a conoscere bene e suonare regolarmente un clavicembalo Pleyel.

I salterelli di Pleyel (e di altre marche moderne, ma non usciamo dal seminato ora) sono tutti piombati (più o meno come i tasti del pianoforte, con piombi a sezione cilindrica inseriti nel corpo del salterello) per assicurare un corretto e rapido ritorno del salterello nella sua sede una volta rilasciato il tasto.

Richiedono pertanto una forza muscolare nettamente superiore a quella dei clavicembali classici, una forza paragonabile a quella necessaria per suonare il pianoforte a volumi medio-alti.

I tasti inoltre sono diversi da quelli dei cembali classici, in quanto hanno le stesse misure dei tasti del pianoforte, sono solamente leggermente più corti per far spazio ai due manuali.

I due manuali inoltre sono molto ravvicinati tra loro (l'unione non funziona a cassetto) proprio su richiesta di Wanda Landowska, perché potesse con una sola mano suonarli entrambi (caratteristica relativamente frequente anche nella letteratura organistica, ma spesso di difficile realizzazione nei cembali classici, soprattutto nei fiamminghi).

Un esempio conosciutissimo sopra tutti: nella versione 1933 delle Goldberg l'Aria è suonata tutta al manuale superiore (8'), ma il basso dell'aria è preso col mignolo al manuale inferiore (8',16'), è evidente che una posizione così innaturale per la mano costringa a posture muscolari strane, ma consente effetti veramente particolari ed interessanti.

Spero di averti chiarito questo dubbio!

Buona domenica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ahahaha capisco, grazie per il chiarimento! A una meccanica così scattante occorre una scattante zampetta di gallina ahahahahaha :sarcastic:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appena acquistato!

LKNeupert%20018b.jpg

Neupert mod. Telemann, anno 1961.

Registri: 8' + 4' + liuto

https://jc-neupert.de/de/node/14

In realtà non cercavo un clavicembalo, ho spulciato un giorno per curiosità su subito.it e ne ho trovato uno vicino a casa a 2.500 € e l'ho preso al volo.

Onestamente non so quanto possa valere, su vari siti si trovano dai 1.500 ai 9.000 usati. Nuovo viene 12.500 € (sito neupert.de)

Fatto sta che sono supersoddisfato, e suonare Bach & co su questo strumento mi ha fatto completamente dimenticare il mio - comunque ottimo- pianoforte Bechstein!

Un saluto

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi chiedo quali sono le normali operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria (corde, caviglie, feltri, ...), cosa differisce da un pianoforte e quale potrebbe essere la sua vita utile.

Ho inoltre notato che l'accordatura non tiene più di un mese. Si stabilizza dopo un po', ma si scorda molto facilmente.

Penso sia normale comunque visto il telaio in legno....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy