Vai al contenuto

In difesa della lingua italiana


Asgarour
 Condividi

Recommended Posts

Questa è l'attuale copertina del Pechenino-Soerrentino:

Verbi-e-forme-verbali-small.jpg

Esisteva una cosa del genere?

Ed io che dovevo fare i compiti in classe di Greco con traduzioni di aoristi attivi e passivi, futuri di ogni tipo, presenti di ottativi e congiuntivi, con liste di 100 verbi (anche questi a memoria), senza la possibilità di copiare. :crying_anim02::crying_anim02::crying_anim02:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 1,1k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Il complemento di tempo determinato si può rendere con un ablativo semplice. Però con illo tempore è più corretto aggiungere in, poichè fa riferimento ad un tempo passato non definito.

Io ho usato il Campanini-Carboni che adesso vedo nelle mani di un numero sempre maggiore di studenti. Di Greco avevo il Rocci, come penso chiunque altro abbia fatto il liceo fino agli anni '90. Adesso c'è il GI, versione attualizzata del Rocci. Sono però convinto che qualunque dizionario non metta imperciocchè come traduzione di γάρ non valga la pena di essere comprato. :laughingsmiley:

Ahah grande! :D Io fo sì parte della folta schiera di utenti IL (o Castiglioni-Mariotti che dir si voglia), per quanto riguarda il Latino. Per il Greco, invece, optai per un passaggio di consegne tra il Rocci e il glorioso LaMagna-Annaratone!

Link al commento
Condividi su altri siti

Di Greco avevo il Rocci, come penso chiunque altro abbia fatto il liceo fino agli anni '90.

Per molti studenti è sempre stato un oggetto a dir poco misterico e addirittura fuorviante. Sul Rocci c'è TUTTO, ma questo è anche un limite, perché bisogna imparare a usarlo, a selezionare il materiale, a far attenzione alle sigle degli autori... Il pericolo di enormi bufale è dietro l'angolo. La più bella fu quando alcuni miei compagni, nel tradurre, più o meno in gruppo, il famosissimo passo dell'Anabasi di Senofonte in cui i soldati finalmente giungono a vedere il mare, partirono per la tangente interpretando "kolpos" non come golfo ma come apparato genitale femminile e trasformarono gli esausti soldati in assatanati satiri impegnati in una specie di stupro di gruppo degno delle peggiori malefatte della guerra di Bosnia. Qualcuno di loro, a un certo punto, ebbe una vampata di resipiscenza e chiese alla professoressa perché ci avesse dato da tradurre una versione pornografica...

Link al commento
Condividi su altri siti

... comunque al Classico il testo che più di tutti era guardato con raccapriccio dai prof. e che poteva costarti una fustigazione in aula magna, era quel minuscolo libretto tascabile che ha fatto la fortuna di migliaia di studenti alle prese col greco antico e che risponde al nome di Pechenino-Sorrentino. Chissà se esiste ancora... :scratch_one-s_head:

Come no...! Il mitico Pechenino, me lo ricordo benissimo, era una specie di vademecum con tutte le coniugazioni dei verbi irregolari, proibitissimo, una vera e propria arma! Io non l'avevo, però il mio compagno di banco sì, ed era regolarmente a disposizione ai compiti in classe. Una volta la professoressa ci beccò e successe il finimondo... essere sorpresi col Pechenino era la cosa più pericolosa e scandalosa che potesse avvenire in un Liceo... voleva farci fucilare sul posto!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ahah grande! :D Io fo sì parte della folta schiera di utenti IL (o Castiglioni-Mariotti che dir si voglia), per quanto riguarda il Latino. Per il Greco, invece, optai per un passaggio di consegne tra il Rocci e il glorioso LaMagna-Annaratone!

L'Annarratone-Lamagna! Responsabile, insieme al sottoscritto, di perle come queste del lontano 1995:

"Pentesileo [era Protesilao, ma avevo letto male :lol:] vendeva orologi a sole sulle colline della Dalmazia"

Da Longo Sofista: "E viene finalmente il tempo di primavera, e le ninfette si rotolano nei campi insieme ai fauni, e vanno nelle frasche..."

Comunque il Rocci era fantastico: a 15 anni, leggendo che una parola greca si traduceva con "mallevadore", capivo proprio tutto eh. :D

(Per non parlare del mitico verbo che il Lorenzo traduceva con "Mi oppongo, fo voltafaccia": qual era? :D)

Link al commento
Condividi su altri siti

Il complemento di tempo determinato si può rendere con un ablativo semplice.

Verissimo. Oltretutto , usando l'ablativo semplice come citazione latina nel contesto di una frase in lingua contemporanea, Asga ha conferito alla frase eleganza e maggior speditezza.

Link al commento
Condividi su altri siti

E adesso vi porto nuovamente nel fantastico mondo degli ascensori :laughingsmiley:

14109383652021684262798.jpg

Io non riderei tanto per questo cartello appiccicato col nastro adesivo.

Qui non si tratta di errori grammaticali, sintattici o lessicali. Qui si tratta di ben altro.

Il signore autore del testo , come i grandissimi, come Dante e Leopardi, sta cercando di rifondare l'italiano, di inaugurare una lingua nuova.

Link al commento
Condividi su altri siti

Io non riderei tanto per questo cartello appiccicato col nastro adesivo.

Qui non si tratta di errori grammaticali, sintattici o lessicali. Qui si tratta di ben altro.

Il signore autore del testo , come i grandissimi, come Dante e Leopardi, sta cercando di rifondare l'italiano, di inaugurare una lingua nuova.

Effettivamente cosa distingue un errore da una naturale modifica linguistica?

Magari quello sarà il futuro della lingua italiana e i nostri post finiranno per essere pieni di arcaismi come la letteratura del passato. In fondo nessuno oggi scrive "questo é quello" come si usava nel 700 sulle partiture, esempio i brandeburghesi di Bach "Concerto 1mo à 2 Corni di Caccia, 3 Hautb: è Bassono, Violino Piccolo concertato, 2 Violini, una Viola è Violoncello, col Basso Continuo.". A parlare con un italiano del 600 probabilmente ci considererebbe asini analfabeti :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Effettivamente cosa distingue un errore da una naturale modifica linguistica?

Magari quello sarà il futuro della lingua italiana e i nostri post finiranno per essere pieni di arcaismi come la letteratura del passato. In fondo nessuno oggi scrive "questo é quello" come si usava nel 700 sulle partiture, esempio i brandeburghesi di Bach "Concerto 1mo à 2 Corni di Caccia, 3 Hautb: è Bassono, Violino Piccolo concertato, 2 Violini, una Viola è Violoncello, col Basso Continuo.". A parlare con un italiano del 600 probabilmente ci considererebbe asini analfabeti :D

Per certi versi il discorso può anche avere un fondo di verità... ma occhio a non sprofondare nel vabenetuttismo quando si ha semplicemente a che fare con gente che NON sa adoperare la lingua. So che il tutto è guardato in chiave scherzosa, ma su certe cose davvero riesco a sorridere poco... :(

P.S. adesso ovviamente sono io quello che fa sghignazzare il prossimo col mio astruso "neologismo", scritto qualche riga sopra in corsivo! :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Per certi versi il discorso può anche avere un fondo di verità... ma occhio a non sprofondare nel vabenetuttismo quando si ha semplicemente a che fare con gente che NON sa adoperare la lingua. So che il tutto è guardato in chiave scherzosa, ma su certe cose davvero riesco a sorridere poco... :(

P.S. adesso ovviamente sono io quello che fa sghignazzare il prossimo col mio astruso "neologismo", scritto qualche riga sopra in corsivo! :D

E' chiaro che il mio post era, più che ironico, direi provocatorio. Chi ha scritto quel cartello era un semianalfabeta, nondimeno se il suo gergo o parti di esso fossero

adottati da molte persone rischierebbero di diventare regola.

Il fatto è che quando una forma linguistica considerata impropria viene reiterata a oltranza nel linguaggio corrente, tende a diffondersi fino a diventare prima accezione alternativa e poi vera e propria nuova regola.

Riguardo al neologismo di Fraxinus non sarà elegante ma sicuramente è efficace.

Link al commento
Condividi su altri siti

E' chiaro che il mio post era, più che ironico, direi provocatorio. Chi ha scritto quel cartello era un semianalfabeta, nondimeno se il suo gergo o parti di esso fossero

adottati da molte persone rischierebbero di diventare regola.

Il fatto è che quando una forma linguistica considerata impropria viene reiterata a oltranza nel linguaggio corrente, tende a diffondersi fino a diventare prima accezione alternativa e poi vera e propria nuova regola.

Riguardo al neologismo di Fraxinus non sarà elegante ma sicuramente è efficace.

Prevedo un brutto futuro per ha e è :lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

Questa è l'attuale copertina del Pechenino-Soerrentino:

Verbi-e-forme-verbali-small.jpg

Esisteva una cosa del genere?

Ed io che dovevo fare i compiti in classe di Greco con traduzioni di aoristi attivi e passivi, futuri di ogni tipo, presenti di ottativi e congiuntivi, con liste di 100 verbi (anche questi a memoria), senza la possibilità di copiare. :crying_anim02::crying_anim02::crying_anim02:

A vedere questa edizione parrebbe divenuto un testo di dimensioni "scolastiche".

Il Pechenino (utilissimo a chi non aveva una memoria da superuomo per mandar giù tonnellate di eccezioni verbali), poco piaceva ai professori anche per le sue mini-dimensioni, che da sole rappresentavano già un'istigazione a delinquere per i compiti in classe :laughingsmiley:

Link al commento
Condividi su altri siti

A vedere questa edizione parrebbe divenuto un testo di dimensioni "scolastiche".

Il Pechenino (utilissimo a chi non aveva una memoria da superuomo per mandar giù tonnellate di eccezioni verbali), poco piaceva ai professori anche per le sue mini-dimensioni, che da sole rappresentavano già un'istigazione a delinquere per i compiti in classe :laughingsmiley:

Sì, aveva più o meno le dimensioni di un Bignami (con analoga copertina beige)... almeno così mi pare di ricordare. Era fatto apposta per essere "inguattato" sotto il banco, sotto il maglione, ovunque...

Link al commento
Condividi su altri siti

E' chiaro che il mio post era, più che ironico, direi provocatorio. Chi ha scritto quel cartello era un semianalfabeta, nondimeno se il suo gergo o parti di esso fossero

adottati da molte persone rischierebbero di diventare regola.

Il fatto è che quando una forma linguistica considerata impropria viene reiterata a oltranza nel linguaggio corrente, tende a diffondersi fino a diventare prima accezione alternativa e poi vera e propria nuova regola.

Riguardo al neologismo di Fraxinus non sarà elegante ma sicuramente è efficace.

magari il redattore del cartello è uno che non ha potuto studiare e nulla possiamo sapere della sua età (e dunque magari appartiene ad una di quelle generazioni sventurate di cui si parlava tempo fa), però onestamente quello che mi sconcerta è che ritenga si possa BUSSARE un campanello o PARALIZZARE LE MANI con le porte. Siamo in grado di decodificare gli sgorbi ortografici, ma qui si va assai oltre ... :o

Qui sotto invece c'è la classica sciatteria da grande distribuzione -_-

32578143287579162915249.jpg

ecco, se vedo una cosa del genere, fosse pure un bene primario di cui ho un bisogno impellente, io prendo ed esco schifato dal negozio :D

Link al commento
Condividi su altri siti

ancora dal fantastico mondo dei sistemi di elevazione, tanto per farvi capire perché io soffro tanto e quotidianamente :crying_anim02:

29871385161586684262798.jpg

Sono affascinato e sconvolto da quel SI.O.NO., ripetuto due volte, dove il punto interrogativo è sostituito da tre punti in successione, e contiene tutta la rabbia di quel signore inviperito.

Efficacissimo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Dai Asga, l'importante è saper ridere dei propri svarioni. ;) L'ego ipertrofico, poi, è segno di viva intelligenza. :D

Ella ha perfettamente ragione: ma più importante ancora è saperli riconoscere come tali, la qual cosa dovrebbe valere anche per altro genere d'errori ;)

Quanto al resto, apparire intelligente non è una delle priorità della mia vita.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...

29328148117579443413849.jpg

uno solo, per fortuna... :D

28811132924010828911495.jpg

di politica non si parla, non ce n'è alcun bisogno :D

32563145314009539814401.jpg

... e per finire, buona colazione... :D

Verba volant, scripta manent.

Passi per le pasticcerie e i circhi equestri, ma anche le segreterie dei nostri partiti politici sono popolate da fini letterati.

Asgarour, dal canto suo, stanco di teorizzare, è passato agli esempi pratici. E ha fatto benissimo.

D'altra parte come dice il proverbio? "Quando c'è la salute si rimedia a tutto". Però bisogna cominciare dalle elementari.

Link al commento
Condividi su altri siti

Comunque, a parte gli strafalcioni postati finora, che sono casuali ed anche divertenti, ci sono espressioni "di moda", usate ormai da tutti nel linguaggio parlato, e che trovo decisamente insopportabili: mi riferisco al frequente come dire? utilizzato come se fosse una fine figura retorica per enfatizzare il concetto seguente, oppure gli agghiaccianti quant'altro e piuttosto che... anche questo è un modo di ammazzare la lingua italiana... se poi a questo aggiungiamo certi scrittori tanto in voga, l'opera è completa...!

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy