Vai al contenuto
mirougil

I nostri cori

Recommended Posts

Nuova discussione!

Ho deciso di togliere questi messaggi dalla discussione "i migliori cori italiani" perché anche se il Polifonico di Ruda è sicuramente uno dei migliori ;) la discussione ha iniziato a prendere una piega che si discostava un po' dal titolo del topic. Ho pensato così di creare questa nuova discussione in cui tutti possiamo parlare dei nostri cori, così anche per sfatare miti e fare quattro chiacchiere corali in libertà ;)

La discussione prende avvio dal post di gfp, corista del Polifonico di Ruda ;) :

vorrei segnalare a tutti che il coro polifonico di ruda, realtà tutta maschile nella coralità friulana ed italiana, si è aggiudicato 3 medaglie d'oro al 5° World Choir Games che si sono appena conclusi a Graz (Austria). Si tratta di una manifestazione organizzata dalla Fondazione Intekultur la quale organizza decine di concorsi ogni anno in tutto il mondo. Sono stati strutturati in 28 categorie con la partecipazione di circa 450 cori provenienti da oltre 90 nazioni. Il coro Polifonico di Ruda ha ottenuto le gold medals (voti oltre gli 80/100) nella musica sacra, nel folclore (tutto friulano) e la prestigiosa gold medal col titolo di World Champion nella categoria Cori Maschili col voto di 89,30 /100 davanti a cori indomesiani, tedeschi, austriaci etc. Il livello era akltissimo, per cui che dire, di nuovo BRAVISSIMI!!!!

si si, ma il Polifonico di Ruda è una delle note eccellenze italiane!!

Complimenti alla bella e brava direttrice Fabiana Noro ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Polifonico di Ruda è un'ottima realtà del panorama italiano ed in particolare del Friuli Venezia Giulia, ma in questo coro non ci entrano gli amanti della musica corale bensì solo cantanti preparati direi quasi professionisti. D'altra parte per arrivare a quei livelli o si sa cantare o non si possono ottenere risultati ecclatanti. Quindi evviva il Polifonico, ma doppio evviva a tutte le realtà corali che raggruppano studenti, operai, impiegati, pensionati che si ritrovano una, due, mille volte a settimana a cantare giusto per il gusto di farlo e non per soldi........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il Polifonico di Ruda è un'ottima realtà del panorama italiano ed in particolare del Friuli Venezia Giulia, ma in questo coro non ci entrano gli amanti della musica corale bensì solo cantanti preparati direi quasi professionisti. D'altra parte per arrivare a quei livelli o si sa cantare o non si possono ottenere risultati ecclatanti. Quindi evviva il Polifonico, ma doppio evviva a tutte le realtà corali che raggruppano studenti, operai, impiegati, pensionati che si ritrovano una, due, mille volte a settimana a cantare giusto per il gusto di farlo e non per soldi........

A me non risulta che ci siano professionisti in questo coro, a me risulta che sia costitutio da impegati, ecc......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il Polifonico di Ruda è un'ottima realtà del panorama italiano ed in particolare del Friuli Venezia Giulia, ma in questo coro non ci entrano gli amanti della musica corale bensì solo cantanti preparati direi quasi professionisti. D'altra parte per arrivare a quei livelli o si sa cantare o non si possono ottenere risultati ecclatanti. Quindi evviva il Polifonico, ma doppio evviva a tutte le realtà corali che raggruppano studenti, operai, impiegati, pensionati che si ritrovano una, due, mille volte a settimana a cantare giusto per il gusto di farlo e non per soldi........

BASTA! Sonostufo di queste chiacchiere di chi non ci ha magari mai sentiti, e giudica senza sapere alcunchè!! Canto da circa 15 anni nel coro, sono nel consiglio direttivo e CERTIFICO UFFICIALMENTE che nel coro polifonico di ruda non ci sono cantanti professionisti se non qualche sporadica apparizione di un paio di elementi per particolari programmi, cosa comune del resto. Siamo disposti a pubblicare una dichiarazione ufficale firmata dal Presidente in cui si attesta ciò allegando tutte le carte d'identità. Sappi che facciamo anche 5 prove alla settimana, non siamo pagati, il 90% del coro non conosce le note ed impara per imitazione, siamo appassionati amanti della musica corale, c'è gente che canta anche da 30 anni, al contrario dei soliti Soloni andiamo a sentire cantare gli altri e a sentire altri concorsi (io sono stato a Maribor ad es ad aprile e il Seghizzi l'altr'anno), ci facciamo un c..o così e non ci stiamo a venir giudicati così sommariamente. Ti piace cantare? Se hai pazienza e sei normalmente intonato vieni a Ruda, le porte sono aperte!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BASTA! Sonostufo di queste chiacchiere di chi non ci ha magari mai sentiti, e giudica senza sapere alcunchè!! Canto da circa 15 anni nel coro, sono nel consiglio direttivo e CERTIFICO UFFICIALMENTE che nel coro polifonico di ruda non ci sono cantanti professionisti se non qualche sporadica apparizione di un paio di elementi per particolari programmi, cosa comune del resto. Siamo disposti a pubblicare una dichiarazione ufficale firmata dal Presidente in cui si attesta ciò allegando tutte le carte d'identità. Sappi che facciamo anche 5 prove alla settimana, non siamo pagati, il 90% del coro non conosce le note ed impara per imitazione, siamo appassionati amanti della musica corale, c'è gente che canta anche da 30 anni, al contrario dei soliti Soloni andiamo a sentire cantare gli altri e a sentire altri concorsi (io sono stato a Maribor ad es ad aprile e il Seghizzi l'altr'anno), ci facciamo un c..o così e non ci stiamo a venir giudicati così sommariamente. Ti piace cantare? Se hai pazienza e sei normalmente intonato vieni a Ruda, le porte sono aperte!

Beh dai, non prendertela così! o))))

Vuoi vedere che siam praticamente compaesani?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo di esser stata fraintesa.. Ho detto che il Polifonico è un'ottima realtà corale italiana e questo è innegabile. Conosco bene il coro visto che sono corregionale. Vi ho sentito diverse volte e ho avuto modo di conoscere anche alcuni elementi che fanno o che han fatto parte del coro. In particolare, alcuni anni fa, ho avuto modo di conoscere un tenore che doveva fare, sue testuali parole, l'audizione per entrare nel coro e studiava da un maestro privato per poterla passare . Forse è qua che sta la fondamentale differenza. Nei cori "normali" ogni nuova voce è vista come una benedizione visto la difficoltà comune a reperire giovani leve e a volte arriva gente che non ha neppure idea di cosa siano le note... I cori invece di un certo livello hanno bisogno di voci certe. In merito ai professionisti, nei cori normali i finanziamenti sono talmente bassi che anche aver la possibilità di fare programmi elaborati con cantanti supplementari, solisti, strumentisti ecc. risulta veramente un'impresa.. E in merito alla quantità di prove, anche noi sotto concorso o per vari impegni importanti ce lo facciamo il c...!!!!! Quindi ribadisco evviva il polifonico che tiene alto l'onore del Friuli nel mondo,ma doppiamente evviva a tutte le altre realtà corali!!!!!! :bye:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh dai, non prendertela così! o))))

Vuoi vedere che siam praticamente compaesani?

scusa se me la prendo ma è un ritornello purtroppo assai diffuso che ci ha dato ormai noia! Ed è ora di finirla! Ci sono molte persone che parlano di coralità, che si atteggiano ad esperti che non hanno la minma idea di quanto lavoro e fatica ci sia dietro la nostra musica specialmente di questi ultimi anni con Fabiana Noro. Ma lo sa la gente che nelle prove separate tutti cantiamo nota x nota tutti i pezzi da soli magari dopo 10 ore di lavoro senza neanche essere passati per casa e a volte anche senza cena ( e GRATIS) ? E di quanti anni di lavoro ci sia bisogno per creare la giusta mentalità e un gruppo unito? Mancava solo che il tipo di prima dicesse ( altro ritornello nella coralità friulana) che siamo bravi perchè abbiamo più fondi degli altri cori! i soldi non fanno un coro bravo! E i soldi si devono meritare! D'altronde il pesce si dice puzzi dalla testa. Se neanche le associazioni corali friulane (feniarco, usci, uscf etc) si sono mai fatte vive in questi anni con un telegramma, una telefonata, un sms etc per congratularsi per aver dato lustro alla coralità italiana e friulana, cosa si può pretendere dagli iscritti?! Ripeto: avete voglia di cantare, di entrare in un bellissimo gruppo unito cui piace fare bene le cose? Siete appassionati ed un minimo intonati? VENITE A CANTARE CON NOI A RUDA!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Credo di esser stata fraintesa.. Ho detto che il Polifonico è un'ottima realtà corale italiana e questo è innegabile. Conosco bene il coro visto che sono corregionale. Vi ho sentito diverse volte e ho avuto modo di conoscere anche alcuni elementi che fanno o che han fatto parte del coro. In particolare, alcuni anni fa, ho avuto modo di conoscere un tenore che doveva fare, sue testuali parole, l'audizione per entrare nel coro e studiava da un maestro privato per poterla passare . Forse è qua che sta la fondamentale differenza. Nei cori "normali" ogni nuova voce è vista come una benedizione visto la difficoltà comune a reperire giovani leve e a volte arriva gente che non ha neppure idea di cosa siano le note... I cori invece di un certo livello hanno bisogno di voci certe. In merito ai professionisti, nei cori normali i finanziamenti sono talmente bassi che anche aver la possibilità di fare programmi elaborati con cantanti supplementari, solisti, strumentisti ecc. risulta veramente un'impresa.. E in merito alla quantità di prove, anche noi sotto concorso o per vari impegni importanti ce lo facciamo il c...!!!!! Quindi ribadisco evviva il polifonico che tiene alto l'onore del Friuli nel mondo,ma doppiamente evviva a tutte le altre realtà corali!!!!!! :bye:

scusa ma su quello che hai scritto è impossibile fraintendere! quando scrivi che non ci entrano gli amanti della musica corale, che entrano cantanti quasi professionisti, e che cantiamo per soldi scusa ma non posso accettarlo! parli come molti solo per sentito dire senza verificare la realtà che è ben diversa! Inoltre ti ripeto che da 15 anni sono nel coro e posso smentire categoricamente ciò che ti ha detto questo fantomatico tenore. Nessun corista deve passare le audizioni per cantare nel coro, al massimo la nostra maestra lo prova per verificare che sia normalmente intonato e che non sia una campana rotta. Fatto ciò, si comincia a far prove e a farsi torturare dalla maestra ( in senso buono ovviamente)! E ribadisco anch'io: evviva il mondo corale e tutte le persone che cantano con passione ed entusiasmo! ma permettimi di considerarci completamente parte di questo mondo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tanto per comincia io ed Aquila siamo soprani... quindi è un tantino difficile che ci prendiate...

Se vi invitassimo alla nostra rassegna autunnale voi sareste disposti venire, come tutti gli altri cori, e come noi stessi facciamo quando veniamo invitati, in cambio di una cena?

In passato il vostro coro era stato invitato a partecipare a manifestazioni da noi organizzate, ma la risposta era stata negativa in quanto il nostro coro non aveva le possibilità di pagarvi la cifra richiesta. Non vi pare che questo sia un atteggiamento snob, visto che il Polifonico ha sede a 20 minuti di auto da noi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Siccome voglio chiudere questa piccola querelle sorta, vorrei evitare di farti nome e cognome di questo tenore che, giusto per farti capire che non parlo per sentito dire, adesso non canta più con voi ma all'Arena di Verona...

E ribadisco il concetto che la vostra realtà la conosco, come conosco il completo disinteresse per certe realtà corali da parte di usci, feniarco ecc. che considerano solo amici, amici di amici e via dicendo non valutando che le realtà corali andrebbero prese in considerazione tutte indipendentemente da chi esse siano.

E quindi facciamoci tutti torturare dai nostri maestri perchè coro è bello!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Siccome voglio chiudere questa piccola querelle sorta, vorrei evitare di farti nome e cognome di questo tenore che, giusto per farti capire che non parlo per sentito dire, adesso non canta più con voi ma all'Arena di Verona...

E ribadisco il concetto che la vostra realtà la conosco, come conosco il completo disinteresse per certe realtà corali da parte di usci, feniarco ecc. che considerano solo amici, amici di amici e via dicendo non valutando che le realtà corali andrebbero prese in considerazione tutte indipendentemente da chi esse siano.

E quindi facciamoci tutti torturare dai nostri maestri perchè coro è bello!!!!

so benissimo di chi parli. e confermo che cristian b....s studiava con maestro privato perchè voleva far carriera come tenore solista e non perchè avesse bisogno di un'audizione per cantare con noi, magari averlo ancora! una voce meravigliosa! Che poi avesse bisogno di studiare alcuni pezzi col suo maestro perchè magari a lui ostici in quanto diversi dal repertorio lirico classico o che si sentisse pungolato in quanto noi correttamente pretendiamo che un "aggiunto" sappia di più del corista normale e canti di + e meglio , o che magari parlasse di qualche parte da solista e non prettamente corale, può anche essere, è già successo giustamente anche con altri. E comunque le parole di una persona possono essere un dubbio, non un giudizio così forte come lo hai dato nei ns confronti.... Scusa poi se sono così polemico e me la prendo tanto ma sono anni che sentiamo tante falsità e cattiverie contro di noi spesso gratuite e offensive; inoltre c'è molto orgoglio in noi, siamo parte di una realtà che ha superato i 63 anni di storia, ha partecipato a più di 50 concorsi in tutti il mondo ( al primo concorso di arezzo nel 1953 il coro c'era!), ha partecipato al Seghizzi quando ancora era un concorso regionale ed è arrivaro 2° quando ha partecipato l'ultima volta nel 1981.

Spero tu possa capirmi, polemizzo per amore, non er il gusto della polemica, in quanto non posso che essere assolutamente d'accordo con te coro è bellissimo!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tanto per comincia io ed Aquila siamo soprani... quindi è un tantino difficile che ci prendiate...

Se vi invitassimo alla nostra rassegna autunnale voi sareste disposti venire, come tutti gli altri cori, e come noi stessi facciamo quando veniamo invitati, in cambio di una cena?

In passato il vostro coro era stato invitato a partecipare a manifestazioni da noi organizzate, ma la risposta era stata negativa in quanto il nostro coro non aveva le possibilità di pagarvi la cifra richiesta. Non vi pare che questo sia un atteggiamento snob, visto che il Polifonico ha sede a 20 minuti di auto da noi?

Il coro in oltre 60 anni ha partecipato a centinaia di rassegne, scambi, etc. anche senza cene in cambio. Sappiate che alla base di molti rifiuti vi sono fondamentalmente delle scelte artistiche che il coro prende assieme al maestro, condivisibili o meno, e indipendenti dalla vicinanza o da questioni economiche. Vi segnalo inoltre che molti coristi dei nostri vanno a dar una mano solo per il piacere di cantare anche ad altre realtà quale ad es il coro di mariano del friuli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il coro in oltre 60 anni ha partecipato a centinaia di rassegne, scambi, etc. anche senza cene in cambio. Sappiate che alla base di molti rifiuti vi sono fondamentalmente delle scelte artistiche che il coro prende assieme al maestro, condivisibili o meno, e indipendenti dalla vicinanza o da questioni economiche. Vi segnalo inoltre che molti coristi dei nostri vanno a dar una mano solo per il piacere di cantare anche ad altre realtà quale ad es il coro di mariano del friuli

Credo che forse dietro ad alcuni rifiuti forse ci possa stare anche l'impossibilità a partecipare a tuttwe le manifestazioni alle quali siete invitati, e credo siano tante, ma forse mi sbaglio.

Condivido in pieno il fatto che i finanziamenti siano meritati, ma credo, gfp, che tu possa anche comprendere le lamentele delle realtà che di finanziamenti ne hanno pochi e che per questo fanno fatica ad andare avanti nell'attività. Non divo giustificarle, ma comprenderle.

Ho assiastito anni fa alla "Strada di Levada" di Zanettovich in basilica ad Aquileia, c'eri anche te? Bella rappresentazione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vi segnalo inoltre che molti coristi dei nostri vanno a dar una mano solo per il piacere di cantare anche ad altre realtà quale ad es il coro di mariano del friuli
Ti pare una cosa giusta? Allora, in quell'occasione, il "Portelli" si sarebbe dovuto far chiamare, "Portelli e associati", e non è una critica diretta al Portelli, ma a questa invalsa abitudine tra molti cori che si "rafforzano" per concorsi o esibizioni importanti. Allora noi avremmo potuto chiamare qualche amico di altri cori per aver una mano, ad esempio, per il Seghizzi, o per qualche altra occasione in cui, per vari motivi, ci si è ritrovati con 2 tenori o 3 contralti... Io trovo questa pratica assolutamente scorretta perchè un coro si deve presentare con quello che ha. Se per cause di forza maggiore, come malattie improvvise, non si è in numero sufficiente per sostenere l'esibizione, non si canta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ti pare una cosa giusta? ... Io trovo questa pratica assolutamente scorretta perchè un coro si deve presentare con quello che ha. Se per cause di forza maggiore, come malattie improvvise, non si è in numero sufficiente per sostenere l'esibizione, non si canta.

Mi sembra un po' estremista quest'asserzione. Perchè buttare via mesi di duro lavoro per colpa di un imprevisto? Anche se eticamente non corretto, io penso che sia indispensabile, alle volte, aiutare e farsi aiutare.

Soprattutto nel caso di piccoli cori, con due/tre coristi per voce, sovente capita di avere una sezione semiscoperta e inadeguata/insufficiente rispetto al resto del coro.

Inoltre può capitare di voler "assaggiare" repertori diversi, per i quali sia necessario avere un gruppo di coristi più numeroso.

Certo è che si deve trattare di eccezioni, e non della regola, altrimenti, giustamente, il coro "XXX" diventa davvero un "XXX & company"!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi sembra un po' estremista quest'asserzione. Perchè buttare via mesi di duro lavoro per colpa di un imprevisto? Anche se eticamente non corretto, io penso che sia indispensabile, alle volte, aiutare e farsi aiutare.

Soprattutto nel caso di piccoli cori, con due/tre coristi per voce, sovente capita di avere una sezione semiscoperta e inadeguata/insufficiente rispetto al resto del coro.

Inoltre può capitare di voler "assaggiare" repertori diversi, per i quali sia necessario avere un gruppo di coristi più numeroso.

Certo è che si deve trattare di eccezioni, e non della regola, altrimenti, giustamente, il coro "XXX" diventa davvero un "XXX & company"!

Noi, in casi rari, in 31 anni di attività, ci siamo avvalsi di aiuti dell'ultimo momento solo per sostiuire il maestro, mai coristi.

Se si vogliono, come tu dici, assaggiare programmi che richiedono organici più corposi, ci si unisce tra cori, ma in quel caso è il concerto del coro "pinco pallino" assieme al coro "tizio caio", non il coro "pinco pallino & company"!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Noi, in casi rari, in 31 anni di attività, ci siamo avvalsi di aiuti dell'ultimo momento solo per sostiuire il maestro, mai coristi.

Se si vogliono, come tu dici, assaggiare programmi che richiedono organici più corposi, ci si unisce tra cori, ma in quel caso è il concerto del coro "pinco pallino" assieme al coro "tizio caio", non il coro "pinco pallino & company"!

Secondo me a volte è tollerabile che servano rinforzi, specie nei casi di cori piccoli e amatoriali, dove può capitare l'indisponibilità per un concerto di diversi componenti. Sai bene che per un coro piccolo ogni concerto e occasione che gli si presenta per cantare è oro, rinunciare potrebbe significare compremottere in parte la propria attiità, specie di questi tempi di magra pecuniaria. E allora che si fa? Si rinuncia al concerto, oppure si accetta richiedendo qualche rinforzo? Sai bene che le piccole relatà devono prendere al volo ogni occasione che gli si presenta davanti. E' chiaro poi che se la cosa diventa abitudinaria, beh, le cose non funzionano proprio a dovere e in questo caso qui mi trovi perfettamente concorde.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Secondo me a volte è tollerabile...perfettamente concorde.

Quoto interamente: esattamente ciò che intendevo io! :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io invece non sono molto d'accordo con quest'idea... Mi spiego: se un coro fa un progetto particolare deve farlo in base alle proprie possibilità. Trovo proprio brutto dire che alcuni coristi vadano "a dare una mano" ad un altro coro, qualsiasi esso sia... È proprio svilenteper chi se lo sente dire perché non c'e niente di più gratificante del poter riuscire a fare un pezzo difficile o particolare contando solo sulle proprie forze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io invece non sono molto d'accordo con quest'idea... Mi spiego: se un coro fa un progetto particolare deve farlo in base alle proprie possibilità. Trovo proprio brutto dire che alcuni coristi vadano "a dare una mano" ad un altro coro, qualsiasi esso sia... È proprio svilenteper chi se lo sente dire perché non c'e niente di più gratificante del poter riuscire a fare un pezzo difficile o particolare contando solo sulle proprie forze.

vi ascolto volentieri ma francamente non capisco tanto astio nei confronti di una pratica che trovo personalmente corretta e fonte di amicizia tra le varie realtà corali. Per principio trovo che i concerti programmati non si debbano mai annullare, il concerto è il momento in cui ci si diverte e si mostra il frutto del proprio lavoro. Concordo sul fatto che l'aiuto debba essere limitato nel numero e nel tempo, ma non credo affatto che ad es parlando delcaso che ho sollevato, l'aiuto di 2 persone in un coro di oltre 40 persone modifichi la loro prestazione o annacqui o peggio cambi completamente il corpo di un'esecuzione corale! E permettimi di trovare alquanto forzato dire che è eticamente immorale! Penso che nei cori misti alle volte un aiutino soprattutto negli uomini non sia una tragedia ma un fattore di sostegno. Se canti male, l'aiutino non ti farà cantare bene! E poi ci sono coristi che magari come da noi se vogliono provare una tantum a cantare in un misto ad es, non vedo che male ci sia nel farlo. io stesso se potessi farei volentieri un'esperienza simile, ma i baritoni non sono molto richiesti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente non ho detto che è eticamente immorale.. Ho detto che è svilente. Comunque sono d'accordo con te sul fatto che i concerti programmati non si debbano annullare.. Discutevo sulla pratica di fare programmi, progetti, concerti in virtù dell'utilizzo di aiuti esterni. E sai meglio di me che due voci che cantano in una sezione composta da persone che canticchiano hanno il loro peso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente non ho detto che è eticamente immorale.. Ho detto che è svilente. Comunque sono d'accordo con te sul fatto che i concerti programmati non si debbano annullare.. Discutevo sulla pratica di fare programmi, progetti, concerti in virtù dell'utilizzo di aiuti esterni. E sai meglio di me che due voci che cantano in una sezione composta da persone che canticchiano hanno il loro peso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Veramente non ho detto che è eticamente immorale.. Ho detto che è svilente. Comunque sono d'accordo con te sul fatto che i concerti programmati non si debbano annullare.. Discutevo sulla pratica di fare programmi, progetti, concerti in virtù dell'utilizzo di aiuti esterni. E sai meglio di me che due voci che cantano in una sezione composta da persone che canticchiano hanno il loro peso.

hai ragione, ti chiedo scusa, era un altro che definiva la cosa eticamente non corretta, anche se non capisco cosa c'entri l'etica qui. Sono convinto e sicuro che 2 aiuti ti permettono di puntellare una sezione di un coro ma non gli cambiano la sostanza, il colore, l'intonazione etc. Se canti male. l'aiutino non ti fa' cantare bene, anzi spesso sfora e crea solo danni! Bisogna alla fine cercare di cantare bene e cercare di rendersi conto esattamente chi si è e a che livello si è soprattutto e alla fine scegliere i repertori più consoni. Qua però arriviamo a toccare il tema della responsabilità e bravura dei maestri di coro, doti assai scarse nel panorama corale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
hai ragione, ti chiedo scusa, era un altro che definiva la cosa eticamente non corretta, anche se non capisco cosa c'entri l'etica qui. Sono convinto e sicuro che 2 aiuti ti permettono di puntellare una sezione di un coro ma non gli cambiano la sostanza, il colore, l'intonazione etc. Se canti male. l'aiutino non ti fa' cantare bene, anzi spesso sfora e crea solo danni! Bisogna alla fine cercare di cantare bene e cercare di rendersi conto esattamente chi si è e a che livello si è soprattutto e alla fine scegliere i repertori più consoni. Qua però arriviamo a toccare il tema della responsabilità e bravura dei maestri di coro, doti assai scarse nel panorama corale...

Infatti quell' "altro" sono io! :D

Parlavo di "etica" perchè, come diceva Aquila, nei casi in cui le 2, 3, 5 persone aggiunte diano un contributo sostanziale, modificando la resa dell'intero coro, non si può più parlare del coro "XXX" poichè si tratta effettivamente di un altro coro. Quindi continuare a chiamare il coro "XXX" mi sembra un'operazione scorretta eticamente. Non so se sono riuscito a spiegarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Infatti quell' "altro" sono io! :D

Parlavo di "etica" perchè, come diceva Aquila, nei casi in cui le 2, 3, 5 persone aggiunte diano un contributo sostanziale, modificando la resa dell'intero coro, non si può più parlare del coro "XXX" poichè si tratta effettivamente di un altro coro. Quindi continuare a chiamare il coro "XXX" mi sembra un'operazione scorretta eticamente. Non so se sono riuscito a spiegarmi.

ti chiedo scusa, non volevo apparire sgarbato. la questione è spiegarci quale sia la proporzione tra coristi effettivi ed aggiunti per cui il coro mantiene la sua personalità, il suo colore, la sua intonazione etc o meno. Coristi ad es che cantano in teatri lirici per esperienza personale sono spesse volte dannosi al coro , le voci sforano, sono inesistenti nei pianissimi e possono essere fastidiose nei forti. I 2 coristi del mio coro che sono andati ad aiutare un coro di oltre 40 elementi, cosa che ha un po' infastidito nel principio alcuni del forum, permettetemi di dire che non ne hanno per nulla snaturato la qualità e le caratteristiche peculiari. Credo che dal punto di vista dei rapporti tra le varie compagini corali ciò rappresenti un collante e un fattore di crescita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy