Vai al contenuto

Fascetta in pelle


Recommended Posts

Scusate, ma allora perchè mettono più placchette per quella fascetta? Solo per farle provare e decidere qual è la migliore da tenere insieme alla fascetta e le altre da tenere sempre a casa inutilizzate? Io penso di no. E poi se sapevate di non voler sfruttare al massimo le potenzialità di questa fascetta. potevate prenderne 1 semplice, senza placchette intercambiabili, no? Se l'avete presa con le placchette vuol dire che volete usare le possibilità che offre,o no? È vero che vi costerà un po' di più in termini di tempo, ma poi il vostro suono ripagherà questa fatica. E poi non penso sia 1 grossa fatica cambiare 1 placchetta, no? :questionmark:

Correggetemi se sbaglio (sono qui per chiedere consigli e imparare). Scusate se ho urtato i vostri pensieri, non volevo. Ciao, grazie e buone vacanze d'agosto. :bye::thumbsup_x:

Non è facile rispondere ai quesiti che poni. Anche io uso una fascetta (in metallo però) con placchette intercambiabilli ma della Vandoren. All'inizio anche io ho fatto i miei esperimenti cambiando le placchette e ho trovato quella con cui mi trovo meglio. E ormai uso quasi esclusivamente quella lì.

Durante un concerto non è comodo togliere la fascetta, cambiare placchetta ... se suoni in banda a volte fai i concerti all'aperto, magari c'è il vento e ti preoccupi piuttosto di trovare il modo di fissare le parti in modo che non volino via.

Io sono dell'opinione che se ci troviamo meglio con una determinata placchetta o fascetta dobbiamo usare quella. C'è chi dice che questi gadget non servano a niente. Io non lo so ... ci sono momenti in cui suono meglio con una determininata fascetta e altri in cui mi trovo meglio con un altra.

Il cambio di fascette e placchette penso che vada fatto in sede di studio ... a seconda dell'ancia che sto usando, del suono che voglio produrre e dei pezzi che sto suonando trovo ciò con cui mi sento più a mio agio e lo uso. Ciò non mi vieta in un'altra occasione di provare a cambiare le "impostazioni" cercandone una migliore per quel momento.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusate, ma allora perchè mettono più placchette per quella fascetta? Solo per farle provare e decidere qual è la migliore da tenere insieme alla fascetta e le altre da tenere sempre a casa inutilizzate? Io penso di no.
Io penso di sì. Oltre a questo potrai cambiare configurazione di tanto in tanto, per fare prove, a seconda dell'umore, o man mano che la tua tecnica evolve, ma con un periodo molto maggiore della durata di un concerto.
E poi se sapevate di non voler sfruttare al massimo le potenzialità di questa fascetta. potevate prenderne 1 semplice, senza placchette intercambiabili, no?
In effetti ero indeciso. Come ho detto prima, avere più configurazioni possibili è quasi come avere la scelta fra più fascette diverse. Non escludo che mi sarei trovato bene o meglio con una fascetta semplice.
Se l'avete presa con le placchette vuol dire che volete usare le possibilità che offre,o no?
Infatti ho scelto una determinata configurazione.
È vero che vi costerà un po' di più in termini di tempo, ma poi il vostro suono ripagherà questa fatica.
Io sono un dilettante assoluto e ho problemi fondamentali che un cambio di fascetta non si avvicina minimamente a risolvere.
E poi non penso sia 1 grossa fatica cambiare 1 placchetta, no? :questionmark:
Fai prima, e ottieni risultati molto più efficaci, a cambiare un'ancia.

Scusa, volevo dire 1 ancia.

Correggetemi se sbaglio (sono qui per chiedere consigli e imparare). Scusate se ho urtato i vostri pensieri, non volevo.
Per questo ti taglierò la gola.
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusate, ma allora perchè mettono più placchette per quella fascetta? Solo per farle provare e decidere qual è la migliore da tenere insieme alla fascetta e le altre da tenere sempre a casa inutilizzate? Io penso di no. E poi se sapevate di non voler sfruttare al massimo le potenzialità di questa fascetta. potevate prenderne 1 semplice, senza placchette intercambiabili, no? Se l'avete presa con le placchette vuol dire che volete usare le possibilità che offre,o no? È vero che vi costerà un po' di più in termini di tempo, ma poi il vostro suono ripagherà questa fatica. E poi non penso sia 1 grossa fatica cambiare 1 placchetta, no? :questionmark:

Correggetemi se sbaglio (sono qui per chiedere consigli e imparare). Scusate se ho urtato i vostri pensieri, non volevo. Ciao, grazie e buone vacanze d'agosto. :bye::thumbsup_x:

Ti posso assicurare che queste fascette con le placchette sono più delle trovate commerciali che altro, poi sicuramente qualcosina cambia cambiando placchetta, ma ti ripeto sono sfumature per lo più impercettibili a chi ascolta. Di solito chi le compra lo fa perchè magari una determinata placchetta da un aiutino in più, e un aiutino dato dalla fascetta, uno dall'ancia, uno dal bocchino e uno dal clarinetto, fanno già un aiuto, capisci? Non pensare però che in banda mettendo una plachetta riuscirai a fare benissimo la sinfonia della Norma, cmbiandone un'altra riuscirai a fare benissimo l'intermezzo della cavalleria rusticana, ecc... Quanto dico è confermato dal fatto che i professionisti generalmente suonano con fascette comuni, senza placchette ne niente. Poi se Eddy Daniel's ogni tanto si fa vedere con la legatura che porta il suo nome può essere perchè l'hanno pagato per farlo, non perchè con un'altra legatura suonerebbe male. Il mondo degli acessori per clarinetto è un buisness e bisogna stare molto attenti a saper distinguere le cose utili da quelle inutili

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 1 month later...

Ciao ragazzi, oggi ho comprato la Eddie Daniels II. Inizialmente l'ho montata sul bocchino senza placchette per vedere come andava (e già così va Molto Bene), ma poi la mia voglia di perfezionismo mi ha spinto a provare anche le placchette. Però non sono riuscito a notare le differenze (o almeno credo di averle notate male) fra le 2 placchette. Ce ne sono 2: una un po' incurvata e una dritta. Almeno quello che ho potuto notare io è che con la 1° placchetta, quella incurvata, c'è una migliore proiezione del suono ma un minor controllo sul suono. Invece l'altra, a mio modesto parere, sembra che "controlli" meglio il suono.

Qualcuno sa darmi informazioni più dettagliate sull'utilità delle 2 placchette e con la legatura senza placchette? Avvisatemi se ho scritto cose non vere, ci tengo ad essere preciso.

Grazie 1000 e ciao.

P.S.:

> ho scelto una determinata configurazione. (Texas-instrument)

Me la potresti dire così la provo anch'io? (placchetta e posizione dei "cuscinetti interni", non so come si chiamano). Ciao, Rosso27.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 3 weeks later...

LA settimana scorsa sono stato da daminelli.

Non dico cosa ho comprato perchè mi faccio schifo da solo.

Solo due dati: secondo il negozio la Eddie Daniels per il sib è la fascetta più venduta. Almeno 30 al mese ( e mi pare na bella cifretta).

Per il basso, hanno quasi solo fascette in pelle. Penso di averne vista solo una in metallo.

Io sono abbastanza asettico di fronte alle manifestazioni di massa, ma non le disdegno mai, perchè mi dico sempre che, sotto sotto, qualche ragione ci sarà (non necessariamente qualitativa, sia ben chiaro).

Oltretutto, non vedo da nessuna parte una massiva campagna pubblicitaria a favore della eddie daniels. A parte il nome, mi pare anche che la stessa non sia usata da nessuno in particolare.

Questo solo per una mia (e , spero anche vostra) riflessione

pee wee

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
C'è chi dice che questi gadget non servano a niente.

Probabilmente hanno perfettamente ragione quelli che lo sostengono.

Nel senso che le fascette non contribuiscono a rendere "bravo" un esecutore e, alla fine, se valutato il suono in una sala ampia, forse cambia nulla sulla proiezione.

Non lo so.

Io, però, che preferisco fare fesserie "di mio" ho deciso di provare e mi sono fatto aiutare da un musicista professionista.

Abbiamo fatto la prova con queste fascette per basso: Rovner dark, Eddie Daniels II, BG L91, Ligaphone.

Ovviamente stesso bocchino: POmarico cristallo n. 3

Le conclusioni di entrambi (ferme restando le perplessità del musicista che condivide le tesi qui esposte) sono state le seguenti:

- il suono, da vicino cambia. Ovviamente non in modo drastico. Ma a seconda della fascetta risultano più evidenti l'accentuazione delle note gravi, piuttosto che un suono lievemente più metallico, ecc., ecc. Addirittura la stessa fascetta produce risultati differenti a second di chi la usa. Lui con l'Eddie Daniels otteneva un suono molto forte e morbido. Io metallico.

- sicuramente, poi, c'è una (??) "sensazione" soggettiva. Io mi trovo molto meglio con alcune fascette nel senso che mi danno più sicurezza, trovo più facile l'attacco e la dinamica, ecc. Mi piace di più il suono, così come lo sento..........

Preciso anche che per evitare dubbi, ci siamo anche scambiati lo strumento: il risultato non cambiava minimamente.

Eravamo in una stanza e, quindi, non ho potuto fare la prova di come si sente il suono "in fondo alla sala".

Probabilmente, le differenze scomparirebbero completamente.

Non lo so...ma forse, avere un feeling maggiore con una fascetta che contribuisce a darci sicurezza, piacevolezza nell'udire il suono lì' da vicino, forse, qualcosa serve.

Parigi varrà ben una messa...o no?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Probabilmente hanno perfettamente ragione quelli che lo sostengono.

Nel senso che le fascette non contribuiscono a rendere "bravo" un esecutore e, alla fine, se valutato il suono in una sala ampia, forse cambia nulla sulla proiezione.

Non lo so.

Io, però, che preferisco fare fesserie "di mio" ho deciso di provare e mi sono fatto aiutare da un musicista professionista.

Abbiamo fatto la prova con queste fascette per basso: Rovner dark, Eddie Daniels II, BG L91, Ligaphone.

Ovviamente stesso bocchino: POmarico cristallo n. 3

Le conclusioni di entrambi (ferme restando le perplessità del musicista che condivide le tesi qui esposte) sono state le seguenti:

- il suono, da vicino cambia. Ovviamente non in modo drastico. Ma a seconda della fascetta risultano più evidenti l'accentuazione delle note gravi, piuttosto che un suono lievemente più metallico, ecc., ecc. Addirittura la stessa fascetta produce risultati differenti a second di chi la usa. Lui con l'Eddie Daniels otteneva un suono molto forte e morbido. Io metallico.

- sicuramente, poi, c'è una (??) "sensazione" soggettiva. Io mi trovo molto meglio con alcune fascette nel senso che mi danno più sicurezza, trovo più facile l'attacco e la dinamica, ecc. Mi piace di più il suono, così come lo sento..........

Preciso anche che per evitare dubbi, ci siamo anche scambiati lo strumento: il risultato non cambiava minimamente.

Eravamo in una stanza e, quindi, non ho potuto fare la prova di come si sente il suono "in fondo alla sala".

Probabilmente, le differenze scomparirebbero completamente.

Non lo so...ma forse, avere un feeling maggiore con una fascetta che contribuisce a darci sicurezza, piacevolezza nell'udire il suono lì' da vicino, forse, qualcosa serve.

Parigi varrà ben una messa...o no?

ciao

se una fascetta riesce a darti sicurezza ,feelinng,gradevolezza nell'ascoltare il proprio suono......allora vale altro che una messa:è una cosa comunissima e risaputa che se aumenti la tua sicurezza nel saper fare una cosa,questa cosa la farai meglio e questo ti farà crescere,così come se ad un certo punto non crescerai più,potrai trovare in un gadget una spinta per ripartire....ti paresse poco.Poi,come hai detto tu,bisogna essere scettici e perplessi:si diventa bravi con lo studio,però,provare e cercare soluzioni e studiare con qualcuno ed ascoltare ,che cosa è?

il nero :to_become_senile:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Probabilmente hanno perfettamente ragione quelli che lo sostengono.

Nel senso che le fascette non contribuiscono a rendere "bravo" un esecutore e, alla fine, se valutato il suono in una sala ampia, forse cambia nulla sulla proiezione.

Non lo so.

Io, però, che preferisco fare fesserie "di mio" ho deciso di provare e mi sono fatto aiutare da un musicista professionista.

Abbiamo fatto la prova con queste fascette per basso: Rovner dark, Eddie Daniels II, BG L91, Ligaphone.

Ovviamente stesso bocchino: POmarico cristallo n. 3

Le conclusioni di entrambi (ferme restando le perplessità del musicista che condivide le tesi qui esposte) sono state le seguenti:

- il suono, da vicino cambia. Ovviamente non in modo drastico. Ma a seconda della fascetta risultano più evidenti l'accentuazione delle note gravi, piuttosto che un suono lievemente più metallico, ecc., ecc. Addirittura la stessa fascetta produce risultati differenti a second di chi la usa. Lui con l'Eddie Daniels otteneva un suono molto forte e morbido. Io metallico.

- sicuramente, poi, c'è una (??) "sensazione" soggettiva. Io mi trovo molto meglio con alcune fascette nel senso che mi danno più sicurezza, trovo più facile l'attacco e la dinamica, ecc. Mi piace di più il suono, così come lo sento..........

Preciso anche che per evitare dubbi, ci siamo anche scambiati lo strumento: il risultato non cambiava minimamente.

Eravamo in una stanza e, quindi, non ho potuto fare la prova di come si sente il suono "in fondo alla sala".

Probabilmente, le differenze scomparirebbero completamente.

Non lo so...ma forse, avere un feeling maggiore con una fascetta che contribuisce a darci sicurezza, piacevolezza nell'udire il suono lì' da vicino, forse, qualcosa serve.

Parigi varrà ben una messa...o no?

Ciao gigante

Sono perfettamente d'accordo con te. Le fascette non sono miracolose; non rendono bravo un clarinettista; Fausto Coppi avrebbe vinto il Tour anche con una graziella. Tuttavia il suono cambia da una all'altra. Io ho sempre usato quella classica in metallo a due viti ma ora ho comprato anche una Rovner Mark. Devo dire che con quest'ultima il suono mi sempra più morbido e scuro. I cambiamenti non sono spettacolari ma si sentono. A volte mi trovo meglio con una, a volte con l'altra. Sagge sono le parole del Nero: se una cosa ti dà più sicurezza ti dà anche una spinta in più, quindi ben venga.

Bisogna essere pessimisti nella teoria e ottimisti nella pratica, e soprattutto sperimentare sempre.

P.S. proporrei Il Nero come gran maestro di un possibile futuro Circolo dei Saggi!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao gigante

Sono perfettamente d'accordo con te. Le fascette non sono miracolose; non rendono bravo un clarinettista; Fausto Coppi avrebbe vinto il Tour anche con una graziella. Tuttavia il suono cambia da una all'altra. Io ho sempre usato quella classica in metallo a due viti ma ora ho comprato anche una Rovner Mark. Devo dire che con quest'ultima il suono mi sempra più morbido e scuro. I cambiamenti non sono spettacolari ma si sentono. A volte mi trovo meglio con una, a volte con l'altra. Sagge sono le parole del Nero: se una cosa ti dà più sicurezza ti dà anche una spinta in più, quindi ben venga.

Bisogna essere pessimisti nella teoria e ottimisti nella pratica, e soprattutto sperimentare sempre.

P.S. proporrei Il Nero come gran maestro di un possibile futuro Circolo dei Saggi!

ossignore,ossi !!

chettoccadasentì!

Comunque a caccia di differenze tra fascette,oggi mi sono sciroppato quasi tre ore tra clarinetto e sax soprano....

ciao a tutti

il nero :bike::bike:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ossignore,ossi !!

chettoccadasentì!

Comunque a caccia di differenze tra fascette,oggi mi sono sciroppato quasi tre ore tra clarinetto e sax soprano....

ciao a tutti

il nero :bike::bike:

Ciao Nero

dico solo questa altrimenti mi bannano, bannerizzano, bananano o come si dice.

Ti andrebbe meglio un Circolo degli empiristi scettici? Se vuoi caliamo di grado: da Gran Maestro a membro onorario.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sono perfettamente d'accordo con te. Le fascette non sono miracolose; non rendono bravo un clarinettista; Fausto Coppi avrebbe vinto il Tour anche con una graziella. Tuttavia il suono cambia da una all'altra. Io ho sempre usato quella classica in metallo a due viti ma ora ho comprato anche una Rovner Mark. Devo dire che con quest'ultima il suono mi sempra più morbido e scuro. I cambiamenti non sono spettacolari ma si sentono.

Rovner Dark o Rovner Mark III? C'è differenza, sono 2 modelli diversi.

Questa è la pagina di presentazione della Mark III.

Quest'altra invece è quella della Dark.

Io uso la Eddie Daniels II.

Il tutto preso dal sito ufficiale della Rovner. Ciao panta! :bye:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao Rosso27, ho dato una occhiata al sito della Rovner...

ma le diverse configurazione della Eddie Daniels II sono effettivamente utili o sono più che altro un gadget?

ovviamente non dico che la legatura non sia buona, può essere la migliore, ma ho un dubbio sulle 6 differenti configurazioni che può assumere, e sul fatto che diano effettivamente un suono "percettibilmente" diverso...

ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rovner Dark o Rovner Mark III? C'è differenza, sono 2 modelli diversi.

Questa è la pagina di presentazione della Mark III.

Quest'altra invece è quella della Dark.

Io uso la Eddie Daniels II.

Il tutto preso dal sito ufficiale della Rovner. Ciao panta! :bye:

La Rovner dark non l'ho provata. Ho preso la MArk III perché è più sostanziosa e rigida. Dicono che dia più corpo al suono. In effetti il timbro è ricco e rotondo. Tuttavia per lo staccato e i pezzi tecnici preferisco ancora la mia classica fascetta in metallo, soprattutto se uso il bocchino di cristallo.

ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tuttavia per lo staccato e i pezzi tecnici preferisco ancora la mia classica fascetta in metallo, soprattutto se uso il bocchino di cristallo.

E questo è un ulteriore punto.

Come ho già detto ad un amico qui dentro, io ho notato he le fascette di pelle/gomma, danno un suono più scuro e corposo e molto gradevole sui bocchini in ebano (penso anche quelli in ebanite, ma non avevo voglia di fare la prova).

Viceversa, sui bocchini in cristallo, a me, "ovattano" leggermente il suono.

Sul cristallo, invece, ho notato che le fascette metalliche hanno una resa decisamente superiore.

Ovviamente restano ferme le premesse già fatte sulla relatività (ed utilità assai soggettiva) di questi giudizi.

Per completezza dirò anche che quando sono stato da Pomarico ho visto alle pareti le foto di molti bassisti che usavano fascette di pelle o gomma sul cristallo.

Come dire.....posso fare un bel fascio di tutte le mie opinioni e gettarle nella prima toilette disponibile (=non occupata da qualcuno che, come me, sta rammaricandosi di non poter valutare la "proiezione") :crying_anim02:

Alla fin fine, temo risulti ulteriormente confermata la totale soggettività delle valutazioni che dipendono non solo dal nostro modo di sentire, ma anche dalla conformazione del cavo orale di ciascuno di noi, denti, corporatura, ecc. ecc.

W l'anarchia empirica!

pee wee

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E questo è un ulteriore punto.

Come ho già detto ad un amico qui dentro, io ho notato he le fascette di pelle/gomma, danno un suono più scuro e corposo e molto gradevole sui bocchini in ebano (penso anche quelli in ebanite, ma non avevo voglia di fare la prova).

Viceversa, sui bocchini in cristallo, a me, "ovattano" leggermente il suono.

Sul cristallo, invece, ho notato che le fascette metalliche hanno una resa decisamente superiore.

Ovviamente restano ferme le premesse già fatte sulla relatività (ed utilità assai soggettiva) di questi giudizi.

Per completezza dirò anche che quando sono stato da Pomarico ho visto alle pareti le foto di molti bassisti che usavano fascette di pelle o gomma sul cristallo.

Come dire.....posso fare un bel fascio di tutte le mie opinioni e gettarle nella prima toilette disponibile (=non occupata da qualcuno che, come me, sta rammaricandosi di non poter valutare la "proiezione") :crying_anim02:

Alla fin fine, temo risulti ulteriormente confermata la totale soggettività delle valutazioni che dipendono non solo dal nostro modo di sentire, ma anche dalla conformazione del cavo orale di ciascuno di noi, denti, corporatura, ecc. ecc.

W l'anarchia empirica!

pee wee

ciao

Proiezione.....se significa quanto lontano arriva un suono,beh,allora io,non avendo a disposizione un vero teatro che poche volte, faccio così: Mi reco in un bosco e suono la stessa cosa con tutte le variabili possibili,bocchini ance,fascette,etc.

vado in un posto che abbia di fronte una bella valle ed un'altra montagna;le differenze di proiezione sono immediatamente evidenti perché il suono scendendo per la valle "ritorna verso di me"più o meno potente più o meno bello e via così:Differenze macroscopiche che fugano i dubbi e che non sempre ho piacere nel riconoscere perché magari contraddicono la mia impressione "da vicino" scrollando il mio amor proprio e maltrattandolo senza pietà....tant'è: tra le mie imboccature la più grande proiezione ce l'ha un imboccatura d'ebanite vecchia più di me,poi viene il Pomarico d'ebano ,poi il Diamond.....Quasi al contrario la bellezza,a parimerito ebano e cristallo e,lontano lontano, l'ebanite. E quali enormi differenze!!!le fascette?Metallo e pelle mi paiono li ma peggio la pelle sul cristallo:Impaccia l'agilità ma scurisce il suono....il metallo è più brillante.

Magari sbaglio tutto,le rare volte che ho avuto la possibilità di provare in un teatro(di straforo,certo!)non m'è parso che la differenza fosse così evidente,ma c'era ed uguale la classifica....Stessa cosa in una bella chiesa gotica:Addirittura entusiasmante,purtroppo anche per la bellezza era lo stesso.

le fascette che ho sono Buffet et crampon metallo Revelation Jazz pelle,poi altre che non meritano menzione così come atri cristalli e ebaniti.

Anche qualcuno di voi vaga qua e la per prove?

un saluto

il nero :bike::bike:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao Rosso27, ho dato una occhiata al sito della Rovner...

ma le diverse configurazione della Eddie Daniels II sono effettivamente utili o sono più che altro un gadget?

ovviamente non dico che la legatura non sia buona, può essere la migliore, ma ho un dubbio sulle 6 differenti configurazioni che può assumere, e sul fatto che diano effettivamente un suono "percettibilmente" diverso...

ciao

Mah, io ti posso dire che cambiando placchetta o posizione delle alette interne qualcosa cambia sempre. Poco, ma cambia. Serve per dare diverse sfumature di suono.

Ciao.

Rosso27.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti...

Io è quasi un anno che ho cambiato la Vandoren Optimum (in metallo) con una Rowner R1. Sinceramente non mi trovo per niente male: ha una buona tenuta dell'ancia, è stabile, non schiaccia il suono...è una buona fascetta, e secondo me va anche meglio della Eddie Daniels, che ho provato da un amico...

De gustibus...ad ogni clarinettista i propri materiali...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti...

Io è quasi un anno che ho cambiato la Vandoren Optimum (in metallo) con una Rowner R1. Sinceramente non mi trovo per niente male: ha una buona tenuta dell'ancia, è stabile, non schiaccia il suono...è una buona fascetta, e secondo me va anche meglio della Eddie Daniels, che ho provato da un amico...

De gustibus...ad ogni clarinettista i propri materiali...

Mah, io non ho mai provato la Vandoren Optimum; però mi sembra che il suono di quella in pelle renda meglio.

Voi cosa preferite: fascette metalliche o in pelle?

Ciao a tutti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi è stata prestata una fascetta in pelle... marca sconosciuta e l'ho provata per qualche giorno...

devo dire che mi sono trovato bene se non fosse per il fatto che mi ha rigato il bocchino, dalla parte opposta all'ancia: la causa è la vite che stringe la fascetta stessa!

dipende dalla qualità probabilmente non eccelsa della fascetta o è un problema comune a tutte le fascette.

devo mettere un salvabocchino anche in prossimità della vite della fascetta, come ho visto fare?

vorrei acquistare una fascetta in pelle ma mi dispiacerebbe rovinare il bocchino.

Io è quasi un anno che ho cambiato la Vandoren Optimum (in metallo) con una Rowner R1.

in particolare ho letto da recensioni che la Rovner R1 emula molto bene la legatura in "corda"... se così fosse sarebbe la mia fascetta visto che è quello che cerco

in realtà, per quello che ho letto sul forum, tutte le fascette in pelle nascono per emulare le legature con "corda": magari la Rovner R1 lo fa meglio di altre...

ho sperimentato nel legare l'ancia con una corda e devo dire che, pur non avendo sicuramente fatto un lavoro ad arte, l'esperimento mi ha dato molta soddisfazione: poi però l'idea di avere un'ancia "incollata" vita natural durante al bocchino mi ha fatto desistere...

forse se diventassi ultraveloce nel fare le legature in "corda" non avrei più questo problema! e se avessi anche un bocchino tedesco...

ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusate se "spammo" (della serie per non farci capire da tutti...) ma volevo rendervi partecipi della mia scoperta... magari è una scoperta solo per me...

ho visto sul sito di un negozio di strumenti musicali il seguente prodotto: "Legatura per clarinetto sib Vandoren mod. Klassik"

leggasi legatura in corda "pre-confezionata" e pronta all'uso...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scusate se "spammo" (della serie per non farci capire da tutti...) ma volevo rendervi partecipi della mia scoperta... magari è una scoperta solo per me...

ho visto sul sito di un negozio di strumenti musicali il seguente prodotto: "Legatura per clarinetto sib Vandoren mod. Klassik"

leggasi legatura in corda "pre-confezionata" e pronta all'uso...

Questa se ti può interessare, è la presentazione fornita da Dampi.

Resto però sempre del parere che la pelle renda meglio (o almeno a me il suono piace di + così).

Ciao Clany.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scusate se "spammo" (della serie per non farci capire da tutti...) ma volevo rendervi partecipi della mia scoperta... magari è una scoperta solo per me...

ho visto sul sito di un negozio di strumenti musicali il seguente prodotto: "Legatura per clarinetto sib Vandoren mod. Klassik"

leggasi legatura in corda "pre-confezionata" e pronta all'uso...

Io ho quella legatura, devo dire che non ne sono scontento, ma bisogna imparare ad usarla. Non è facile stringere l'ancia, inoltre gli attacchi risultano diversi legando l'ancia con il filo

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy