Vai al contenuto

Mahler


Leoncavallo
 Condividi

Recommended Posts

Ok, grazie per le risposte! Pure da profano di Mahler vorrei tentare un approccio sistematico: che dite, continuo l'ascolto delle altre sinfonie del cofanetto di Lenny, oppore provo a metabolizzare la prima magari confrontandola con quella di Walter? (La possiede un mio amico e devo dire che le recensioni in questo forum mi hanno incuriosito assai)..

Infine una considerazione: non credete che i grandi direttori della scuola russa (Mravinsky, Rohdzestevnsky, Kondrashin ecc...) se avessero potuto superare i diktat di regime ed approcciarsi a Mahler avrebbero potuto fornire un'altra chiave di lettura di Mahler? Almeno per Shostakovich e' interessante notare il differente approccio dei russi rispetto per esempio ai Colleghi d'oltrecortina...

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 1,6k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Grazie Giordanoted, in effetti un'altra cosa che mi sono chiesto e' perché in 60 pagine su Mahler nessuno abbia mai accennato alla quarta di Karajan! E' vero che e' l'unica che possiedo, pure la trovo tremendamente lirica, appassionata e totalmente coinvolgente. La ascolto ovunque, al lavoro, in ufficio, su iPhone, su iPad ed in macchina: concordo pienamente on te.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma ci sono registrazioni di direttori russi. Molti qui parlano benissimo del Mahler di Kondrashin (e anche di Barshai ho letto cose positive).

Grazie mille! Ora, dopo aver digerito il cofanetto di Bernstein, voglio andare a caccia della prima di Walter e di qualcosa dei Russi.

Adoro le interpretazioni shostakoviciane di Barshai e Kondrashin (spt la quarta e l'ottava).

Anzi qualcuno sa indicarmi qualche registrazione meritevole dei Direttori Russi per Mahler?

Link al commento
Condividi su altri siti

Mahler_Bernstein_4778668.jpg

Qualcuno è in grado di fornirmi un commento personale (poche parole) per ciascuna delle sinfonie contenute in questo cofanetto?

1)Concertegebouw

2)NYP

3)NYP

4)Concertegebouw

5)Wiener

6)Wiener

7)NYP

8)Wiener

9)Concertegebouw

10)Wiener

Per quelle che ho sentito: prima e settima le preferisco nell'integrale Sony anni '60. So che la 5° di questo cofanetto è considerata la migliore tra quelle di Bernstein. A breve inizierò a vedere i dvd del ciclo anni '70 che dovrebbe essere una via di mezzo tra i due in cd come letture.

Link al commento
Condividi su altri siti

Per quelle che ho sentito: prima e settima le preferisco nell'integrale Sony anni '60. So che la 5° di questo cofanetto è considerata la migliore tra quelle di Bernstein. A breve inizierò a vedere i dvd del ciclo anni '70 che dovrebbe essere una via di mezzo tra i due in cd come letture.

Grazie! Devo dire che la qualità sonora di questo cofanetto è eccezionale!

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie! Devo dire che la qualità sonora di questo cofanetto è eccezionale!

Prego :hi:.

Per Mahler è effettivamente difficile comunque avere un integrale di riferimento. Io ho quella di Bertini in cd (e da poco Bernstein in dvd appunto), però ci sono talmente tanti modi diversi di leggere ogni sinfonia che va a finire che tocca integrare la collezione con varie singole registrazioni.

Per esempio chiedo ai più esperti un parere su questo:

51-6VjwFRHL._SL500_AA300_.jpg

Sono le sue migliori registrazioni di questi lavori? O è meglio prendere altre registrazioni sfuse?

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono le sue migliori registrazioni di questi lavori? O è meglio prendere altre registrazioni sfuse?

Secondo me, sono da preferire, per la maggiore regolarità d'esecuzione e d'approccio, le incisioni con la New York Philharmonic, in special modo la Quinta del 1960 e la Sesta del 1955 (rimasterizzata e inclusa nel cofanetto "The Mahler Broadcasts", edito dalla NY Philharmonic Special Editions) o comunque, per le altre sinfonie, sempre incisioni anni '60.

Link al commento
Condividi su altri siti

51-6VjwFRHL._SL500_AA300_.jpg

Sono le sue migliori registrazioni di questi lavori? O è meglio prendere altre registrazioni sfuse?

Per la prima: questa con la NYPO, l'altra con l'orchestra di Minneapolis è importante dal punto di vista storico, fu infatti la prima incisione di una sinfonia completa di Mahler in territorio statunitense ed è comunque una grande interpretazione.

Riguardo la Terza è da preferire quella con l'orchestra sinfonica della Radio di Colonia, diretta pochi giorni prima della morte, l'altra con la NYPO ha dei tagli nel primo movimento ed è un po' troppo eccentrica.

Per la Sesta: l'incisione con la NYPO senza dubbio.

Per la n.8 il concerto da Salisburgo con i Wiener è sicuramente tra le incisioni di riferimento per quest'opera, il CD della Orfeo ha un eccellente audio.

Riguardo le restanti mi sembra che non ci siano alternative.

Quindi a parte la n.3 direi che si tratta delle inicisioni migliori.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho l'integrale di Kubelik delle sinfonie di mahler ... e ho tempo per ascoltarne una stasera.

Si accettano suggerimenti ...

Con Mahler ci vogliono tanti ascolti ravvicinati della stessa sinfonia (almeno per me è così, prima esclusa). Una bellissima è la settima, prova con quella ;) (anche se quella di Kubelik non mi entusiasma).

Comunque ieri sera in macchina ho sentito la sesta godendone per bene dall'inizio alla fine per la prima volta. Alla fine ero tentato di fumare per la prima volta una sigaretta... :lol: :lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

Con Mahler ci vogliono tanti ascolti ravvicinati della stessa sinfonia (almeno per me è così, prima esclusa). Una bellissima è la settima, prova con quella ;) (anche se quella di Kubelik non mi entusiasma).

Fatto!

Che fatica però :laughingsmiley:

Effettivamente è musica tutt'altro che banale, anche se la creatività musicale si sposta un po' più sul discorso timbrico e dinamico rispetto al duo brahms/ludovico van.

Devo riascoltare con attenzione perchè la stanchezza mi ha provocato un po' di torpore e un acufene stasera.

Comunque ieri sera in macchina ho sentito la sesta godendone per bene dall'inizio alla fine per la prima volta. Alla fine ero tentato di fumare per la prima volta una sigaretta... :lol: :lol:

Che trasgressivo che sei :to_pick_ones_nose2:

Riascolto un po' della settima sperando di non addormentarmi. :sleeping_03anim:

Link al commento
Condividi su altri siti

Dopo aver ascoltato cosa è stato in grado di fare con il Moses und Aron di Schoenberg, voglio l'Ottava di Solti. E me ne impipo se è "superficiale", "pomposa", "esteriore", "spettacolare", ecc ecc. cioè le solite critiche che le vengono rivolte. Solti era un genio.

No guarda, quell'Ottava di Solti è davvero meravigliosa. E per avere la prova provata che non è spuperficiale, esteriore, spettacolare eccetera basta ascoltare proprio il momento più magico, intimo e misterioso della sua Ottava, cioè la parte inziale, solo strumentale, della seconda parte, dove Solti riesce a creare un paesaggio sonoro davvero unico.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho l'integrale di Kubelik delle sinfonie di mahler ... e ho tempo per ascoltarne una stasera.

Si accettano suggerimenti ...

Ti rispondo in ritardo ma immagino che avrai altre serate a disposizione con una mia personalissima visione:

Per Mahler ognuno ha il suo personale punto d'accesso e la cosa interessante è che essendo un materiale talmente ricco che puo' essere ascoltato e "vissuto " scoprendo di volta in volta nuove chiavi di lettura e di coinvolgimento emotivo.

Io sono partito dalla prima che ti consiglierei in quanto forse piu' facile e immediatamente godibile, oppure la seconda di cui sono stato a lungo folgorato che introduce la voce ma se non l'hai ascoltata non e' per un primo ascolto "notturno".

Infine io ho una personale predilezione per la nona ma va asooltata e metabolizzata attentamente prima di un ascolto notturno, se poi ti vuoi addormentare cullato da una musica dolce, anche se mi sembra sprecato mahler, puoi ascoltare la quarta.

buon viaggio nella meravigliosa musica di Mahler!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ha fatto scalpore in tutto il mondo il match fra la Nona di Mahler e una impertinente suoneria telefonica. Arbitro non imparziale :medieval: il direttore stabile della New York Philharmonic, Alan Gilbert, che non ho mai sentito dirigere ma che, da come si è comportato in questo caso, non ho dubbi sia un grande :ok:

A voi la storia, in inglese e anche in italiano:
/>http://super-conductor.blogspot.com/2012/01/mahler-interrupted.html
/>http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/20120111_162225.shtml

Link al commento
Condividi su altri siti

oddio pensa il tipo, si sarà sotterrato per la vergogna!

Beh, leggi i commenti in fondo all'articolo in inglese. Ci sono i resoconti di un orchestrale e di alcuni spettatori presenti in sala in quel momento, alcuni anche seduti abbastanza vicino a quell'imbecille. Una di quelle scene che uno se le ricorda e le racconta a chiunque per tutta la vita!

Link al commento
Condividi su altri siti

Risentivo pochi giorni fa la quinta di Mahler.. Debbo dire che l'ultimo movimento (forse insieme allo scherzo) è quello che preferisco dell'intera sinfonia, eppure vedo sfogliando le pagine del topic che non gode di molta fama... Ma come si fa a non amare il finale? Forse è proprio per questo che non sono pienamente soddisfatto delle incisioni di bernstein, sul più bello mi pare abbastanza sprecone, un po' grossolano, mentre kubelik distende un po' il tempo ma conserva comunque quella carica che si evince dalla versione di bernstein. Solo che rafael lo fa in maniera molto più pulita e, spero di non dire una castroneria, un po' meno bandistica.

(Mentre invece lo scherzo dell incisione anni ottanta-wiener è sublime)

Link al commento
Condividi su altri siti

La quinta è il mio prossimo obiettivo dopo la sesta. Da qualche ascolto fugace mi sembra decisamente più alla portata di sesta e settima. E' proprio lo scherzo che mi ha messo un po' in crisi in questi ascolti, sarà per la lunghezza e perchè comunque conviene sentire un movimento alla volta per metabolizzarli meglio.

Però l'ascolto alla radio alcune settimane fa dell'adagietto e del finale diretti da Karajan me l'avevano fatta apprezzare abbastanza.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy