Vai al contenuto

film più o meno famosi dove si vede o suona un organo


Recommended Posts

PER CHI NON CI CREDEVA...

E FINALMENTE L'HO TROVATO:

http://it.youtube.com/watch?v=-OWlkiuYoB8

il Trailer di "Prima Pagina" (Front Page, Billi Wilder, 1974, con Walter Matthau, Jack Lemmon, Susan Sarandon, Vincent Gardenia ecc.): al trentacinquesimo secondo la deliziosa Susan Sarandon che suona l'organo del cinema cantando con un curioso "karaoke" ante-litteram...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 451
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Giusto ora (12 giugno 2008) in TV (Rai3): "Pane Amore e Fantasia", Italia, 1953 - REGIA: Luigi Comencini, ATTORI: (ma c'è bisogno? comunque eccoli): Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida, Tina Pica, Marisa Merlini, Roberto Risso, Memmo Carotenuto, Maria Pia Casilio, Virgilio Riento

Nella scena della Messa, celebrata da Virgilio Riento, Maria Pia Casilio dirige il coro accompagnato con un harmonium da un ragazzo del paese in cui è stato girato il film.

Per chi non lo sa: nel film il paese è chiamato "Sagliena" (che non esiste) e dovrebbe stare in Abruzzo. In realtà è Castel San Pietro Romano, è in provincia di Roma (così i produttori non dovevano pagare la trasferta extra provincia agli attori...). Fu scelto perché il fotografo della produzione, Porry-Pastorel, ne era all'epoca il sindaco.

La piazza della chiesa, oggi, si chiama: PIAZZA VITTORIO DE SICA

Sono stato nella chiesa che ha due microcantorie ai lati del presbiterio. Su quella a sinistra dell'altare si intravede una cassa d'organo vuota da molti decenni e che aveva contenuto un organo di scuola romana dell' '800, saccheggiato durante la guerra.

La protagonista, Gina Lollobrigida, aveva all'epoca già 27 anni (se si pensa che altre attrici erano divenute famose alquanto più giovani, come Silvana Mangano ad appena 19 anni...) ma fu scelta sia perché appariva assai più giovane (basta vedere questo film per rendersi conto del perché mezza Italia se n'era innamorata) sia perché, essendo nativa di Subiaco, aveva un accento perfetto per interpretare la popolana!!!

E se mi chiedete "chi è che dice tutte queste cose?" vi beccate la mitica risposta che Tina Pica dà a Vittorio De Sica durante tutto il film: "lo dice LA GENTE!!!"

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ne la dolce vita di Fellini,

son (quasi!)sicuro...

Giusto!

Nel film "La Dolce Vita" Marcello Mastroianni fa il gesto di entrare nella Basilica di San Giovanni Bosco. Entra, e si ritrova... nella Chiesa dei Santi Martiri CANADESI, sempre a Roma, ma a 20 km di distanza. Sale sul matroneo e incontra Lex Barker (famoso perché aveva interpretato vari film mitologici e alcuni Tarzan) che suona l'HARMONIUM (l'organo Ruffatti sarà costruito in quella chiesa 15 anni dopo).

Infatti ne avevamo già accennato QUI e QUI.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giusto!

Nel film "La Dolce Vita" Marcello Mastroianni fa il gesto di entrare nella Basilica di San Giovanni Bosco. Entra, e si ritrova... nella Chiesa dei Santi Martiri CANADESI, sempre a Roma, ma a 20 km di distanza. Sale sul matroneo e incontra Lex Barker (famoso perché aveva interpretato vari film mitologici e alcuni Tarzan) che suona l'HARMONIUM (l'organo Ruffatti sarà costruito in quella chiesa 15 anni dopo).

Infatti ne avevamo già accennato QUI e QUI.

Si!Bravo!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Oggi (22.06.2008) sono rimasto veramente stupito... ho guardato qualche scena del film "Non son degno di te" (1964) di Ettore Mario Fizzarotti, con Gianni Morandi, Laura Efrikian, Nino Taranto, Dolores Palumbo e una marea di attori..

Ebbene nel film Gianni Morandi intona l'Ave Maria di Franz Schubert accompagnato dall'organo!

Tutto il film si svolge a Napoli, ma la scena dell'Ave Maria è stata girata in una chiesa di Roma praticamente sconosciuta a tutti (e per forza, apre solo per un'ora di domenica mattina, e non tutte le domeniche...): Santo Stefano del Cacco.

Morandi sale sulla cantoria, sotto la cassa seicentesca dell'organo lasciato in eredità dal cardinale Scipione Borghese e costruito da Ennio Bonifazi.

Ma nel 1964 l'organo era già stato elettrificato da Tamburini e la consolle era già dietro l'altare (ma tanto, si vede che Morandi canta in Playback...).

Ecco la "mitica" scena...

http://www.youtube.com/watch?v=sVMNvv4ZkEE

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In un meraviglioso film horror del 1962, stralunato e allucinante, la protagonista dopo un incidente in cui finisce in un fiume, riemerge dalle acque e viene assunta come organista in una chiesa, dove suona come in trance... non credo che il film sia stato mai doppiato in italiano, comunque, se vi capitasse tra le mani, merita anche in lingua originale. Si chiama CARNIVAL OF SOULS - regia di Herk Harvey questo è un assaggio del film http://it.youtube.com/watch?v=ti72JVJR3kE

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non vorrei sbagliare, ma nel capolavoro horror "il Dott. Phibes" il protagonista (interpretato da un fantastico Vincent Price) suona spesso all'organo in una cripta londinese.

locandina.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
In un meraviglioso film horror del 1962, stralunato e allucinante, la protagonista dopo un incidente in cui finisce in un fiume, riemerge dalle acque e viene assunta come organista in una chiesa, dove suona come in trance... non credo che il film sia stato mai doppiato in italiano, comunque, se vi capitasse tra le mani, merita anche in lingua originale. Si chiama CARNIVAL OF SOULS - regia di Herk Harvey questo è un assaggio del film http://it.youtube.com/watch?v=ti72JVJR3kE

Ma certamente!!! Grazie per la segnalazione... Quanto alla scena del video da te segnalato, direi che è proprio da non perdere il momento in cui la protagonista Candace Hilligoss suona l'organo a piedi nudi muovendoli nel modo più sensuale possibile (minuto 3 circa del filmato)

carnivalofsouls05.jpg

non vorrei sbagliare, ma nel capolavoro horror "il Dott. Phibes" il protagonista (interpretato da un fantastico Vincent Price) suona spesso all'organo in una cripta londinese.
E anche questo è un vero "must"... tanto è vero che, col trucco da Dr. Phibes e immancabile organo, Price è comparso in una puntata del Muppett Show negli anni '80 (me la ricordo bene...): dal sito dei Muppett si desume che era la puntata n. 119 dedicata a Price e a una serie di mostriciattoli:

vincentpricemuppettrr9.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo due ASSI stranieri come Candace Hilligoss e Vincent Price....

CALO L'ITALIANISSIMA BRISCOLA

per chi non ci crede, non ci ha mai creduto e non ci crederà nemmeno dopo:

Lino Banfi accompagnato all'harmonium da Franco Franchi

http://it.youtube.com/watch?v=p2M1QRH8H28

nel film "Don Franco e Don Ciccio nell'anno della contestazione", di Marino Girolami (1970) con Franco e Ciccio, Umberto D'Orsi, Edwige Fenech, Lino Banfi.

Dimenticavo: Musica di Ubaldo Continiello, amico personale di Franco Franchi, e figlio del noto organaro avellinese Vincenzo Continiello...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I Continiello noooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Beh... ma se Ubaldo Continiello è uno dei più prolifici autori italiani di musiche da film bisogna pur citarlo, no?!?

Comunque ecco QUI un elenco (approssimato per difetto) di film per i quali ha scritto colonne sonore e leitmotiven.

NON ti evidenzio alcuni titoli (leggi, leggi...!), ma ti dico solo che nel film "Il Trafficone" (1974) con uno strepitoso Lando Buzzanca, si sente il tema musicale più famoso che ha scritto Ubaldo Continiello, o meglio, diventerà famoso pochi anni dopo quando su quella musica verranno adattate le parole e verrà cantato da Romina Power col titolo "il ballo del qua-qua".

:D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh... ma se Ubaldo Continiello è uno dei più prolifici autori italiani di musiche da film bisogna pur citarlo, no?!?

......era meglio per tutti (soprattutto x l'arte organaria) se l'intera famiglia Continiello avesse seguito Ubaldo a scrivere stornelli e canzonette!!...

Ps: Lino Benfi è un mito!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è un CD di musiche da film composte da Giorgio Gaslini.

gaslini_un_omicidio_perfetto_a_termine_di_legge.jpg

il titolo eloquente non è altro che uno dei film per cui ha composto la colonna sonora

"un omicidio perfetto a termine di legge" (1971) REGIA: Tonino Ricci. ATTORI: Philippe Leroy, Elga Andersen, Ivan Rassimov, Rossana Vanni, Rina Franchetti, Franco Fantasia, Franco Balducci, Giorgio Cerioni, Nando Poggi, Mario Morales, Franco Ressel, Carla Mancini, Rossana Yanni.

Sicuramente il suo brano più famoso in cui si sente l'organo è nella colonna sonora del film "Profondo Rosso", diretto da Dario Argento. La musica è stata eseguita dai "Goblin" di Eugenio Simonetti, ma è stata composta da lui.

L'elenco delle tracce del CD recita:

"Preludio e Aria per organo" (traccia 26 del CD)

http://www.audiodrome.it/modules.php?op=mo...le&sid=3251

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questo è un CD di musiche da film composte da Giorgio Gaslini.

Sicuramente il suo brano più famoso in cui si sente l'organo è nella colonna sonora del film "Profondo Rosso", diretto da Dario Argento. La musica è stata eseguita dai "Goblin" di Eugenio Simonetti, ma è stata composta da lui.

Ciao, non vorrei fare il bastion contrario (anche perchè credo tu sia un gran conoscitore di Film, sopratutto di nicchia da come riesci a riesumare titoli a me sconosciuti), tuttavia il Simonetti che tu citi si chiama Claudio e non Eugenio.

Claudio Simonetti (che conosco benissimo di persona in quanto suo padre Enrico Simonetti Direttore d'orchestra era amico "intimo" del mio Maestro di Organo) mi ha spesso parlato della sigla famosa del film Profondo Rosso di Dario Argento e mi ha confessato che la parte organistica è stata registrata originariamente in una chiesa di Roma di cui ora non ricordo il nome (anche perchè Roma ha non poche chiese).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, non vorrei fare il bastion contrario (anche perchè credo tu sia un gran conoscitore di Film, sopratutto di nicchia da come riesci a riesumare titoli a me sconosciuti), tuttavia il Simonetti che tu citi si chiama Claudio e non Eugenio.

Claudio Simonetti (che conosco benissimo di persona in quanto suo padre Enrico Simonetti Direttore d'orchestra era amico "intimo" del mio Maestro di Organo) mi ha spesso parlato della sigla famosa del film Profondo Rosso di Dario Argento e mi ha confessato che la parte organistica è stata registrata originariamente in una chiesa di Roma di cui ora non ricordo il nome (anche perchè Roma ha non poche chiese).

Si, hai ragione: volevo proprio indicare il figlio di Enrico Simonetti, ma non ricordavo bene il nome! La chiesa di Roma in questione, dove hanno registrato la parte d'organo del tema di Gaslini per "Profondo Rosso", non è nota con certezza.

Ricordo che in un altro forum cui ero iscritto anni fa un utente diceva che la chiesa sarebbe il Sacro Cuore Immacolato di Maria (enorme chiesa degli anni '30 rimasta incompiuta, progettata da Armando Brasini, al centro del quartiere Parioli) con organo Mascioni degli anni '50. Tuttavia ho suonato quell'organo varie volte ed è molto meno sonoro e meno brillante di quello che si sente nel film. Però, con qualche effetto di mizer e di equalizzatore, forse poteva anche essere.

Il problema sono le testimonianze!

Insomma: l'organo utilizzato da Fernando Germani per la colonna sonora de "L'albero degli zoccoli" mi è stato indicato da persone che conosco bene da anni e che sono assolutamente degne di fede (si tratta dell'organo di Sant'Anselmo).

L'organo utilizzato dai Goblin mi è stato indicato da un utente di un forum di cui ricordo solo il nick, ma di cui non si sa l'identità, e dunque non posso certo garantire che si tratti di persona (in carne ed ossa, intendo) attendibile o meno! :scratch_one-s_head:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si, hai ragione: volevo proprio indicare il figlio di Enrico Simonetti, ma non ricordavo bene il nome! La chiesa di Roma in questione, dove hanno registrato la parte d'organo del tema di Gaslini per "Profondo Rosso", non è nota con certezza.

Ricordo che in un altro forum cui ero iscritto anni fa un utente diceva che la chiesa sarebbe il Sacro Cuore Immacolato di Maria (enorme chiesa degli anni '30 rimasta incompiuta, progettata da Armando Brasini, al centro del quartiere Parioli) con organo Mascioni degli anni '50. Tuttavia ho suonato quell'organo varie volte ed è molto meno sonoro e meno brillante di quello che si sente nel film. Però, con qualche effetto di mizer e di equalizzatore, forse poteva anche essere.

Il problema sono le testimonianze!

Insomma: l'organo utilizzato da Fernando Germani per la colonna sonora de "L'albero degli zoccoli" mi è stato indicato da persone che conosco bene da anni e che sono assolutamente degne di fede (si tratta dell'organo di Sant'Anselmo).

L'organo utilizzato dai Goblin mi è stato indicato da un utente di un forum di cui ricordo solo il nick, ma di cui non si sa l'identità, e dunque non posso certo garantire che si tratti di persona (in carne ed ossa, intendo) attendibile o meno! :scratch_one-s_head:

Guarda, l'ultima volta che l'ho visto e che abbiamo cenato assieme era nel '99 o 2000 circa non ricordo bene. Cercherò un contatto magari con un' altro nostro amico in comune anche lui di Roma per rinfrescarmi la mente sulla chiesa dove ha registrato la parte organistica in questione.

Comunque ricordo che mi parlava di un organo con tipo 9000 o 10.000 canne ( capirai a Roma ce ne saranno diversi di tali dimensioni)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guarda, l'ultima volta che l'ho visto e che abbiamo cenato assieme era nel '99 o 2000 circa non ricordo bene. Cercherò un contatto magari con un' altro nostro amico in comune anche lui di Roma per rinfrescarmi la mente sulla chiesa dove ha registrato la parte organistica in questione.

Comunque ricordo che mi parlava di un organo con tipo 9000 o 10.000 canne ( capirai a Roma ce ne saranno diversi di tali dimensioni)

All'epoca di quel film, gli organi di Roma di quelle dimensioni erano solo due: quello del Pontificio Istituto di Musica Sacra, che però è un gigante muto e ne abbiamo parlato varie volte, e quello dell'Auditorium di Pio XII a via della Conciliazione, che effettivamente era di quelle dimensioni ma già era in cattivo stato... (tant'è vero che poi fu ceduto alla chiesa di S. Giovanni Bosco a Bologna dove tuttora si trova).

Secondo me poteva anche essere l'organo del Sacro Cuore Immacolato di Maria, che di canne ne ha circa 4000 e che quindi -nell'immaginario comune- è come se ne avesse il doppio (quando l'ho suonato per la prima volta, il sacrestano mi aveva detto che ne aveva oltre 8000... come volevasi dimostrare).

COMUNQUE... siccome potrebbe anche esserci qualcuno (sembra impossibile, vero?) che NON CONOSCE la musica di cui stiamo parlando, per evitare di essere accusati di fare un dialogo a due:

Ecco qui i titoli di testa di Profondo Rosso:

http://it.youtube.com/watch?v=7nmvTNSBYAY

e il "45 giri" di Simonetti jr e dei Goblin:

http://it.youtube.com/watch?v=BQylkvcGCbw&NR=1

Anche se ero ancora un bimbo con assai meno di 10 anni, mi ricordo che dai Juke-box dei Lidi di Anzio, Nettuno, Terracina, Sperlonga e Gaeta venivano fuori solo due musiche: quelle di Profondo Rosso e un motivo ossessivo e assurdo dal titolo "pop corn" spacciati entrambi come il massimo della modernità... see, come no!

Eccolo qui "pop corn": http://it.youtube.com/watch?v=9N4ckFN96-k

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
All'epoca di quel film, gli organi di Roma di quelle dimensioni erano solo due: quello del Pontificio Istituto di Musica Sacra, che però è un gigante muto e ne abbiamo parlato varie volte, e quello dell'Auditorium di Pio XII a via della Conciliazione, che effettivamente era di quelle dimensioni ma già era in cattivo stato... (tant'è vero che poi fu ceduto alla chiesa di S. Giovanni Bosco a Bologna dove tuttora si trova).

Secondo me poteva anche essere l'organo del Sacro Cuore Immacolato di Maria, che di canne ne ha circa 4000 e che quindi -nell'immaginario comune- è come se ne avesse il doppio (quando l'ho suonato per la prima volta, il sacrestano mi aveva detto che ne aveva oltre 8000... come volevasi dimostrare).

COMUNQUE... siccome potrebbe anche esserci qualcuno (sembra impossibile, vero?) che NON CONOSCE la musica di cui stiamo parlando, per evitare di essere accusati di fare un dialogo a due:

Ecco qui i titoli di testa di Profondo Rosso:

http://it.youtube.com/watch?v=7nmvTNSBYAY

e il "45 giri" di Simonetti jr e dei Goblin:

http://it.youtube.com/watch?v=BQylkvcGCbw&NR=1

Anche se ero ancora un bimbo con assai meno di 10 anni, mi ricordo che dai Juke-box dei Lidi di Anzio, Nettuno, Terracina, Sperlonga e Gaeta venivano fuori solo due musiche: quelle di Profondo Rosso e un motivo ossessivo e assurdo dal titolo "pop corn" spacciati entrambi come il massimo della modernità... see, come no!

Eccolo qui "pop corn": http://it.youtube.com/watch?v=9N4ckFN96-k

Credo tu abbia ragione sulla chiesa, ho conferme riguardo l'organo di Piazza Euclide a Roma sede dello studio Forum dove registrarono l'album.

Ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci pensavo da giorni... possibile mai che l'organo sia così poco presente nel mio genere di film preferito? Che solo Carnival of souls e l'Abominevole Dr. Phibes lo abbiano immortalato in pellicola? In effetti c'è molto di più e mi sono imbattuto in un interessante sito che di certo vi interesserà.....theatreorgans

qui di seguito aggiungo delle note al link per quello che mi è parso utile segnalare:

Children of the damned in Italia è uscito con il titolo La stirpe dei dannati

The black cat (1934) per la regia di Edgard G. Ulmer è un film con due mostri sacri dell'horror antico Lugosi/Karloff che credo sia inedito in versione italiana. Non ha, ovviamente nulla a che vedere con Black Cat (1981) di Lucio Fulci, mediocre horror italiano salvato solo dalla presenza di Mimsy Farmer...

The comedy of terrors (1964) in Italia è noto come Il clan del terrore per la regia di Jaques Tourneur

Dr. Jeckyll & Mr. Hyde (1931) per la regia di Rouben Mamoulian in Italia è conosciuto con il titolo Il dottor Jeckyll ed è la versione migliore del romanzo breve di Stevens; non si confonda questo film con quello del 1920 per la regia di John S. Robertson e con quello del 1941 di Victor Fleming con Spencer Tracy e Ingrid Bergman. Ve ne linko un estratto (di quello del 1931, ovviamente) Dr. Jeckyll

Dr. Phibes rises again in Italia è uscito con il titolo Frustrazione, regia di Robert Fuest come il precedente l'Abominevole Dr. Phibes, di cui questo è il degno seguito.

Return of the vampire per la rregia di Lew Landers è inedito in Italia.

Dei films di altro genere non posso dire nulla, avendone al massimo visti un paio e non essendo io per nulla un appassionato di altro cinema.... :vampire:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ci pensavo da giorni... possibile mai che l'organo sia così poco presente nel mio genere di film preferito? Che solo Carnival of souls e l'Abominevole Dr. Phibes lo abbiano immortalato in pellicola? In effetti c'è molto di più e mi sono imbattuto in un interessante sito che di certo vi interesserà.....theatreorgans

qui di seguito aggiungo delle note al link per quello che mi è parso utile segnalare:

Children of the damned in Italia è uscito con il titolo La stirpe dei dannati

The black cat (1934) per la regia di Edgard G. Ulmer è un film con due mostri sacri dell'horror antico Lugosi/Karloff che credo sia inedito in versione italiana. Non ha, ovviamente nulla a che vedere con Black Cat (1981) di Lucio Fulci, mediocre horror italiano salvato solo dalla presenza di Mimsy Farmer...

The comedy of terrors (1964) in Italia è noto come Il clan del terrore per la regia di Jaques Tourneur

Dr. Jeckyll & Mr. Hyde (1931) per la regia di Rouben Mamoulian in Italia è conosciuto con il titolo Il dottor Jeckyll ed è la versione migliore del romanzo breve di Stevens; non si confonda questo film con quello del 1920 per la regia di John S. Robertson e con quello del 1941 di Victor Fleming con Spencer Tracy e Ingrid Bergman. Ve ne linko un estratto (di quello del 1931, ovviamente) Dr. Jeckyll

Dr. Phibes rises again in Italia è uscito con il titolo Frustrazione, regia di Robert Fuest come il precedente l'Abominevole Dr. Phibes, di cui questo è il degno seguito.

Return of the vampire per la rregia di Lew Landers è inedito in Italia.

Dei films di altro genere non posso dire nulla, avendone al massimo visti un paio e non essendo io per nulla un appassionato di altro cinema.... :vampire:

:scratch_one-s_head: ..........

:new_russian: .......... :sarcastic_hand:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...
:scratch_one-s_head: ..........

:new_russian: .......... :sarcastic_hand:

Il fatto è che nelle colonne sonore del cinema sonoro l'organo è sempre associato a personaggi negativi, atmosfere gotiche, presenze soprannaturali ecc.

Eppure, per il cinema muto, l'organo era invece usato dal vivo soprattutto per accompagnare le COMICHE, come abbiamo visto in precedenti occasioni!

E siccome... repetita juvant (dicevano i preti quando il Latino lo sapevano e lo usavano), ecco qui un esempio magnifico di una comica di Stan Laurel & Oliver Hardy disponibile in youtube,

La comica è accompagnata con l'ORGANO, come si usava nei cinema americani di quegli anni.

La comica con Stan Laurel & Olivier Hardy è accompagnata all'organo da Robert Mac Donald, al grande organo Garland Pipe Organ (2003) della Primaria Chiesa Unitaria dei Metodisti a Wichita Falls, Texas. Concerto/proiezione del 16 settembre 2006 VERAMENTE DIVERTENTE.

1^ parte

2^ parte

3^ parte

4^ parte

Il film originale (Duck Soup, 1927) era considerato perduto. Poi una copia fu ritrovata in Belgio e restaurata.

Da notare come l'abile organista Mac Donald improvvisa su temi organistici e sinfonici molto noti per sottolineare i momenti più simpatici. La quarta parte è talmente spassosa che non si smette di ridere per un bel po'!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La comica con Stan Laurel & Olivier Hardy è accompagnata all'organo da Robert Mac Donald, al grande organo Garland Pipe Organ (2003) della Primaria Chiesa Unitaria dei Metodisti a Wichita Falls, Texas. Concerto/proiezione del 16 settembre 2006 VERAMENTE DIVERTENTE.

Bentornato Antiphonal! :hi:

Il video da te postato mi ha fatto tornare alla memoria un vecchio film dei due comici statunitensi, nel quale essi hanno a che fare con un maestro di pianoforte, ma anche organista dilettante: il titolo della versione italiana, doppiata pure dal grande Alberto Sordi, è "Avventura a Vallechiara". In particolare mi ricordo una scena, nella quale Stanlio e Olio versano del sapone, utilizzato per lavare una scala, dentro alle canne di un organo sito sotto la scala stessa; il maestro, sedutosi alla consolle, tenta di suonare lo strumento, che in breve muore, fra una miriade di bolle di sapone!Curiosa quest'ultima trovata! :sarcastic:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bentornato Antiphonal! :hi:

..."Avventura a Vallechiara"...

Grazie. E Grazie anche agli altri amici che mi hanno dato il bentornato (magari il benservito me lo daranno tra qualche tempo... speriamo di no :D).

Il titolo originale della comica in questione era "Swiss Miss" visto che era ambientato in Svizzera!

Ecco un celebre fotogramma:

swiss_miss2.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy