Vai al contenuto
lucky

come faccio a non disturbare il vicino

Recommended Posts

grazie per le informazioni, glaucodisisifo! :)

avendo testimonianze dirette di questi problemi, il consiglio che mi permetto di dare è quello di cercare sempre un accordo e di non arrivare ai ferri corti e alle denunce.

Anche se alla fine viene riconosciuto il proprio diritto allo studio, sono sempre situazioni spiacevoli e fastidiose.

W la campagna! :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I miei vicini non mi hanno mai rotto le palle per questo (anche se lo hanno fatto per altre cose). Se sono costretta a suonare in casa (condominio pure io) cerco di farlo in orari accettabili (tipo dalle 12 alle 13 e dalle 19 alle 21), quando posso però vado a suonare fuori, in un parco o in campagna/collina, e in quel caso ci passo veramente le ore. Mi sembra un buon compromesso. Poi è ovvio, se piove sto in casa :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I miei vicini non mi hanno mai rotto le palle per questo (anche se lo hanno fatto per altre cose). Se sono costretta a suonare in casa (condominio pure io) cerco di farlo in orari accettabili (tipo dalle 12 alle 13 e dalle 19 alle 21), quando posso però vado a suonare fuori, in un parco o in campagna/collina, e in quel caso ci passo veramente le ore. Mi sembra un buon compromesso. Poi è ovvio, se piove sto in casa :)

in effetti ogni tanto avrei voluto anche io portarmi il pianoforte al parco...

solo che poi perdo tempo e non corro più :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao! hai provato ad aprire la finestra quando suoni ? il suono così avrebbe una via di fuga e si spropaga meglio nello spazio.

buona fortuna con il tuo vicino.

:o

non fa prima a suonargli direttamente in casa? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao! hai provato ad aprire la finestra quando suoni ? il suono così avrebbe una via di fuga e si spropaga meglio nello spazio.

buona fortuna con il tuo vicino.

:o

non fa prima a suonargli direttamente in casa? :blink:

ihihihihihihihih

:D:D:D:D:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un modo per ridurre il volume del clarinetto senza troppe rivoluzioini ci sarebbe : vai davanti un armadio pieno di vestiti, lo apri e suoni tenendo la campana in mezzo ai vestiti: il suono esce smorzato.

Per studiare, ti puoi sedere davanti l'armadio e mettere il leggio al tuo fianco. Se ti sembra di non sentire bene il tuo suono, puoi metterti dei tappi per le orecchie, cosí ti senti meglio perché il suono rimbalza nelle ossa craniali (provare per credere).

Io ho provato ad adottare questo sistema quando studiavo, perchè anche a me i vicini rompevano. Alla fine ho cominciato ad andare a studiare nel salone della mia banda e ancora adesso uso questo sistema quando non voglio rotture.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io con il mio verticale dopo le 23 mi esercito con il silent, e l'unico rumore che si sente è quello dei tasti. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il mio vicino si lamenta perchè disturbato dalle mie esercitazioni. Ho comprato il clarinetto 15 giorni fa e da autodidatta ho iniziato lo studio del Giampieri. Esistono silenziatori come quelli per la tromba?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, prova il clarimute, che funziona come una sordina ed è un cilindretto di legno provvisto di due piccoli fori, che si frappone tra il barilotto e il pezzo superiore.

Puoi trovarlo nei migliori negozi specializzati in accessori per clarinetto, oppure trovare attraverso il motore di ricerca GOOGLE il termine "CLARIPATCH", che si vende insieme ed èun brevetto svizzero.

Saluti :bye:

Vito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma io avevo capito che il clarimute stoppasse completamente il suono e non che lo diminuisse. Qualcuno mi può spiegare?

Ciao, la spiegazione è fornita dalla ditta costruttrice sul sito www.claripatch.com.

Saluti. :bye:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti!

Hai tutta la mia solidarietà. Qualche tempo fa, quando ero un principiante e di conseguenza un ottimo "fischiatore" col clarinetto :D, mi ritrovavo a studiare un pomeriggio di giugno, con molto caldo e quindi finestra aperta. Erano le cinque del pomeriggio, quindi ero nel pieno del mio diritto di studio. Tuttavia dopo un po' che studiavo, sentii una voce che strillava con un perfetto accento francese "ABBASTA CO STO FLAUTO!!!". Inutile dire come ci si possa sentire dopo un francesismo del genere... Comunque io continuai a suonare per il semplice fatto che io suono il clarinetto e non il flauto, mentre il vicino si lamentava appunto di un flauto.

In ogni caso mi è capitato di vedere cose tristissime vicino casa mia, tipo un ragazzo che studiava chiuso dentro una macchina...

Purtroppo mi rendo conto che soprattutto agli inizi un clarinetto non è proprio il massimo da sentire, è anche vero però che se non si studia non si progredisce, quindi... Studia!

Io ora per fortuna non ho più di questi problemi coi vicini... O si sono abituati oppure magari il mio suono è migliorato, non saprei... :) Ovviamente studio osservando scrupolosamente gli orari consentiti, e alla fine penso che prevalga il buon senso, sicuramente capiterà che il tuo vicino qualche volta disturberà te! La convivenza implica anche un po' di sopportazione.

Buono studio!

Angelo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Scusate l'intromissione. Ho letto le vostre considerazioni, tutte molto interessanti.

La cosa mi interessa molto, per vari motivi.

Se vi interessa, come argomento di meditazione, vi sottopongo alcuni elementi.

La normativa sul rumore si distingue:

1. quella posta a tutela di interessi privati in cui rientra anche ma non solo il regolamento di condominio. Si fonda sull'esigenza di garantire immissioni che non eccedano il limite della normale tollerabilità. Non solo il rumore, quindi, ma anche odori, ecc. Ad es. un bbq acceso 24 ore al giorno sul balcone sotto le finestre altrui, darebbe molto fastidio. Cioè la civile convivenza e il buon vicinato

2. quella posta a tutela di interessi pubblici volta a tutelare la quiete del luogo di vita, il riposo delle persone, reintegro delle energie psicofisiche, dell'ecossitema, ecc. A spanne la normativa di riferimento è dpcm 1.3.91, l. 447/95, dpcm 14.11.97. Esiste poi la normativa regionale e locale di attuazione che occorre reperirsi in loco.

3. la normativa prevede la distinzione degli abitati in zone e la distinzione delle giornate in fasce orarie (dopo le 22 inizia il periodo notturno) con fasce differenziali molto diversificate. Presso le aziende sanitarie trovate tutto.

4. la circostanza di essere in un orario o in un altro non legittima in modo indiscriminato un bel niente. Sono solo differenti i limiti di accettabilità

5. medici compiacenti ne esistono a iosa. MA vari studi epidemiologici confermano danni seri provocati dal rumore. Poi ci sono i furbi, ovvio. Risulta, comunque, molto più dannoso il picco rumoroso ripetuto del rumore costante. Del resto se ci pensiamo, se in un ora canonicissima, rientriamo in casa dopo il lavoro, avere il vicino che soffia come un orco dentro ad un basso tuba, qualche problemino lo crea :laughingsmiley:

6. l'insonorizzazione degli ambienti è una soluzione. Per un lavoro serio e definitivo, una stanza comporta una spesa superiore ai 10000. Poi vi sono slouzioni intermedie che potrebbero funzionare. Ci sono esperti molto competenti.

7. in caso di attività di interesse della collettività si può prevedere il contemperamento dei reciproci interessi. Non è tale l'esame di diploma :thumbsdown_anim:

8. la violazione della normativa pubblica può essere accertata solo dai competenti organismi. in LOmbardia l'ARPA. Quella privata, viceversa con ogni mezzo ma chiaro che un rapporto ARPA risolve tutti i problemi.

In conclusione: tanto, tanto, tanto buon senso.

Però un dato di fatto è certo. Nelle grandi città la gente suona, quindi una soluzione l'ha trovata.

Se avete indicazioni.......ne sarei felicissimo.

grazie

pw

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, la spiegazione è fornita dalla ditta costruttrice sul sito www.claripatch.com.

Saluti. :bye:

La spiegazione che ho trovato è questa:

Clarimute è una sordina per clarinetto. Può essere utile quando si deve

preludiare senza disturbare o anche solo per esercitare l’imboccatura e lo

staccato in silenzio.

Il Clarimute viene posto nella cameratura del clarinetto, tra la parte

superiore dello strumento ed il barilotto. Se adesso si prova a suonare come

d’abitudine si avrà dallo strumento una resistenza al proprio soffio simile a

quella normale ma senza ottenere nessun suono (a meno che non si esageri

nella pressione, in questo caso si otterrà solamente un fischio).

Non riduce il suono quindi, ma lo elimina propio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La spiegazione che ho trovato è questa:

Clarimute è una sordina per clarinetto. Può essere utile quando si deve

preludiare senza disturbare o anche solo per esercitare l’imboccatura e lo

staccato in silenzio.

Il Clarimute viene posto nella cameratura del clarinetto, tra la parte

superiore dello strumento ed il barilotto. Se adesso si prova a suonare come

d’abitudine si avrà dallo strumento una resistenza al proprio soffio simile a

quella normale ma senza ottenere nessun suono (a meno che non si esageri

nella pressione, in questo caso si otterrà solamente un fischio).

Non riduce il suono quindi, ma lo elimina propio!

questa della claripatch è proprio una gran min_ _ _ _a , con tutto il rispetto !

che senzo ha soffiare dentro un clarinetto senza godere del suono che si crea e che si migliora giorno dopo giorno, anno dopo anno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
questa della claripatch è proprio una gran min_ _ _ _a , con tutto il rispetto !

che senzo ha soffiare dentro un clarinetto senza godere del suono che si crea e che si migliora giorno dopo giorno, anno dopo anno?

Non ha molto senso infatti, sarebbe stato bello invece se avessero inventato una sordina, primo perche per studiare senza disturbare i vicini potrebbe essere stata utile e secondo perchè avrebbe modificato il timbro e quindi avrebbe creato delle nuove possibilità sonore.

Facendo varie ricerche ho trovato questo:

Nel XIX secolo venivano fabbricate sordine per oboe e per clarinetto: nell'uso moderno, i rari casi in cui viene richiesto l'uso della sordina sono affrontati utilizzando un panno, o un fazzoletto, introdotto nell'imboccatura dello strumento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io metto abbastamza empiricamente un fazzoletto spugnoso nella campana...e cerco di suonare piano, ovvero note appena udibili...certo, non e' il massimo, ma almeno si puo' fare esercizio di diteggiatura.

La ragazzina che abita sotto di me si esercita al piano, dunque ho adottato il suo stesso orario cosi' almeno ci sgridano in 2! (ed ho imparato pure le melodie per accompagnarla!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non mi fido di questo claripatch, o almeno finchè non lo hanno provato degli esperti,

Insonorizzare costa tantissimo, magari puoi comprare una cabina insonorizzata che riduce il rumore, ma non lo abbatte,

ti conviene metterti d'accordo col vicino tentendo conto che il diritto all studio è inviolabile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non mi fido di questo claripatch, o almeno finchè non lo hanno provato degli esperti,

Insonorizzare costa tantissimo, magari puoi comprare una cabina insonorizzata che riduce il rumore, ma non lo abbatte,

ti conviene metterti d'accordo col vicino tentendo conto che il diritto all studio è inviolabile

Il claripatch come ho già scritto non è una sordina per clarinetto, ma è semplicemnete un tappo che non fa suonare lo strumento quando ci soffi dentro (in poche parole è una cosa inutile...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pero' meglio fare esercizio muto che non esercitarsi per niente...mi ero entusiasmato tanto nel sentire che era una sordina, ora che scopro che e' un silenziatore mi abbatto moltissimo ma forse lo comprero'...chissa' se qui in Giappone questi geniacci hanno affinato qualche brevetto meno tarpante! Se trovo qualcosa del genere ve lo comunico qui sopra e poi mi offro di spedire un pacco pieno di sordine agli interessati, o in alternativa una katana per abbattere il vicino rompibolas.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy