Vai al contenuto
Ale

Labbra

Recommended Posts

Ciao a tutti! :) mi sono appena registrata. Suono il clarinetto da ormai 1 anno... solo ke non mi ci sono es tanto!!!! il fatto è ke voglio entrare al conservatorio e quindi mi devo es tanto. Volevo fare una dom. Come fai a capire se ti è venuto il callo? mi hanno detto ke mi deve venire una vescica!! Se fosse cosi, quando ho questa vescica, devo continuare ad es con il labbro? vi prego rispndete è urgente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ale, anche io sono suono da circa due anni :rolleyes: , e non ti preoccupare per il callo, non è detto che debba venire, anzi, a me ad esempio non è mai venuto, ne quando ho iniziato che suonavo un'ora al giorno, tutti i giorni, ne dopo che suonavo per due ore B) . Ma di calli, o vesciche niente. L'unica cosa che viene esercitandosi è che si sviluppano i muscoli facciali che devono tenere completamente chiuso il bocchino :ph34r: , (non pensare cose esagerate :D ), questo ti permetterà di non "sfiatare"! :D:D

Spero di esserti stata utile, ciao isabella :lol::lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si grazie, mi sei stata di grandissimo aiuto! comq sec me il cla è lo strumento piu bello ke possa esistere grazie mille....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me m'è venuto un signor callo sul pollice destro x il fatto ke ci mantengo il clarinetto.... è una settimana skarsa ke lo suono

x me è un a cosa nuova... è na figata! cmq sul labbo nn m'ha fatto nulla...ù

ciao !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai veramente ragione! suonare il clarinetto è veramente 1 ficata! io ho preso lezioni da 1 ke suona kon ennio orricone, vi rendete conto! è bravissimo... non mi dispiacerebbe diventare come lui! comq penso di non essere accetttata al conservatorio... sono brava xrò ci sono solo 2 posti e xcio..... kosa ne pensate voi? ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
a me m'è venuto un signor callo sul pollice destro x il fatto ke ci mantengo il clarinetto.... è una settimana skarsa ke lo suono

x me è un a cosa nuova... è na figata! cmq sul labbo nn m'ha fatto nulla...ù

ciao !!

sul labbro ancora nulla? dagli ancora tempo che ti verrà nn ti preoccupare, soprattutto se suonerai molte note acute ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sai, sec me se il callo viene è meglio! però la cosa ke non so è se quando mi viene, devo suonare come suonavo prima o no? Sai, suono in una banda,però non mi es tanto, perchè dopo un po mi sento il labbro ke mi scoppia, poi l'aria ke mi esce dapertutto! help me

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dipende: il callo si forma sul labbro inferiore e anche all'interno del labbro inferiore stesso.

Cmq la vescica (secondo me e' solo un'irritazione) di cui parli si forma se stringi tanto e/o se dopo un periodo di poco studio riprendi a studiare con costanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

Ho bisogno di un aiuto urgente.

Alla prima lezione di quest'anno, (2 anno conservatorio/francia), la prof mi ha fatto un'osservazione interessante ... ma impossibile. Ecco la storia :

A metà lezione avevo difficoltà sulle note acute (dal la taglio in testa al fa tre tagli in gola), Allora la prof mi ha detto che stringo troppo il labbro inferiore e che devo fare in maniera di non avere sul labbro inferiore il segno lasciato dall'ancia (uso le 3 e 1/2).

Da allora (25 settembre) non ci dormo piú ... cerco di fare il piú dolce possibile ... ogni 5 minuti mi guardo allo specchio ... ma il segno dell'ancia sul labbro inferiore resta sempre lí ..........

Che fare ?

please help !

Clarin

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' un problema che avevo e tutt'ora ho un po' anch'io. Cerca di fare molte note lunghe partendo dal pianissimo e poi crescendo e decrescendo mantenendo l'intonazione (usa l'intonatore se ce l'hai). Lo so che è una palla ma vedrai che serve.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

visto che lei è molto brava a parlarne ... digli che te lo faccia vedere lei a fare 2 ore continue e non lasciare il segno ...

E' UNA MINCHIATA BELLA E BUONA .... :lol:

SI è VERO CHE DEVI CERCARE DI NON PRESSARE TROPPO E QUESTO TI PUO' RIUSCIRE FACENDO :

1)NOTE TENUTE

2)USANDO ANCE UN PO' PIU' TENERE MAX 3

3)CERCANDO DI USARE BENE LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

4)PENSARE POSITIVO... CIOE' CHE LA NOTE ACUTE POSSONO E DEVONO USCIRE SENZA STRINGERE .

COSTANZA E DEDIZIONE FARANNO IL RESTO ...

COMUNQUE DIGLIELO ALLA TUA INSEGNANTE DI SUONARE E FARTELO SENTIRE E NON ... BLA BLA BLA ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
visto che lei è molto brava a parlarne ... digli che te lo faccia vedere lei a fare 2 ore continue e non lasciare il segno ...

E' UNA MINCHIATA BELLA E BUONA .... :lol:

Mi trovo completamente d'accordo :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

una volta che si e' formato il callo nella parte interna del labbro inferiore il segno dei denti può diminuire..ma c'e' sempre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao MAXGR l' intonatore è uno strumento che serve a stabilire la giusta intonazione di un suono (ovvio) cioè ti dice se il suono è +o- calante o crescente di quello prestabilito, che a sua volta si può regolare (440,441,442....ecc).

Ce ne sono di digitali(con indicatore elettrico) ed analogici(con indicatore a lancetta su scala graduata) oppure specifici per alcuni strumenti, o con ingressi per microfono ecc.

Spero che la mia risposta sia stata abba stanza esaudiente, ciao. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
visto che lei è molto brava a parlarne ... digli che te lo faccia vedere lei a fare 2 ore continue e non lasciare il segno ...

E' UNA MINCHIATA BELLA E BUONA .... :lol:

Mi trovo completamente d'accordo :D

Anch'io sono d'accordo. Per fortuna i vari insegnanti che ho avuto ed in particolare quello di clarinetto mi facevano "sentire" e "vedere" quello che spiegavano.

L'ascolto nella musica (e non solo) è un fattore determinante. Tra il dire e il fare c'è di mezzo il "suonare".

Ciao. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al di là di una buona impostazione e di un utilizzo corretto del diaframma c'è una cosa che ritengo fondamentale x il labbro di sotto: l'appoggio dei denti! Mi spiego:

il sottoscritto ha un incisivo superiore spezzato e i denti inferiori molto storti (cmq ho sempre 1 bocca, 2 occhi, 2 orecchie ecc ecc :P ) quindi il labbro non ha una base regolare e liscia che al massimo può causare un taglietto; purtroppo a me si formano dei SOLCHI al quale nessun callo può resistere. I primi anni non potevo suonare 3 ore al giorno per 2 giorni filati che mi spaccavo tutto e i dolori (e il sangue) erano tanti. In questi ultimi anni correggendo il diaframma e stringendo di meno rieco a suonare qualche ora in più ma se suono 4 ore per 3 giorni, il quarto giorno devo riposarmi assolutamente! Ergo: ho preso (ma ancora devo provare) un nastro fatto di una carta simil-plastica molto sottile che va messa sui denti (tipo quando uno si mette una cartina).

Molti professionisti hanno problemi ai denti e si mettono tali aggeggi per non tagliarsi il labbro (Karl Leister su tutti) ed è meglio tenersi i denti storti piuttosto che mettere l'apparecchio (io ci ho provato e ho buttato 6 mesi di studio).

Sono stato troppo lungo??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao OPETH...

SAI ANCHE IO UNA VOLTAMI SONO FATTO FARE UNA MINI PROTESI DA UN ODONTOTECNICO PER I DENTI INFERIORI .

MA è STATO TEMPO E SOLDI PERSI.

PERO' C'è UN MIO COLLEGA CHE SUONA COSì .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok ragazzi, ho letto l vostre risposte, ma il problema non é la cartina sui denti per evitare che gli incisivi inferiori massacrino il labbro inferiore interno.

Il problema é un altro.

Il problema é che quando si suona, ammesso che i denti non diano nessun fastidio, ammesso altresí che non abbiamo bisogno di cartine per suonare 3 o 4 ore di filata, allora, la parte del labbro inferiore che tocca l'ancia deve restare molle, o rilassata, o come dir si voglia.

Il mio problema é che nel mezzo del labbro inferiore che tocca l'ancia si formano due specie di "binari" che sono la "foto" dell'ancia sulla parte esterna del labbro inferiore (cioé quella che non tocca i denti ma tocca l'ancia).

Secondo la mia prof, il fatto che sul labbro vi sia il segno dell'ancia (cioé la "foto" dell'ancia sul labbro inferiore esterno) vuol dire che spingo troppo col labbro inferiore, cioé che stringo troppo con le labbra e che questo non va bene.

Detto tutto questo, la mia domanda é : come si fa a non stringere troppo ?

Una risposta possibile (come ha detto qualcuno del forum) é spingere col diaframma invece che col labbro inferiore.

Un altra risposta plausibile é che, probabilmente, chi é capace di compensare con la mano destra o sinistra il peso del clarinetto sull'ancia, cioé equilibrando il peso del clarinetto sul labbro inferiore, allora non ha di questi problemi.

Ma la mia domanda è : come si fa a equilibrare la pressione del labbro sull'ancia senza troppi problemi ?

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me potrebbe anche essere un problema di ancia:hai presente quelle ance un pò più rozze che hanno una superfice più ruvida, anche se magari sono ottime ance?A me irritano tutto il labbro inferiore e quindi le passo con la carta vetrata quella finissima e nera e il risultato è ottimo.

E poi soprattutto se hai un labbro abbastanza carnoso, è normale che rimanga il segno sul labbro: se fosse il contrario faresti uscire aria dai lati della bocca, in questo caso dipende dallo spessore della canna (ad es. è +accentuato con le V12) e dalla forma esterna del bocchino, o dall' angolazione e la quantità di imboccatura.

Io quindi ti direi che se è solo un problema del tuo insegnante e a te non dà problemi o fastidio di non dargli troppo peso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[*]Secondo la mia prof, il fatto che sul labbro vi sia il segno dell'ancia (cioé la "foto" dell'ancia sul labbro inferiore esterno) vuol dire che spingo troppo col labbro inferiore, cioé che stringo troppo con le labbra e che questo non va bene.

si effettivamente lo stringere troppo significa "strozzare" parte delle vibrazioni dell'ancia e quindi il suono cheesce è anche povero di quella serie di armonici che accompagnano un suono e che effettivamente rendono un suono piu' o meno bello.

Potresti innanzitutto cercare di mettere in avanti la tua impostazione (un po' piu' di bocchino in bocca ) e cercare di bilanciare meglio il peso dello strumento regolando il poggia pollice (... se è regolabile ...).

nota che uso il condizionale perchè fare quello che sto' cercando di descriverti piu' chiaramente possibile con le parole è una operazione molto complicata poichè implica lo spostamento della tua impostazione naturale .

comunque concordo con chi ha scritto che se tu ti trovi bene per come suoni e ritieni di avere un suono soddisfacente vai avanti per la tua strada ... altrimenti vedi di mettere in pratica i miei e i consigli degli altri colleghi del nostro bellissimo forum.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao!!!

ho letto attentamente tutte le risposte.

l'insegnante a mio avviso ha ragione, stringere troppo strozza il suono e non permette, anche con una corretta emissione, di far vibrare liberamente l'ancia.

a mio avviso usando ance durissime come le 3 1/2 tendi a far scorrere la colonna d'aria molto velocemente spingendo per far vibrare l'ancia. questa spinta e questo sforzo, perchè è uno sforzo far vibrare una 3 1/2, ti costringono, consciamente o inconsciamente, a stringere. probabilmente tendi a stringere anche il clarinetto con le dita.

"paradossalmente" il clarinetto come qualsiasi strumento ad ancia semplice può essere suonato senza appoggiare il labbro inferiore sui denti ma semplicemente esercitando una leggera pressione sull'ancia solo con il labbro sostenuto dai muscoli del labbro inferiore.

cosa molto vantaggiosa in quanto l'ancia è libera di vibrare completamente e l'intonazione la si fa unicamente con l'emissione quindi con il diaframma!!!

cmq noi i denti sotto ce li mettiamo, almeno per ora, a scuola ti darebbero dei calci nel culo, poi quando ti andrà di suonare con una qualità di suono e un'espressività una spanna sopra gli altri prenderai un 5jb con ance dell 1 1/2 e toglierai i denti da sotto!!! ma prima devi subire le barbarie dei conservatori italiani ancora per un po'...

tornado a noi

il primo esperimento da fare è quello di prendere un bocchino facile quale il b40 / b45 vandoren (l'ideale sarebbe un vandoren a2 di cristallo... ma non lo fanno più) e gli metti su una 2 / 2 1/2

un'ancia più tenera vibra meglio quindi è di per se più libera poi questi bocchini divorano l'aria, ti permettono di esercitarti per ottenere una ottima emissione quindi sull'intonazione!!!

soffia forte!!! immagina che devi spaccare il clarinetto con la tua colonna d'aria!!!

fammi sapere!!

ciao

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy