Vai al contenuto

Impianti audio per ascoltare la musica classica


Recommended Posts

33 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Secondo me è meglio se ti rivolgi ad un forum specifico sul mondo audio, avresti una platea molto più ampia e rappresentativa. Difficile dire quali siano i componenti migliori in senso assoluto. Molto dipende dagli abbinamenti e soprattutto dai gusti personali.

Per l'amplificatore potresti cercare nell'usato, sarebbe un modo per salire di qualità contenendo i costi, esistono diversi siti e mercatini sui forum. Magari iscriviti su hifishark. L' r-Head che ti ha suggerito zeit potrebbe rientrare nel budget cercandolo usato.

Che però - mi son dimenticato di dire - è senza DAC, è un ampli puro.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 789
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Guest nachtigall

Vi ringrazio per le risposte. Il fatto è che ho visitato molti forum dedicati all'audio e l'idea che mi sono fatto è che ognuno ha un po' le sue idee non si sa giustificate da cosa. Senza contare che l'impressione è che tante recensioni che si trovano in rete siano in malafede. Ho chiesto qui perché il discorso era "confinato" alla classica. Io avevo della Sennhaiser un po' di anni fa, che mi erano state date da un signore, un modello vecchissimo, degli anni ottanta ma con un vecchio amplificatore suonavano da dio. Ora mi suona solo da una parte magari proverò a vedere se si possono riparare anche quelle. Poi al rivenditore dove sono stato per le grado mi è stato detto che ormai le Senn. è tutta roba prodotta in Cina e decaduta, svenduta per un mercato pop. Però leggendo sempre in rete sembra che le hd 800 siano ottime per la classica.Insomma è difficile avere un minimo di chiarezza. Magari punterò sull'usato, non mi sembra una brutta idea.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le HD800 sono osannate per la classica, ma stiamo parlando di cuffie che costano ben oltre 1000 cucuzze. Il discorso della produzione in Cina vale per tantissimi prodotti ormai. Mettici pure il fatto che negli ultimi anni sono arrivati un sacco di concorrenti a mettergli un po' di pepe.... soprattutto con le ortodinamiche.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, nachtigall dice:

Vi ringrazio per le risposte. Il fatto è che ho visitato molti forum dedicati all'audio e l'idea che mi sono fatto è che ognuno ha un po' le sue idee non si sa giustificate da cosa. Senza contare che l'impressione è che tante recensioni che si trovano in rete siano in malafede. Ho chiesto qui perché il discorso era "confinato" alla classica. Io avevo della Sennhaiser un po' di anni fa, che mi erano state date da un signore, un modello vecchissimo, degli anni ottanta ma con un vecchio amplificatore suonavano da dio. Ora mi suona solo da una parte magari proverò a vedere se si possono riparare anche quelle. Poi al rivenditore dove sono stato per le grado mi è stato detto che ormai le Senn. è tutta roba prodotta in Cina e decaduta, svenduta per un mercato pop. Però leggendo sempre in rete sembra che le hd 800 siano ottime per la classica.Insomma è difficile avere un minimo di chiarezza. Magari punterò sull'usato, non mi sembra una brutta idea.

Non capisco la questione cina. Ma davvero voi (voi genetico) da italiani parlate? La cina è un colosso, produce di tutto, dai supercomputer ai giocattolini di plastica. In italia cosa si produce? La m***a, tranne qualche eccellenza in settori di nicchia. L'italiano medio se la tira su youtube quando si parla di pasta e pizza, per poi fare lo schizzinoso coi cinesi che ci mettono i piedi in testa in qualsiasi campo relativo alla tecnologia.

I cinesi non sono geneticamente inferiori, portare la produzione in cina non significa farle produrre da campagnoli analfabeti, non più di quanto significherebbe portare la produzione in Italia, magari a Pozzuoli. Questo è una sorta di razzismo intrinseco. Magari riflettiamo sul fatto che stiamo scrivendo su PC i cui componenti sono stati prodotti in cina, tramite server i cui componenti sono stati prodotti in cina, il tutto gestito da moltissimi operatori cinesi istruiti in cina. Ajò, l'italiano non ha proprio nessun diritto di fare la faccia storta quando si parla di made in china. Colossi come intel, amd, texas instruments si affidano tranquillamente alle produzioni cinesi oltre ad investire in esse miliardi su miliardi di dollari. E così anche i grandi marchi coreani o giapponesi. Siamo nel 2018 non nel 1918.

Il mercato cinese ha prodotto tantissimo di originale e di ottimo livello, rompendo spesso le barriere tipiche dei prezzi. Una superlux 668b costa 20 euro e suona come una cuffia akg o senn o beyer di fascia di prezzo molto più alta. Prezzi ingiustificati considerando che le cuffie "mid-fi" tipo akg KX, beyer DT770880990 e senn 600 e 650 sono cuffie prodotte da circa 20 anni, il cui costo di produzione è irrisorio. Non per nulla alcune delle fab che producono OEM per i grandi marchi europei (come superlux) possono sfruttare gli stessi apparati per produrre a 1/20 del prezzo. Facciamoci due domande su chi ci stia a pigliare per il culo, di certo non i cinesi.

Ognuno ha le sue idee perché per una riproduzione tendenzialmente fedele basta poco. I componenti costano poco, quel che si paga è il fattore umano e l'esclusività e l'assistenza. Auguri a gestire un reso o una garanzia con un cinese tramite aliexpress. Da lì in poi l'audio è 100% soggettivo, come molti blind test hanno ormai mostrato. I medi melliflui e i bassi stretti ma profondi non significano nulla in assoluto, sono definizioni che dipendono solo dal soggetto che le esprime. Ho visto addetti del suono registrare incisioni di musica classica con akg 1000, o con serie K, o con beyer 880, o con akg240, o con akg 800, ecc. Nessuna di queste è tendenzialmente meglio dell'altra, e se perfino a monte ogni tecnico ha le sue preferenze è un esercizio inutile, puro scientismo, cercare di quantificare quale sia meglio. Anche perché, a differenza di un impianto audio con casse/monitor, le cuffie rispondono in modo molto diverso in base alla conformazione della testa.

Se il tuo inglese è buono vedi qui

di solito ogni grafico viene costruito a partire da più misurazioni, e nessuna misurazione è mai esattamente uguale, pur a distanza di pochi minuti da quella precedente. Se c'hai la testa piccola e le K701 ti stanno larghe percepirai un basso debole, se c'hai la testa grossa e ti calcano attillanti otterrai già di base un bass bost a causa del miglior isolamento dei padiglioni.

Se sei un adolescente forse troverai le beyer 990 troppo aspre, se sei un vecchio ti sembreranno perfette, ché fisiologicamente non percepirai quell'eccesso di frequenze alte (il c.d. beyer middle finger) a causa dello sviluppo dell'apparato uditorio umano. Senza se e senza ma, la biologia se ne infischia dei guru sessantenni che pretendono di sentire le frequenze sopra 20kHz e distinguerti un 24/192 da un CD audio.

I test hanno mostrato come anche una differenza di volume di 1 db faccia una differenza enorme sulla nostra percezione. A parità cuffia, in un blind test, mettendone una a 30 db e una a 31, gli ascoltatori tenderanno in maggioranza a preferire quella a 31. 

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest nachtigall
3 ore fa, Alucard dice:

Non capisco la questione cina. Ma davvero voi (voi genetico) da italiani parlate? La cina è un colosso, produce di tutto, dai supercomputer ai giocattolini di plastica. In italia cosa si produce? La m***a, tranne qualche eccellenza in settori di nicchia. L'italiano medio se la tira su youtube quando si parla di pasta e pizza, per poi fare lo schizzinoso coi cinesi che ci mettono i piedi in testa in qualsiasi campo relativo alla tecnologia.

I cinesi non sono geneticamente inferiori, portare la produzione in cina non significa farle produrre da campagnoli analfabeti, non più di quanto significherebbe portare la produzione in Italia, magari a Pozzuoli. Questo è una sorta di razzismo intrinseco. Magari riflettiamo sul fatto che stiamo scrivendo su PC i cui componenti sono stati prodotti in cina, tramite server i cui componenti sono stati prodotti in cina, il tutto gestito da moltissimi operatori cinesi istruiti in cina. Ajò, l'italiano non ha proprio nessun diritto di fare la faccia storta quando si parla di made in china. Colossi come intel, amd, texas instruments si affidano tranquillamente alle produzioni cinesi oltre ad investire in esse miliardi su miliardi di dollari. E così anche i grandi marchi coreani o giapponesi. Siamo nel 2018 non nel 1918.

Il mercato cinese ha prodotto tantissimo di originale e di ottimo livello, rompendo spesso le barriere tipiche dei prezzi. Una superlux 668b costa 20 euro e suona come una cuffia akg o senn o beyer di fascia di prezzo molto più alta. Prezzi ingiustificati considerando che le cuffie "mid-fi" tipo akg KX, beyer DT770880990 e senn 600 e 650 sono cuffie prodotte da circa 20 anni, il cui costo di produzione è irrisorio. Non per nulla alcune delle fab che producono OEM per i grandi marchi europei (come superlux) possono sfruttare gli stessi apparati per produrre a 1/20 del prezzo. Facciamoci due domande su chi ci stia a pigliare per il culo, di certo non i cinesi.

Ognuno ha le sue idee perché per una riproduzione tendenzialmente fedele basta poco. I componenti costano poco, quel che si paga è il fattore umano e l'esclusività e l'assistenza. Auguri a gestire un reso o una garanzia con un cinese tramite aliexpress. Da lì in poi l'audio è 100% soggettivo, come molti blind test hanno ormai mostrato. I medi melliflui e i bassi stretti ma profondi non significano nulla in assoluto, sono definizioni che dipendono solo dal soggetto che le esprime. Ho visto addetti del suono registrare incisioni di musica classica con akg 1000, o con serie K, o con beyer 880, o con akg240, o con akg 800, ecc. Nessuna di queste è tendenzialmente meglio dell'altra, e se perfino a monte ogni tecnico ha le sue preferenze è un esercizio inutile, puro scientismo, cercare di quantificare quale sia meglio. Anche perché, a differenza di un impianto audio con casse/monitor, le cuffie rispondono in modo molto diverso in base alla conformazione della testa.

Se il tuo inglese è buono vedi qui

di solito ogni grafico viene costruito a partire da più misurazioni, e nessuna misurazione è mai esattamente uguale, pur a distanza di pochi minuti da quella precedente. Se c'hai la testa piccola e le K701 ti stanno larghe percepirai un basso debole, se c'hai la testa grossa e ti calcano attillanti otterrai già di base un bass bost a causa del miglior isolamento dei padiglioni.

Se sei un adolescente forse troverai le beyer 990 troppo aspre, se sei un vecchio ti sembreranno perfette, ché fisiologicamente non percepirai quell'eccesso di frequenze alte (il c.d. beyer middle finger) a causa dello sviluppo dell'apparato uditorio umano. Senza se e senza ma, la biologia se ne infischia dei guru sessantenni che pretendono di sentire le frequenze sopra 20kHz e distinguerti un 24/192 da un CD audio.

I test hanno mostrato come anche una differenza di volume di 1 db faccia una differenza enorme sulla nostra percezione. A parità cuffia, in un blind test, mettendone una a 30 db e una a 31, gli ascoltatori tenderanno in maggioranza a preferire quella a 31. 

 

 

Guarda che io non ho nulla contro la Cina, infatti se leggi bene ho scritto che uso un Fiio e che ero intenzionato a prendere un Little Dot che se non mi sbaglio è pure cinese. Il discorso l'aveva fatto il rivenditore da cui ero stato. Per il resto che le misurazioni non siano una cosa banale lo so, da studente di fisica, così come il fatto che esiste un gusto a monte di tutto. Però, ad ogni modo, l'analisi tecnica credo che sia imprescindibile e l'unico modo per districarsi in un panorama così vasto e competitivo. Altrimenti come sapere che una Superlux è una cuffia che può tranquillamente competere con cuffie che costano quasi dieci volte tanto? Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto ma resta un fatto che l'unico modo per evitare fregature è quello delle misurazioni e dei confronti, guardando anche al prezzo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh.
Io ho un bel Gioellino, e ci ascolto praticamente di tutto.

Lettore CD: Marantz CD 63, Pioneer PDR-W839
Amplificatore: Pioneer Sa 7500 da 300 W (Ho un altro amplificatore della Pioneer ed è un SA 500A ma non lo uso mai, non lo vendo poiché sono affezionato)
Lettore Vinile: Technics SL D202
Casse: JBL Control 1, Pioneer CS 99A (collegati in Serie)

Il problema è avere una stanza solo per questo impianto :-D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, zeitnote dice:

Diamine, cos'è uno scherzo d'aprile?! Il mio Oppo rimarrà orfano?!?

In effetti la scelta della data non è felicissima. Scrivono che continueranno a supportare con gli aggiornamenti i prodotti esistenti.

Sono curioso di vedere cosa succederà con i prezzi e con il mercato dell'usato. Potrebbe essere addirittura che i prezzi salgano o anche che qualcuno preso dal panico venda degli Oppo nuovi a metà prezzo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, [Cris] dice:

In effetti la scelta della data non è felicissima. Scrivono che continueranno a supportare con gli aggiornamenti i prodotti esistenti.

Sono curioso di vedere cosa succederà con i prezzi e con il mercato dell'usato. Potrebbe essere addirittura che i prezzi salgano o anche che qualcuno preso dal panico venda degli Oppo nuovi a metà prezzo.

Chiude la divisione US. Mi chiedevo se può avere a che fare con la guerra dei dazi in corso....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, [Cris] dice:

ah però! ti tratti bene! :D Ma i SA-CD sull'Oppo come suonano?

Suonano molto bene, tanto che non ci sarebbe nessun bisogno reale di avere anche il Marantz (che, però, forse suona un po' più caldo). L'Oppo lo comprai dopo per i Blu-Ray e per il caricamento di contenuti da USB/LAN.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 1/3/2018 at 21:39, zeitnote dice:

Per le cuffie fai un pensierino sulle Final; con le mie sono ultra soddisfatto a suono morbido e naturale, comfort e assenza di fatica d’ascolto.

Ne approfitto per farti una domanda al volo sulle Final. Ho visto che hanno 2 connettori mono da 3.5 mm, lato cuffia, con un meccanismo di bloccaggio. Secondo te è possibile collegarci anche dei connettori normali senza quel meccanismo e quindi cavi diversi da quello stock?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Ne approfitto per farti una domanda al volo sulle Final. Ho visto che hanno 2 connettori mono da 3.5 mm, lato cuffia, con un meccanismo di bloccaggio. Secondo te è possibile collegarci anche dei connettori normali senza quel meccanismo e quindi cavi diversi da quello stock?

Ecco come si presenta il connettore sulle mie.
IMG_1566.jpg
A parte le due alette per il bloccaggio sembra un normale jack mono da 3,5.
In ogni caso, Final ha in catalogo cavi alternativi da abbinare alle proprie cuffie : http://snext-final.com/en/products/accessories/detail/headphone-cable.html

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, zeitnote dice:

Ecco come si presenta il connettore sulle mie.

A parte le due alette per il bloccaggio sembra un normale jack mono da 3,5.
In ogni caso, Final ha in catalogo cavi alternativi da abbinare alle proprie cuffie : http://snext-final.com/en/products/accessories/detail/headphone-cable.html

Si, un normale mini-jack mono dovrebbe andare purché con una base un po' più lunga che gli consenta di entrare anche per lo spazio delle alette. Per il momento grazie 1000!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 3 weeks later...

Amici, vi rompo le scatole e chiedo qualche consiglio a voi, esperti audiofili.

Un mio carissimo amico, ha ricevuto in eredità da suo nonno, esperto di elettronica, queste preziosissime cuffie:

 main-qimg-7851b85f7ddf998ef675978ed6f5fe

Trattasi delle SONY MDR R-10, che da quel poco che ho potuto leggere sul web, sono reputate una sorta di Sacro Graal. Il mio amico, pur essendoci legato per questioni affettive, praticamente non ne fa uso, in quanto è solamente un ascoltatore occasionale, e di classica non ne ascolta tantissima. Avessi i soldi, ci farei un pensierino anch'io, ma da quel che ho visto, i costi sono assai alti. Dunque lui avrebbe intenzione di venderle, ma non sa su che canali muoversi, se semplicemente mettere una inserzione su ebay etc. o altro. Le cuffie sono in stato molto buono, v'è solo qualche segno di usura sulla valigetta, e corredate di tutta la documentazione originale. Voi cosa ne pensate? Conoscete questo modello? Avete avuto occasione di provarlo? E dunque, in che maniera si potrebbero vendere?

Scusate se per caso ho sbagliato discussione, ma mi sembrava il post più idoneo... e grazie anticipatamente per i consigli...;)

P.s. Caricherei le immagini che mi ha mandato lui, ma purtroppo non ci riesco...come si fa?

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, Snorlax dice:

Amici, vi rompo le scatole e chiedo qualche consiglio a voi, esperti audiofili.

Un mio carissimo amico, ha ricevuto in eredità da suo nonno, esperto di elettronica, queste preziosissime cuffie:

 main-qimg-7851b85f7ddf998ef675978ed6f5fe

Trattasi delle SONY MDR R-10, che da quel poco che ho potuto leggere sul web, sono reputate una sorta di Sacro Graal. Il mio amico, pur essendoci legato per questioni affettive, praticamente non ne fa uso, in quanto è solamente un ascoltatore occasionale, e di classica non ne ascolta tantissima. Avessi i soldi, ci farei un pensierino anch'io, ma da quel che ho visto, i costi sono assai alti. Dunque lui avrebbe intenzione di venderle, ma non sa su che canali muoversi, se semplicemente mettere una inserzione su ebay etc. o altro. Le cuffie sono in stato molto buono, v'è solo qualche segno di usura sulla valigetta, e corredate di tutta la documentazione originale. Voi cosa ne pensate? Conoscete questo modello? Avete avuto occasione di provarlo? E dunque, in che maniera si potrebbero vendere?

Scusate se per caso ho sbagliato discussione, ma mi sembrava il post più idoneo... e grazie anticipatamente per i consigli...;)

P.s. Caricherei le immagini che mi ha mandato lui, ma purtroppo non ci riesco...come si fa?

 

I soliti ebay, subito, kijiji. Meglio se inserisce anche la traduzione in inglese, perché gli annunci su questi forum finiscono su hifishark, un sito di annunci dedicato al mondo audio con diffusione globale (se è disposto a spedire anche lontano). Le sezioni mercatino dei vari forum dedicati al mondo audio. Il mio consiglio è di capire l'effettivo valore di queste cuffie per non rischiare di svenderle, ci vuole pazienza.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 1 month later...
On 17/3/2018 at 05:59, Alucard dice:

Se punti alla massima distinzione dell'organico datti alla musica barocca eseguita a parti reali.

Effettivamente, in questi giorni sto ascoltando le cantate di Bach dirette da Kuijken ed è un vero piacere. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 1 month later...

Sfogliando l'indice ho visto questo topic, ne approfitto per chiedervi un consiglio, visto che ne saprete sicuramente più di me. Si avvicina il mio diciottesimo compleanno e mi sono deciso a chiedere in regalo un impianto che finalmente mi permetterà di ascoltare la musica come si deve e non più solo sul mio vecchio computer fisso, che ormai non soddisfa più le mie esigenze di ascolto. Io sono totalmente inesperto in questo campo e dando un'occhiata alle prime pagine del topic ho visto che sotto gli 8-900€ non si trova nulla di abbastanza buono e io comunque sto cercando un impianto che mi rimanga per un bel po' di tempo, quindi credo valga la pena spenderci qualche soldo. Cercando di non superare i 1000€, qualcuno mi saprebbe consigliare qualcosa? Ringrazio in anticipo per eventuali risposte. :)

P.S. Ascolto esclusivamente musica classica.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, .Andrea dice:

Sfogliando l'indice ho visto questo topic, ne approfitto per chiedervi un consiglio, visto che ne saprete sicuramente più di me. Si avvicina il mio diciottesimo compleanno e mi sono deciso a chiedere in regalo un impianto che finalmente mi permetterà di ascoltare la musica come si deve e non più solo sul mio vecchio computer fisso, che ormai non soddisfa più le mie esigenze di ascolto. Io sono totalmente inesperto in questo campo e dando un'occhiata alle prime pagine del topic ho visto che sotto gli 8-900€ non si trova nulla di abbastanza buono e io comunque sto cercando un impianto che mi rimanga per un bel po' di tempo, quindi credo valga la pena spenderci qualche soldo. Cercando di non superare i 1000€, qualcuno mi saprebbe consigliare qualcosa? Ringrazio in anticipo per eventuali risposte. :)

P.S. Ascolto esclusivamente musica classica.

Io, più o meno per quella cifra, presi lo stereo nel 2009 fatto da amplificatore e lettore Cambridge (ora non sono a casa, non ricordo i modelli) e casse Mordaunt non troppo grandi, ma più che sufficienti sia per la mia camera di allora che per il salotto di adesso. Tieni conto quindi anche dell'ambiente in cui lo installerai, con un occhio al futuro.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy