Vai al contenuto
Bernardo

Impianti audio per ascoltare la musica classica

Recommended Posts

3 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Uno dei maggiori "sponsor" in Italia delle Elac precedenti è stato TNT-Audio. Ti consoglio vivamente di dargli un'occhiata. Oltre alla recensione, se controlli la rubrica delle lettere ne troverai decine sulle Elac. Fossi in te scriverei a loro indicando le tue esigenze, generi acoltati, preferenze di suono, budget, stanza (schemino con dimensioni/distanze e foto sono gradite), ecc... Però dovrai aspettare che riprendano le attività tra circa 3 settimane. Questo è il miglior consiglio che posso darti.

Proprio questo mi aveva fermato dallo scriverne una anche io, per il motivo di cui sopra. Comunque intanto vedo se ci sono recensioni delle nuove Elac. Ti ringrazio ancora per la tua disponibilità, ti farò sapere:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine ho acquistato:

-Lettore Marantz CD6006

-Amplificatore Marantz PM6006 (usato)

-Diffusori Elac Debut B5.2

Lettore e ampli sono comunque un po' sopra un entry level e non ho letto pareri contrastanti, quindi mi sono sembrati la scelta migliore con il mio budget (ho speso poco più di 1000).

Ringrazio ancora @hurdy-gurdy per gli utili consigli e anche @superburp^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non so se sono off topic ma anche io mi sto accingendo a comprare un impianto audio per ascoltare musica classica con un budget di 1000 1500 euro a differenza dell'autore del post.

purtroppo va posizionata nella mia camera che è grande pressapoco 4 x4 metri. qualcuno ha consigli ?  amo il barocco e quindi un idea della musica molto nitida potente e dinamica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, .Andrea dice:

Alla fine ho acquistato:

-Lettore Marantz CD6006

-Amplificatore Marantz PM6006 (usato)

-Diffusori Elac Debut B5.2

Lettore e ampli sono comunque un po' sopra un entry level e non ho letto pareri contrastanti, quindi mi sono sembrati la scelta migliore con il mio budget (ho speso poco più di 1000).

Ringrazio ancora @hurdy-gurdy per gli utili consigli e anche @superburp^_^

Figurati e complimenti!

E per i cavi hai risparmiato qualcosa? Niente di esotico, ma nemmeno cineseLie ;)

E non dimenticarti di fare rodare tutto a dovere, soprattutto i diffusori. Ci vorrà qualche decina di ore prima che l'impianto si esprima al meglio.

E poi goditi la musica che è la cosa importante e dimenticati il resto.

Buoni ascolti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Figurati e complimenti!

E per i cavi hai risparmiato qualcosa? Niente di esotico, ma nemmeno cineseLie ;)

E non dimenticarti di fare rodare tutto a dovere, soprattutto i diffusori. Ci vorrà qualche decina di ore prima che l'impianto si esprima al meglio.

E poi goditi la musica che è la cosa importante e dimenticati il resto.

Buoni ascolti!

Per i cavi nessun risparmio particolare, però il venditore dell'amplificatore mi ha regalato un cavo usb Belkin Gold insieme al Marantz, sostenendo che è un "best buy" per l'audio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Il Belkin Gold può andare. Io intendevo i cavi di segnale (lettore CD -> ampli) e di potenza (ampli -> diffusori).

Sì avevo capito;). Ho letto un articolo su TNT-Audio su i cavi da acquistare e mi pare di capire che anche questi hanno una loro importanza (io pensavo di utilizzare quelli in dotazione, ma lo sconsigliano vivamente). Comunque ora farò qualche ricerca per capirci qualcosa in più e scegliere buoni cavi di buone marche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io intanto sto valutando seriamente l'Oppo 203 (perchè il 205 costerebbe più di tutto il resto dell'impianto) come lettore CD e SACD. Poi forse un giorno avrò dei Blu Ray 4k, ma allora dovrei avere anche un TV 4k. La vedo lunga. Volevo chiedere, qualcuno ha già l'oggetto e potrebbe confortarmi, ma anche no, sulla scelta?

In alternativa ho sentito il Marantz SA8005, ma costa un 50% in più (sui 1.200) e sentendolo non mi è parso imperdibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti.

Vista l'enormità della libreria digitale che mi sono costruito negli anni in alta fedeltà (.flac), avrei intenzione in questi giorni di comprarmi un impianto che mi permetta di ascoltare appieno la qualità dei brani.

Premetto che ho sempre ascoltato la libreria tramite il mio Macbook Pro Mid 2012 con scheda audio e casse interne, alternando magari ogni tanto con delle cuffie en air Sennheiser CX-150 (auricolari da 30 euro...). Ho provato più volte a cercare di sentire la differenza tra un brano flac originale (circa 20mb) e uno compresso mp3 a 320 o inferiore (3 mb): purtroppo non ne ho mai sentito alcuna differenza. Perfino ascoltando la musica direttamente su Spotify (chiaramente stessa traccia e stessi autori), differenza alcuna.

Per questo motivo  ho sempre dato la colpa all'impianto Macbook - Sennheiser che ho o alle mie scarse capacità di ascolto, nonostante abbia fatto recentemente dei test medici sull'udito, e sono risultati superiori alla norma).

Quindi cortesemente vi chiedo:

1) Avendo un impianto alta fedeltà, voi riuscite a sentire la differenza tra un formato originale e uno compresso? 

2) Non volendo acquistare un impianto dedicato - per questioni di spazio, comodità e soldi - avevo pensato di prendere un lettore audio portatile di alta fedeltà (arrivano a costare fino a 500 euro). Mi chiedo, vale la pena spendere tutti questi soldi? Si sentirà davvero la differenza?

Durante le mie ricerche mi sono imbattuto con questi lettori audio:

- FiiO X1 2n gen, 100 euro circa

- FiiO X3 2n gen, 200 euro circa

- Sony A40, 300 euro circa

Sul web ne parlano molto bene, ma non so come muovermi e se vale la pena spendere questi soldi. Chiaramente leggono tutti i formati alta fedeltà (.flac, .alac, dsd... ) e funzionano anche da scheda DAC.

Ringrazio chi mi potrà dare qualche dritta e consiglio, possibilmente basato sull'esperienza.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, HansVonGrobel dice:

1) Avendo un impianto alta fedeltà, voi riuscite a sentire la differenza tra un formato originale e uno compresso? 

Ho fatto numerose prove in "cieco", e cioè senza sapere che cosa suonava, tra mp3 a 320k, formato CD e alta definizione, e non ho mai colto alcuna differenza. Tieni conto che le prove le ho eseguite con cuffie Stax elettrostatiche, note per la totale trasparenza. A mio avviso il vero problema del tuo "impianto" è il trasduttore finale: quello sì è importante ed ogni soldo speso nel migliorarlo è speso bene. Personalmente spenderei i soldi per una buona cuffia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 14/9/2018 at 18:08, HansVonGrobel dice:

Buonasera a tutti.

Vista l'enormità della libreria digitale che mi sono costruito negli anni in alta fedeltà (.flac), avrei intenzione in questi giorni di comprarmi un impianto che mi permetta di ascoltare appieno la qualità dei brani.

Premetto che ho sempre ascoltato la libreria tramite il mio Macbook Pro Mid 2012 con scheda audio e casse interne, alternando magari ogni tanto con delle cuffie en air Sennheiser CX-150 (auricolari da 30 euro...). Ho provato più volte a cercare di sentire la differenza tra un brano flac originale (circa 20mb) e uno compresso mp3 a 320 o inferiore (3 mb): purtroppo non ne ho mai sentito alcuna differenza. Perfino ascoltando la musica direttamente su Spotify (chiaramente stessa traccia e stessi autori), differenza alcuna.

Per questo motivo  ho sempre dato la colpa all'impianto Macbook - Sennheiser che ho o alle mie scarse capacità di ascolto, nonostante abbia fatto recentemente dei test medici sull'udito, e sono risultati superiori alla norma).

Quindi cortesemente vi chiedo:

1) Avendo un impianto alta fedeltà, voi riuscite a sentire la differenza tra un formato originale e uno compresso? 

2) Non volendo acquistare un impianto dedicato - per questioni di spazio, comodità e soldi - avevo pensato di prendere un lettore audio portatile di alta fedeltà (arrivano a costare fino a 500 euro). Mi chiedo, vale la pena spendere tutti questi soldi? Si sentirà davvero la differenza?

Durante le mie ricerche mi sono imbattuto con questi lettori audio:

- FiiO X1 2n gen, 100 euro circa

- FiiO X3 2n gen, 200 euro circa

- Sony A40, 300 euro circa

Sul web ne parlano molto bene, ma non so come muovermi e se vale la pena spendere questi soldi. Chiaramente leggono tutti i formati alta fedeltà (.flac, .alac, dsd... ) e funzionano anche da scheda DAC.

Ringrazio chi mi potrà dare qualche dritta e consiglio, possibilmente basato sull'esperienza.

Vecchia diatriba quella confronto di audio digitale con perdita e senza perdita. Per mia esperienza, se un mp3 (o simili) è fatto bene è molto difficile distinguerlo dalla versione senza perdita. Certo, un impianto di buona qualità aiuta, ma serve anche esperienza, sapere a cosa prestare attenzione. Ad esempio in un mp3 di qualità media/scarsa viene applicato un filtro passa-basso che taglia le frequenze al di sopra di un certo valore. Il risultato è un suono più chiuso, inscatolato. Lo si può precepire in un brano ascoltando i piatti della batteria, ad esempio. Ma considera che in un mp3 di buona qualità questo filtro non è applicato, oppure è applicato a frequenze talmente alte da essere ai limiti dell'udibile o oltre. In definitiva direi che dipende da: qualità dell'audio compresso, allenamento all'ascolto, salute dell'apparato uditivo e impianto.

Cosa diversa è la differenza tra qualità CD e alta risoluzione. Per me, semplicemente, non esiste. Anzi, considero l'alta risoluzione una truffa con la quale spillare quattrini alla gente. Tra l'altro andrebbe verificato che l'alta risoluzione sia veramente tale. Mi è capitato più di una volta (documentato anche nel forum) di acquistare musica in alta risoluzione da siti famosi e scoprire che al di fuori della banda audio del CD non vi era nulla. Semplicemente fuffa.

Al giorno d'oggi che lo spazio di archiviazione non è più un collo di bottiglia io tengo la mia collezione in formato FLAC. L'mp3 ha senso in una sola situazione, a mio parere, ovvero in quelle situazioni d'ascolto precarie, tipo auto o in mobilità in mezzo al rumore. Io uso l'encoder LAME, bit rate variabile e qualità massima, per massimizzare il rapporto qualità audio/compressione. Ma anche se è molto difficile distinguere tra i due, considero la mia collezione FLAC un backup dei miei CD e non mi sognerei mai di cancellarla per tenere solo la versione con perdita.

Da possessore di un MacBook Pro (2015) credo che tu possa sicuramente migliorare la qualità dell'ascolto rispetto a come ascolti ora, fregandotene delle differenze tra mp3 e FLAC. Intendo dire che l'obiettivo non è arrivare ad un impianto che ti consenta di cogliere queste differenze, ma quello di ascoltare con la massima qualità e soddisfazione possibile, date le tue esigenze e il tuo budget. E questa era la mia risposta alla tua prima domanda. La direzione (impianto tradizionale ampli/casse? Cuffie?) però la puoi decidere solo tu. Anche un lettore portatile (o DAP che dir si voglia) da 1000 euro serve a poco se poi ci attachi delle cuffie o auricolari inadeguati.

Per quanto riguarda la seconda domanda. Personalmente eviterei Sony per due motivi. Non conosco il player in questione, ma solitamente la Sony usa connessioni proprietarie che richiedono cavetti adattatori non proprio economici. Inoltre ultimamente la Sony ha sfornato questa mirabolante tecnologia DSEE che promette il "ripristino delle alte frequenze perse in fase di compressione"... Roba da denuncia per pubblicità ingannevole. Personalmente lo trovo a dir poco disonento e da questo genere di cose sto alla larga. Oltre ai Fiio, sui quali ti consiglio di documentarti su forum specialistici visto che anche da una generazione alla successiva dello stesso modello ci possono essere differenze significative, ti consiglio di considerare Cayin (l'N3 è già un buon prodotto).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×