Vai al contenuto

Problemi tecnici


valnuke
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 1,1k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Grazie Henry e Lulli! Solo mi viene ora da chiedere leggendo le risposte...ma picchiettato e staccato sono le stesse cose?? Perchè Lulli ha parlato di picchiettato ma io parlavo di staccato...

<{POST_SNAPBACK}>

Per quello che credo picchettato e staccato sono la stessa cosa...aiuto c'è qualcuno che lo sa con certezza?

Link al commento
Condividi su altri siti

salve a tutti ......... ho un piccolo problema con le corde doppie per violino

sopratutto accordi con le note della corda di mi che mi vengono malissimo....

e continua a fischiare!!

che posso fare??

forse

il quarto dito mi da fastidio con le corde doppie

<{POST_SNAPBACK}>

Solitamente quando il mi fischia, il maestro dice che ho preso la corda da "sopra" e non da "sotto", intendendo che non ho abbassato preventivamente l'avambraccio; prova a fare cambi di corda legati e sciolti la-mi molto lentamente per imparare il movimento.

Che corde usi? potrebbe essere un problema del mi, per eliminarlo ti consiglierei di provare il mi Kaplan solution, anche se forse potrebbe esserti di ostacolo per imparare il giusto movimento, visto che comunque non fischia.

Link al commento
Condividi su altri siti

se troppo staccato, applica il porcedimento della U lentamente e poi sempre più velocemente e portati verso la M.I. verrà meglio... fammi sapere però!

il sautillé detto saltellato in italiano, si fa praticamente eseguendo un detaché con due cm di arco molto veloce (semicrome da 130 alla semiminima in su) e con pressione costante. Vedari la bacchetta che si agita e crea un suono simile ad un balzato velocissimo. In realtà l'arco non si alza dalla corda ma la bacchetta si muove, si agita e da questo suono.

Si esegue come punto di contatto sopra la M.I. quasi superiore a seconda della velocità...

si utilizza per i moti perpetui (n° 5 di Paganini per esempio)

<{POST_SNAPBACK}>

In tutti gli studi che ho incontrato sautillè (che si traduce letteralmente in saltellato), viene inteso come equivalente dello spiccato, colpo d'arco che si ottiene controllando con le dita e con poco polso un velocissimo balzato di una piccolla porzione della metà dell'arco.L'arco si solleva leggermente dalla corda producendo un effetto secco e percussivo.Per via della sua posizione sul violino dovrebbe essere più facile da ottenere che sul violoncello.Fatemi sapere!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

non so che corde ho......

ma il mi fischia

preferisco queste che ho almeno mi alleno.

nejo così

....

quindi devo abbassare di più il braccio quando cambio

da la a mi ....bene

grazie molte...

e per quanto riguarda i tremoli faccio fatica a fare tremoli quando cambio di corda in caorda

mi consiglia qualche esercizio

per risolvere questo problema??

grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

ma lei è un prof. di violino??

<{POST_SNAPBACK}>

Dammi del tu...no non sono una prof (e penso che viste le mie qualità sonore, la riforma dei conservatori e altri 5 anni minimo di medicina non lo diventerò mai), figurati non ho ancora il quinto (l'anno prossimo forse), ma ho solo letto un sacco di libri sulla produzione del suono sul violino, sulla fisiologia della condotta dell'arco e sto tentando di scribacchiare (o quantomeno pensare)un trattatello sulle variazioni anatomiche della muscolatura nei violinisti (cosa che terminerò nel 2050 più o meno) per tentare di autoconvincermi a studiare anatomia, cosa che al momento non ho proprio voglia di fare!

Sinceramente per i tremoli non so che dirti, spera che il maestro Henry legga questa discussione e decida di risponderti, io credo di essere troppo poco affidabile! :blink:

Link al commento
Condividi su altri siti

hai letto 'Anatomia violinistica' di Oddone?

<{POST_SNAPBACK}>

Si, l'ho trovato ben fatto, tuttavia mi piacerebbe approfondire la parte del movimento muscolare , le variazioni riguardanti lo spostamento o la grandezza muscolare e il maggior uso di alcuni muscoli, per poi riportare questi principi alla produzione del suono, cercando di aiutare in questa parte indicando come sviluppare alcuni muscoli a discapito di altri nei diversi colpi d'arco e movimenti sulla tastiera mediante compressioni, stimoli riflessi e esercizi...insomma mi piacebbe unire insieme qualcosa tipo Oddone, Flesh (il problema del suono sul violino e esercizi base), Steinhausen e altri in un trattatello che potrebbe avere anche risvolti pratici e prevenire o aiutare a riconoscere sul nascere patologie che potrebbero dare problemi...potrebbe essere anche un'ottima tesi di laurea e un modo per conciliare violino ed università, ma tanto ho ancora un sacco di tempo per pensarci!

Link al commento
Condividi su altri siti

Capito! allora scusa, ma staccato e martellato sono la stessa cosa?

<{POST_SNAPBACK}>

La differenza tra staccato e martellato è sottile...ma lo staccato ed il picchettato sono due cose completamente diverse...il primo: 2 note in 2 arcate diverse, il secondo 2, 50 note "staccate" nella stessa arcata.

Arch non stare rigido. L' unica consiglio che mi viene in mente al momento è: dai un accento con l' indice all' inizio di ogni nota e poi togli la pressione dell' indice.

Credo... :o

Link al commento
Condividi su altri siti

Vi chiarisco i concetti:

1)Martellato

arcata percussiva che ha per caratteristica un accento penetrante e vivo all'inizio di ogni nota e mantiene sempre una pausa fra un'arcata e l'altra.

L'arco deve "mordere" la corda prima di iniziare l'arcata. il "morso" consiste in una pressione più forte di quella necessaria per il colpo d'arco stesso.

Se la pressione è poca non si avrà l'accento necessario per produrre il colpo d'arco.

Se la pressione è troppa si produrrà un fastidioso rumore.

La corretta esecuzione è data principalmente dal coordinamento fra pressione e rilascio della stessa per fare un'arcata veloce.

Se l'accento è corto o lungo, avremo in corrispondenza martellato semplice o sostenuto.

(Kreutzer n.7)

2)Spiccato

In questo colpo d'arco, l'arco viene gettato dall'alto e lascia la corda dopo ogni nota.

L'arco fa una curva ad U. Se questa curva è accentuata si avrà un suono più accentuato e percussivo, altrimenti un suono più rotondo.

3)Saltellato

Per studiarlo è adatto un tempo lento. Si incomiuncia con un détaché piccolo alla metà dell'arco e poi si gira la bacchetta perpendicolarmente in modo che tutti i crini suonino.

L'arco non lascerà mai la corda e la bacchetta "vibrando" creerà la sensazione del saltato.

4)Picchettato

Si distingue in volante e non. Si intende per picchettato una serie di "martellati" veloci nella stessa arcata. Questo colpo d'arco è molto personale.

C'è chi ce l'ha buono e naturale e chi no.

Link al commento
Condividi su altri siti

di niente!

purtroppo la terminologia crea problemi.

Infatti il balzato a volte viene confuso col saltellato etc...

Io utilizzo il termine balzato per indicare l'arcata che veine fatta alla M.I. descrivendo una "U" con mano passiva ed avambraccio attivo.

Quello che Galamian definisce col termine Spiccato.

con lo stesso termine penso si debba dire anche "gettato", in quanto l'arco viene gettato sulla corda.

Il saltato invece avviene quando l'arco non è libero di saltare e si agita la bacchetta nervosamente.

Ovviamente si può eseguire uno spiccato a velocità sostenuta nella M.S dell'arco...

Link al commento
Condividi su altri siti

henry, quando si parla di gettato si intende il movimento dell'arco sulla corda, no? quindi un gesto diciamo verticale (dall'alto verso il basso) e rimbalzo, suppongo.

non c'è una terminologia diversa fra il gettato su nota singola e il gettato con rimbalzo (quindi più note nella stessa arcata)?

ho notato che c'è qualche difficoltà nel farsi capire con questo colpo d'arco... :ph34r:

Link al commento
Condividi su altri siti

henry, quando si parla di gettato si intende il movimento dell'arco sulla corda, no? quindi un gesto diciamo verticale (dall'alto verso il basso) e rimbalzo, suppongo.

non c'è una terminologia diversa fra il gettato su nota singola e il gettato con rimbalzo (quindi più note nella stessa arcata)?

ho notato che c'è qualche difficoltà nel farsi capire con questo colpo d'arco...  :ph34r:

<{POST_SNAPBACK}>

In verità il gesto è verticale, solo che se lo fosse troppo non verrebbe fuori nessun suono.

Vi faccio un esempio più esplicativo...

L'arcata a U significa: Un aereo che atterra ed appena tocca il suolo si rialza in volo.

Questo è per fare il gettato in giù.

Si ripete la stessa cosa in su, ed avvengono una serie di balzati in successione.

Mi son spiegato meglio ora?

(certo, visivamente sarebbe stato più facile!!!)

Bruy, quando getti diverse note in un arcata (solitamente in giù) il colpo d'arco si chiama ricochet. Sarebbe altro che il colpo d'arco usato nella ridda dei folletti di Bazzini, oppure nel capriccio numero 9, o meglio ancora sul n° 1 di Paganini

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy