Vai al contenuto
Adso

Buffet Patricola

Recommended Posts

Ma perchè ho scritto da qualche parte che gli altri intervenuti avrebbero dovuto cambiare opinione?

Ho soltanto sollevato un problema, che ad oggi sembrerebbe essere soltanto il mio.

Quando avrò parlato con i Patricola (anzi forse lo faccio proprio stasera) mi accerterò se è soltanto una mia impressione

o ci sono dati di fatto.

Signori per favore non mi sembra il caso di sollevare un tale vespaio e arrabbiarsi quando non ne esiste motivo, se scalmo ha diciamo un problema è lui che deve cercare di capire se sussiste o meno e non mi sembra qui il posto per risolverlo, tanto meno arrivare a "intimidire" o portare in causa persone che qui leggono soltanto.

Ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero senza però arrivare ad eccessi non ammissibili.

Sicuramente credo che sia il caso di calmare gli animi, soprattutto per non dare alito a qualche cosa che possa danneggiare i Patricola che mi sembra siano gli unici a non entrarci.

Questo penso sia un luogo ideale di scambio di idee e opinioni se poi si vuole usare per arrivare a bisticciare non lo trovo giusto.

Sino ad ora nessuno a parte te Scalmo ha portato all'attenzione un particolare problema, quindi cerca di risolverlo direttamente con loro non con altri, io personalmente non credo avendoli conosciuti che non abbiano già vagliato il "problema" da te riscontrato, comunque a mio personale parere tu credo abbia posto una domanda ma nel contempo ti sia anche dato una risposta, pensaci bene.

Questo sarà il mio ultimo intervento per questo argomento, tornero a colloquiare solo su altri argomenti che non sia questo qui posto, un'ultima cosa guarda che se vi sono state new entry in questo forum forse è dato dal fatto che ultimamente sempre più persone (tra questi molti professionisti che conosco) si sono fatte un Patricola e essendo contenti giustamente portano questo a conoscenza di altri.

Torniamo serenamente a suonare,

Ciao a tutti

Sergio (mrc80)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma se mai dovresti imparare tu a leggere, ma sopratutto a scrivere (possibilmente in italiano) cos'hai scritto è alla luce di tutti, puoi anche correggere o cancellare i topic se vuoi (come del resto hai già fatto tempo fa) ma la gente non è scema, sa quello che hai scritto e quello che ha letto (Patricola compresi). Giusto per puntualizzare visto che a te piace tanto vorrei farti notare che questa discussione allo stato attuale è stata consultata 4749 volte ed ha avuto 175 risposte, non ha importanza se poi si sono connesse una o dieci persone alla volta. Per quanto riguarda il mio lavoro posso dirti che faccio il musicista ma non mi dispiacerebbe lavorare per i Patricola, dev'essere un gran bel mestiere il loro.

Per concludere cercherò di farti capire per l'ultima volta che il problema non nasce se poni delle domande, ma se affermi delle falsità. Potresti tranquillamente scrivere che i Patricola producono strumenti stonati se così fosse realmente, ma dal momento che più di una persona ti ha risposto che non ha notato i problemi da te riscontrati, forse prima di replicare sarebbe stato il caso di fare dei test prima con l'accordatore davanti, poi con un altro bocchino e infine facendo suonare il tuo strumento da altre persone (possibilmente competenti) per essere sicuro che nulla dipende da te. Se ciò che affermi dopo tutte queste prove fosse ancora risultato vero allora, avresti dovuto scrivere (o telefonare) ai Patricola per chiedere spiegazioni, tu invece ti sei limitato a fermarti alle tue personalissime e discutibillisime impressioni, scrivendole qui come se si discutesse di verità assolute. Se a me tutti i possessori di uno strumento uguale al mio mi dicessero che non hanno riscontrato problemi d'intonazione, mentre per me non è così, mi chiederei cosa sbaglio e la smetterei di replicare anche per evitare di passare per un incompetente...

Quando si danno le cifre ci si deve accertare che esse siano di una certa coerenza. Questo post è stato aperto nel Febbraio del 2008 quindi tutti quei numeri non dicono nulla, ripeto questo forum di clarinetto è frequentato da me da te e da clarinetto1 (mi riferisco al periodo che sono stato qui). I post che ho cancellato non riguardano questo topic, qualcuno l'ho cancellato dato che mi secca dare informazioni a persone che fanno tutto l'opposto (sempre che queste informazioni fossero state utili). ripeto ho fatto delle affermazioni più con lo scopo di avere un riscontro da terze persone ma non sarebbe potuto essere possibile dato che ripeto la frequenza al forum riguarda due persone all'infuori di me e un utente che tu dici essere di Patricola, ma d cui non ho ancora capito il nik.

Cmq con te non c'è ne da imbastire discorsi ne tanto da discutere e non capisco come tu possa fare il moderatore dato che mi sembra un moderatore non dovrebbe essere di parte. Non ho nient'altro da dire se non l'amarezza di leggere certe cose, non mi sembra che tu possa essere il mio garante.

Lo so che non lavori per i Patricola era soltanto un modo di dire che come al solito non hai capito.

Del resto questo topic aperto con il titolo Buffet-Patricola era rimasto in tema finchè non ci sono stati questi attacchi da parte tua e di utenti che non si sa bene chi fossero, tutti a messaggi, 1,2 o 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Signori per favore non mi sembra il caso di sollevare un tale vespaio e arrabbiarsi quando non ne esiste motivo, se scalmo ha diciamo un problema è lui che deve cercare di capire se sussiste o meno e non mi sembra qui il posto per risolverlo, tanto meno arrivare a "intimidire" o portare in causa persone che qui leggono soltanto.

Ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero senza però arrivare ad eccessi non ammissibili.

Sicuramente credo che sia il caso di calmare gli animi, soprattutto per non dare alito a qualche cosa che possa danneggiare i Patricola che mi sembra siano gli unici a non entrarci.

Questo penso sia un luogo ideale di scambio di idee e opinioni se poi si vuole usare per arrivare a bisticciare non lo trovo giusto.

Sino ad ora nessuno a parte te Scalmo ha portato all'attenzione un particolare problema, quindi cerca di risolverlo direttamente con loro non con altri, io personalmente non credo avendoli conosciuti che non abbiano già vagliato il "problema" da te riscontrato, comunque a mio personale parere tu credo abbia posto una domanda ma nel contempo ti sia anche dato una risposta, pensaci bene.

Questo sarà il mio ultimo intervento per questo argomento, tornero a colloquiare solo su altri argomenti che non sia questo qui posto, un'ultima cosa guarda che se vi sono state new entry in questo forum forse è dato dal fatto che ultimamente sempre più persone (tra questi molti professionisti che conosco) si sono fatte un Patricola e essendo contenti giustamente portano questo a conoscenza di altri.

Torniamo serenamente a suonare,

Ciao a tutti

Sergio (mrc80)

Veramente io sapevo ma non ero sicuro della presenza di una persona qua dentro dei Patricola, che non ho mai avuto l'onore di leggere (a meno che non l'abbia fatto) in pertinenza all'argomento, e allora se nessuno risponde almeno ufficiosamente, certo mi sono dato una mezza risposta e alla fine (dato che sono stato impegnato una settimana) ho scritto, ora sto aspettando risposta. Ma sai quale è la cosa che non può andare, è che viene fatta passare una domanda per un'accusa e questo francamente mi sembra troppo. Quindi semmai le cose starebbero alla pari, io avrei leso la credibilità dei Patricola (non vedo come) ma sto facendo la figura di uno scemo mi pare, alla stregua di quello che grida al lupo. Bene allora il clarinetto che ho acquistato dai Patricola non presenta alcun problema, è uno strumento del quale non ci sono pari sul mercato in quanto a prezzo/qualità (e questo lo dissi anche nel primo mio topici sull'argomento).

Non ho mai smentito quello che ribadisco sopra. Il difetto da me riscontrato (che non reputo difetto in quanto trattasi di un particolare marginale e non utile al fine del discorso) non esiste ed è dipeso unicamente dal mio orecchio, che come si sbagliò circa la differenza di potenza di suono (o percezione) tra i due modelli (Rosewood e Grenadille) si è ora sbagliato sulla intonazione relativa alle 5 note prese in considerazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ritenevo questo forum essere un forum serio dove non ci sono opinioni che valgono più delle altre. ma ora sembra essere diventato il forum dei patricola. fra tutti gli utenti non ce ne è stato uno che abbia mai parlato male di questi clarinetti (infatti questo forum è la loro maggior fonte di pubblicità), quindi mi sembra assurdo attaccare un utente (che inoltre ha pagato i propri strumenti più di 2000 euro) perchè dice che qualche nota sovracuta di ripiego (ovvero le posizioni più inutili che si usano 1 volta ogni 10 anni) non è perfettamente intonata.

però si possono attaccare senza problemi buffet, selmer ecc... che sono ditte che hanno fatto la storia del nostro amato strumento.

sono convinto che il patricola sia uno strumento ottimo, infatti ho sempre detto che appena avrò l'occasione voglio andare a provarli, ma mi sembra immaturo considerarli lo strumento perfetto senza difetti. da quando il signor Denner ha iniziato a costruire suoi strumenti a 2 chiavi si sono susseguiti migliaia di artigiani che hanno provato a dare al clarinetto bel suono, poszioni semplici e note intonate. ci sono tantissimi clarinetti che avevano intonazione perfetta, o posizioni comodissime che per un motivo o per l'altro non hanno avuto successo. quindi una volta detto che i patricola sono strumenti eccezionali migliori dei buffet (cosa molto probabile, visti i buffet degli ultimi anni) mi sembra inutile e controproducente insistere nel definirli gli strumenti perfetti: come è stato detto qualche pagina fa, i patricola avranno deciso di dare un'intonazione perfetta allo strumento a discapito di qualche posizione di ripiego. e se non è così forse è scalmo che ha avuto la sfortuna di comprare lo strumento leggermente meno intonato di tutta la produzione della ditta. questo comunque non mi sembra un motivo valido per attaccarlo in questo modo. queste si che sono polemiche veramente sterili

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io ritenevo questo forum essere un forum serio

e se non è così forse è scalmo che ha avuto la sfortuna di comprare lo strumento leggermente meno intonato di tutta la produzione della ditta. questo comunque non mi sembra un motivo valido per attaccarlo in questo modo. queste si che sono polemiche veramente sterili

Anche io lo ritenevo tale e infatti ci ho speso diverso tempo notando sempre che nella barra inferiore i nik scarseggiavano sempre e altro che 7.000 utenti, neanche l'ombra ho visto.

A parte questo non sono i numeri che fanno la differenza ma la qualità di quei anche pochi nik che partecipano e francamente ora non posso avvalorare questa ultima tesi.

l'ultima frase che scrivi mi sembra un'analisi puntuale della situazione, mi sembra che così si possa scrivere e dialogare senza paura di ledere alcuno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anche io lo ritenevo tale e infatti ci ho speso diverso tempo notando sempre che nella barra inferiore i nik scarseggiavano sempre e altro che 72.000 utenti, neanche l'ombra ho visto.

A parte questo non sono i numeri che fanno la differenza ma la qualità di quei anche pochi nik che partecipano e francamente ora non posso avvalorare questa ultima tesi.

l'ultima frase che scrivi mi sembra un'analisi puntuale della situazione, mi sembra che così si possa scrivere e dialogare senza paura di ledere alcuno.

infatti ora mi attaccheranno tutti perchè non ho mai provato questi stumenti ma do comunque ragione a te. io più che dire che se tutti ritengono questi strumenti ottimi un motivo c'è, non so cosa dire. lo strumento perfetto non esiste. e per uno come me, che potrebbr essere un utente qualsiasi, mentre prima ero interessato a provarli questi strumenti (e comunque lo sono anche ora) adesso tutto sta cominciando a perdere credibilità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Francamente non ho più voglia di rispondere a Scalmo, se gli utenti vorranno potranno andare a leggere quanto ha scritto negli altri topic, esiste ancora (spero, se non l'ha modificato come al suo solito) il primo topic aperto da lui dopo aver comprato il clarinetto in questione. In esso afferma di aver comprato l'unico clarinetto (tra quelli provati) con il mi e fa bilanciati, questo vuol dire che il resto degli strumenti provati era stonato pure su quelle note. Ma qui mi fermo perchè ora basta, il mio compito è quello di moderare, ma vorrei ricordare a Scalmo che mi accusa di essere di parte che i moderatorei possono partecipare attivamente alle discussioni ed esprimere le loro opinioni, non possono essere di parte solo quando la diatriba e tra due utenti e uno di quei due utenti non è il moderatore stesso. Inoltre aggiungo che i Patricola NON SONO ISCRITTI a questo forum, io non l'ho mai scritto, ho solo scritto che lo legggono.

Per quanto riguarda nevohteeb mi fa piacere che sia parte attiva di questa discussione, ma penso che per esprimere opinioni di parte debba perlomeno conoscere ciò di cui parla, non vedo come possa discutere di strumenti che non hai mai provato, ma nel forum c'è libertà di parola, finchè non si danneggia l'immagine altrui si può dire ciò che si vuole...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutti gli strumenti a fiato siano essi Patricola , Buffet o Selmer hanno dei problemini, la perfezione in terra non esiste , anche io ho riscontrato a volte le note di gola leggermente crescenti ( che controllo ormai automaticamente con l'emissione) ma niente di piu' di quei problemi analoghi che ho avuti con altri brand ( e vi assicuro ho avuto ed ho tanti strumenti alto di gamma).

Porto ad esempio l'esperienza di un mio collega che una volta compro' un modello della Selmer chiamato Signature , ancora oggi lui si morde le mani per evr speso piu' di 3.000 euro per quel clarinetto che ha molti ma molti difetti di intonazione , poi la serie che è venuta dopo come il S. Louis e via dicendo non ha avuto migliore fortuna. L'unico Selmer oggi unanimamente apprezzato continua ad essere il Recital, che io ho solamente provato una sola volta e quindi non sono in grado di giudicare .

Concludo sperando che si ritorni ad un dialogo costruttivo e pacato nei modi .

Cordialità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lascio da parte ogni attacco personale e vado al punto:

come dissi e ripeto, il mio era un interrogativo che rivolgevo agli utenti di Musica-Classica, nella fattispecie clarinettisti in possesso di Clarinetto Patricola sib Grenadille. Gli utenti che mi hanno risposto e poi non troppo dettagliatamente sono stati soltanto clarinetto1, avendo anche lui lo stesso modello se non erro. Gli altri 3-4 utenti sono risultati avere 2-3 o pochi post, non per questo non mi sento di considerarli (e non so di preciso se hanno lo stesso modello) però la mia aspettativa andava verso utenti che hanno frequentato e frequentano abitualmente il forum e che hanno tale clarinetto.

Quindi riassumendo, ad ora ho avuto (di quelli che considero effettivi) 1 sola risposta.

Non essendo in grado di farmi un parere attraverso chi suona tale modello ovviamente la seconda mossa è stata quella di contattare i costruttori, ma come prima mossa avevo già preventivato questo tipo di approccio per un mio personale sistema. (prima si domanda a chi suona uno stesso strumento poi se fatta la statistica mi da il risultato contrario al mio allora non procedo).

Quello che poteva uscir fuori da questo interrogativo (e poi dietro consulenza dei costruttori) poteva riguardare o che il quesito non avesse modo di essere in quanto non risultava anche al controllo di apparecchiature, oppure che sussisteva. Nella peggiore ipotesi la figura del costruttore non sarebbe rimasta intaccata, dato che le 5 note di ripiego prese in considerazione sono soltanto un marginale se non inesistente "problema".

Quello che ci avete costruito sopra non mi riguarda, i fatti sono questi. A domanda risposta, invece non è stato possibile avere una risposta reale, per reale intendo almeno 5 o 6 utenti CHE PRATICANO COSTANTEMENTE il forum. Pazienza non sto chiedendo la luna e non faccio nessuna crociata, non lavoro per la Buffet insomma ma che è sto "Casino"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
infatti ora mi attaccheranno tutti perchè non ho mai provato questi stumenti ma do comunque ragione a te. io più che dire che se tutti ritengono questi strumenti ottimi un motivo c'è, non so cosa dire. lo strumento perfetto non esiste. e per uno come me, che potrebbr essere un utente qualsiasi, mentre prima ero interessato a provarli questi strumenti (e comunque lo sono anche ora) adesso tutto sta cominciando a perdere credibilità

Ciao, vedo che il danno è stato già fatto, da una stupidata ne è nato un caso nazionale.

Io (come altri, anche se pochi) ho detto la mia e siccome non combacia con il pensiero altrui vengo additato come di parte, ok va bene.

A te dico solo che se ti và provali, poi sarai tu a giudicare di persona se sono all'altezza o meno e se quello che qui si è detto e poi montato sopra corrisponde al vero.

Farlo non costa nulla.

Sono stati a Monopoli e la maggior parte degli Insegnati intervenuti li hanno trovati buoni strumenti, senza enfatizzare troppo il tutto, tra cui vi era il mio ex maestro, poi mi sembra che possono annoverare tra i loro estimatori nomi di un certo rilievo del presente e passato e non sono certo pivellini.

Sono buoni strumenti e lo può affermare chi li ha e li suona, poi ognuno fa e la pensa come vuole, mi sembra scorretto però tutto quello che è nato ora per un "problema" che lascia il tempo che trova.

Ciaooo...

Ah, scusa messaggio di servizio, spero che i Patricola non toglino il link dal loro sito a questo forum per colpa di qualcuno, credo che tutto ciò vada letto e interpretato per quello che è, sicuramente per loro se se ne discute nel bene e nel male sarà solo una buona pubblicità, questo perchè siamo in democrazia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
insomma ma che è sto "Casinò"?

Il Casinò è quello in cui vai a giocare i soldi x la roulette, il poker texano, la slot machine, ecc. I + conosciuti sono Las Vegas e Montecarlo! :laughingsmiley: :laughingsmiley:

A parte gli scherzi (sperando di aver allentato 1 po' la tensione)

Premetto ke non possiedo 1 strumento Patricola e i sovracuti li ho usati pochissimo x ora nella mia breve carriera musicale.

Però quando c'è 1 fraintendimento o 1 cosa non è chiara io invito sempre a kiedere spiegazioni agli altri (in questo caso utenti) x capire bene. Spero solo ke se dovete kiarirvi lo facciate (anke in privato se volete), xkè vedere gli utenti di uno stesso forum 1 contro l'altro dà l'idea di disgregazione, non 1 immagine di unione e collaborazione (come invece il nostro forum vuole dare).

Se siete in contrasto venitevi incontro x vedere cosa non va da 1 parte e cosa non va dall'altra. Poi se riuscite cercate di "contenere" i "difetti" indicati dall'altra xsona.

Ciao a tutti (sperando ke torni 1 clima di armonia fra tutti) :thumbsup_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il Casinò è quello in cui vai a giocare i soldi x la roulette, il poker texano, la slot machine, ecc. I + conosciuti sono Las Vegas e Montecarlo! :laughingsmiley: :laughingsmiley:

A parte gli scherzi (sperando di aver allentato 1 po' la tensione)

Premetto ke non possiedo 1 strumento Patricola e i sovracuti li ho usati pochissimo x ora nella mia breve carriera musicale.

Però quando c'è 1 fraintendimento o 1 cosa non è chiara io invito sempre a kiedere spiegazioni agli altri (in questo caso utenti) x capire bene. Spero solo ke se dovete kiarirvi lo facciate (anke in privato se volete), xkè vedere gli utenti di uno stesso forum 1 contro l'altro dà l'idea di disgregazione, non 1 immagine di unione e collaborazione (come invece il nostro forum vuole dare).

Se siete in contrasto venitevi incontro x vedere cosa non va da 1 parte e cosa non va dall'altra. Poi se riuscite cercate di "contenere" i "difetti" indicati dall'altra xsona.

Ciao a tutti (sperando ke torni 1 clima di armonia fra tutti) :thumbsup_anim:

Finalmente qualcun'altro della mischia che butta acqua sul fuoco, qui l'aria diventava irrespirabile, spero si possa tornare a livelli di cordialità e scambio di opinioni quanto prima.

Ciao

Musicss80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti.

Ormai mi capita di leggere raramente il forum ma oggi son capitato su questa discussione e mi vien voglia di scrivere qualcosa.

Piccola premessa:

sono stato presso la ditta Patricola circa tre anni fa assieme a un mio allievo che cercava un clarinetto in Mib. Confermo che la disponibilita' e la gentilezza dei titolari della ditta è qualcosa di estremamente raro da trovare: a chi non l'avesse mai fatto consiglio di recarvisi anche solo per un'illuminante illustrazione delle varie fasi di lavorazione di un clarinetto.

Ci furono messi a disposizione tutti i clarinetti che desideravamo (mib, sib la e do) nonché tempo e spazi adatti.

Personalmente all'epoca trovai davvero notevole la qualita' timbrica dei clarinetti in mib e in Do, con un'intonazione discreta ma migliorabile. Mi piacque molto anche il timbro dei Sib e La ma a mio parere c'era ancora qualche disomogeneita' di troppo nell'emissione di alcune note nel registro di chalumeau (piu' altri piccoli dettagli che sinceramente ora non ricordo).

Ad ogni modo il Mib venne scelto e acquistato con soddisfazione.

Detto ciò quello che mi sembra surreale di questa discussione sono alcuni toni estremistici nonché l'atteggiamento da hooligans del clarinetto di alcuni utenti:

Leggo che i Buffet sarebbero sembre stonati a prescindere da qualsiasi altra considerazione (!!!) : avendo provato una ventina di Tosca sinceramente la cosa mi fa sorridere non poco...

Leggo che una volta provati i Patricola non si riuscirebbe piu' a suonare altri strumenti in quanto non ci sarebbe raffronto (!!!)...

Leggo soprattutto che a esprimere le proprie opinioni si dovrebbe stare attenti in quanto si tratterebbe di denigrazione di una ditta con possibili 'guai' conseguenti (???)...

Posto che queste affermazioni a mio parere si commentano da sole (e sinceramente non me le sarei aspettate da utenti apparentemente 'esperti') mi pare che peraltro non aiutino utenti meno smaliziati a destreggiarsi fra le tante scelte possibili attualmente. A un'audizione, ad esempio, spesso l'avere un suono troppo 'personalizzato' rispetto all' abitudine comune (che questa sia stata poi determinata dal largo uso di Buffet non voglio discuterlo ora e necessiterebbe di ore di discussione) puo' essere un fattore negativo; rimane il fatto che un certo tipo di timbro sia ormai riconosciuto come standard e da questo si debba partire (nel caso di uno studente di conservatorio, almeno) per distaccarsene se se ne ha l'esigenza. Senza poi contare che lo stesso timbro in situazioni di musica d'insieme e soprattutto orchestrali condiziona la percezione dell'intonazione molto piu' della reale risposta data dall'accordatore.

Tutto questo papiro per dire che gli assolutismi pro o contro una determinata marca di strumenti mi sembrano totalmente gratuiti (e sicuramente sono gratuite certe perentorie convinzioni...)

P.S. Mi avete comunque messo curiosita' di provare il nuovo modello di Patricola

P.S.2: Mi stupisce che parlando di buona intonazione nessuno abbia citato gli Yamaha

Saluti a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti.

Ormai mi capita di leggere raramente il forum ma oggi son capitato su questa discussione e mi vien voglia di scrivere qualcosa.

Piccola premessa:

sono stato presso la ditta Patricola circa tre anni fa assieme a un mio allievo che cercava un clarinetto in Mib. Confermo che la disponibilita' e la gentilezza dei titolari della ditta è qualcosa di estremamente raro da trovare: a chi non l'avesse mai fatto consiglio di recarvisi anche solo per un'illuminante illustrazione delle varie fasi di lavorazione di un clarinetto.

Ci furono messi a disposizione tutti i clarinetti che desideravamo (mib, sib la e do) nonché tempo e spazi adatti.

Personalmente all'epoca trovai davvero notevole la qualita' timbrica dei clarinetti in mib e in Do, con un'intonazione discreta ma migliorabile. Mi piacque molto anche il timbro dei Sib e La ma a mio parere c'era ancora qualche disomogeneita' di troppo nell'emissione di alcune note nel registro di chalumeau (piu' altri piccoli dettagli che sinceramente ora non ricordo).

Ad ogni modo il Mib venne scelto e acquistato con soddisfazione.

Detto ciò quello che mi sembra surreale di questa discussione sono alcuni toni estremistici nonché l'atteggiamento da hooligans del clarinetto di alcuni utenti:

Leggo che i Buffet sarebbero sembre stonati a prescindere da qualsiasi altra considerazione (!!!) : avendo provato una ventina di Tosca sinceramente la cosa mi fa sorridere non poco...

Leggo che una volta provati i Patricola non si riuscirebbe piu' a suonare altri strumenti in quanto non ci sarebbe raffronto (!!!)...

Leggo soprattutto che a esprimere le proprie opinioni si dovrebbe stare attenti in quanto si tratterebbe di denigrazione di una ditta con possibili 'guai' conseguenti (???)...

Posto che queste affermazioni a mio parere si commentano da sole (e sinceramente non me le sarei aspettate da utenti apparentemente 'esperti') mi pare che peraltro non aiutino utenti meno smaliziati a destreggiarsi fra le tante scelte possibili attualmente. A un'audizione, ad esempio, spesso l'avere un suono troppo 'personalizzato' rispetto all' abitudine comune (che questa sia stata poi determinata dal largo uso di Buffet non voglio discuterlo ora e necessiterebbe di ore di discussione) puo' essere un fattore negativo; rimane il fatto che un certo tipo di timbro sia ormai riconosciuto come standard e da questo si debba partire (nel caso di uno studente di conservatorio, almeno) per distaccarsene se se ne ha l'esigenza. Senza poi contare che lo stesso timbro in situazioni di musica d'insieme e soprattutto orchestrali condiziona la percezione dell'intonazione molto piu' della reale risposta data dall'accordatore.

Tutto questo papiro per dire che gli assolutismi pro o contro una determinata marca di strumenti mi sembrano totalmente gratuiti (e sicuramente sono gratuite certe perentorie convinzioni...)

P.S. Mi avete comunque messo curiosita' di provare il nuovo modello di Patricola

P.S.2: Mi stupisce che parlando di buona intonazione nessuno abbia citato gli Yamaha

Saluti a tutti

Ecco quello che mi sarei aspettato era semplicemente una risposta simile o anche contraria intendiamoci ma in questo modo e da un utente che frequenta, poi se vogliamo diciamo tutto quello che ci pare però questo dico.

Proprio ora sono arrivato a casa ed ho già provato al frequenzimetro il clarinetto con imboccatura B40 preferita come test dai Patricola ma non voglio dire il risultato a prescindere da come è andata, me lo tengo per me, ognuno faccia i propri e veda.

L'ho anche provato con entrambi i barilotti e una piccola differenza c'è. Questo è quello che posso dire, il resto se avrò occasione (e non ho dubbi che mi ascolteranno, data la loro puntuale cortesia) lo dirò direttamente ai Sig. Patricola sia che si tratti di errore mio sia si tratti di altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, vedo che il danno è stato già fatto, da una stupidata ne è nato un caso nazionale.

Io (come altri, anche se pochi) ho detto la mia e siccome non combacia con il pensiero altrui vengo additato come di parte, ok va bene.

A te dico solo che se ti và provali, poi sarai tu a giudicare di persona se sono all'altezza o meno e se quello che qui si è detto e poi montato sopra corrisponde al vero.

Farlo non costa nulla.

Sono stati a Monopoli e la maggior parte degli Insegnati intervenuti li hanno trovati buoni strumenti, senza enfatizzare troppo il tutto, tra cui vi era il mio ex maestro, poi mi sembra che possono annoverare tra i loro estimatori nomi di un certo rilievo del presente e passato e non sono certo pivellini.

Sono buoni strumenti e lo può affermare chi li ha e li suona, poi ognuno fa e la pensa come vuole, mi sembra scorretto però tutto quello che è nato ora per un "problema" che lascia il tempo che trova.

Ciaooo...

Ah, scusa messaggio di servizio, spero che i Patricola non toglino il link dal loro sito a questo forum per colpa di qualcuno, credo che tutto ciò vada letto e interpretato per quello che è, sicuramente per loro se se ne discute nel bene e nel male sarà solo una buona pubblicità, questo perchè siamo in democrazia.

Vorrei chiarire il fatto (non è una cosa soggettiva) che mi interessava l'opinione di qualcuno che stesse qui da un po di tempo (certo non è che dico che chi non si è ancora registrato non debba mai leggere) e quindi non sto scartando a priori qualcuno ma non mi vorrei neppure illudere o dire a me stesso che sotto delle new entry ci possa essere qualcosa di diverso.

Poi in merito al contenuto del tuo posto non mi pronuncio, hai fatto tutto da solo e sono contento che tu ti sia espresso in questa maniera, mi togli la fatica di intervenire. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ecco quello che mi sarei aspettato era semplicemente una risposta simile o anche contraria intendiamoci ma in questo modo e da un utente che frequenta, poi se vogliamo diciamo tutto quello che ci pare però questo dico.

Proprio ora sono arrivato a casa ed ho già provato al frequenzimetro il clarinetto con imboccatura B40 preferita come test dai Patricola ma non voglio dire il risultato a prescindere da come è andata, me lo tengo per me, ognuno faccia i propri e veda.

L'ho anche provato con entrambi i barilotti e una piccola differenza c'è. Questo è quello che posso dire, il resto se avrò occasione (e non ho dubbi che mi ascolteranno, data la loro puntuale cortesia) lo dirò direttamente ai Sig. Patricola sia che si tratti di errore mio sia si tratti di altro.

Scalmo oh finalmente siamo ritornati a toni piacevoli e degni di questo forum per fortuna, mi fa piacere perchè credo che alla base di tutto sia nato un malinteso tra alcuni,ma lasciamo perdere se no continuiamo all'infinito.

Ciao

Musicss80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti.

Ormai mi capita di leggere raramente il forum ma oggi son capitato su questa discussione e mi vien voglia di scrivere qualcosa.

Piccola premessa:

sono stato presso la ditta Patricola circa tre anni fa assieme a un mio allievo che cercava un clarinetto in Mib. Confermo che la disponibilita' e la gentilezza dei titolari della ditta è qualcosa di estremamente raro da trovare: a chi non l'avesse mai fatto consiglio di recarvisi anche solo per un'illuminante illustrazione delle varie fasi di lavorazione di un clarinetto.

Ci furono messi a disposizione tutti i clarinetti che desideravamo (mib, sib la e do) nonché tempo e spazi adatti.

Personalmente all'epoca trovai davvero notevole la qualita' timbrica dei clarinetti in mib e in Do, con un'intonazione discreta ma migliorabile. Mi piacque molto anche il timbro dei Sib e La ma a mio parere c'era ancora qualche disomogeneita' di troppo nell'emissione di alcune note nel registro di chalumeau (piu' altri piccoli dettagli che sinceramente ora non ricordo).

Ad ogni modo il Mib venne scelto e acquistato con soddisfazione.

Detto ciò quello che mi sembra surreale di questa discussione sono alcuni toni estremistici nonché l'atteggiamento da hooligans del clarinetto di alcuni utenti:

Leggo che i Buffet sarebbero sembre stonati a prescindere da qualsiasi altra considerazione (!!!) : avendo provato una ventina di Tosca sinceramente la cosa mi fa sorridere non poco...

Leggo che una volta provati i Patricola non si riuscirebbe piu' a suonare altri strumenti in quanto non ci sarebbe raffronto (!!!)...

Leggo soprattutto che a esprimere le proprie opinioni si dovrebbe stare attenti in quanto si tratterebbe di denigrazione di una ditta con possibili 'guai' conseguenti (???)...

Posto che queste affermazioni a mio parere si commentano da sole (e sinceramente non me le sarei aspettate da utenti apparentemente 'esperti') mi pare che peraltro non aiutino utenti meno smaliziati a destreggiarsi fra le tante scelte possibili attualmente. A un'audizione, ad esempio, spesso l'avere un suono troppo 'personalizzato' rispetto all' abitudine comune (che questa sia stata poi determinata dal largo uso di Buffet non voglio discuterlo ora e necessiterebbe di ore di discussione) puo' essere un fattore negativo; rimane il fatto che un certo tipo di timbro sia ormai riconosciuto come standard e da questo si debba partire (nel caso di uno studente di conservatorio, almeno) per distaccarsene se se ne ha l'esigenza. Senza poi contare che lo stesso timbro in situazioni di musica d'insieme e soprattutto orchestrali condiziona la percezione dell'intonazione molto piu' della reale risposta data dall'accordatore.

Tutto questo papiro per dire che gli assolutismi pro o contro una determinata marca di strumenti mi sembrano totalmente gratuiti (e sicuramente sono gratuite certe perentorie convinzioni...)

P.S. Mi avete comunque messo curiosita' di provare il nuovo modello di Patricola

P.S.2: Mi stupisce che parlando di buona intonazione nessuno abbia citato gli Yamaha

Saluti a tutti

Frunobulax, vedo che hai capito perfettamente che bisogna ponderare di persona le cose per saperle.

Io ho iniziato con Buffet e mi sono trovato bene abbastanza sempre per diversi anni e sino a poco tempo fa credevo fosse il solo strumento da tenere in considerazione a parte qualche Yamaha provato qui e la, ma casi rari.

Poi sentendone parlare da alcuni ho provato i Patricola e sono semplicemente rimasto contento d'averlo fatto, non dico che siano perfetti in tutto ci mancherebbe ma personalmente come altri che conosco li ritengo validisssimi poi ognuno di noi è ovvio che abbia le proprie preferenze, cio mancherebbe che non fosse così.

Per me alla base quello che conta è di fare poca fatica e avere il meno possibile sali e scendi nell'intonazione.

Valli a provare mi hanno detto che dal modello precedente hanno fatto molti miglioramenti, ora questo nei particolari non sò dove ne come in quanto non li ho provati prima quindi non mi esprimo in merito.

Scusate domanda fuori tema, ma da come scrivi mi sembri uno che possa saperne, hai già provato dei bocchini Charles Bay, se si come li hai trovati.

Ciao

Musicss80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti.

Ormai mi capita di leggere raramente il forum ma oggi son capitato su questa discussione e mi vien voglia di scrivere qualcosa.

Piccola premessa:

sono stato presso la ditta Patricola circa tre anni fa assieme a un mio allievo che cercava un clarinetto in Mib. Confermo che la disponibilita' e la gentilezza dei titolari della ditta è qualcosa di estremamente raro da trovare: a chi non l'avesse mai fatto consiglio di recarvisi anche solo per un'illuminante illustrazione delle varie fasi di lavorazione di un clarinetto.

Ci furono messi a disposizione tutti i clarinetti che desideravamo (mib, sib la e do) nonché tempo e spazi adatti.

Personalmente all'epoca trovai davvero notevole la qualita' timbrica dei clarinetti in mib e in Do, con un'intonazione discreta ma migliorabile. Mi piacque molto anche il timbro dei Sib e La ma a mio parere c'era ancora qualche disomogeneita' di troppo nell'emissione di alcune note nel registro di chalumeau (piu' altri piccoli dettagli che sinceramente ora non ricordo).

Ad ogni modo il Mib venne scelto e acquistato con soddisfazione.

Detto ciò quello che mi sembra surreale di questa discussione sono alcuni toni estremistici nonché l'atteggiamento da hooligans del clarinetto di alcuni utenti:

Leggo che i Buffet sarebbero sembre stonati a prescindere da qualsiasi altra considerazione (!!!) : avendo provato una ventina di Tosca sinceramente la cosa mi fa sorridere non poco...

Leggo che una volta provati i Patricola non si riuscirebbe piu' a suonare altri strumenti in quanto non ci sarebbe raffronto (!!!)...

Leggo soprattutto che a esprimere le proprie opinioni si dovrebbe stare attenti in quanto si tratterebbe di denigrazione di una ditta con possibili 'guai' conseguenti (???)...

Posto che queste affermazioni a mio parere si commentano da sole (e sinceramente non me le sarei aspettate da utenti apparentemente 'esperti') mi pare che peraltro non aiutino utenti meno smaliziati a destreggiarsi fra le tante scelte possibili attualmente. A un'audizione, ad esempio, spesso l'avere un suono troppo 'personalizzato' rispetto all' abitudine comune (che questa sia stata poi determinata dal largo uso di Buffet non voglio discuterlo ora e necessiterebbe di ore di discussione) puo' essere un fattore negativo; rimane il fatto che un certo tipo di timbro sia ormai riconosciuto come standard e da questo si debba partire (nel caso di uno studente di conservatorio, almeno) per distaccarsene se se ne ha l'esigenza. Senza poi contare che lo stesso timbro in situazioni di musica d'insieme e soprattutto orchestrali condiziona la percezione dell'intonazione molto piu' della reale risposta data dall'accordatore.

Tutto questo papiro per dire che gli assolutismi pro o contro una determinata marca di strumenti mi sembrano totalmente gratuiti (e sicuramente sono gratuite certe perentorie convinzioni...)

P.S. Mi avete comunque messo curiosita' di provare il nuovo modello di Patricola

P.S.2: Mi stupisce che parlando di buona intonazione nessuno abbia citato gli Yamaha

Saluti a tutti

Dal momento che non consulti il forum da un pò è logico che tutto ciò ti sembri esagerato, ma la questione non è circoscritta a questo topic, bensì anche ad altri. Comunque lasciamo stare questo argomento e veniamo alle tue considerazioni.

I Patricola che hai provato tu erano gli Special che non hanno niente a che vedere con i Virtuso, questi ultimi modelli hanno subito delle forti variazioni nella cameratura e in tante altre piccole cose. I Patricola stessi ammettono che i loro strumenti prodotti prima della commercializzazione del virtuoso erano inferiori a quest'ultimo, per questo t'invito ad andarlo a provare.

I Buffet non sono sempre stonati a prescindere da qualsiasi altra considerazione, nessuno ha mai detto questo o non credo volesse intenderlo. Ci sono anche i Buffet intonati, ma rimane il fatto che la produzione è molto eterogenea e per trovare lo strumento buono bisogna girare e provare tanti clarinetti dello stesso modello, inoltre specialmente negli ultimi anni la produzione è calata drasticamente di qualità, ho provato vecchi modelli di Festival e Prestige buonissimi, che non si avvicinano nemmeno lontanamente agli ultimi esemplari prodotti.

Il fatto che qualcuno abbia scritto che una volta provati i Patricola non si riuscirebbe piu' a suonare altri strumenti non è poi così lontano dalla realtà per il semplice fatto che sono strumenti concepiti in maniera completamente diversa da qualunque altro clarinetto a partire dalla posizione delle chiavi fino ad arrivare all'emissione, tuttavia è anche vero che ci vuole un pò di tempo per adattarsi a queste "modifiche". Più o meno tutti i miei amici che hanno un Patricola mi hanno confermato che solo dopo un certo periodo di tempo sono riusciti a sfruttare il loro strumento nella sua interezza e quetso lo sto notando anch'io che ho la coppia da circa un mese. Nel momento in cui si ritorna ad un Buffet o ad uno strumento simile non ci si trova molto bene. Ma questo è un discorso che va aldilà della qualità stessa degli strumenti.

Per quanto riguarda il discorso audizioni, mi spiace ma non condivido molto ciò che hai scritto. Il suono lo fa l'esecutore non lo strumento, io qualunque strumento prenda in mano ho fondamentalmente sempre lo stesso suono.

Infine il timbro di uno strumento non dovrebbe condizionare la percezione dell'intonazione, altrimenti quando si suona in formazioni da camera o anche di altra natura, ma comunque non eterogenee nei timbri, l'intonazione verrebbe meno, e questo non deve mai accadere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dal momento che non consulti il forum da un pò è logico che tutto ciò ti sembri esagerato, ma la questione non è circoscritta a questo topic, bensì anche ad altri. Comunque lasciamo stare questo argomento e veniamo alle tue considerazioni.

I Patricola che hai provato tu erano gli Special che non hanno niente a che vedere con i Virtuso, questi ultimi modelli hanno subito delle forti variazioni nella cameratura e in tante altre piccole cose. I Patricola stessi ammettono che i loro strumenti prodotti prima della commercializzazione del virtuoso erano inferiori a quest'ultimo, per questo t'invito ad andarlo a provare.

I Buffet non sono sempre stonati a prescindere da qualsiasi altra considerazione, nessuno ha mai detto questo o non credo volesse intenderlo. Ci sono anche i Buffet intonati, ma rimane il fatto che la produzione è molto eterogenea e per trovare lo strumento buono bisogna girare e provare tanti clarinetti dello stesso modello, inoltre specialmente negli ultimi anni la produzione è calata drasticamente di qualità, ho provato vecchi modelli di Festival e Prestige buonissimi, che non si avvicinano nemmeno lontanamente agli ultimi esemplari prodotti.

Il fatto che qualcuno abbia scritto che una volta provati i Patricola non si riuscirebbe piu' a suonare altri strumenti non è poi così lontano dalla realtà per il semplice fatto che sono strumenti concepiti in maniera completamente diversa da qualunque altro clarinetto a partire dalla posizione delle chiavi fino ad arrivare all'emissione, tuttavia è anche vero che ci vuole un pò di tempo per adattarsi a queste "modifiche". Più o meno tutti i miei amici che hanno un Patricola mi hanno confermato che solo dopo un certo periodo di tempo sono riusciti a sfruttare il loro strumento nella sua interezza e quetso lo sto notando anch'io che ho la coppia da circa un mese. Nel momento in cui si ritorna ad un Buffet o ad uno strumento simile non ci si trova molto bene. Ma questo è un discorso che va aldilà della qualità stessa degli strumenti.

Per quanto riguarda il discorso audizioni, mi spiace ma non condivido molto ciò che hai scritto. Il suono lo fa l'esecutore non lo strumento, io qualunque strumento prenda in mano ho fondamentalmente sempre lo stesso suono.

Infine il timbro di uno strumento non dovrebbe condizionare la percezione dell'intonazione, altrimenti quando si suona in formazioni da camera o anche di altra natura, ma comunque non eterogenee nei timbri, l'intonazione verrebbe meno, e questo non deve mai accadere.

Ciao Maestro (e Scalmo), questo messaggio è per tutte e due.

Sarebbe meglio starne fuori da quanto ultimamente vi siete scambiati, ma credo sia giusto intervenga da arbitro paciere tra voi, perlomeno mi piacerebbe che mi vediate cosi.

Sostanzialmente se leggiamo bene quanto inizialmente scritto qui precedentemente (altrove non so perchè non ho molto tempo per fortuna di leggere ovunque) da Scalmo non dice nulla contro i Patricola anzi io vi leggo principalmente degli elogi e nulla contro, che se mi permetti è quello che mi sembra abbia capito tu.

A volte bisogna leggere tra le righe e interpretare quello che un'altro dice, un pò come tra moglie e marito.

Scalmo ha portato all'attenzione un'osservazione che poi si è tradotta in una diatriba tra voi due sostanzialmente, portando dentro anche altri che poi si sono defilati sentendo il tono che prendeva il tutto.

Ma se ci pensate sopra siete dalla stessa parte, avete entrambi (come credo sia vero) scelto un Patricola, poi se uno lo suona assieme ad un'altro non vi trovo nulla di male, anzi fare paragoni lo trovo una cosa buona ma bisogna rispettare anche chi decide di usarne solo un tipo .

Mi piacerebbe che voi due torniate a essere amici che si scambiano idee come avete sempre fatto fino a poco tempo fa sicuramente gioverà al forum e a tutti.

Per te Maestro: si capisce che ti sei innamorato degli strumenti che hai scelto e ti capisco ma devi tornare sopra le parti essendo moderatore non ti puoi spingere oltre, xchè se no chi legge pensa che sei diventato di parte e penso che questo non sia, giusto!.

Bisogna riconoscere che questi strumenti stanno movimentando il mercato del clarinetto, se ne parla sempre di più.

Ognuno potrà cambiare idea e non cambiarla, liberi di avere e tenere le proprie opinioni che andranno sempre rispettate, ritengo però primario che prima di parlare bisogna avere ben presente davanti l'argomento e mi riferisco al fatto che bisogna provare uno strumento sempre di persona x poterne dare un giudizio.

Mi auguro di riuscire a farvi fare pace, se cosi non fosse, ci ho provato.

Saluti

Musicss80 (mi piacerebbe dirvi chi sono, capireste molto di più ma è meglio di no)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Maestro (e Scalmo), questo messaggio è per tutte e due.

Sarebbe meglio starne fuori da quanto ultimamente vi siete scambiati, ma credo sia giusto intervenga da arbitro paciere tra voi, perlomeno mi piacerebbe che mi vediate cosi.

Sostanzialmente se leggiamo bene quanto inizialmente scritto qui precedentemente (altrove non so perchè non ho molto tempo per fortuna di leggere ovunque) da Scalmo non dice nulla contro i Patricola anzi io vi leggo principalmente degli elogi e nulla contro, che se mi permetti è quello che mi sembra abbia capito tu.

A volte bisogna leggere tra le righe e interpretare quello che un'altro dice, un pò come tra moglie e marito.

Scalmo ha portato all'attenzione un'osservazione che poi si è tradotta in una diatriba tra voi due sostanzialmente, portando dentro anche altri che poi si sono defilati sentendo il tono che prendeva il tutto.

Ma se ci pensate sopra siete dalla stessa parte, avete entrambi (come credo sia vero) scelto un Patricola, poi se uno lo suona assieme ad un'altro non vi trovo nulla di male, anzi fare paragoni lo trovo una cosa buona ma bisogna rispettare anche chi decide di usarne solo un tipo .

Mi piacerebbe che voi due torniate a essere amici che si scambiano idee come avete sempre fatto fino a poco tempo fa sicuramente gioverà al forum e a tutti.

Per te Maestro: si capisce che ti sei innamorato degli strumenti che hai scelto e ti capisco ma devi tornare sopra le parti essendo moderatore non ti puoi spingere oltre, xchè se no chi legge pensa che sei diventato di parte e penso che questo non sia, giusto!.

Bisogna riconoscere che questi strumenti stanno movimentando il mercato del clarinetto, se ne parla sempre di più.

Ognuno potrà cambiare idea e non cambiarla, liberi di avere e tenere le proprie opinioni che andranno sempre rispettate, ritengo però primario che prima di parlare bisogna avere ben presente davanti l'argomento e mi riferisco al fatto che bisogna provare uno strumento sempre di persona x poterne dare un giudizio.

Mi auguro di riuscire a farvi fare pace, se cosi non fosse, ci ho provato.

Saluti

Musicss80 (mi piacerebbe dirvi chi sono, capireste molto di più ma è meglio di no)

Molto Salomonicamente quoto !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Maestro (e Scalmo), questo messaggio è per tutte e due.

Sarebbe meglio starne fuori da quanto ultimamente vi siete scambiati, ma credo sia giusto intervenga da arbitro paciere tra voi, perlomeno mi piacerebbe che mi vediate cosi.

Sostanzialmente se leggiamo bene quanto inizialmente scritto qui precedentemente (altrove non so perchè non ho molto tempo per fortuna di leggere ovunque) da Scalmo non dice nulla contro i Patricola anzi io vi leggo principalmente degli elogi e nulla contro, che se mi permetti è quello che mi sembra abbia capito tu.

A volte bisogna leggere tra le righe e interpretare quello che un'altro dice, un pò come tra moglie e marito.

Scalmo ha portato all'attenzione un'osservazione che poi si è tradotta in una diatriba tra voi due sostanzialmente, portando dentro anche altri che poi si sono defilati sentendo il tono che prendeva il tutto.

Ma se ci pensate sopra siete dalla stessa parte, avete entrambi (come credo sia vero) scelto un Patricola, poi se uno lo suona assieme ad un'altro non vi trovo nulla di male, anzi fare paragoni lo trovo una cosa buona ma bisogna rispettare anche chi decide di usarne solo un tipo .

Mi piacerebbe che voi due torniate a essere amici che si scambiano idee come avete sempre fatto fino a poco tempo fa sicuramente gioverà al forum e a tutti.

Per te Maestro: si capisce che ti sei innamorato degli strumenti che hai scelto e ti capisco ma devi tornare sopra le parti essendo moderatore non ti puoi spingere oltre, xchè se no chi legge pensa che sei diventato di parte e penso che questo non sia, giusto!.

Bisogna riconoscere che questi strumenti stanno movimentando il mercato del clarinetto, se ne parla sempre di più.

Ognuno potrà cambiare idea e non cambiarla, liberi di avere e tenere le proprie opinioni che andranno sempre rispettate, ritengo però primario che prima di parlare bisogna avere ben presente davanti l'argomento e mi riferisco al fatto che bisogna provare uno strumento sempre di persona x poterne dare un giudizio.

Mi auguro di riuscire a farvi fare pace, se cosi non fosse, ci ho provato.

Saluti

Musicss80 (mi piacerebbe dirvi chi sono, capireste molto di più ma è meglio di no)

Ma per me la questione con Scalmo è già chiusa da un pò (e spero anche per lui), come avrai notato nessuno dei due ha più portato avanti la polemica. E' normale ogni tanto avere delle divergenze, ma questo non vuol dire che non si tornerà più a discutere in maniera pacifica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fortunatamente l'allarme di un conflitto interciberneutico è rientrato(scherzo) :-)

volevo solo dire la mia.. non sono mai intervenuto in primis xkè ancora non ho avuto la posbilità di provare dei Patricola quindi no conoscendo gli strumenti non ero in grado di dare delle risposte..

xò sono convinto del fatto che lo strumento è personale e sicuramente ognuno ne conosce i difetti e fa di tutto x correggerli.. come hanno detto in tanti la perfezione non esiste..quindi..

comunque esperienza personale vi posso dire che l'intonazione la facciamo noi al 90% e non lo strumento..specialmente x le note sovracute dove sfruttiamo molto gli armonici e le posizioni non sono quasi mai standard..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fortunatamente l'allarme di un conflitto interciberneutico è rientrato(scherzo) :-)

volevo solo dire la mia.. non sono mai intervenuto in primis xkè ancora non ho avuto la posbilità di provare dei Patricola quindi no conoscendo gli strumenti non ero in grado di dare delle risposte..

xò sono convinto del fatto che lo strumento è personale e sicuramente ognuno ne conosce i difetti e fa di tutto x correggerli.. come hanno detto in tanti la perfezione non esiste..quindi..

comunque esperienza personale vi posso dire che l'intonazione la facciamo noi al 90% e non lo strumento..specialmente x le note sovracute dove sfruttiamo molto gli armonici e le posizioni non sono quasi mai standard..

Si questo è vero, ma un conto è non fare quasi niente per suonare intonati, un'altro è dover correggere quasi tutte le note

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fortunatamente l'allarme di un conflitto interciberneutico è rientrato(scherzo) :-)

volevo solo dire la mia.. non sono mai intervenuto in primis xkè ancora non ho avuto la posbilità di provare dei Patricola quindi no conoscendo gli strumenti non ero in grado di dare delle risposte..

xò sono convinto del fatto che lo strumento è personale e sicuramente ognuno ne conosce i difetti e fa di tutto x correggerli.. come hanno detto in tanti la perfezione non esiste..quindi..

comunque esperienza personale vi posso dire che l'intonazione la facciamo noi al 90% e non lo strumento..specialmente x le note sovracute dove sfruttiamo molto gli armonici e le posizioni non sono quasi mai standard..

Allora qui si legge in diversi, mi fa piacere.

Mi trovi d'accordo quasi su tutto, in merito alla perfezione però bisogna stare attenti, nel senso che quello che va bene a me può non essere allo stesso livello per te o un altro, quindi la "perfezione" biusogna ritenerla molto soggettiva. Ai miei allievi dico sempre di cercare di fare del loro meglio per avere una buona intonazione a prescindere dallo strumento che hanno, ma lo stesso strumento non risulta uguale suonato da diverse persone, non credete.

Molto fa chi lo suona ma se non si ha una base di partenza buona (lo strumento) bé di strada se ne fa poca, che sia Buffet, Selmer, Yamaha o Patricola.

Io rispetto a loro posso anche dire di riuscire a suonare meglio uno strumento ma se lo strumento mi aiuta in questo credo che alla fine chi ci guadagna alla fine sono io.

Quindi valgono tutte le teorie e tutte le opinioni ma alla fine è il feeling che si trova con lo strumento che conta e sinceramente con i nuovi Patricola non è difficile ottenerlo abbastanza facilmente, questo è il mio umile pensiero che può piacere o no.

Provare sempre prima per saperlo.

Ciao

Musicss80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy