Vai al contenuto
Guest k5v

Perchè il clarinetto oggi è visto sempre meno "jazz"????

Recommended Posts

Guest k3v

Molti anni fa (ora non so i periodi precisi ma comunque intorno a pezzi registrati dal 1920 al 1960) era molto diffuso tra gli strumenti per suonare jazz il clarinetto, e ogni orchestra jazz ne aveva almeni uno................................... Ora vedendo in una scuola jazz (il Brass di Palermo) i corsi tenuti mi accorgo che il clarinetto manca............................ ma perchè c'è stato questo spopolamento del clarinetto nelle formazioni jazz e secondo voi cosa dovrebbe fare uno a cui, come me, piacerebbe di intraprendere la carriera come jazzista???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Molti anni fa (ora non so i periodi precisi ma comunque intorno a pezzi registrati dal 1920 al 1960) era molto diffuso tra gli strumenti per suonare jazz il clarinetto, e ogni orchestra jazz ne aveva almeni uno................................... Ora vedendo in una scuola jazz (il Brass di Palermo) i corsi tenuti mi accorgo che il clarinetto manca............................ ma perchè c'è stato questo spopolamento del clarinetto nelle formazioni jazz e secondo voi cosa dovrebbe fare uno a cui, come me, piacerebbe di intraprendere la carriera come jazzista???

E' vero, hai ragione ...

il brass di Palermo di Palermo fa fede al suo nome che significa ottone e al fratellastro del clarinetto che è il sax con alcuni chitarristi e pianisti di fama.

Di solito i sassofonisti jazz al 80 % sono ex clarinettisti e stupisce che raramente utilizzino esso nelle loro performance.

per fare jazz devi sicuramente avere uno sviscerato amore per il genere , una buona capacità di improvvisazione , capire al volo il meccanismo delle tonalità attraverso il giro armonico che si ripete circolarmente,

in questo genere è meno importante rispetto al genere classico avere una intonazione "perfettissima" e tantomeno un "suono" curatissimo , idem per lo staccato , poichè il repertorio è piu' o meno un giro dei soliti brani di routine in cui quello che conta è avere uno spiccato fraseggio variato della base su cui si sviluppa l'improvviso.

Nella pratica dell'improvvisazione nascono tre tipi di difficoltà. La prima è quella legata allo sviluppo dell'orecchio fino al punto di avere la perfetta cognizione e percezione degl'intervalli, delle varie specie di accordi. La seconda relativa allo sviluppo del senso ritmico, scomposizione del tempo e l'orientamento nella struttura del brano. Il terzo scoglio è rappresentato dall'acquisizione del linguaggio, ovvero di un vocabolario di frasi, di accenti e pronuncie, tipiche di ogni stile musicale. A questo proposito è bene sottolineare che il Jazz non è un genere musicale ben delineato, ma un atteggiamento, un modo di porsi di fronte alla musica, per questo è importante studiarne i vari stili affinchè l'esecutore abbia molteplici strade da percorrere nel momento in cui si appresta a sviluppare un assolo. Per acquisire il linguaggio esistono due modi: ascoltare un mare di dischi e cercare di trascrivere le improvvisazioni dei grandi jazzisti.

concludo dicendo che sicuramente il sax è uno strumento che rispetto al clarinetto ti agevola tanto nel fare jazz per le sue ottave ( il clarinetto col portavoce sale per quinte) e per la sua voce calda e suadente . Il sax ( non me ne vogliano i colleghi saxofonisti ) è anche uno strumento leggermente più facile da suonare rispetto al nostro ebanotto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve!

A livello di schema concordo con clarinetto1.

Il sax conserva le stesse posizioni per le due ottave, studiando patterns, giri armonici e facendo pratica risulta più funzionale ed immediato, questo è l'approccio che le dita hanno sulla tastiera rispetto al clarinetto.

Uno dei motivi per cui il clarinetto nel jazz non si usa più come un tempo è nell'evolversi delle sonorità.

Ad un certo punto l'evoluzione del jazz ha rivalutato quelli che fino ad allora erano sempre stati strumenti d'accompagnamento aumentando inevitabilmente le dinamiche.

Si sono sviluppati vari generi inevitabilmente più "aggressivi" dando possibilità di sviluppo verso determinati linguaggi solo ad alcuni strumenti a fiato.

Il sax in questo rispetto al clarinetto si è rivelato strumento con maggiori possibilità e combinazioni timbriche

Questo non toglie che il clarinetto sia strumento versatile e bellissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BUONGIORNO A TUTTI,

TROVO MOLTO INTERESSANTE QUESTA DISCUSSIONE E LE COSE DETTE ,CHE CONDIVIDO, DA CLARINETTO1 E TURNAROUND, CERTAMENTE QUANDO SI PARLA DI CLARINETTO JAZZ VIENE ALLA MENTE IL SIB DELLA SWING ERA MA I "LIMITI" DEL SIB SONO OGGI AMPIAMENTE RIPAGATI DAL MAGGIOR USO DEL CLARINETTO BASSO CHE IN QUANTO A DINAMICA DI SUONO, POTENZA, E DUTTILITA' NON E' SECONDO A NESSUNO AGGIUNGENDO, A MIO GIUDIZIO, IN UN CONTESTO DI SONORITA' JAZZ UN QUALCOSA IN PIU' CHE SOLO IL LEGNO PUO' DARE, ED IL CLARINETTO BASSO DI LEGNO NE HA PARECCHIO!!

SALUTI, MAXIMO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Molti anni fa (ora non so i periodi precisi ma comunque intorno a pezzi registrati dal 1920 al 1960) era molto diffuso tra gli strumenti per suonare jazz il clarinetto, e ogni orchestra jazz ne aveva almeni uno................................... Ora vedendo in una scuola jazz (il Brass di Palermo) i corsi tenuti mi accorgo che il clarinetto manca............................ ma perchè c'è stato questo spopolamento del clarinetto nelle formazioni jazz e secondo voi cosa dovrebbe fare uno a cui, come me, piacerebbe di intraprendere la carriera come jazzista???

concordando pienamente con clarinetto1 contribuisco con la mia esperienza inquanto studio/suono jazz con il clarinetto.

Prima di tutto l'assenza del clarinetto è legata pure al fatto che, fatti salvi una decina di nomi, l'uso di questo strumento nel jazz è poco noto ai più... il 90% delle persone conosce al max Benny goodman...

mentre di sassofonisti famosi si sprecano i nomi...

ora, chi ha una scuola deve vendere un prodotto e la vendita dei prodotti è funzione della richiesta... è un fatto reale che molti quando scelgono di iniziare a studiare uno strumento a fiato scelgono il sax (forse perchè non sanno nemmeno che faccia ha un clarinetto) forse perchè il sax è molto più visto ed ascoltato...

inoltre, in generale il clarinetto presenta molte difficoltà tecniche che il sax non ha (come ha già detto clarinetto1) difficoltà che si moltiplicano nel momento in cui si affronta l'improvvisazione - e non è un caso che moltissimi sono i clarinettisti divenuti ottimi sassofonisti, mentre è rarissimo il contrario -

Aggiungo pure che quando si suona in gruppo un clarinetto è costretto a fare i salti mortali se deve confrontarsi con dei sax... che spesso schiacciano il clarinetto - specie in passaggi effettuati nel registro dello chalumet - e che è quindi spesso costretto a suonare in registri il più alti possibili per sentirsi e farsi sentire...

Inoltre, i musicisti (sapecie i jazzisti) di strumenti a fiato, peccano (e questo lo facciamo tutti - non negaghiamolo) di megalomania... tendono sempre fuoriscire a farsi sentire (molti usano il trucco del bocchino di metallo) e un clarinetto questo non può farlo in situazioni come combo o piccole orchestre...

La cosa cambia quando si è in quartetto o quintetto, dove il clarinetto è il solista... allora, in quel caso, non ci si deve sfiacchire più di tanto, e ci si può occupare solo di suonare ed improvvisare... ma essere il solista in queste situazioni richiede capacità tecniche e preparazione notevoli, specie nell'improvvisazione.

Inoltre, nell'era del consumismo, e della globalizzazione vince chi è più publicizzato... bhe... il sax è molto più visto e pubblicizzato del nostro beneamato clarinetto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy