Vai al contenuto
enarmonico

Terminillo (Rieti) - Tempio Votivo di San Francesco

Recommended Posts

Di solito si fa il contrario, si cerca di far suonare un modulo elettronico come un organo a canne!

Invece ho trovato l'esatto opposto : un vecchio organo, precisamente a Terminillo, chiesa di san francesco...

E' un pinchi con canne di zinco e trombe orizzontali in rame che ha la sinistra proprietà di suonare come un organo elettronico!! Ovviamente ha la consolle elettrica altisonante con 3 tastiere... i registri sono sempre gli stessi richiamati con nomi differenti sulle 3 tastiere.. il ritardo del GO rispetto alla prima tastiera e' notevole. Suonarlo e' difficoltoso a causa del ritardo.. I fondi sono praticamente "artificiali", senza armonico d'attacco, prossimi alla sinusoide pura.

Un vero "capolavoro" di sintesi contraria....

Tempo fa cercai di fare l'opposto, e il risutlato fu abbastanza confortante.. date una occhiata qui.. :to_pick_ones_nose2:

http://www.scpop.de

e scaricate un mp3 .. l'effetto e' sicuramente migliore di quello dell'organo di Terminillo, purtroppo con canne vere (!!) :girl_impossible:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

c'e' qualche problema nel link..

potete usare questo per l'scpop!

http://www.organosandomenicorieti.it/scpop/mainpage.htm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
c'e' qualche problema nel link..

potete usare questo per l'scpop!

http://www.organosandomenicorieti.it/scpop/mainpage.htm

Caro Enarmonico, l'organo di S.Francesco al Terminillo lo conosco dal 1980, ed è stato il primo che ho suonato. Da allora ne conto oltre 530.

Torinamo all'organo del Terminillo. Quando era in buone condizioni di conservazione (cosa difficile con il clima montano e con il potente riscaldamento dei giorni festivi invernali), era uno strumento degno di rispetto altro che organo elettronico.

E' vero che molte canne sono di zinco e di rame, ma il ripieno aveva una buona intonazione e i bassi necessitavano di qualche correzione, ma è ovvio che -a ben usarlo- quell'organo dava una certa soddisfazione. Quanto ai "medesimi registri" hai mai sentito parlare di "somiere a doppio scompartimento"? No? beh, studiatelo e poi ne riparliamo... :scratch_one-s_head:

Ma, fatto un doveroso e commosso omaggio al mai troppo compianto P. Riziero che lo fece costruire :hi: e lo mantenne più o meno in buone condizioni, troppa acqua, troppa neve e troppi preti sono passati di lì tutto facendo tranne che curando la manutenzione COME SI DEVE di quell'organo. Se ora suona come un organo elettronico (di oggi) non è certo colpa sua...

P.S. benvenuto nel Forum. Fai attenzione ai numerosi FERMODELLISTI che infestano questa pagina, oltre me ce ne sono alcuni veramente duri e puri, pronti a infilare organi nei treni e viceversa a ogni pie' sospinto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella, Alessio!!! Porteremo cosi' quello di san domenico, anche magari con trazione a vapore!!!

Caro antiphonal, ma tu sei di queste parti?? Conosci benissimo le tradizioni, col compianto padre riziero eravamo amicissimi negli anni 80 e abbiamo suonato parecchio, oltre a aiutare per l'organizzazione dei concerti..

Pero', permettimi di dissentire un pochino, il suono di questo strumento e' per me estremamente sgradevole, ma ovviamente e' solo questione di gusti!!

Anche il ns di san domenico avrà la clavier de resonance con i doppi canali.. ma non si tratta di certo della tecnica usata al terminillo, che consiste nel parallelare contatti elettrici....

Concordo sul fatto che questo strumento sia a prova di convettori, probabilmente altri tipi di materiali sarebbero già stati distrutti dal riscaldamento!

Permettimi di dire che le trombe orizzontali assomigliano molto a una esplosiva pernacchia che a un'ancia ...

Cerchero' di rimetterci piede e risentirlo per essere piu' obiettivo, e' molto tempo che non ci vado, sebbene sia a soli 15 km.. purtroppo non mi viene voglia alcuna di suonarlo.. preferisco il mio scpop.. scaricati l'MP3 del corale Wachet dalla prima pagina del sito.. e capirai..

un caro saluto a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questo

(la parte superiore l'avevo eliminata io per farcelo stare nella foto...)

Ah, ecco. L'organo di Governolo restaurato pochi anni fa da Barthélémy Formentelli. Lo strumento proviene dalla Basilica di S. Andrea a Mantova, dove fu rimpiazzato da un grandioso organo monumentale costruito dai F.lli Serassi.

E quest'ultimo è stato anch'esso appena restaurato dallo stesso Formentelli. L'inaugurazione c'è stata la scorsa settimana.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E io non ci son potuto andare :SHABLON_padonak_01: ù

Strumento mooolto interessante!

Vabbeh!!!

Ehi, Antiphonal, ma l'organo di Terminillo ha i registri in comune tramite accoppiamento elettrico dei comandi, e non certamente somiere a doppio scomparto.. che diamine! non ti risulta?

Ciaoo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ehi, Antiphonal, ma l'organo di Terminillo ha i registri in comune tramite accoppiamento elettrico dei comandi, e non certamente somiere a doppio scomparto.. che diamine! non ti risulta?

Posto che di trojaij elettrici/elettronici nun m'intendo mi'a come si diceva a Viareggio, non credo che negli anni '50 e '60 Pinchi si discostasse troppo dalle modalità costruttive di Tamburini. Quindi utilizzava somieri elettropneumatici "a canale per registro" se non ricordo male. Quindi avevano il "doppio scompartimento" costituito da un doppio canale per ogni registro. Comunque, guarda, sono stato pochi giorni fa DENTRO l'organo della cattedrale di Latina, e ti confermo che i somieri lì utilizzati sono come quelli coevi di Tamburini! Inoltre dove ci sono i registri derivati ci sono due distinte valvolette di alimentazione ciascuna con proprio cablaggio (non so come altro chiamarle) non due cablaggi distinti su un'unica valvola.

Anche l'organo di Latina "sembrava" un organo elettronico, poi dopo un buon intervento manutentivo è molto, molto migliorato. Ora vedremo se andrà in porto il complesso intervento di restauro/ampliamento e parziale ricostruzione progettato dal Maestro di Cappella o se resterà tutto così :scratch_one-s_head: ma se ne riparlerà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pronti a infilare organi nei treni e viceversa a ogni pie' sospinto!

E... per la gioia di Alessio88 che ne supponeva l'esistenza, ecco una veduta dell'interno di una carrozza-salone americana di fine '800 con tanto di ORGANO dentro (cio ho messo un po' per trovarla, ma eccola):

organosutrenoxi3.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma siamo sicuri che sia un organo?? A me sembra piuttosto un clavicembalo...

Stiamo parlando di fine '800, epoca in cui il clavicembalo era estinto in Europa e mai arrivato in America.

La didascalia recita "organ sing & song on a train", ma se non è un organo, è un reed organ organo ad ancia, cioè in pratica un harmonium.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Stiamo parlando di fine '800, epoca in cui il clavicembalo era estinto in Europa e mai arrivato in America.

La didascalia recita "organ sing & song on a train", ma se non è un organo, è un reed organ organo ad ancia, cioè in pratica un harmonium.

Beh, molto interessante comunque! Curiosità: a destra c'è l'organo/harmonium...ma a destra cosa c'è? Il mobile sembra simmetricamente identico...sarà uno scrittoio, un altro strumento o semplicemente un "qualcosa" per ripristinare la simmetria della carrozza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che lavoratori! Fare un doppio canale per registro quando bastava chiudere un contatto elettrico!!!

Pero'.. :mellow:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Che lavoratori! Fare un doppio canale per registro quando bastava chiudere un contatto elettrico!!!

Pero'.. :mellow:

Beh... evidentemente tu "ti fidi" dell'elettricità e dei componenti elettrici. Ma all'epoca Pinchi e la maggior parte dei costruttori non si fidavano. E GIUSTAMENTE non si fidavano!!! Raddoppiando le elettrovalvole, ottenevano maggior sicurezza, nel senso che se una delle due andava in malora, almeno l'altra funzionava e così si sperava che almeno da una delle due tastiere collegate il registro funzionasse. Nei fatti, avevano ragione! Soprattutto se il componente elettrico era collocato in un organo in alta montagna o vicino al mare. Certo, alla lunga anche questo accorgimento serviva a poco, ma quantomeno -come tutti i sistemi ridondati- dava un po' più di sicurezza!

P.S. OT/on anch'io sulla pista ho dovuto mettere non pochi collegamenti-feeder raddoppiati dato che altrimenti le loco si fermavano e nemmeno le bestemmie le facevano ripartire OT/off

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Che lavoratori! Fare un doppio canale per registro quando bastava chiudere un contatto elettrico!!!

Pero'.. :mellow:

Comunque, già ai tempi di Bach si facevano cose simili, con doppi canali per tasto, anzi per canna, e doppia stecca per il registro. Mi sembra infatti che i somieri fossero per lo più a tiro, giusto?

In ogni caso, so per certo, che su alcuni organi, alcuni registri potevano essere tirati sia all'Hauptwerk che al Pedalwerk. Lo stesso Johann, infatti, ne parla in una delle sue relazioni di collaudo che sono arrivate fino a noi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Comunque, già ai tempi di Bach si facevano cose simili, con doppi canali per tasto, anzi per canna, e doppia stecca per il registro. Mi sembra infatti che i somieri fossero per lo più a tiro, giusto?

In ogni caso, so per certo, che su alcuni organi, alcuni registri potevano essere tirati sia all'Hauptwerk che al Pedalwerk. Lo stesso Johann, infatti, ne parla in una delle sue relazioni di collaudo che sono arrivate fino a noi.

Infatti.. seguendo i dettami del trattato di Dom Bedos, nell'Organo costruendo di Rieti ci sarà la III tastiera come Clavier de Resonance, che azionerà tramite doppi ventilabri i registri d'ancia del Go..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posto qui questo video di Luca Di Donato

[media]http://www.youtube.com/watch?v=cPNkv2e23xE

registrato su quest'organo (Pinchi, 1969). In effetti ogni organo ha dei lati positivi che bisogna identificare e tirar fuori. E in questo video il bravo Luca lo dimostra...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×