Jump to content

glenngould

Members
  • Posts

    3,114
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by glenngould

  1. In offerta ieri su Amazon, presi al volo (La copertina del primo è praticamente un meme)
  2. Eh sì, chissà che imbarazzo a dover scegliere in mezzo alla selva delle registrazioni disponibili ---------------- Sempre Mendelssohn, Sinfonia n.4 in la maggiore "Italiana" Abbado, LSO Visto che ci siamo, dedica proprio a Wittel (non so se il buon Felix sia nelle tue corde, dovrebbe)
  3. Felix Mendelssohn Le Ebridi (La grotta di Fingal), ouverture op.26 LSO Claudio Abbado @Snorlax @Florestan in controdedica
  4. Segna questo: 13 Giugno 1976 muore a Zurigo Geza Anda (uno dei migliori pianisti della storia, per me)
  5. No, scusami, non mi riferivo alla tua lista in particolare, ma alla mia dimenticanza gravissima ("ne mancasse uno al mio appello"), dato che è, come dicevo, una delle mie incisioni preferite! Comunque io preferisco quella con la Los Angeles
  6. Bravissimo. Leggevo e rileggevo l'elenco e mi sembrava che ne mancasse uno. Tra l'altro è quello che mi piace di più di tutti (anche se il Sacre è mesi che non lo ascolto).
  7. Non posso che concordare completamente. Purtroppo in molti casi c'è da sfoltire la patina superficiale composta da atteggiamenti stravaganti, ma quello che conta è ciò che rimane al netto, appunto. Detto questo, nonostante i commenti entusiastici su YouTube, quella sonata a Kreutzer è irritante al massimo grado!
  8. Molto interessante! So che, per quanto la riguarda, non ci sono critiche moderate: o la si ama, o la si odia. Io l'ho ascoltata, non dal vivo, ma per radio e mi ha sempre lasciato un'ottima impressione. Forse per quanto riguarda l'ambito compositivo non mi ci ritrovo molto, però lì và a gusti
  9. No, la Kopatchinskaja è semplicemente fuori di testa A mio parere, una grandissima artista
  10. Come giustamente ricordato da @Euripide, oggi è il compleanno di Martha Argerich che raggiunge la cofra tonda degli 80. Auguri, quindi, con uno dei brani che più la hanno contraddistinta in questi anni A chiunque gradisca
  11. In effetti buttata così, la mia uscita poteva dare adito a dubbi. Mi riferivo al pezzetto di muro annesso al cd della DG.
  12. Questa dovrebbe essere la versione nella quale la parola Freude viene sostituita da Freiheit, giusto?
  13. Grazie, super, ricambio con il Zauberflöte di Wolfy diretto da Jacobs. Per ora un po' così... Estendo @Snorlax in controdedica
  14. Però, a mio modo di vedere, la revisione ci sta, anzi, diventa poi interessante vedere come cambia la concezione di un lavoro dopo anni. Prendi ad esempio la revisione dei Marienleben di Hindemith: lì la revisione è talmente radicale da diventare praticamente una riscrittura. Il mio disappunto va invece verso chi distrugge completamente la produzione giovanile in nome di non so cosa!
  15. Anche Dvorak fece la stessa cosa, si salvarono la Prima e la Seconda sinfonia e addirittura tolse, per un certo tempo, l'onore del numero alle prime quattro nominando Prima la sua Quinta sinfonia. Adesso mi sfuggono, ma so che ce ne sono stati altri che hanno distrutto la produzione più acerba, il che è un peccato perché è sempre una testimonianza del progresso musicale e anche umano del compositore
  16. Grazie, ragazzi, utilizzerò quei soldi per altri acquisti!
  17. Ciao a tutti. Qualcuno ha avuto modo di ascoltare questa versione del monumentale concerto di Busoni?
  18. Sorrido perché ho la vaga sensazione, ma potrei sbagliarmi, che qui ci sia una frecciatina al sottoscritto, vista la mia esternazione qualche tempo fa su Wagner. Il che mi porterebbe, dunque, a specificare la mia posizione riguardo Wagner che sarebbe quella di considerarlo non solo un pessimo uomo (lo siamo tutti più o meno, ma lui ci ha marciato alla grande su questo), ma nemmeno un compositore memorabile. Molto fortunato, soprattutto perché i suoi successori secondo me hanno visto, o creduto di vederci, molto di più di quello che in realtà c'era. Tra l'altro facendo passare in secondo piano il contributo che invece diede Brahms, vera base della rivoluzione di Schoenberg (l'ha pure detto lui). Sono consapevole che questa mia posizione non sarà assolutamente condivisa e non lo faccio certo per la moda di andare controcorrente, sono tranquillo perché so che altri (Stravinsky) sono arrivati alle stesse conclusioni. Detto questo, burpo, nessuna polemica, davvero. Anzi, mi scuso in anticipo se ho frainteso il tuo messaggio, ma l'ho usato per chiarire la mia posizione. In realtà sei un utente competente e con il quale spesse volte mi trovo d'accordo.
  19. Mah, mi dissocio totalmente e non mi interessa sapere nemmeno l'accoglienza che questo possa avere Figurati, fosse per me ripristinerei la funzione luterana come al tempo di Bach con le sette/otto ore di liturgia in occasione delle festività! Comunque, grazie per le informazioni, preziose come sempre!
  20. Scusami, Ives, ammetto di essere ignorante su questo argomento, ma vale anche per il Bach sacro? Perché la cosa la vedrei plausibile per i brani di danza, appunto, ma la Messa in Si minore ballata...nemmeno nei miei incubi peggiori!
  21. Certe robe meriterebbero l'esilio a vita
  22. A questo punto, ascolto il mio acquisto, a breve fisicamente a casa mia, su Spotify J. S. Bach Messa in si minore BWV232 @Florestan @Ives
  23. Appena acquistato... mannaggia a voi
×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy