Jump to content

glenngould

Members
  • Posts

    3,108
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by glenngould

  1. io il concerto n.1 di Liszt...sinceramente non l'ho mai sentito...
  2. se volete sapere le news su Martha Argerich provate a farvi un giretto qui: Progetto Martha Argerich dovrei avere a casa un po' di registrazioni di Martha Argerich...vado a vedere...
  3. Ma sei pazza? ci stavo rimanendo a chi lo dici... ah isab...birbantella...non si fa eh... no no no!!
  4. ORRORE!! spero che quel 14,49 % sia uno scherzo...
  5. io faccio il la# Adamo che fa? SI LA DO no direi piuttosto... MI SI FA SI LA FA oppure un più egoistico SI FA SOL MI
  6. io faccio il la# Adamo che fa? SI LA DO no direi piuttosto... MI SI FA
  7. cmq mi consola quel 100%!!!
  8. Che bello vedo che siamo tutti d'accordo LO VEDO ANK'IO anche io sono d'accordo con voi.. p.s. io faccio il sol basso...ok?
  9. lo so...però non avevo chiesto "sapete che cosa è una Sarabanda?", ma solo cosa avete pensato dopo aver letto il titolo...
  10. glenngould

    Sarabanda

    perchè ho aperto questa discussione... di certo non per radicare (ancora di più) in voi la convinzione che non abbia niente da fare tutto il giorno tranne inventare sondaggi assurdi, ma solamente perchè ogni volta che dico questa parolina (Sarabanda) davanti ad amici e conoscenti subito pensano che stia parlando della trasmissione tivì... per cui...volevo sapere: primo cosa vi era venuto in mente appane letto il titolo, secondo come reagiscono le persone quando dite questa parolina (Sarabanda)... a voi!!
  11. ho votato il violino...c'è un perchè ma ora non lo ricordo... appena mi viene in mente lo scrivo... cmq a parte tutto mia sorella già suona il violino e quindi quando lei non c'è...lo provo un po' ah si mi è venuto in mente il perchè(ed è anche abbastanza stupido): perchè voglio fare quei bellissimi accordi pizzicati che ci sono nella Kreutzer di Beethoven, come li fa perlman...e poi voglio avere la soddisfazione di suonare una fuga anche sul violino! però lo metto in seconda posizione rispetto all'organo che rimane sempre il mio strumento preferito dopo il pianoforte...
  12. bene mi sono attrezzato: ho preso la Suite Bergamasque, Children's corner, Images I e II, Deux Arabesques, 12 Studi e il primo libro dei preludi... mi sembra che vengano prima le deux arabesques, pertanto inizierò da quelle...
  13. su Debussy non ho da dire pressochè niente...non perchè mi piaccia...ma proprio perchè non lo conosco...ho ascoltato un paio di volte il prelude à l'apres-midi però molto distrattamente...prometto che, come ho fatto con Ravel, provvederò! ciao
  14. su di me ha addirittura un effetto lassativo allora è come la verdura...in genere non piace ma fa bene!
  15. non ho sky...non lo posso vedere...
  16. quello che dici te su Mozart è assolutamente vero... infatti io amo le composizioni di quel "ogni tanto" che ci azzeccava...(tra l'altro le meno note al grande pubblico, anzi sconosciute...) il romanticismo secondo me è stato un secolo buio in cui i musicisti si abbassavano ai gusti del pubblico per non dire dei recital pirotecnici...vabbè...ah si salva solo Mendelssohn... per questo Bach è atemporale...come lui non c'è nessuno nel suo periodo...e lui non si è fatto condizionare dal gusto del tempo... per Haydn ho sempre avuto una simpatia innata, non so spiegare perchè poi doveva essere un uomo con un senso dell'umorismo pazzesco dato che chiamava Beethoven "Gran Mogol"!!...c'è stato un peiodo che mi ascoltavo sempre la sua Creazione...cantata da Andrea Rost, soprano di cui ero strainnamorato!
  17. a proposito Haydn secondo me è troppo sottovalutato... quasi quasi fondo un comitato a suo favore... "Comitato contro la sottovalutazione di Haydn"...
  18. Come puoi odiarlo??? Secondo me è stupendo... Beh.. è proprio vero che de gustibus non est disputandum preferisco di più il quintetto con il clarinetto... in quanto a Mozart secondo me in alcune sue composizioni rispecchia esattamente quello che un ascoltatore medio vuole:poca quantità di pensiero...e questo si nota nelle sue sinfonie(di solito le più celebri) in alcuni concerti e in alcune sonate...sulle serenate, divertimenti e minuetti e danze tedesche non mi pronuncio... però la medaglia ha due facce: in alcuni casi Mozart ha una genialità spaventosa, e mi riferisco ad alcune sonate(le prime sono fantastiche...quella in mib molto haydniana!), qualche sinfonia(Haffner e quella scritta a Mannheim) e soprattutto la produzione operistica...in queste ultime utilizza l'orchestra in un modo del tutto nuovo rispetto a come fa ad esempio nelle composizioni sacre...credo che Mozart dia il meglio di se nei pezzi d'insieme quando a cantare sono due o più voci...amo un sacco la k477(musica funebre massonica) fantastico il Recordare del requiem...l'ho sempre amato, dalla prima volta che l'ho sentito... Mozart era fondamentalmente un compositore geniale e lo sapeva...e purtroppo alcune volte ne approfittava di questo... inoltre scendeva un po' troppo a compromessi con il pubblico di amatori viennesi del tempo... come ha detto Madiel le cose che vengono imposte da bambino poi da grande le odi...per me è vero solo per quelle composizioni di Mozart che il "grande" pubblico ammira di più...preferisco ad esempio Così fan tutte al Flauto magico... questo e quello che penso su di lui...amo il Mozart che si nasconde...
  19. scusa ma su che canale l'hanno fatto?????
  20. Quello che hai scritto Madiel è molto interessante, e io credo che l'ignoranza sia diffusa anche, e colpelvomente, tra gli addetti ai lavori; e lo si nota dal modo in cui è stato trattato a suo tempo Busoni (addirittura in Germania c'è una sua statua...qui lo si ricorda di rimando nell'edizione del clavicembalo ben temperato), inoltre per conoscere un po' di musica seriale ho dovuto sbattermi io...a scuola di musica nessuno mi ha mai detto niente (e per uno che studia composizione è grave...), non so negli altri paesi com'è la faccenda (anche se dubito FORTEMENTE che in Germania o in Austria sia così) ma qui se vuoi farti una cultura musicale devi darti una mossa te...è come l'insegnamento della storia si arriva fino al '45 poi finisce il mondo...!! volevo lanciarmi in un'analisi della storia musicale italiana, anzi l'avevo scritta ma l'ho cancellata perchè mi sono depresso troppo....e mi ha raccontato la mia professoressa di composizione che quando ha fatto l'esame di composizione lei (fine anni '80) le hanno dato non so quanti punti in meno perchè hanno scoperto che suonava in una jazz-band!!!pazzesco eppure questo succedeva al conservatori G.Verdi di Milano!! poi è anche vero che all'italiano medio piace solo la canzone popolare...vabbè è una mentalità che ci portiamo dietro da secoli...la musica italiana si è sempre contraddistinta perchè era semplice, orecchiabile, vivace...e soprattutto durava poco...mi vengono in mente le prime sinfonie di Mozart quelle scritte nello stile italiano...che durano 5-10 minuti...uno come Mahler, Bruckner o R.Strauss ce lo sogniamo in Italia...i compositori seriali italiani poi se non sono sompletamente dimenticati ci andiamo molto vicino... infine, piccola chicca...nel 1983 (credo) a Palermo Stockhausen disse che il migliore interprete di Bach secondo lui era stato Glenn Gould e noi tutti a domandarci chi diavolo fosse costui !! mah...ricollegandomi al discorso di Madiel riguardo all'insegnamento della musica alle Medie: noi facevamo solfeggio perchè eravamo una classe musicale, ma più in là di Bizet non siamo andati...cioè abbiamo fatto,male, Bach; benino,Mozart (e solo quella odiosa sinfonia in sol minore)...ah no anche il flauto Magico e Don Giovanni (sì ma nella sala di proiezione dove li abbiamo visti eravamo intenti a fare altro con le ragazze)...Beethoven neanche sfiorato, i romantici:chi sono??...poi improvvisamente Bizet e la sua Carmen e noi (con l'orecchio abituato a Mozart): mamma quante stonature che ci sono (dissonanze volgarmente dette!!)...poi il vuoto... e nel libro c'erano anche Strauss, Schoenberg, Mahler, Webern, Casella e (udite, udite) John Cage!quindi il libro non era male...però non do neanche tutta la colpa al professore, in classe avevamo degli elementi... vabbè...sono stato mezz'ora a scrivere e francamente mi sono stufato... comunque questa discussione mi piace...
  21. e magari anche i prezzi dei cd...e degli spartiti...
  22. va bene sei perdonato... poi come ci si fa ad arrabbiare con uno che ne sa una più del diavolo!(in fatto di musica intendo) p.s. grazie per il sito stradivarius...finalmente ho capito come fare ad andare sul lastrico finanziario!
  23. ah comunque io avevo votato il concerto n.2 di rachmaninoff...mmm se ci fosse stata però avrei votato la Burleske di Richard Strauss...
  24. magari anche l'autore ha ruttato mentre lo componeva... o anche fatto di peggio... le avete mai lette le lettere di Mozart a sua moglie?mmm...ve le consiglio... a parte gli scherzi, credo che il nocciolo della questione sia: è molto riduttivo mettere come sottofondo la musica classica, soprattutto quella più "complessa" poi...non riduttivo per l'ambiente, ma per la musica stessa...è un po' come i quadri che mette Maurizio Costanzo ogni volta che lancia i "consigli per gli aquisti"...cioè dopo che ha parlato Costantino tu mi metti Van Gogh...boh...sarà associazione mentale... mmm...vedo che ho divagato un po'...
  25. bellissimo!! soprattutto L'Adagio è da brividi!! per quanto riguada il primo tempo ho pensato (considerate che non conosco Ravel): tmmm...certi punti sembra Gershwin...mooolto jazz...boh...magari è un'idiozia... invece leggendo qua è là sul forum ho notato questo: http://adamolussana.com/forum/index.php?showtopic=86 che confermava tutte le mie impressioni...!! cmq gran capolavoro... p.s. (contenta peperoncina mi sembravi la più ansiosa di sapere!) ciao!!
×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy